Guide

GoDaddy hosting: quale piano acquistare per il tuo sito web

In questa guida troverai i piani di hosting condiviso disponibili e anche dei consigli utili che ti aiuteranno a fare la scelta migliore. Continua a leggere!

GoDaddy hosting: quale piano acquistare

Vuoi sapere come acquistare un piano di hosting su GoDaddy per creare il tuo nuovo sito web?

Se hai bisogno di acquistare anche un dominio per il tuo sito web, GoDaddy è una soluzione interessante. Infatti, quando acquisti uno dei piani di hosting condiviso su GoDaddy, ricevi in omaggio (per un anno) un dominio a tua scelta tra i 17 proposti.

Ti mostro, però, anche le differenze con SiteGround, l’hosting che noi consigliamo sempre per i tuoi siti web.

Hai altre domande? Hai bisogno di un supporto professionale? Attiva subito la nostra Assistenza WordPress Prioritaria rapida e gratuita. E in più, se acquisti uno spazio hosting su SiteGround tramite il nostro link, in regalo oltre 50 video del nostro Corso WordPress, il più venduto di sempre.

Qui tutte le testimonianze

Adesso andiamo a vedere da vicino.

GoDaddy hosting: guida all’acquisto

Acquistare hosting su GoDaddy - prezzi

Quando sei su GoDaddy, clicca WordPress > Hosting WordPress sulla barra di navigazione; qui vedrai 4 piani. Il costo mensile dipende da quanti anni acquisti insieme. I prezzi nell’immagine qui sopra si riferiscono all’acquisto per 36 mesi.

Vediamo cosa comprendono i diversi piani. Innanzitutto, in ciascuno è incluso un dominio per un anno, con estensione .com, .org., .net o anche altre, ma non è compreso il .it. Inoltre, hai backup giornalieri, che vengono conservati per 30 giorni, e uno strumento di migrazione con un clic dal tuo vecchio hosting.

Ecco invece in cosa differiscono.

Supporto WordPress e assistenza SEO con SOS WP

I piani hosting WordPress gestito su GoDaddy

I piani del tipo “WordPress gestito” includono l’installazione di WordPress e l’aggiornamento automatico dei software e della protezione di base di WordPress.

Il piano più economico è il Basic: include la possibilità di ospitare un singolo sito, con 10GB di spazio su SSD, accesso SFTP. In fase di acquisto, puoi aggiungere al piano anche l’opzione Essential per l’analisi giornaliera e la rimozione di malware, e anche il certificato SSL, che costa 7,12€ al mese. Questo piano è piuttosto limitato.

Il piano Deluxe è invece quello più adatto a chi inizia con un progetto di sito o blog. Puoi ospitare un sito web con 15GB di spazio SSD. Viene inoltre offerto uno strumento per la gestione della SEO. Anche in questo caso, puoi attivare Essential e SSL durante l’acquisto.

Se hai bisogno di ospitare 2 siti web, puoi acquistare il piano Ultimate, con 30GB di spazio, strumento di protezione Essential e certificato SSL inclusi.

Il piano più avanzato è quello chiamato Sviluppatore, con 5 siti web, 50GB di spazio e certificato SSL.

Se decidi di acquistare un piano hosting su GoDaddy del tipo WordPress gestito, non potrai però avere accesso a un pannello di controllo. Infatti, il cPanel può essere presente solamente nel tipo di piani hosting web standard.

I piani web hosting su GoDaddy

Nei piani web hosting di GoDaddy non è inclusa l’installazione di WordPress, ma puoi avere qualche vantaggio in più. Innanzitutto, il sistema operativo Linux con il cPanel, da cui puoi anche installare tu stesso WordPress con un clic.

Tuttavia, se vuoi acquistare un piano di hosting su GoDaddy, potrai sceglierne anche uno con sistema operativo Windows e pannello di controllo Plesk (probabilmente, sceglierai questa opzione se sei un web developer con esigenze particolari in termini di gestione).

Anche in questo caso, abbiamo quattro scelte.

Acquistare hosting GoDaddy - piani webhosting

Il piano Starter, per un sito web e 30 GB di spazio, al momento costa quanto il piano Economy, che ha invece 100GB di spazio e il dominio gratuito.

Anche i piani Deluxe e Ultimate includono il dominio gratuito, ma in più avrai spazio illimitato e un numero illimitato di siti web. Nel piano Ultimate è incluso il certificato SSL, il DNS e i database illimitati.

I backup e le scansioni antimalware non sono inclusi, ma puoi aggiungerli in fase di acquisto.

Acquistare un piano di hosting su GoDaddy e aggiungere un dominio gratuito

Dopo aver scelto il piano che vuoi acquistare sulla pagina dedicata ai servizi hosting, clicca Aggiungi al carrello. Sarai rediretto sulla pagina del riepilogo, dove aggiungere eventuali servizi, modificare la durata dell’abbonamento e procedere con l’acquisto.

Quando hai verificato le tue scelte, clicca Continua e sarai rediretto alla schermata dove potrai scegliere il dominio da aggiungere gratuitamente all’ordine.

Acquistare hosting GoDaddy con dominio gratis

Infine, cliccando su Continua potrai controllare nuovamente l’ordine e completare il pagamento.

Vuoi confrontare GoDaddy con un altro hosting eccellente? Leggi la nostra review su Siteground!

Differenze tra GoDaddy e SiteGround

Il servizio hosting che consigliamo è sempre SiteGround, sia per quanto riguarda l’affidabilità, sia per la sicurezza e le prestazioni. Per questo vorrei mostrarti le differenze tra GoDaddy e SiteGround, così potrai prendere la tua decisione in maniera più consapevole.

Confrontiamo le tariffe dei due provider.

Su SiteGround, vediamo che il piano più economico, lo StartUp, costa 3,95€/mese per 10 GB di spazio. Il piano GrowBig costa 6,45€/mese e il GoGeek 11,95€/mese. Questi prezzi sono validi per il primo anno.

SiteGround offre il certificato SSL gratuito per tutti i piani, e anche il dominio incluso per il primo anno (compreso il .it). L’opzione aggiuntiva che potrai scegliere in fase di acquisto è il Site Scanner, ossia il monitoraggio malware giornaliero.

Inoltre, con SiteGround avrai sempre il cPanel, che reputo il pannello di controllo più semplice, completo e funzionale in assoluto.

Comunque, ritengo che SiteGround sia il miglior hosting in quanto offre elevate prestazioni, grande affidabilità e un team di supporto eccellente, disponibile 24 ore su 24. In più, il livello di sicurezza garantito ha degli standard veramente molto alti.

Considerati questi aspetti, credo che SiteGround sia decisamente più conveniente.

Conclusione

In questo articolo ti ho presentato come acquistare un piano di hosting su GoDaddy: quali sono i pacchetti disponibili, come avere un dominio gratis e quale sistema operativo scegliere. Infine, ho fatto un piccolo confronto con SiteGround.

Hai mai acquistato un piano di hosting su GoDaddy?

È stato un processo semplice oppure hai avuto qualche dubbio?

Hai avuto modo di fare un confronto con SiteGround?

Se vuoi condividere la tua esperienza o hai domande su questo argomento, ti invito a lasciare un commento!

NOTA: Questa guida è stata aggiornata il

Registrare un dominio e uno servizio di hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

15 COMMENTI
Commenta
  1. Roberto

    Ciao Andrea.
    Dovrei fare un sito con dominio per il mio lavoro di riparazione orologi, pendole, cucù inoltre vorrei mettere fotografie di orologi di secondo polso per la vendita e gioielli di mia creazione il mio sistema operativo è Windows non so cosa scegliere se Deluxe o Ultimate le fotografie sono di alcuni Giga potrei ridimensionarle se fosse necessario, i testi e le fotografie che spiegano sono parecchie pensi che mi serva E-commerce. Ho il timore di non riuscire a compilare il sito Word press.com
    non sono esperto e ho difficoltà con i termini in inglese, sono un giovane degli anni 60
    se guardi il sito che ho fatto io mi potresti dire se sarò in grado di poter compilare Word press per me è importante essere in prima pagina pensi che sia possibile?
    Grazie.

    Rispondi
    • Team

      Ciao Roberto,
      grazie del tuo commento e complimenti per la tua voglia di fare.. stimo i “giovani degli anni 60” che non demordono!
      Credimi, con WordPress puoi creare un sito davvero bello e professionale senza impazzire, né con l’inglese né con il codice.
      Le immagini del tuo lavoro con gli orologi potrebbero risaltare in belle gallerie, realizzabili con facilità.
      Hai dato una occhiata alla nostra MEGA offerta, ovvero 165 video lezioni ad un prezzo straordinario per imparare ad usare WordPress e a realizzare il tuo sito in autonomia? Se hai bisogno di altre delucidazioni, io ed il mio team siamo a disposizione per risponderti! Un saluto e a presto!

      Rispondi
  2. Max

    Ciao Andrea, ho un dubbio che non riesco a sciogliere al momento, ma se io posseggo già un dominio su GoDaddy, se acquistando uno spazio hosting con gli stessi mi spetta un anno di dominio gratuito, posso convertire questo anno gratuito sul dominio che già possiedo, oppure vale solo per nuovi domini non ancora registrati?
    Grazie

    Rispondi
  3. Davide

    Salve Andrea, seguo spesso i tuoi consigli. Sarei interessato all’aquisto di un servizio di hosting e relativo dominio su GoDaddy. Sai dirmi se questi sarebbero poi su server statunitense o italiano (cosa quest’ultima che non vorrei)?
    Grazie
    Davide

    Rispondi
  4. Viviana

    Buongiorno
    Grazie per gli articoli dedicati a GoDaddy, sono lì lì per comprare uno dei pacchetti. C’è soltanto un dubbio: vorrei acquistare un dominio con estensione non tradizionale, come .events; .agency; ecc… (presente nella categoria di nuove estensioni per dominio) , però, una volta li, il restante del processo diventa più complicato e mi perdo.
    Appaiono le opzioni per l’acquisto di pacchetti di protezione al sito e per la sua costruzione (vorrei utilizzare word press ). Insomma… Non capisco più che pesce pigliare. Potresti aiutarmi a capire?
    Ti ringrazio tantissimo

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Viviana,
      per assistenza specifica contatta il nostro team di supporto, ti risponderemo tempestivamente!
      Un saluto!

      Rispondi
  5. Vittorio

    Grazie per l’articolo, davvero chiaro ed interessante.
    Vorrei capire ulteriormente come funziona la possibilità di ospitare su un unico spazio più siti, quindi facendo puntare allo spazio diversi domini.
    C’è un pannello di controllo… si creano delle cartelle a cui collegare i domini… è un fatto semplice?

    Rispondi
  6. Simone

    non ho capito bene in cosa consiste la differenza fra la scelta di Linux o Windows… io ad esempio utilizzo un Macintosh come sistema operativo… potrei avere problemi o non centra nulla? grazie!

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Simone!

      Grazie per il commento; la scelta di Linux o Windows per il tuo piano di hosting non c’entra nulla con il sistema operativo che usi sul tuo PC. Nel 90% dei casi, è consigliato Linux, a meno che tu non abbia particolari esigenze legate ai linguaggi di programmazione che desideri utilizzare ;)

      Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Pietro,
      Sì, l’articolo si riferisce ai piani di hosting condiviso; per quanto riguarda il passaggio a un server dedicato, questo è necessario quando il server che usi non è più in grado di sostenere il volume di traffico o di interazioni, o i processi sul sito ;)

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *