Guide

Landing Page efficace: quali sono le caratteristiche fondamentali

Avere una landing page efficace è fondamentale per aumentare le conversioni, sia che esse siano iscrizioni alla tua newsletter, oppure veri e propri acquisti dei prodotti o servizi che vendi online.

Creare una landing page efficace

Per creare una landing page efficace, dovrai prestare attenzione sia al design, che ai contenuti che utilizzi per creare la tua pagina. D’altro lato, creare una landing page senza tener conto di determinate caratteristiche, può realmente nuocere al successo del tuo sito, facendoti perdere visitatori e clienti.

Andiamo quindi a vedere quali sono le caratteristiche che non possono mancare in una landing page efficace.

Le caratteristiche di una Landing Page efficace

1. Titolo accattivante ed efficace

Come prima cosa, la tua landing page dovrà avere un titolo ben visibile, dal messaggio diretto ed accattivante. Questo sarà il primo elemento che coglierà l’attenzione del lettore. Dovrai quindi assicurarti che sia in grado di comunicare in modo immediato quello che offri, e quali sono i benefici che ciò può portare.

2. Testo di vendita

Sotto al tuo titolo, dovrai includere un testo di vendita studiato e mirato. Non dovrà essere troppo lungo ma in grado di comunicare efficacemente:

  • i benefici del tuo prodotto o servizi;
  • le principali caratteristiche e funzionalità di ciò che offri;
  • quali problemi contenuti, prodotti o servizi offerti vanno a risolvere;
  • in che modo la tua offerta si differenzia da quella dei tuoi concorrenti.

Sono questi infatti gli argomenti che catalizzano subito l’attenzione degli utenti.

3. Call-To-Action

call to action per una landing page efficace

Se vuoi creare una landing page efficace, è fondamentale che tu inserisca una Call-To-Action, uno strumento estremamente efficace per aumentare le tue conversioni.

Invita i tuoi utenti ad agire, cioè, ad iscriversi alla tua newsletter o ad acquistare un tuo prodotto, usando frasi come “Scarica ora gratuitamente” oppure “Inizia oggi un periodo di prova gratuito”

Impara a realizzare una landing page che aumenti davvero le tue conversioni, grazie alla nostra guida.

4. Una per ciascun canale

Quando crei una landing page, probabilmente condividerai il link sulle piattaforme social, nella tua newsletter, sul blog e su altre pagine web. Per ogni canale di entrata, ti consiglio di creare una landing page ad hoc (ovviamente con un URL personalizzato).

Questo ti serve a personalizzare i contenuti della pagina (per esempio, alcuni esperti suggeriscono di usare per il titolo della landing page le stesse parole della condivisione sui social) in modo che l’utente associ le due cose.

Per stabilire se una landing page è efficace, devi fare in modo di monitorare facilmente quali canali funzionano meglio. Per esempio, se noti che la maggior parte degli utenti provenienti da Facebook scaricano il tuo libro, mentre solo un terzo di quelli provenienti da Twitter fa la stessa cosa, saprai con sicurezza che la tua strategia su Facebook è più efficace di quella su Twitter.

Lo stesso discorso vale per le campagne. Creare un’inserzione specifica e poi condurre gli utenti su una landing page generica renderà più difficile analizzarne i risultati. Inoltre, il contenuto potrebbe non riflettere esattamente quello che i visitatori stanno cercando. Questo potrebbe avere un impatto negativo sulle conversioni.

Assicurati, quindi, che il titolo principale della landing page corrisponda all’inserzione pubblicitaria su cui gli utenti hanno cliccato.

5. Una sola destinazione

Una caratteristica essenziale di una landing page efficace è che tutte portino ad un’unica pagina. Assicurati, cioè, che tutte le call-to-action, i link ed i form presenti sulla pagina portino allo stesso URL.

Inserendo diverse pagine di destinazione rischi di diluire l’efficacia del contenuto e detrarre l’attenzione degli utenti dall’obiettivo principale.

Attenzione! Questo non significa che la call-to-action non possa essere ripetuta all’interno della landing page. Soprattutto se hai deciso di inserire molto testo (che richiede quindi all’utente di scorrere parecchio verso il basso, e magari talvolta ritornare verso l’alto) inserire una prima call-to-action all’inizio ed una seconda call-to-action verso il fondo è una buona idea. In questo modo, eviterai che l’utente si “perda”.

6. Design e usabilità della pagina

Per creare una landing page efficace, dovrai scegliere un design semplice, che non distragga l’utente ma che diriga l’occhio verso la tua offerta.

La pagina deve essere ben costruita, tutti i contenuti devono essere ordinati e facilmente fruibili, e la call-to-action facile da individuare.

Un esempio di struttura di landing page efficace è quella che spesso viene utilizzata nelle lead pages: sulla sinistra, la descrizione della risorsa offerta gratuitamente; sulla destra, il form di iscrizione.

Questa è una struttura efficace in quanto permette all’utente sia di leggere le informazioni che di lasciare il proprio indirizzo email senza dover scorrere eccessivamente in verticale. In generale è consigliabile mantenere la struttura semplice e facilmente navigabile, con un design pulito.

Nello studio del design della tua pagina landing, non trascurare infine l’uso dei colori, in quanto incidono sulla percezione degli utenti. Alcuni colori tendono a spaventarli, mentre altri suscitano emozioni come sicurezza o senso di urgenza.

Se usi WordPress, puoi anche utilizzare degli ottimi plugin per creare la tua landing page, come Just Landed o Launch Pad, in combinazione con strumenti per costruire moduli di contatto, come Contact Form 7 .

7. Immagini

Se offri prodotti o servizi, ma anche ebook e altri tipi di file digitali e vuoi creare una landing page efficace, è molto importante che tu inserisca tutte le relative immagini per rendere ciò che offri il vero centro dell’attenzione.

Ricordati, le immagini sono il primo passo per catturare l’attenzione del cliente

8. Elementi interattivi

Per creare una landing page efficace, può essere utile anche utilizzare elementi interattivi, come video ma non solo. Cosa ne diresti, per esempio, di creare la pagina in modo che ci siano varie tab su cui l’utente può cliccare per visualizzare informazioni relative al tuo contenuto o prodotto?

9. Bottoni social

pulsanti social per la tua landing page

I bottoni social media sono essenziali per creare landing pages efficaci. Anche sulle tue landing pages, ricordati sempre di inserire i link ai social media, per esempio i bottoni per mettere i like di Facebook o per seguirti su Twitter. Questo avrà due effetti positivi: il primo è che gli utenti condivideranno la tua pagina e ti aiuteranno ad attrarre traffico. Il secondo è che, anche se i tuoi visitatori non sono pronti ad iscriversi al tuo sito o ad acquistare il tuo prodotto in questo momento, riceveranno comunque i tuoi aggiornamenti sui social network, e magari, in un futuro, passeranno all’azione.

10. Garanzie

Effettivamente, attraverso la tua landing page chiedi al tuo utente di darti la sua fiducia acquistando un prodotto o registrando i suoi dati al tuo sito. Per questo, assicurati sempre di includere le garanzie che offri, che queste siano del tipo “Soddisfatti o rimborsati” nel caso dei siti eCommerce, oppure semplicemente di non divulgare i dati nel caso di iscrizione alla newsletter.

11. Poco sforzo da parte dell’utente

Come abbiamo già visto, l’obiettivo di una landing page efficace è quello di far compiere un’azione all’utente. Ovviamente, dobbiamo fare in modo che l’utente possa compiere tale azione con il minore sforzo possibile.

Se crei una lead page con un form di iscrizione alla newsletter, includi il minor numero di campi da compilare possibile (mi limiterei a nome ed indirizzo email). Infatti, tanti utenti abbandonano l’iscrizione anche quando è presente il campo Cognome.

Queste sono le caratteristiche principali di una landing page efficace. Nella prossima sezione, vedremo alcuni esempi di siti web che ne hanno create di molto belle da cui puoi trarre ispirazione per creare landing page efficaci per il tuo progetto.

Esempi di landing page efficaci

Tim Ferriss – Four Hour Work Week

Creare Landing Page efficaci: Tim Ferriss

Questa è la landing page per la promozione del famoso libro “4 ore alla settimana” di Tim Ferriss (è anche l’homepage del sito)

In questo caso, è offerta un’anteprima del libro in cambio dell’iscrizione alla newsletter.

Il beneficio offerto agli utenti è descritto nel sottotitolo “If you could 10x your per-hour output…how would your life and business change?”. Cioè, Se potessi ottenere 10 volte tanto in un’ora di lavoro… come cambierebbero la tua vita ed il tuo business?

Ci sono quindi diverse testimonianze e la call-to-action con il form di iscrizione al centro.

Un ultimo dettaglio che ti voglio far notare è come, su questa landing page, sia richiesto solo l’indirizzo email per iscriversi.

Come vedi, è stato anche nascosto qualunque menu di navigazione.

Canva – Una landing page minimale

Landing Page Canva

Canva è un popolare strumento per creare e modificare grafiche online.

In questo caso, la landing page è minimale ed ha come obiettivo quello di far sì che gli utenti si iscrivano.

Muovendo il mouse sulla schermata, l’utente può vedere un’anteprima dello strumento. Le uniche informazioni presenti sulla pagina sono le testimonianze di utenti “illustri”.

C’è poi il form di iscrizione con la call-to-action “start designing”.

Conclusione

Ora che sai quali sono gli elementi che non possono mancare in una landing page efficace e hai tratto ispirazione da alcuni celebri esempi, non ti resta che cominciare a creare quella per il tuo sito; se hai bisogno di altre idee, sul web troverai moltissimi esempi di ottime landing page.

Hai qualche altro suggerimento?

Lascia un commento e facci sapere cosa ne pensi dei nostri consigli.

Registrare un dominio e uno servizio di hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

0 COMMENTI
Commenta

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *