Come usare Active Campaign per fare Email Marketing

come usare active campaign per fare email marketing

Vuoi fare email marketing per promuovere il tuo sito WordPress, i tuoi prodotto o i tuoi servizi? Sei pronto ad implementare strategie di email marketing più avanzate rispetto alla ‘semplice’ newsletter settimanale?

Ti piacerebbe iniziare ad inviare ai tuoi utenti campagne email altamente targettizzate?

Nella guida di oggi ti presento Active Campaign. Si tratta di uno strumento molto potente per fare email marketing ed aumentare le conversioni del tuo business online. Lo usiamo con soddisfazione anche per SOS WP (in precedenza abbiamo usato per diversi anni MailChimp) e nel complesso ne siamo molto soddisfatti.

Ecco quindi le principali caratteristiche di Active Campaign e come puoi integrarlo sul tuo sito WordPress.

Che cos’è Active Campaign

Active Campaign è uno strumento per creare campagne di email marketing.

Come vedremo di seguito, ha diverse funzionalità avanzate per la creazione, gestione ed ottimizzazione di liste di contatti, campagne email e serie automatiche.

Rispetto ad altri strumenti concorrenti, Active Campaign ha diverse funzionalità che secondo me lo rendono più potente e flessibile:

Flessibilità nella gestione dei contatti

Innanzitutto, usando Active Campaign potrai creare diverse liste di contatti.

Oltre a questo, usando Active Campaign è possibile aggiungere ‘tag’ e campi personalizzati ai profili dei singoli utenti.

I campi personalizzati potrebbero corrispondere ad informazioni fornite dagli utenti stessi al momento della compilazione del form per fare l’iscrizione alla tua newsletter.

I tag possono essere aggiunti manualmente o in modo automatico, in base alle azioni compiute dagli utenti (per esempio, l’apertura di una newsletter, eccetera).

Ti faccio un esempio sull’utilizzo dei tag:

  1. Una newsletter viene inviata a tutta la lista di contatti.
  2. Un tag “newsletter-aperta” viene aggiunto al profilo di tutti gli utenti che hanno aperto la newsletter.
  3. E’ ora possibile inviare un’email di follow-up solo agli utenti che hanno il tag “newsletter-aperta”.

Come forse hai già intuito, le liste di utenti a cui inviare le campagne singole o le serie di email automatiche possono essere segmentate usando moltissimi filtri: come abbiamo visto, tag, campi personalizzati, ma anche data di iscrizione, click su una specifica email, eccetera.

Automazione

Le funzionalità più interessanti di Active Campaign secondo me riguardano il funzionamento delle automazioni – cioè, delle serie automatiche di email che vengono inviate agli utenti sulla base di alcune condizioni.

Condizioni in questo caso è la parola chiave!

Rispetto ad altri strumenti, Active Campaign offre molte più opzioni per creare automazioni super-targettizzate sulla base di condizioni personalizzate.

Ti faccio un altro esempio per illustrare meglio questo aspetto:

  1. Ipotizziamo che un utente sia iscritto alla tua lista globale. Come abbiamo visto prima, possiamo aggiungere un tag “newsletter-aperta” quando apre una specifica email.
  2. Ora, possiamo far sì che, quando viene aggiunto questo tag, l’utente sia automaticamente inserito in un’automazione.
  3. Possiamo impostare l’automazione in modo che ci sia un’attesa di 2 giorni prima del passaggio successivo…
  4. Trascorsi i due giorni, vogliamo che, sulla base degli interessi indicati dall’utente in fase di iscrizione, venga inviata un’email automatica. Per esempio: se l’utente ha indicato di essere interessato a corsi online, sarà inviata automaticamente l’email promozionale relativa ai corsi online. Se invece l’utente è interessato a corsi in aula, sarà inviata l’email relativa ai corsi in aula nella sua città.
  5. Completato questo passaggio, l’automazione si conclude. Non finisce però qui! L’utente può essere aggiunto ad altre automazioni; continuerà quindi a ricevere email molto targettizzate sulla base dei suoi interessi e delle interazioni con le campagne precedenti.

Tutto questo è molto interessante vero?

Il bello è che, una volta create le automazioni, Active Campaign funzionerà interamente in automatico.

Quelli qui sopra sono solo due esempi piuttosto semplici. Ci sono molte altre opzioni e funzionalità che puoi esplorare con calma registrandoti per il periodo di prova gratuito di 14 giorni.

Nota! Proprio perché ha così tante funzionalità, Active Campaign potrebbe sembrare uno strumento un po’ complicato da usare all’inizio. Ti consiglio però di non farti scoraggiare. Noi ce lo siamo studiato per un paio di giorni ed ora riusciamo ad usarlo senza alcun problema.

Nessuno si iscrive alla tua newsletter? Leggi i nostri consigli su come aumentare le iscrizioni.

Come integrare Active Campaign con WordPress

Integrare Active Campaign con WordPress non potrebbe essere più semplice.

Ci sono due opzioni:

  • C’è un vero e proprio plugin, che puoi installare sul tuo sito ed usare per configurare i form di iscrizione alle tue liste.
  • In alternativa (questo è il metodo che abbiamo scelto di usare per SOS WP) puoi creare il form, e poi incollare il codice iframe fornito da Active Campaign all’interno delle pagine dove vuoi visualizzare il modulo di iscrizione.

Tutto qui!

Puoi creare un form diverso per ogni lista. Quindi sul tuo sito potrai avere diversi form, con diversi campi, eccetera.

Conclusione

Come forse avrai intuito, Active Campaign è veramente uno strumento molto potente, che ha tantissime opzioni. In questa guida ho voluto presentarti le principali funzionalità che usiamo regolarmente anche per SOS WP. Come ho già menzionato, puoi poi registrarti per un periodo di prova gratuito ed esplorare la piattaforma con calma, e valutare se soddisfa le tue esigenze.

Spero di averti fatto conoscere uno strumento utile e di tuoi interesse. Se hai qualunque domanda su come usare Active Campaign, o su come fare email marketing per promuovere il tuo sito WordPress, ti invito come sempre a lasciare un commento qui sotto al post.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea Di Rocco, il fondatore di SOS WP. La mia missione - insieme al mio Team - è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *