Tutte le novità di WordPress 4.3

Tutte le novità di WordPress 4.3

Un paio di giorni fa è stato rilasciato WordPress 4.3. Questa versione, chiamata Billie in onore di Billie Holiday, introduce novità interessanti sia nel pannello “Personalizza” che per quanto riguarda la scrittura dei post. Eccole qui.

Le principali novità di WordPress 4.3

Gestione dei menu dal pannello “Personalizza”

Fino ad oggi, per modificare il menu saresti dovuto andare in Aspetto > Menu, fare le tue modifiche, salvare e poi aprire una nuova pagina per vedere il risultato.

Sembra che il team di sviluppo WordPress sia determinato ad arricchire il pannello “Personalizza” con un numero sempre maggiore di funzionalità. Questo è molto utile, perché permette di fare modifiche e vedere l’anteprima “in diretta” sulla destra dello schermo.

Tra le varie opzioni disponibili, ora trovi quindi anche una voce chiamata “Menu”, dalla quale creare e modificare i menu di navigazione. 

L’unica pecca di questa funzionalità? Quando è aperto il pannello “Personalizza”, la larghezza della pagina sulla destra viene ovviamente ristretta. Questo significa che probabilmente vedrai il menu “spezzato” su due righe, in quanto non potrà estendersi a larghezza piena in orizzontale.

menu personalizza wordpress 43

Funzionalità nativa per la configurazione della favicon

Se non lo conosci, la favicon è un elemento piuttosto importante del tuo sito. Nello specifico, è il piccolo simbolo che appare nelle tab dei browser.

Fino ad oggi, WordPress ha notoriamente gestito in modo pessimo questo elemento.

Per modificarlo, dovevi o entrare nel File Manager del tuo cPanel e sostituire manualmente il file, sostituendo quello esistente, oppure installare un plugin ad-hoc per la personalizzazione della favicon (ne avevo parlato in questa guida). Se usi un tema di ultima generazione, forse hai potuto configurarlo usando le opzioni del template.

Finalmente, tra le novità di WordPress 4.3. c’è la funzionalità nativa per la personalizzazione della favicon.

Dove si trova? Sempre nel pannello Personalizza, in Identità del Sito > Icona del sito. Per poter essere utilizzata come favicon (o icona del sito tradotto in italiano), un’immagine deve essere quadrata con dimensioni di almeno 512×512 pixel.

Shortcut nella tastiera

Quando si scrive un post di mille, 2 mila, 3 mila parole con tanti sottotitoli, formattarli uno ad uno diventa una vera e propria perdita di tempo.

Tra le novità di WordPress 4.3. ci sono anche gli shortcut per la formattazione di titoli e liste puntate.

Nello specifico:

Titoli

Con il simbolo cancelletto # potrai impostare la dimensione dei titoli. Per esempio, se vuoi creare un titolo di dimensione H2, ti basterà digitare prima del titolo il simbolo # due volte.

Allo stesso modo, se vuoi creare un titolo di dimensione h3, dovrai digitare il simbolo # tre volte, e così via per i titoli h4, h5 ed h6.

L’unica dimensione per la quale non può essere usata questa funzionalità, è la h1.

Liste puntate

Con il simbolo ““ puoi creare liste puntate. Come nel caso dei titoli, ti basta inserire il simbolo prima dell’elemento della lista per trasformarlo in bullet poin.

Liste numerate

Se invece vuoi creare una lista numerata, inizia il testo con “1.”, “2.” e così via.

Citazioni

Usando il simbolo “>” puoi invece formattare i testi come quote (citazioni). Il procedimento è sempre lo stesso, ti basta inserire il simbolo all’inizio del testo.

Vuoi imparare ad usare il pannello “Personalizza”?

Commenti disabilitati di default per le pagine

Fino ad ora, quando si creavano sia pagine che post i commenti erano abilitati di default. Nella maggior parte dei casi, non è però una buona idea avere i commenti attivi sulle pagine statiche.

Per esempio, perché avere i commenti attivi sulla pagina contatti? Se l’utente ha bisogno di maggiori informazioni, una soluzione più pulita ed efficiente è l’aggiunta di un form di contatto.

Il team di sviluppo di WordPress si è reso conto di tutto questo ed ora – solo per le pagine – i commenti sono disabilitati di default. Se invece ti interessa riceverli, puoi comunque ri-abilitarli.

Password più sicure

Quando ti dimentichi la password, invece di riceverla via email dovrai reimpostarla attraverso il link fornito da WordPress.

WordPress si occuperà anche della generazione di password molto sicure per i nuovi utenti.

Dover impostare una nuova password ogni volta che ce la si dimentica potrebbe essere un po’ fastidioso, però sicuramente rende il tuo sito più sicuro.

Accesso al pannello “Personalizza da qualunque pagina”

Hai notato qualcosa sul tuo sito che ti piacerebbe cambiare? Grazie a WordPress 4.3 ora puoi farlo in modo super-veloce.

Come abbiamo visto, il pannello “Personalizza” è arricchito da sempre più funzionalità. Il cerchio si chiude con l’aggiunta del link al pannello direttamente nella toolbar visibile in testa a tutte le pagine del tuo sito quando hai effettuato il login.

Toolbar wordpress 43

Per le novità di carattere più tecnico ti consiglio di visitare questa pagina, mentre per la lista dei bug risolti questa.

Pronto ad aggiornare?

Fare l’aggiornamento a WordPress 4.3 è molto semplice; dovrai solo seguire le istruzioni presenti all’interno della tua Bacheca nella sezione Aggiornamenti. Prima di fare qualunque cosa, assicurati però di fare un backup del tuo sito. Ti tratta infatti di un aggiornamento molto importante che potrebbe generare errori.

Conclusione

Queste sono le principali novità di WordPress 4.3. Cosa ne dici? Ti sembrano utili? Hai già installato la nuova versione e provato queste funzionalità? Come al solito, parliamone nei commenti qui sotto.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

[PROMO LIMITATA] 50% SU HOSTING SITEGROUND + ASSISTENZA SOS WP GRATIS

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
11 commenti
  1. dice:

    anche io con un cliente stesso problema. Ignara e fiduciosa ho caricato un sito su aruba con 4.3 e mi vede il sito (lo avevo creato in locale e caricato l’SQL) ma non riesco ad entrare nel backend… Errore 500

    Rispondi
    • dice:

      Stesso problema su Aruba anche io. Il sito di un cliente si vede ma non si riesce ad accedere al backend. Devo disabilitare tutti i plugin modificando il nome della cartellina per poter accedere al backend.

      avevo sviluppato il sito su un mio hosting (hosting per te) e tutto funzionava. Faccio la migrazione sull’hosting del cliente, su Aruba e niente.. Non si entra nel backend :(

      Il sito era nuovo di pacca, per cui non è sicuramente un problema di aggiornamento o ripristino dei permessi. Ho comunque fatto la procedura per aggiornare il tutto ma niente!

      Rispondi
      • dice:

        Ciao Laura,
        mi dispiace di questo inconveniente, cosa dice il supporto di Aruba?
        Per questo o altri problemi, contatta pure il nostro servizio di assistenza attraverso il form della nuova pagina servizi.

        Rispondi
        • dice:

          Non mi hanno risposto. Ho aperto un ticket ma niente. Sono migrata su un altro hosting… Ho visto che anche qualcun’altro ha avuto lo stesso problema, sui forum di WordPress

          Rispondi
          • dice:

            Ciao Laura, mi dispiace! Meglio però migrare ad un hosting migliore, che avere molti problemi con un hosting che non risponde alle nostre aspettative.
            Fortunatamente con Siteground non abbiamo mai avuto problemi di sorta. Un saluto!

            Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea, il mio blog wordpress su server Aruba Linux, si è aggiornato in automatico (versione 4.2.x) la settimana scorsa. Ora mi da errore 505.
    Ho provato a ripristinare i permessi dal pannello di controllo hosting, così come suggerito da diversi siti sul web ma nulla.
    Cosa posso fare?

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *