Come ottimizzare il database del tuo sito

di Andrea Di Rocco Pubblicato il 4 Dicembre, 2020

Come ottimizzare il database del tuo sito web

Apri l'indice dei contenuti

Le prestazioni di un sito web dipendono anche dalla quantità di dati che vi sono archiviate, per questo è importante effettuare periodicamente una pulizia per ottimizzare il database.

Eliminare i dati inutili, come ad esempio le revisioni dei post, gli elementi nel cestino, i commenti spam, può aiutarti a migliorare la velocità del tuo sito.

Non c’è bisogno che esegui questa pulizia manualmente, per fortuna ci sono dei plugin che ti possono aiutare in questa operazione. Ecco quali sono i migliori.

Prima di ottimizzare il database del tuo sito, fai un backup!

Lavorare sul database è una questione delicata. Infatti, è qui che risiedono tutti i contenuti del tuo sito: mi riferisco a testi di post, pagine, commenti, immagini, eccetera.

Talvolta, i plugin che vedremo di seguito possono anche generare errori. Quindi, prima di fare qualunque cosa assicurati di avere una copia di backup di tutto il sito.

  • Puoi usare uno strumento di backup come BackupBuddy o UpdraftPlus;
  • Puoi utilizzare il servizio di backup offerto dal tuo servizio di hosting (verifica se nel tuo caso questo servizio è attivo);
  • Puoi fare il backup manualmente, scaricando i file del sito attraverso FTP e, più importante in questo caso, esportando il database attraverso phpMyAdmin.

Inoltre, per fare un backup parziale puoi anche utilizzare la funzionalità “Esporta” nativa di WordPress.

Ora che hai fatto il backup, sei pronto per ottimizzare il database del tuo sito.

Se temi di incontrare difficoltà o non vuoi avventurarti in procedure così delicate, rivolgiti al nostro servizio di supporto tecnico: ti aiuteremo in tempi rapidi!

WP-Sweep

Il primo strumento di cui parleremo di chiama WP-Sweep. Conta oltre 100.000 installazioni attive e quasi 800.000 download, viene aggiornato spesso e ha una valutazione di 4.5/5, perciò puoi fidarti e utilizzarlo in tutta tranquillità.

Quando installi il plugin, troverai tutte le sue opzioni in Strumenti > Sweep.

Usando questo strumento, puoi ottimizzare il tuo database grazie alla rimozione di elementi poco importanti come:

  • revisioni di post
  • bozze generate automaticamente da WordPress
  • post Meta duplicati o “orfani”
  • commenti non approvati, spam o cancellati
  • utenti rimossi
  • opzioni non più utilizzate,

eccetera.

Il plugin utilizza le appropriate funzioni delete di WordPress quanto possibile, invece di eseguire query dirette sul database MySQL.

Per ogni sezione, vedrai il numero di elementi che possono essere rimossi attraverso WP-Sweep e anche visualizzare maggiori informazioni cliccando su “Details”.

Ottimizzare il database con WP Sweep

Puoi rimuovere singole tipologie di entries singolarmente, cliccando “Sweep” in corrispondenza delle voci nelle varie sezioni, oppure scorrere verso il fondo della pagina e cliccare “Sweep All” per pulire l’intero database.

Queste sono tutte le opzioni disponibili. Come vedi, si tratta di un plugin semplice e veloce da usare. Se decidi di installarlo, è buona regola monitorare e rimuovere contenuti inutilizzati con una certa regolarità.

WP-Optimize

Un altro plugin molto valido che potresti usare per ottimizzare il database del tuo sito è WP-Optimize.

Questo strumento ha più opzioni rispetto a WP-Sweep ed è anche un po’ più complesso.

Una volta installato, troverai la voce WP-Optimize nel menu della tua bacheca. Entra nella sezione Database.

Qui troverai l’elenco delle voci che puoi rimuovere, come revisioni dei post, post cestinati, commenti non approvati ecc.

WP Optimize Ottimizzazioni

Ci sarà anche la voce Ottimizza tabelle del database che ti aiuterà a fare più ordine al loro interno.

Seleziona quindi tutte le voci che vuoi ripulire, poi clicca su Avvia tutte le ottimizzazioni selezionate.

Potresti anche trovare delle opzioni in rosso: come segnalato sulla pagina, è meglio non utilizzarle a meno che non sia strettamente necessario.

Nella seconda tab delle pagine di configurazione (quella chiamata Tables) si può vedere una panoramica delle tabelle presenti nel database e la dimensione di ciascuna di esse (di default, WordPress ha 11 tabelle).

Alcune di queste tabelle sono contrassegnate dalla voce not installed. Ciò significa che sono  tabelle create da plugin che ormai hai disinstallato, e quindi non sono più necessarie. Puoi quindi rimuoverle cliccando sul pulsante Remove.

Tabelle WP Optimize

Nella terza sezione, quella chiamata Impostazioni, ci sono altre opzioni. Qui potrai configurare pulizie automatiche del tuo database ogni giorno, ogni settimana, ogni due settimane o ogni mese.

Potrai inoltre decidere quali elementi includere nella pulizia automatica.

Questo plugin ha anche tante altre funzionalità, come la gestione della cache, l’ottimizzazione delle immagini o la minificazione dei file. Fai attenzione se hai installato altri plugin per la gestione di queste impostazioni, perché potrebbero andare in conflitto o rallentare il tuo sito.

Per esempio, se usi W3 Total Cache per la gestione della cache, lascia disattivata l’opzione su WP-Optimize.

Plugins Garbage Collector

Questo plugin scansiona il database del tuo sito, evidenziando i file non core di WordPress. Dato che alcuni plugin creano e utilizzano delle tabelle tutte loro sul database, molto spesso queste tabelle non vengono rimosse quando il plugin viene disattivato o cancellato.

Magari presi singolarmente, questi dati non incidono troppo sulla velocità del tuo sito. Se il tuo blog è più longevo di 1 anno, però, è molto probabile che abbia accumulato queste tabelle spazzatura sul database. Plugins Garbage Collector serve proprio a controllare se il tuo database è pulito oppure no, rallentandone la performance.

Installa e attiva il plugin, poi entra in Impostazioni > Database cleanup. Seleziona Search none-WP tables e attiva Show hidden tables per mostrare anche le tabelle nascoste. Infine clicca su Scan Database.

Al termine della procedura, che può durare diversi minuti a seconda delle dimensioni del database, otterrai un elenco delle tue tabelle.

  • Quelle contrassegnate in rosso sono inutilizzate, come quelle appartenenti a plugin ormai disinstallati;
  • Quelle contrassegnate in blu riguardano plugin installati ma disattivati;
  • Quelle contrassegnate in verde sono invece le tabelle dei plugin attivi.

Plugins Garbage Collector

A sinistra troverai due caselle. Fai attenzione perché la prima serve a nascondere la tabella dall’elenco, mentre la seconda la selezionerà, per poterla puoi rimuovere col pulsante Delete table in fondo alla pagina.

Come ho spiegato all’inizio, assicurati di effettuare il backup del database prima di andare a “pulirlo” e cancella solo tabelle di cui conosci in modo certo l’origine. La cancellazione è un’operazione che non si può annullare e cancellare tabelle sbagliate può compromettere il funzionamento del tuo sito.

Conclusione

In questa breve guida abbiamo visto tre strumenti utili per ottimizzare il database del tuo sito. Come ho già menzionato, se hai un sito molto attivo e posti contenuti frequentemente, questi plugin possono aiutarti a fare pulizie regolari del database.

Hai mai provato strumenti di questo tipo?

Pensi che potrebbero esserti utili?

Parliamone nei commenti!

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
1 Commento
Lascia un commento
  1. Alessandro

    Complimenti, bell’articolo. Personalmente, utilizzo WP Optimize da tempo e mi trovo molto bene. Oltre ad essere leggero, è molto funzionale ed è aggiornato di frequente da Joost, lo stesso autore di Yoast SEO, che di recente ha anche introdotto nuove funzioni. Un plugin che non può assolutamente mancare in un blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *