Guida in italiano a Gravity Forms

Guida in Italiano a Gravity Forms

Hai mai sentito parlare di Gravity Forms? Lo strumento di cui parleremo oggi è un plugin premium veramente interessante. Nello specifico, serve a creare moduli di contatto e form altamente personalizzati, dinamici ed interattivi.

I form che potrai creare usando questo plugin vanno oltre al semplice modulo di contatto.

Sarai infatti in grado di creare questionari, moduli d’ordine, form con condizioni logiche avanzate ed anche moduli per la creazione di bozze su WordPress (non temere, approfondiremo tutte le funzionalità disponibili nelle varie sezioni di questa guida).

Gravity Forms è un plugin a pagamento, estremamente flessibile e ricco di opzioni. Inoltre, è anche già stato tradotto in italiano.

Entriamo subito nel vivo della guida e vediamo come creare un form.

Creare un modulo con Gravity Forms

Per prima cosa, acquista il plugin (clicca qui per visitare il sito ufficiale Gravity Forms).

Scarica il pacchetto di installazione e caricalo all’interno dell’area plugin del tuo sito WordPress. Quindi, attiva il plugin.

Infine, registra la tua versione di Gravity Forms navigando in Moduli > Impostazioni. Qui, incolla la Chiave licenza supporto che hai ricevuto al momento dell’acquisto.

Ora sei pronto per navigare in Moduli > Nuovo Modulo ed iniziare a configurare il tuo primo form.

La schermata ha una funzionalità drag-and-drop. Potrai selezionare uno dei campi sulla destra e trascinarlo nell’area di sinistra. Fai la stessa cosa per riposizionare i vari elementi all’interno del modulo.

Per configurare i singoli campi, clicca la piccola freccia in alto a destra del box blu. Usando i comandi in quest’area puoi anche duplicare o eliminare gli elementi.

Campi Gravity Forms

Vediamo nel dettaglio le tipologie di campo che puoi creare:

Campi standard

Questi sono i campi che trovi di solito in un classico form di contatto. Ci sono quindi campi di testo, per l’inserimento di valori numerici, caselle di verifica, eccetera.

Approfondiremo i campi “Section” e “Pagina” di seguito.

Campi avanzati

I campi avanzati servono invece a raccogliere informazioni che hanno una formattazione generalmente più complessa: per esempio, date ed indirizzi email.

In questo caso, Gravity Forms verificherà automaticamente che le informazioni inserite dall’utente rispecchino il formato richiesto (per esempio, il campo email richiede la presenza del simbolo chiocciola, mentre quello del sito web richiede che sia digitato un URL in un formato valido).

Ogni campo ha delle opzioni a sé che permettono di personalizzarlo ulteriormente. Per esempio, sempre facendo riferimento al campo email, qui potrai inserire un secondo campo per garantire che l’utente digiti il proprio indirizzo correttamente.

Campi articolo

I campi articolo saranno molto utili a chi lavora con un team di collaboratori per la pubblicazione dei post su WordPress.

Infatti, le informazioni inserite nel modulo creato con Gravity Forms saranno usate per creare automaticamente bozze di articoli (i post dovranno comunque essere pubblicati manualmente).

Questa funzionalità potrebbe esserti utile anche per dare agli utenti la possibilità di inviare richieste di argomenti da trattare.

Nota! Usando Gravity Forms potrai personalizzare titolo, descrizione e segnaposto di ciascun campo. Gli utenti non sapranno, quindi, che le informazioni inserite andranno a popolare i campi di una bozza WordPress.

Campi prezzo

Questi sono gli elementi di cui avrai bisogno per creare un modulo d’ordine con Gravity Forms.

  • Prodotto: inserendo questo campo, darai agli utenti la possibilità di selezionare uno o più dei tuoi prodotti. Nella configurazione del form, associerai a ciascun prodotto un prezzo.
  • Quantità: questo campo ti permetterà di richiedere agli utenti il numero di prodotti che desiderano ordinare.
  • Opzione: ogni prodotto potrebbe avere diverse opzioni. Per esempio, se vendi magliette, uno stesso modello potrebbe essere disponibile in quattro colori. In questo caso, usa il campo “Opzione” per permettere agli utenti di selezionare la variante desiderata. Le opzioni possono essere facilmente associate ai prodotti attraverso il menu “Product Field Mapping”.
  • Spedizione: anche in questo caso, puoi configurare il campo con diverse opzioni ed associare, a ciascuna di esse, un prezzo. Potrai aggiungere al massimo un solo campo spedizione per form.
  • Totale: questo campo serve a calcolare il totale dell’ordine, sulla base dei prodotti e delle opzioni selezionate dall’utente.

Come vedi, i Campi Prezzo permettono di creare un vero e proprio modulo d’ordine dinamico.

Inoltre, usando gli add-on (approfonditi di seguito) è possibile integrare Gravity Forms con payment gateway come PayPal. In questo modo, potrai usare Gravity Forms per implementare vere e proprie funzionalità e-commerce sul tuo sito.

Prima di andare avanti voglio ricordarti che se hai bisogno di assistenza di qualsiasi tipo sul tuo sito WordPress, puoi contattarci alla pagina Servizi.
Ti risponderemo tempestivamente, aiutandoti a risolvere ogni tuo problema.

Sezioni e pagine

I campi “Section” e “Pagina” sono campi standard molto importanti: infatti, ti serviranno ad organizzare il tuo form in più sezioni e/o pagine.

Usando l’elemento Section potrai inserire un titolo ed un divisorio per ciascuna sezione.

Usando invece l’elemento Pagina, organizzerai il form su più schermate.

Section e Pagina Gravity Forms

Condizioni logiche

Una delle funzionalità più interessanti di Gravity Forms è che permette di controllare la visualizzazione dei campi (o anche la possibilità di inviare il form stesso) in base alle informazioni inserite dagli utenti.

Ogni campo, sezione, pagina ed anche il bottone invio (questo viene configurato nelle impostazioni generali, che vedremo di seguito) ha un’opzione per regolarne la visibilità sulla base di condizioni personalizzate.

Nello specifico, questa opzione si chiama “Attiva condizione logica” e si trova nella tab “Avanzato” tra le impostazioni dei singoli elementi.

Qui potrai creare una o più condizioni e determinare se ne deve essere soddisfatta solo una (selezionando dal menu a tendina “Any”) o tutte (“All”).

Impostazioni generali form

All’interno della sezione Impostazioni (nel menu abbreviata Imp.ni), puoi configurare alcuni aspetti generali del modulo Gravity Forms. Per esempio:

  • Titolo e descrizione
  • Posizionamento delle etichette rispetto ai singoli campi
  • Visualizzazione del bottone (e condizioni per determinarne la visibilità)
  • Messaggio di conferma invio (in “Confirmations”)

ed altro ancora.

Incorporare i Gravity Forms in pagine e post

Quando hai finito di configurare il tuo form, potrai aggiungerlo dove desideri all’interno di pagine e post.

Il modo più veloce di farlo è questo:

  • naviga all’interno della pagina o del post dove vuoi aggiungere il form
  • clicca il bottone Add form
  • seleziona dal menu a tendina il form che vuoi inserire
  • lavora sulle altre opzioni e, quando avrai finito, clicca “Insert form”.

In questo modo sarà inserito uno shortcode all’interno dell’ Editore WordPress. Sulla pagina live sarà invece visibile il form vero e proprio.

Livelli di licenza

Come ho già menzionato nell’introduzione, Gravity Forms è un plugin premium, cioè, a pagamento.

Ci sono tre livelli di licenza:

  • Personal ($39): il plugin può essere installato su un solo sito
  • Business ($199): il plugin può essere installato su 3 siti ed include gli add-on base
  • Developer ($399): il plugin può essere installato su un numero illimitato di siti, su piattaforme WordPress multi-site ed include sia gli add-on base che quelli avanzati.

Add-on

Gli add-on sono piccole integrazioni che possono essere aggiunte a Gravity Forms per implementare funzionalità specifiche (questi non sono inclusi nel livello Personal).

Per esempio, gli add-on Paypal servono ad integrare nel modulo funzionalità di pagamento. Quelli aWeber e MailChimp servono invece a collegare Gravity Forms ai servizi di newsletter.

Per visualizzare la lista degli add-on disponibili, clicca qui.

Conclusione

Siamo arrivati alla conclusione di questa guida introduttiva sul plugin Gravity Forms. Come vedi, le funzionalità di questo strumento vanno ben oltre la creazione di semplici moduli di contatto.

In particolare, credo sia molto interessante la possibilità di usare le condizioni per personalizzare il form sulla base delle risposte fornite dall’utente.

Ora mi piacerebbe sapere cosa ne pensi:

Hai mai pensato di usare uno strumento di questo tipo?

Credi che ti sarebbe utile, oppure fino ad ora hai usato un plugin gratuito come Contact Form 7 e le opzioni disponibili ti sono sempre state sufficienti?

Come sempre, ti invito a lasciare il tuo commento qui sotto all’articolo. Alla prossima guida.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

[PROMO LIMITATA] 50% SU HOSTING SITEGROUND + ASSISTENZA SOS WP GRATIS

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
34 commenti
  1. dice:

    buongiorno,
    utilizzo il modulo di contatto ma recentemente ricevo quando inviano da mobile lo stesso form 4/5 volte e chi lo ha inviato sostiene di averlo mandato una volta sola.
    come posso risolvere il problema.
    Grazie

    Rispondi
  2. dice:

    Se io prendo Gravity Form base poi posso implementarlo a quello developper? Oppure posso acquistare alcuni Add On separatamente? Chiedo questo perché dovrei creare dei form un po’ complessi però su un sito solo e quindi la tariffa developpers è un po’ alta per me in questo momento .

    Fatemi sapere

    Luisa

    Rispondi
  3. dice:

    Ho la necessità di creare un form i cui dati inseriti dovranno andare a completare un documento in word ovvero essere archiviati in un database dalla quale, in maniera semi automatica, produrre documenti standard integrati dei dati inseriti nel form. E’ possibile? con quale add on si può fare?
    Grazie

    Giovanni

    Rispondi
  4. dice:

    Ciao, devo creare un modulo di richiesta preventivo per un sito di ristrutturazioni immobili. Il preventivo va fatto in base ai metri quadrati dell’immobile: prima di acquistare Gravity Form (che sembra essere perfetto, per un sito creato con wordpress) vorrei sapere se questo plug in mi permetterà di creare il preventivo che mi serve. Altri plug in fanno inserire solo query con risposta si/no, ma non posso inserire i metri q o il numero di bagni presenti nell’immobile. Spero di aver spiegato bene la mia esigenza e che ci sia una soluzione. Grazie in anticipo

    Rispondi
    • dice:

      Salve Ilaria,
      Gravity Forms dovrebbe permetterti di fare ciò, perché è una risorsa ampiamente customizzabile.
      Ti consiglio però di leggere bene la documentazione a riguardo, per saperlo gestire adeguatamente.
      Un saluto!

      Rispondi
  5. dice:

    Ciao Andrea, ho installato gravity forms e creato un modulo di registrazione utente utilizzando anche “user registration”. Il problema è che una volta confermata la registrazione tutti i dati inseriti dall’utente non vengono riportate nella gestione utenti di wordpress. Gli unici dati riportati sono nome, cognome e email. come posso fare per riportare tutti i dati richiesti dal form anche nella gestione utenti di wordpress?
    Grazie
    Roberto

    Rispondi
  6. dice:

    Salve Andrea e grazie per l’articolo interessantissimo. Sto usando Gravity per realizzare un modulo preventivatore un po’ complesso, ma quando vado per fare delle prove di compilazione al secondo tentativo mi da’ un errore
    This field requires a unique entry and ‘no’ has already been used
    Secondo te è ho tralasciato un dettaglio nelle impostazioni o è un problema del Radio button?

    Rispondi
  7. dice:

    Ciao, vorrei preparare un modulo di iscrizione, (nome, cognome, cf, residenza, ecc). Come posso far fare in automatico la verifica del codice fiscale con Gravity Form?

    Rispondi
  8. dice:

    Salve Andrea,
    ho un paio di domande su gravity form (sono nuovissima di WordPress). Sto modificando un form già fatto seguendo anche le indicazioni che dai nell’articolo. il mio modulo di adesione è costituito da due parti: la prima raccoglie i dati anagrafici, la seconda è un questionario da flaggare (ancora non realizzato). Vorrei presentarlo in due pagine, cioè all’INVIO del primo modulo vorrei indirizzare l’utente ad una pagina contenente il secondo modulo. E’ una cosa possibile? Cioè è possibile associare al tasto invio l’indirizzamento a una pagina? Il resto alla prossima domanda…

    Rispondi
  9. dice:

    Ciao,
    avrei bisogno di realizzare un piccolo sito per una società sportiva dove, oltre alle news, ci fosse la possibilità, da parte dell’utente, di gestire il database degli associati (una decina di campi, per intenderci).
    Credi che Gravity Forms sia quello di cui ho bisogno?
    Grazie e ottimo lavoro!

    Rispondi
    • dice:

      Ciao!
      Penso che Gravity Forms sia davvero un ottimo strumento, in grado di rispondere bene anche alle tue necessità.
      Un saluto, grazie del tuo commento!

      Rispondi
  10. dice:

    Ciao Andrea, con Gravity Forms ho creato un modulo nel nostro sito e volevo dare la possibilità ad alcuni utenti specifici di modificare i record senza dare loro l’accesso alla dashboard, magari creando una pagina apposita dove poter manipolare i record (tipo foglio di Excel per intenderci, ma va bene anche con una form di ricerca e di editazione del record cercato).
    In pratica uno user editor dei dati di Gravity Forms con i campi editabili pilotati (dico io quali sono i campi modificabili).
    Spero di essermi fatto capire.
    Grazie

    Rispondi
  11. dice:

    Buongiorno, vi chiedo un’informazione.
    Per un cliente ho realizzato un sito di un motel con camere a tema. Ho realizzato con Gravity form una form di prenotazione della stanza che, in base alla categoria, alla stanza ed alla fascia orariadeve andare a pescare il giusto prezzo.
    Ho realizzato uno shortcode che restituisce il prezzo della categoria se non è stato popolato il prezzo della singola camera.

    Io vorrei inserire in gravity form nel valore di un input lo shortcode che va a pescare il giusto valore di prezzo in base all’idi che inserisco…

    Se inserisco lo shortcode nel valore del radio button di gravity form non viene accettato…
    Come posso fare??

    Grazie mille.
    Matteo

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Matteo,
      Grazie per il commento.
      Ho visitato il sito che hai linkato ed il form sembra funzionare correttamente, ho visto che per ogni camera si possono selezionare varie tariffe. Sei riuscito a risolvere oppure volevi ottenere un risultato diverso?
      A presto!
      Andrea

      Rispondi
  12. dice:

    Ciao Andrea vorrei sapere dove trovo la configurazione in italiano di cimy users extra field, sarei felicissima se tu potessi aiutarmi, grazie e buon week end Rita Muzzy

    Rispondi
  13. dice:

    Ho letto quá e lá su Gravity, peró mi domandavo se mi permette di personalizzare la pagina di creazione utente lato admin. Ho trovato alcune modifiche per fare in modo di aggiungere campi utente ma funziona solo con utente giá registrato. Quindi, farei un doppio passaggio per aggiungere altri dati per utente in questione quando sarebbe piú logico farlo mentre si sta creando l’utente.
    Bruno

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *