Guide

WordPress 5.2 e la nuova funzione Site Health (Salute del sito)

La nuova funzione Site Health (Salute del sito) sta dando una mano a tutti gli utenti di WordPress 5.2 a risolvere i problemi di sicurezza e prestazioni del proprio sito web. Scopri come funziona!

WordPress 5.2 e la funzione Site Health

Il 7 maggio 2019 è uscita la nuova versione di WordPress 5.2 – in onore del grande bassista jazz Jaco Pastorius – che include alcune interessanti novità. La più importante è la funzione Site Health (Salute del sito), già introdotta con la 5.1 ma ora più completa e utile anche per gli sviluppatori.

Inoltre, è stata introdotta una funzionalità che protegge dal white screen of death, permettendoti di risolvere con molta più facilità i problemi legati al PHP e di evitare che il tuo sito rimanga down finché il problema non sia risolto.

In questo articolo, approfondiremo soprattutto la funzionalità Site Health. Ti consiglio di leggere con attenzione per scoprire tutte le funzionalità di questo utile strumento.

WordPress 5.2: Site Health

Se già utilizzavi WordPress 5.1, avrai probabilmente notato che era apparsa una nuova voce nel menu della tua Bacheca, ovvero Strumenti > Salute del sito (Site health).

Le opzioni all’interno di questa voce sono ora aumentate e le vediamo subito insieme.

Site health WordPress 5.2

La prima sezione, Stato, riguarda i problemi critici, i problemi di minore rilevanza che sono da considerare semplicemente come suggerimenti per il miglioramento della salute del tuo sito, e infine gli elementi che non presentano alcun problema.

In cima alla pagina, potrai vedere una percentuale che ti mostra quanto il tuo sito sia in ordine dal punto di vista tecnico.

Problemi critici

Sarà qui che scoprirai quali sono i problemi da risolvere con più urgenza. Si tratta di errori o configurazioni errate che potrebbero compromettere il corretto funzionamento del tuo sito.

Alcuni di essi potrebbero essere semplicemente le tue preferenze su determinate funzioni, per esempio, nell’immagine che segue abbiamo un problema relativo agli aggiornamenti automatici.

Site health problema aggiornamenti automatici

Qui, i casi possono essere due:

  1. Il creatore del sito ha poca esperienza e non sa cosa siano gli aggiornamenti automatici;
  2. Il creatore del sito è un utente esperto ed effettua gli aggiornamenti manualmente ogni volta che sono disponibili.

Nel primo caso, è necessario che l’utente attivi subito gli aggiornamenti automatici, che gli permetteranno di proteggere il proprio sito e di mantenerlo sempre efficiente.

Nel secondo caso, lo sviluppatore ha deliberatamente deciso di non permettere che WordPress effettui aggiornamenti automatici ed è perfettamente consapevole dei rischi a cui va incontro.

Per questo motivo, potrebbe anche ignorare questo avvertimento poiché, in ogni caso, sa che effettuerà gli aggiornamenti di frequente.

Ti ho fatto questo esempio per renderti conto che la percentuale mostrata in cima alla pagina di Site Health non dovrebbe essere per te un’ossessione, bensì un semplice indicatore che si basa su delle raccomandazioni.

Ci tengo però a puntualizzare che questo punteggio può dipendere anche dall’hosting che ospita il tuo sito web. Se usi un servizio di alta qualità, come l’hosting SiteGround, raggiungere un’alta percentuale di salute sarà sicuramente più facile.

“Io però non ci capisco molto, non sono molto esperto e quindi non saprei se un errore sia davvero grave oppure no!”

Hai attivato la nostra Assistenza WordPress Prioritaria? Se non sei sicuro di ciò che ti viene mostrato tra i problemi del tuo sito o non hai idea di come risolvere, contattaci subito! Ti risponderemo entro un’ora!

Assistenza WordPress rapida e veloce con SOS WP - 2

Miglioramenti raccomandati

Ecco invece la sezione che riguarda i suggerimenti, e quindi dei consigli utili per migliorare prestazioni e sicurezza del tuo sito WordPress.

Nella schermata che segue, ad esempio, abbiamo due suggerimenti relativi alla sicurezza, che consigliano di rimuovere temi e plugin non attivi, e uno alle prestazioni, che riguarda la versione di PHP.

Site health miglioramenti

È sempre consigliato rimuovere plugin e temi che non ti servono. Lasciarli lì disattivati per eterno non aiuta nessuno!

Sono anzi un potenziale rischio di attacchi esterni, quindi è molto meglio dare una bella ripulita e rimuoverli del tutto. Potrai sempre reinstallarli nel caso in cui cambiassi idea in futuro.

Infine, ci viene suggerito di aggiornare il PHP.

Utilizzare sempre la versione più recente di PHP è importantissimo per i seguenti motivi:

  • Le versioni di PHP sono supportate solo per pochi anni, poi potresti incorrere in gravi problemi di sicurezza;
  • Se hai una vecchia versione di PHP, il tuo sito potrebbe funzionare male o addirittura bloccarsi del tutto;
  • Nel migliore dei casi, le versioni obsolete di PHP rendono il tuo sito più lento.

Aggiornare il PHP quindi è uno di quei consigli di Site Health assolutamente da seguire! Affidati al supporto del tuo hosting per scoprire come fare.

Elementi senza problemi rilevati

In quest’area troverai infine tutti gli elementi che non presentano problemi. Sono configurati correttamente e permettono al tuo sito di funzionare come si deve.

Nell’immagine che segue vediamo, per esempio, che è tutto ok per quanto riguarda l’HTTPS, la versione di WordPress è aggiornata, così come il server SQL eccetera.

Site health test passati

Maggiore sarà la salute del tuo sito, più lungo sarà questo elenco, e il numero e l’importanza degli elementi in questa sezione è ciò che determina la percentuale di salute del sito, che sarà poi mostrata in alto.

Site Health: Informazioni

La seconda tab di questa schermata, Informazioni, mostra tutti i dettagli della configurazione del tuo sito WordPress. Grazie al pulsante Copia le informazioni del sito negli appunti, potrai incollare tutti i dati in un file sul tuo computer. Molto utile se devi inoltrare queste informazioni al tuo sviluppatore!

Nella sezione WordPress vedrai le informazioni generali della tua installazione di WordPress, dalla versione alla lingua del sito, all’URL della home, la struttura dei permalink, l’uso di HTTPS eccetera.

Potrai vedere le dimensioni del tuo sito, del database e il percorso delle cartelle principali (dove è installato WordPress, temi, plugin e upload).

Troverai anche le informazioni sul server e sul database, su tutti i temi e i plugin installati e altre utili informazioni tecniche.

Conclusione

Spero che questa panoramica della nuova funzionalità Site Health di WordPress 5.2 possa aiutarti a migliorare sempre di più le prestazioni del tuo sito web e permetterti così di raggiungere il prima possibile i risultati che desideri.

Hai dei dubbi sul funzionamento di Site Health?

Scrivici nei commenti e ti aiuteremo a chiarirli!

WordPress 5.2 e la nuova funzione Site Health (Salute del sito)
5 (100%) 2 votes

NOTA: Questa guida è stata aggiornata il

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

4 COMMENTI
Commenta
  1. SARA

    Grazie mille per la risposta. Il tema twentysixteen lo avevo disinstallato ai tempi in quanto al corso la prima cosa che ci hanno insegnato e’ stato: disinstallare tutto cio’ che non serve soprattutto nei temi tenere solo quello che si usa….

    Rispondi
  2. SARA

    Ciao Andrea, io ho Enfold come unico tema ma nei miglioramenti raccomandati mi consiglia di:

    Avere un tema predefinito disponibile
    I temi aggiungono al tuo sito immagine ed esperienza. E importante tenerli aggiornare, per rimanere coerenti con il tuo brand e per mantenere il tuo sito sicuro.
    Il tuo sito ha un tema installato, ed è aggiornato.
    Il tuo sito non ha un tema predefinito. I temi predefiniti sono utilizzati automaticamente, da WordPress, se qualcosa dovesse andare male con il tuo tema normale,
    Gestisci i tuoi temi

    Cosa puo’ significare?

    Inoltre trovo anche questo suggerimento:
    Il tuo sito non ha potuto completare una richiesta di loopback
    Le richieste di loopback sono utilizzate per attivare gli eventi programmati, e sono utilizzate anche dagli editor inclusi per i temi e i plugin per verificare la stabilità del codice.
    La richiesta di loopback ha restituito in codice di stato http inatteso, 404, non è stato possibile determinare se questo permetterà alle funzionalità di funzionare come ci si aspetterebbe.

    Ma non capisco cosa sia il loopback.

    Grazie infinite

    Rispondi
    • Team

      Ciao Sara, è bene avere installato un tema di default di WordPress come il seguente: https://it.wordpress.org/themes/twentysixteen/. Questo perché potrai avere un tema che si può attivare in caso di malfunzionamento, o per testare determinate applicazioni. Per l’altra domanda, si riferisce a configurazioni lato server che “dialogano” con WordPress, dovresti in questo caso contattare il tuo provider. Rimaniamo a disposizione, un saluto!

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *