Come ottimizzare il database del tuo sito

3 plugin per ottimizzare il database del tuo sito

Nella guida di oggi imparerai come ottimizzare il database del tuo sito WordPress. Se gestisci un sito da diverso tempo, è molto probabile che il tuo database contenga dei contenuti di fatto inutilizzati che potrebbero essere rimossi.

Pulire regolarmente il database ti permetterà di ridurne la dimensione, rendendo i backup più veloci.

In misura minore, potrebbe anche aiutarti a migliorare la performance del tuo sito.

Di seguito, ti spiegherò come utilizzare dei plugin per ottimizzare il database del tuo sito, in modo che questo lavoro sia il più semplice possibile.

Prima di ottimizzare il database del tuo sito, fai un backup!

Lavorare sul database è una questione delicata. Infatti, è dove risiedono tutti i contenuti del tuo sito: mi riferisco a testi di post, pagine, commenti, immagini, eccetera.

Talvolta, i plugin che vedremo di seguito possono anche generare errori. Quindi, prima di fare qualunque cosa assicurati di avere una copia di backup di tutto il sito.

  • Puoi usare uno strumento di backup come BackupBuddy
  • Puoi sottoscrivere un servizio di backup offerto dal tuo servizio di hosting
  • Puoi fare il backup manualmente, scaricando i file del sito attraverso FTP e, più importante in questo caso, esportando il database attraverso phpMyAdmin.

Inoltre, per fare un backup parziale puoi anche utilizzare la funzionalità “Esporta” nativa di WordPress.

Ora che hai fatto il backup, sei pronto per ottimizzare il database del tuo sito.

WP-Sweep

Il primo strumento di cui parleremo di chiama WP-Sweep. Conta oltre 50.000 installazioni attive e più di 200.000 download. Lo sviluppatore di questo strumento è Lester Chan; Lester è un developer di plugin WordPress molto conosciuto. I suoi plugin sono tra i più popolari su WordPress e contano molteplici milioni di download.

Quando installi il plugin, troverai tutte le sue opzioni in Strumenti > Sweep.

Usando questo strumento, puoi rimuovere dal database:

  • revisioni di post
  • bozze generate automaticamente da WordPress
  • post Meta duplicati o “orfani”
  • commenti non approvati, spam o cancellati
  • utenti rimossi
  • opzioni non più utilizzate,

eccetera.

Il plugin utilizza le appropriate funzioni delete di WordPress quanto possibile, invece di eseguire query dirette sul database MySQL.

Per ogni sezione, vedrai il numero di elementi che possono essere rimossi attraverso WP-Sweep ed anche visualizzare maggiori informazioni cliccando su “Details”.

WP Sweep

Puoi rimuovere singole tipologie di entries singolarmente, cliccando “Sweep” in corrispondenza delle voci nelle varie sezioni, oppure scorrere verso il fondo della pagina e cliccare “Sweep All” per pulire l’intero database.

Queste sono tutte le opzioni disponibili. Come vedi, si tratta di un plugin semplice e veloce da usare. Se decidi di installarlo, è buona regola monitorare e rimuovere contenuti inutilizzati con una certa regolarità.

WP-Optimize

Un altro plugin valido che potresti usare per ottimizzare il database del tuo sito è WP-Optimize.

Questo strumento ha più opzioni rispetto a WP-Sweep ed è anche un po’ più complesso.

Nella schermata principale, puoi selezionare i contenuti che vuoi rimuovere dal database e cliccare “Process” per avviare la procedura di pulizia.

Wp Optimize

Ci sono anche delle opzioni in rosso: come segnalato sulla pagina, è meglio non utilizzarle a meno che non sia strettamente necessario.

Nella seconda tab delle pagine di configurazione (quella chiamata Tables) si può vedere una panoramica delle tabelle presenti nel database e la dimensione di ciascuna di esse (di default, WordPress ha 11 tabelle).

Nella terza sezione, quella chiamata Settings, ci sono altre opzioni. Qui potrai configurare pulizie automatiche ogni giorno, ogni settimana, ogni due settimane o ogni mese.

Infine, in info ci sono le classiche informazioni relative al plugin.

Plugins Garbage Collector

Questo plugin scansiona il database del tuo sito, evidenziando i file non core di WordPress. Devi sapere che alcuni plugin creano e utilizzano delle tabelle tutte loro sul database. Molto spesso, queste tabelle non vengono rimosse quando il plugin viene disattivato o cancellato.

Magari presi singolarmente, questi dati non incidono troppo sulla velocità del tuo sito. Se il tuo blog è più longevo di 1 anno, però, è molto probabile che abbia accumulato queste tabelle spazzatura sul database. Plugins Garbage Collector serve proprio a controllare se il tuo database è pulito oppure no, rallentandone la performance.

Screenshot da Plugins Garbage Collector per ottimizzare database su WordPress

Usando il plugin, verranno evidenziate alcune tabelle non WP in rosso: si tratta con molta probabilità di tabelle relative a strumenti cancellati, che possono essere cancellate cliccando sul bottone Delete. Assicurati di cancellare soltanto le tabelle di cui sei assolutamente certo. Se hai dubbi, fai delle ricerche o lasciale lì se non riesci a venirne a capo.

Le tabelle in blu appartengono a dei plugin ancora installati sul tuo sito, ma che al momento sono stati disattivati.

Le righe in verde appartengono a tabelle relative a plugin al momento attivi sul tuo sito. Visto che sono ancora utilizzate, non c’è bisogno di toccarle.

Come ho spiegato all’inizio, assicurati di effettuare il backup del database prima di andare a “pulirlo” e cancella solo tabelle di cui conosci in modo certo l’origine. La cancellazione è un’operazione che non si può annullare e cancellare tabelle sbagliate può compromettere il funzionamento del tuo sito.

Vuoi migliorare la performance del tuo sito? Scopri come velocizzare WordPress.

Conclusione

In questa breve guida abbiamo visto tre strumenti utili per ottimizzare il database del tuo sito. Come ho già menzionato, se hai un sito molto attivo e posti contenuti frequentemente, questi plugin possono aiutarti a fare pulizie regolari del database.

Hai mai provato strumenti di questo tipo? Pensi che potrebbero esserti utili? Parliamone nei commenti!

Altre guide della stessa
categoria

1 COMMENTI
Commenta
  1. Alessandro

    Complimenti, bell’articolo. Personalmente, utilizzo WP Optimize da tempo e mi trovo molto bene. Oltre ad essere leggero, è molto funzionale ed è aggiornato di frequente da Joost, lo stesso autore di Yoast SEO, che di recente ha anche introdotto nuove funzioni. Un plugin che non può assolutamente mancare in un blog!

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *