Guide

La guida completa a GetResponse

Quale servizio usi per inviare la newsletter ai tuoi clienti? Forse, la tua risposta è “MailChimp” o “aWeber”. Questi sono entrambi strumenti molto validi e popolari. Non so se però conosci già GetResponse. Scopriamolo insieme.

La guida completa a GetResponse

In questa guida completa a GetResponse ti parlo di uno degli strumenti per le newsletter più utilizzati, apprezzato anche da marketer di un certo calibro, tra cui perfino Neil Patel di QuickSprout.

Ti mostrerò innanzitutto i vantaggi di utilizzare GetResponse. Poi ti illustrerò le sue funzioni principali. Entreremo nel vivo di questo strumento in modo da aiutarti ad avere un’idea complessiva soddisfacente.

Infine ricorda che se hai domande o hai bisogno di supporto puoi attivare immediatamente la nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita - inclusiva di 32 video del Corso WordPress - quando acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link. Abbiamo già aiutato migliaia di persone e possiamo aiutare rapidamente anche te.

Qui tutte le testimonianze

Cominciamo!

Perché scegliere GetResponse

guida completa a GetResponse: email marketing

Prezzo competitivo

Iniziamo la guida completa a GetResponse parlando dei costi. GetResponse ha moltissime funzionalità ed un costo piuttosto competitivo, in linea con altri servizi come MailChimp ed aWeber. I piani partono da €12 al mese.

Tradotto in italiano

Per chi ha meno di 2000 iscritti, MailChimp è sicuramente la soluzione più economica. Esso è inizialmente gratuito. Se però superi i 2000 contatti e/o vuoi inviare email automatiche – i cosiddetti autorisponditori – dovrai in ogni caso sottoscrivere un piano a pagamento. MailChimp è inoltre interamente in inglese.

GetResponse ha invece un pannello di controllo tutto in italiano, che lo rende più facile da usare sia per te che per i tuoi collaboratori.

Generatore Landing Page

Questa funzionalità non si trova solitamente nei servizi di newsletter. All’interno del pannello di controllo di GetResponse potrai creare una vera e propria pagina landing. Le assegnerai poi un URL personalizzato, così da renderla parte integrante del tuo sito.

Il modulo di iscrizione che inserirai nella landing page si può collegare ad un autoresponder, che potrai usare, ad esempio, per permettere agli utenti di scaricare un e-book gratuito. Grazie anche a questa funzionalità, GetResponse diventerà un potentissimo strumento di marketing per il tuo business.

Raramente, gli strumenti per creare pagine landing (per esempio, OptimizePress e LeadPages) sono gratuiti. Non sottovalutare quindi questo servizio che ti offre GetResponse.

Per saperne di più sulla landing page di GetResponse e altri servizi simili, leggi anche la nostra guida per creare pagine landing utilizzando WordPress.

Scopri il nostro Corso WordPress, Corso HTML, Corso SEO, Corso CSS e altri corsi per creare il tuo sito web

Tasso di deliverability pari al 99%

GetResponse ha implementato diverse policy anti-spam. Per esempio, monitorare che le email inviate attraverso la piattaforma siano genuine, aiuta ad evitare che i messaggi inviati tramite GetResponse vengano contrassegnati dai servizi email come spam (e sfuggano probabilmente all’attenzione dei destinatari). GetResponse utilizza diversi sistemi per garantire che i tuoi messaggi arrivino alle caselle di posta dei destinatari senza intoppi.

Immagini iStock gratuite

GetResponse è integrato con iStockphoto, un marketplace di immagini stock premium.

Incluso nel tuo abbonamento, avrai accesso a ben 1000 immagini gratuite. Per i progetti più importanti, potrai anche acquistare altre immagini premium dalla libreria iStockPhoto.

Le immagini sono disponibili all’interno del Multimedia Studio nell’area Account. Possono essere comodamente inserite direttamente all’interno del template che hai scelto per le tue newsletter.

immagini istock

GetResponse ha anche tutte le altre funzionalità “standard” di un ottimo strumento di email marketing, tra cui:

  • autorisponditori per l’invio automatico di sequenze di email
  • funzionalità per fare A/B split testing
  • centinaia di template responsive pronti da utilizzare
  • strumenti per analizzare la performance delle tue newsletter
  • funzionalità per vedere un’anteprima delle newsletter su dispositivi con schermi di diverse dimensioni
  • strumento per la creazione di moduli di iscrizione da integrare sul tuo sito

e molto altro.

GetResponse offre anche un periodo di prova gratuito della durata di 30 giorni.

Oltre ad avere tutte queste funzionalità interessanti, GetResponse è anche molto facile da usare.

Nella prossima sezione della guida completa a GetResponse approfondiamo proprio il funzionamento base della piattaforma.

Guida completa a GetResponse: il funzionamento della piattaforma

Campagne ed iscritti

Quando crei un account GetResponse, la prima cosa che ti sarà richiesto di fare è creare una cosiddetta campagna.

Cos’è una campagna?

Pensa ad una campagna come ad una sezione delle tue attività di email marketing, che include iscritti, newsletter, autorisponditori, eccetera.

Per esempio, tutto ciò che riguarda l’invio di messaggi agli iscritti alla newsletter gratuita del tuo blog rientrerà in una campagna.

I messaggi e gli indirizzi email relativi alle persone che hanno acquistato un prodotto a pagamento, rientreranno invece in una campagna separata.

Le campagne sono, effettivamente, aree di lavoro nel contesto dell’email marketing.

La pagina principale del tuo account GetResponse è chiamata Dashboard. Sotto al menu principale vedrai una piccola fascia grigia con un menu a tendina per selezionare la campagna su cui lavorare.

Da qui puoi anche creare nuove campagne e modificare le informazioni di quelle esistenti (cliccando la rotellina alla destra del menu).

campagne getresponse

Come tradurre le tue campagne in italiano

Se vuoi che tutti i messaggi relativi alla tua campagna – tra cui anche le pagine di conferma – siano in italiano, segui questi passaggi:

  • seleziona la campagna e clicca la rotellina per modificarne le impostazioni generali;
  • all’interno della pagina contrassegnata dalla tab Generale, assicurati che nel campo Lingua campagna sia selezionato Italiano.

Come aggiungere iscritti ad una campagna?

Continuiamo questa guida su GetResponse vedendo come aggiungere indirizzi email alle tue campagne.

Ci sono diversi modi.

Importare iscritti

Probabilmente, questa funzionalità ti sarà utile se passerai a GetResponse da un altro servizio di email o se raccogli indirizzi email con carta e penna e li aggiungi poi manualmente online. Semplicemente, nel menu principale naviga in Contatti > Aggiungi Contatti.

importa contatti getresponse

Qui puoi incollare indirizzi email nell’area di testo, caricare un file oppure anche creare un collegamento tra GetResponse ed altri servizi integrati (per esempio, Google docs e Zendesk).

È importante notare che gli indirizzi email aggiunti attraverso una delle funzionalità di importazione non risultano immediatamente all’interno della tua campagna GetResponse.

Infatti, proprio per la politica anti-spam che rende così sicuro questo servizio, gli indirizzi vengono controllati e approvati a mano dallo stesso team di GetResponse. Viene così garantito che la piattaforma non venga utilizzata per l’invio di spam.

Moduli web

Gli utenti possono iscriversi alle tue campagne attraverso moduli personalizzati. Per creare un modulo, naviga in Moduli Web > Crea nuovo.

In questa sezione potrai creare il tuo form, che personalizzerai come desideri. Nella tab Pubblica troverai il codice Javascript/HTML da copiare e incollare nel tuo sito, pronto per essere utilizzato.

Inserire un modulo su Facebook

Sotto ai codici Javascript/HTML vedrai anche un pulsante chiamato Pubblica sulla pagina fan di Facebook. Usando questa funzionalità, abiliterai l’app GetResponse per Facebook ed inserirai un modulo di iscrizione direttamente all’interno della tua pagina sul social network.

Questa è una funzionalità particolarmente utile se al momento non hai un sito web, ma vuoi comunque che gli utenti possano iscriversi alle tue campagne automaticamente.

Landing Page

Come ti spiegavo più sopra, GetResponse ti fornisce anche lo strumento di creazione di una landing page. È interessante sapere che puoi assegnare ad essa un URL GetResponse oppure perfino un URL con il tuo dominio. Per trovare questa funzionalità, naviga in Landing Page > Crea.

Iscrizioni via email

Se desideri, puoi anche permettere agli utenti di iscriversi alle tue campagne via email. Basta inviare semplicemente un’email ad un indirizzo del tipo: campaign@getresponse.net (dove “campaign” sarà sostituito dal nome della tua campagna).

È necessario attivare questa funzionalità nelle impostazioni generali della singola campagna.

Creare newsletter

In una guida completa a GetResponse non poteva mancare, ovviamente, la sezione su come creare le newsletter.

Configurata la campagna ed importati gli indirizzi email degli iscritti, sei pronto per creare la tua prima newsletter.

Dal menu di navigazione principale, naviga in Messaggi > Crea newsletter. Da qui puoi accedere al Generatore e-mail.

Qui puoi scegliere uno dei template preprogettati o iniziare da zero. Se crei un template personalizzato iniziando da zero, puoi comunque salvarlo come modello per le newsletter successive.

template getresponse

Il procedimento per creare ed inviare le newsletter è poi abbastanza semplice. Ci sono vari passaggi da seguire e, arrivato al termine, potrai:

  • selezionare i destinatari
  • vedere un’anteprima dell’email
  • inviarla immediatamente
  • programmarla per il giorno e l’ora che desideri.

Tutte le tue newsletter (sia quelle inviate che le bozze) vengono salvate in Messaggi > Mie Newsletter.

Autorisponditori

L’ultima funzionalità che vedremo in questa guida completa a GetResponse sono gli autorisponditori.

Un autorisponditore è un’email che viene inviata in automatico all’utente, solitamente dopo un certo intervallo di tempo dall’iscrizione alla campagna.

Questa funzionalità è estremamente potente. Infatti, ti permette di tenerti in contatto con gli iscritti per la durata di un arco di tempo piuttosto prolungato. E senza preoccuparti di tenere d’occhio il calendario!

Usando GetResponse potrai iniziare a creare i tuoi autorisponditori in Messaggi > Crea autorisponditore.

I messaggi vengono creati come le newsletter standard. L’unica differenza è che potrai, appunto, specificare dopo quale intervallo di tempo inviarli all’utente. Nell’immagine qui sotto vedi la schermata di configurazione:

getresponse autorisponditore

Anche in questo caso, il processo di configurazione degli autorisponditori è guidato e molto semplice. Inoltre, essendo interamente in italiano non dovresti riscontrare grosse difficoltà.

Siamo comunque a tua disposizione per aiutarti a configurare la tua newsletter con GetResponse. Attiva subito l’Assistenza Prioritaria!

Conclusione

In questa guida completa a GetResponse ho illustrato le funzionalità principali di uno dei più apprezzati strumenti per la creazione di newsletter. Le sue potenzialità sono veramente enormi e le personalizzazioni decisamente ampie.

Inoltre, hai a disposizione diversi servizi che solitamente non vengono offerti con i tradizionali strumenti per le newsletter.

Hai mai provato questo strumento?

Ti è sembrato valido oppure ne preferisci un altro, come MailChimp?

Ti invito a lasciare la tua risposta qui sotto nel box dei commenti.

NOTA: Questa guida è stata pubblicata originariamente nel Settembre 2016 ed è stata completamente riscritta e aggiornata per accuratezza e comprensibilità.

Acquistare un dominio e un hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

137 COMMENTI
Commenta
  1. luigi

    ciao vorrei far partire l’automazione di email a contatti che lasceranno la loro email da una pagina di iscrizione che sta nel mio sito,non l’ho creata da getresponse,è possibile fare questo collegamento? se si qual’è la pocedura?

    Rispondi
    • Team

      Ciao Luigi, puoi integrare nella pagina il form di GetResponse, se vuoi integrare questo tool e utilizzarlo per automazioni e newsletter. Un saluto!

      Rispondi
  2. Marco

    Ciao e grazie per l’utile articolo.
    Io ho intenzione su getresponse di mettere visibile in ogni mail che mando, in fondo vicino ai tasti per cancellare i propri dati o modiicarli, anche la mia Privacy Policy che è già presente sul sito, ovvero creare un link ipertestuale.

    Ma non ho idea di come fare e non trovo risposte. Sapete consigliarmi?

    Grazie in anticipo, Marco

    Rispondi
    • Team

      Ciao Marco, puoi aggiungere un collegamento link in GetResponse. Puoi infatti aggiungere un campo personalizzato da inserire nel form, direttamente dal pannello di creazione.

      Rispondi
  3. Marco

    Ciao,
    vorrei importare i contatti ricevuti via woocommerce nelle liste getresponse.
    So che bisogna usare le API di getresponse ma non saprei come fare. Sapete darmi qualche consiglio?

    Rispondi
  4. Alessandro

    Buonasera a tutt* :)

    Approfitto di questo spazio e della disponibilità di Andrea e del Team per porre una domanda: è possibile rendere obbligatoria la spunta della presa visione ed accettazione del trattamento dei dati personali, all’interno del modulo web delle landing page create con GetResponse?

    Premetto che: ho creato il campo personalizzato “privacy” dall’area contatti, sezione “campi personalizzati”; ho verificato che nell’area “crea modulo” è possibile inserire il campo personalizzato della privacy ed impostarlo come obbligatorio, nella sezione “layout” che consente di includere anche un messaggio di errore; ho inserito il link che rimanda alla privacy policy, utilizzando una casella di testo in cui ho inserito il collegamento alla pagina di destinazione; ho attivato il banner della cookie policy, inserendo il link che rimanda alla cookie policy.

    Non riesco a rendere obbligatoria la spunta della casella privacy nella landing page, condizione che la rende non utilizzabile.

    Grazie del tempo e della attenzione :)

    Rispondi
    • Team

      Ciao Alessandro, GetResponse permette di rendere quel campo obbligatorio, attraverso l’apposita spunta. Se non funziona, contatta per un intervento diretto il nostro reparto tecnico https://sos-wp.it/servizi/. Serve infatti un check più approfondito per capire cosa non va per il verso giusto.

      Rispondi
  5. Silvia

    Ciao,
    sto creando un funnel per un mio cliente e ho appena impostato su GetResponse nella sezione autorisponditori una prima email
    c’è un modo per sapere con quale indirizzo di posta elettronica l’ho inviata? Ho più di una email impostata e volevo essere sicura di averla mandata con quella giusta.
    Ho fatto qualche tentativo ma non riesco a vedere il mittente

    Rispondi
  6. Madame NUwa

    Salve, sono alle primissime armi e, con i 30 giorni gratis sto valutando. Devo farti una domanda, quando cerco di personalizzare un form di iscrizione in italiano non lo salva, così pure il form di ringraziamento.
    Dove sbaglio?

    Rispondi
    • Team

      Ciao! verifica che non vi sia un conflitto in corso tra le varie risorse, disattivando gli altri plugin. Facci sapere se riesci a risolvere!

      Rispondi
  7. Stefano

    Ciao Andrea,
    sono un neofita e sto cercando di creare il sito con WP, integrando get response.
    Ho installato il plugin e inserito la key di gr.
    Sembra che per questa nuova versione (4.8), aggiornata un mese fa, non si integri bene con WP.
    In pratica il web form non carica sulla pagina, vedo la rotellina che continua a girare.
    Anche le poche recensioni su questa versione non sono molto positive e dicono che non funziona.
    Hai qualche suggerimento? Grazie
    Stefano

    Rispondi
  8. Paolo

    Ciao Andrea, utilizzo GetResponse da un bel pezzo. Ti faccio una domanda: è possibile inviare un autoresponder SOLO a quelle persone che per esempio non hanno aperto l’autoresponder del giorno prima?

    Graziee
    Paolo

    Rispondi
  9. Valeria

    Salve,
    qual’è il numero massimo di utenti che si possono collegare in una webinar? Possono attivarsi due webinar contemporaneamente?
    Grazie

    Rispondi
    • Team

      Ciao Valeria, dipende da che piano attivi il numero di utenti da poter far accedere al webinar . Per quanti webinar puoi attivare, dovresti contattare direttamente il servizio di GetResponse.

      Rispondi
  10. Peter

    Ciao Andrea
    una domanda tecnica per te.
    Ho intenzione di utilizzare getresponse e di sfruttare la generazione di landing page per far scaricare un report PDF in cambio dell’email, senza però avere un sito web.
    Volevo capire se sia possibile caricare tale report direttamente sul server getresponse visto che, per l’appunto, non avrò bisogno di un sito…si tratta un progetto a breve termine.

    Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *