Guide

Mandare email con un link “mailto”

Mailto link

Stare in contatto con i propri utenti è essenziale per avere successo in rete, vediamo insieme come agevolare gli utenti permettendogli di mandare e-mail con un link “mailto”. Lo strumento più diffuso per comunicare sul web e con cui scambiare informazioni anche complesse è senza dubbio l’e-mail. Se ti stai chiedendo come creare dei link mailto sul  tuo sito WordPress, non cercare oltre.

In questo articolo vedremo come aggiungere link mailto sul tuo sito e anche dei problemi in cui potresti incorrere abusando di questa pratica.

Come mandare email con un link “mailto”

Mailto è un “Uniform Resource Identifier” (URI), una serie di caratteri che identifica univocamente una risorsa, in questo caso indirizzi e-mail. Viene usato per creare dei link sui siti web che permettono agli utenti di inviare un e-mail ad un indirizzo specifico, senza dover digitare o copia-incollare l’indirizzo.

Spesso questi link aprono direttamente l’applicazione predefinita sul dispositivo usato dall’utente per inviare la mail, compilando il campo indirizzo. In sostanza velocizzano e facilitano l’invio di e-mail e aiutano a mantenere in contatto webmaster e utenti.

In WordPress creare questi link è davvero facile, grazie all’editor di testo a cui puoi accedere, per esempio, creando una nuova pagina.

Evidenzia il testo o l’immagine su cui vuoi attivare un link mailto. Clicca sul pulsante “Inserisci/Modifica link” nella barra strumenti dell’editor di testo, ti si aprirà una finestra con il campo URL, inserisci il seguente testo:

mailto:tuaemail@indirizzo.com

Clicca sul pulsante “Aggiungi link” e pubblica la pagina. Quando i visitatori cliccheranno sul link, il loro programma di gestione e-mail predefinito verrà avviato con l’indirizzo preimpostato.

Come includere l’oggetto della mail nel link mailto

Se preferisci impostare anche un oggetto della mail, ti basterà ripetere la procedura descritta in precedenza e utilizzare il seguente codice:

mailto:tuaemail@indirizzo.com?subject=Oggetto dell’e-mail che preferisci

I problemi causati dai mailto

I problemi causati dai mailto

Prima di cominciare a inserire mailto link in giro per il tuo sito è opportuno considerare i possibili problemi causati da questa pratica. Gli utenti alle prime armi con il web troveranno questo tipo di link di facile utilizzo e molto utili, purtroppo sono facile preda di malintenzionati.

Spam, phishing e virus

Ogni millisecondo bot, crawler vari si muovono come furie nelle vaste distese del web alla ricerca di dati, alcuni di questi applicativi sono innocui e molto utili altri invece creano un sacco di noie. Alcuni bot sono progettati per raccogliere indirizzi e-mail e altri dati per poi aggiungerli a database vari per la vendita o per creare spam.

Allo stesso modo il tuo indirizzo e-mail può essere bersagliato da email di phishing (email esche a scopo di truffa o per furto dati) o da email contenenti allegati con veri e propri virus.

Complicazioni per gli utenti

Come detto Il link mailto avvia l’applicazione predefinita per inviare la mail sul dispositivo usato dall’utente, spesso succede che si possiedono diversi indirizzi e che l’email viene inviata dall’indirizzo sbagliato. Questo può creare disagi agli utenti e problemi di comunicazione.

Link mailto la scelta migliore?

Non ci sentiamo di consigliare questa pratica, per i motivi appena elencati. Esistono tanti modi per Comunicare con i tuoi visitatori attraverso i migliori canali senza dover esporre te, il tuo sito e i tuoi utenti a rischi e fastidi inutili. L’uso di link mailto ha contribuito e contribuisce ancora allo spam sul web, alla diffusione del phishing, di virus e di minacce varie. Se ti stai chiedendo cosa fare, abbiamo la risposta per te: Creare un modulo di contatto con Contact Form 7.

Conclusione

In questo articolo abbiamo parlato di cosa sono i link mailto, di come crearli e dei problemi causati da questa pratica.

E tu cosa ne pensi dei link mailto? Sei ancora convinto di usarli dopo questo articolo? Parliamone nei commenti.

Altre guide della stessa
categoria

0 COMMENTI
Commenta

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *