Guide

Cosa sono i CAPTCHA e come si usano

I CAPTCHA sono, molto brevemente, piccoli test che servono a distinguere gli umani dai robot. Scoprine di più su cosa sono e su come iniziare ad usarli sul tuo sito web.

Sai cosa sono i CAPTCHA? Anche se non conosci questo termine, se navighi su Internet, molto probabilmente ti sarà capitato di usarne uno… almeno una volta. In questo articolo ti spiegherò cosa sono i captcha, a cosa servono e come utilizzarli sul tuo sito WordPress.

In inglese, CAPTCHA è l’acronimo di “Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart”; tradotto, test automatico per distinguere i computer dagli umani.

Nati nell’anno 1997 i CAPTCHA hanno la funzione di evitare che i cosiddetti bot (software che funzionano in automatico su Internet) possano accedere e/o raccogliere informazioni, permettendo attività di spam.

Funzionano chiedendo all’utente di risolvere un problema. Per esempio, di decifrare il testo presente su un’immagine, effettuare un semplice calcolo, trascrivere una parola riprodotta in formato audio o anche risolvere qualche divertente indovinello.

Ora che sai cosa sono i CAPTCHA, passiamo a vedere come utilizzarli.

Hai ancora qualche dubbio? Ti piacerebbe ricevere un supporto professionale?
La nostra Assistenza Prioritaria è quello che fa al caso tuo: è rapida, gratuita, e inclusiva di 32 video per imparare ad usare WordPress se acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link.

Qui tutte le testimonianze

Come usare i CAPTCHA

I CAPTCHA sono sicuramente utili. Tuttavia, è importante imparare ad utilizzarli nel modo più appropriato.

Infatti, diversi studi hanno rivelato che risolvere un CAPTCHA richiede, in media, tra i 10 e 12 secondi (come vedremo, Google ne ha però creato uno molto, molto semplice).

Nel mondo del web questo è un tempo abbastanza lungo e, se il CAPTCHA utilizzato è troppo complesso o poco chiaro, dover risolvere un CAPTCHA due, tre o quattro volte potrebbe far abbandonare il tuo sito agli utenti. Questo avrà, senza dubbio, un impatto negativo sulle conversioni del tuo sito.

Come ho già menzionato è, quindi, molto importante scegliere un CAPTCHA efficace, ma anche chiaro ed intuitivo.

Ecco alcuni aspetti su cui ti consiglio di riflettere:

  • nello scegliere la tipologia di CAPTCHA, rifletti sulla lingua parlata dai tuoi utenti e se saranno in grado di comprendere facilmente quanto letto o ascoltato.
  • Rifletti sul fatto che utenti con problemi di vista o udito potrebbero non essere in grado di risolvere determinati tipi di CAPTCHA.
  • Scegli sempre un CAPTCHA in cui è chiaro cosa è richiesto di fare.
  • Una volta selezionato un CAPTCHA, fai delle prove con alcuni utenti per verificare che sia sufficientemente intuitivo e che possa essere risolto al primo tentativo.

Scopri il nostro Corso WordPress, Corso HTML, Corso SEO, Corso CSS e altri corsi per creare il tuo sito web

Come inserire i CAPTCHA

Dopo aver visto cosa sono i CAPTCHA e come utilizzarli nel modo corretto, ti presento alcuni strumenti che ti permetteranno di inserirli sul tuo sito WordPress.

Captcha

Captcha

Questo plugin, tradotto anche in italiano, permette di inserire CAPTCHA che richiedono di risolvere un problema matematico. E’ possibile controllare dove inserirli e anche il livello di complessità del problema.

Google Captcha (reCAPTCHA)

google recaptcha
reCAPTCHA è il plugin WordPress nato dall’omonimo servizio gratuito Google. Ciò che è interessante in questo plugin è che, invece di richiedere all’utente di risolvere problemi “usa e getta”, usa parole che i riconoscitori di testo che stanno lavorando alla digitalizzazione di libri antichi non sono in grado di decifrare. Questo significa che, ogni volta che un CAPTCHA viene risolto allo stesso modo da un numero minimo di utenti, la parola viene riconosciuta come valida ed inserita nella versione digitale del libro da cui è stata tratta. Per esempio, questo processo ha contribuito a rendere digitali alcune opere di Shakespeare.

In altri casi, il reCHAPTA è talmente semplice che richiede solo di mettere una spunta.

Google Captcha (reCAPTHA) è il plugin sviluppato da BestWebSoft che permette di usare questa funzionalità Google.

Sei interessato a rendere il tuo sito più sicuro? Hai bisogno di risolvere un attacco hacker? Richiedi il supporto dei nostri tecnici.

Contact Form 7

Contact Form 7 plugin

Come forse già saprai, Contact Form 7 è un plugin, estremamente popolare, per creare form di contatto. Ho deciso di includerlo in questa lista in quanto, tra le moltissime opzioni di personalizzazione, include anche la possibilità di inserire un CAPTCHA. Questa può rivelarsi un’ottima soluzione se vuoi ridurre il numero di plugin installati, e se sei interessato ad usare il CAPTCHA solo sul form di contatto.

Conclusione

Ora che sai cosa sono i CAPTCHA e come si usano, non mi resta che chiederti: li usi già sul tuo sito? Credi che siano utili, oppure solo molto fastidiosi? Ti invito a lasciare un commento!

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

26 COMMENTI
Commenta
  1. Rita Francesca

    Uso recaptcha,,ma e’ una settimana che mi crea problemi.Ogni volta che rispondo ai commenti mi esce la schermata che dice se sono un robot, devo in ogni risposta vedere le figure e se sono giuste mettono la spunta che nn sono un robot.Poi mi arriva la scritta che vado troppo veloce nelle risposte e mi bloccano temporaneamente.Posso solo mettere post e mi piace. Mi sta facendo esaurire,perche’ ho una pagina e nn e’ possibile che ogni minuto appare questo recaptcha. Come posso eliminarlo.In attesa di risposta cordialmente saluto

    Rispondi
      • Piero

        Ora sto provando BestWebSoft Captcha e fa tutto lui, l’utente non deve nemmeno perdere tempo ad inserire numeri o immagini, appare solamente questo testo: Protetto da BestWebSoft Captcha. Guardando il file sorgente è un codice molto lungo crittografato quindi sembra sicuro.
        Ho poi inserito nel css Child questo codice che lo nasconde alla vista:
        .cptch_ajax_wrap, .wp_comments, .cptch_wp_comments {
        display: none;
        }

        Rispondi
  2. Emanuela

    Io utilizzo Askimet, però mi arrivano lo stesso messaggi Spam tramite form di contatto.
    Adesso provo ad aggiungere il captcha! Articolo utilissimo, non sapevo che pesci prendere!

    Rispondi
  3. rosa

    come faccio a togliere captcha su tutto quello che invio poi mi arrivano tanti messaggi che non so da che parte arrivano poi se mando una e mail mi viene fuori catpcha cptcha captcha caprtch non ne posso più per favore aiutami
    grazie

    Rispondi
  4. Alberto

    Io sto usano SI CAPTCHA (che non hai incluso), sembrerebbe affidabile, ho attivato tutte le opzioni, ma è da ieri che un bot automatico inserisce comment spami. Com’è possibile?

    Rispondi
  5. elio

    ciao andrea, quando inserisco il captcha mi viene detto di …ridurre questo testo a 1 caratteri o meno(ATTUALMENTE STAI UTILIZZANDO 10 caratteri) ….che significa?

    Rispondi
  6. Didi

    Ciao Andrea, con Askimet ho il problema che mi ritrovo ogni giorno centinaia di commenti Spam in attesa di approvazione e mi viene impossibile segnalarli manualmente.. Come posso risolvere il problema? Consigli di integrarlo con un generatore di captcha? Se è si, qualè potrebbe essere compatibile con askimet x non sovraccaricare il Blog? Ciao

    Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *