Come gestire i Social Network in automatico

Aggiornato il da | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Come gestire i Social Network in automatico

Se hai avuto modo di leggere alcuni degli articoli di questo blog, saprai che:

Gestire i social network in modo efficace, e soprattutto con costanza, è un fattore determinante per il successo del tuo blog o attività online e ci sono alcuni motivi che non sorprendono affatto.

I social network infatti, non sono solo una piattaforma importantissima per interagire con i propri utenti e promuovere prodotti e servizi, sono fondamentali anche per l’acquisizione di nuovo traffico.

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Come gestire i Social Network in Autopilota

La piattaforma Hootsuite (di cui ti parlerò più avanti) ha pubblicato i dati relativi agli utenti sui social per il 2019, e sono davvero impressionanti.

In tutto il mondo, 3,48 miliardi di utenti sono attivi sui social, dei quali 35 milioni sono italiani.

E nel Bel Paese trascorriamo in media 6 ore al giorno online, di cui quasi 2 ore sui social.

Il più usato è stato YouTube, seguito a ruota da Facebook.

Dopo questa breve panoramica della situazione, entriamo ora nella pratica!

Buffer

Buffer

Buffer è uno strumento molto semplice da utilizzare.

Ad oggi, è usato da oltre 75.000 aziende e permette di gestire le condivisioni sulle seguenti piattaforme:

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Pinterest
  • Instagram

Usando Buffer potrai gestire i social network programmando in anticipo le tue pubblicazioni (determinandone giorno e ora), gestire il calendario e le pubblicazioni dei membri del team, collegare diversi servizi di automazioni, come Zapier.

Buffer ha tre diversi livelli di membership, a partire da 15$ al mese.

La differenza tra i vari piani dipende dal numero di utenti e dal numero di post pubblicabili contemporaneamente.

Inoltre, Buffer è integrabile con diverse app ed estensioni, che ti aiuteranno ad analizzare le performance e gestire i social network in modo molto efficace.

Il punto di forza di questo strumento è sicuramente la semplicità e l’immediatezza di utilizzo dell’interfaccia. Approfitta del periodo di prova di 14 giorni gratis.

Hootsuite

Hootsuite

Il secondo tra gli strumenti per gestire i social network che ti voglio presentare oggi è Hootsuite.

Questo tool può, ad un primo utilizzo, risultare meno intuitivo di Buffer.

Tuttavia, è ricco di funzionalità e senza dubbio molto valido.

Hootsuite permette di gestire le condivisioni sulle seguenti piattaforme:

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Pinterest
  • YouTube
  • e altre ancora attraverso le app.

A differenza di Buffer, Hootsuite permette di gestire le conversazioni direttamente dalla sua interfaccia, per esempio lasciando commenti ai post.

Inoltre, usando questo strumento potrai generare dei veri e propri report scaricabili per monitorare la performance della tua attività sui social network.

Con Hootsuite potrai, inoltre, scegliere delle parole chiave (o il nome del tuo brand) da monitorare.

In questo modo potrai studiare quello che viene condiviso, la tua reputazione e chi seguire per essere sempre aggiornato.

Hootsuite, disponibile anche in italiano, ha quattro piani di membership a partire da 25€/mese: Professional (10 profili social e 1 utente), Team (20 profili e 3 utenti), Business (50 profili e fino a 10 utenti) e, infine, Enterprise (una soluzione personalizzata per le attività social).

Con Hootsuite puoi, infine, creare delle campagne social per coinvolgere gli utenti e raccogliere i loro dettagli

I concorsi disponibili includono lotterie, moduli di iscrizione, gallerie, competizioni che permettono agli utenti di caricare video e foto, votare e vincere dei premi.

Si tratta di ottimi strumenti per far crescere la lista degli iscritti alla newsletter e aumentare la visibilità del tuo marchio e il coinvolgimento dei tuoi utenti sui social media.

Il punto di forza di questo strumento è senza dubbio il grande numero di funzionalità e la possibilità di gestire tutte le attività social (non solo programmare le condivisioni) da un’unica interfaccia.

TweetDeck

TweetDeck

TweetDeck è lo strumento Twitter per programmare e gestire le tue condivisioni sui social network.

Ovviamente, questo tool è limitato a Twitter.

Tuttavia, è molto efficace per organizzare i propri feed, filtrare le conversazioni, programmare le condivisioni e ricevere notifiche.

Il punto di forza di questo strumento è, senza dubbio, che permette di gestire gratuitamente un numero illimitato di account Twitter.

Inoltre, può essere utilizzato sia come web app, che direttamente sul tuo desktop grazie a un software scaricabile sia su Windows che AppleMac.

Una nota su come gestire i social network

Senza dubbio, gli strumenti che ti ho presentato oggi sono utilissimi per pianificare le tue condivisioni e, di conseguenza, mantenerne un flusso costante senza dover dedicare quotidianamente gran parte del tuo tempo a gestire i social network.

Tuttavia, è importante ricordare che i social network dovrebbero essere utilizzati non solo per promuovere il proprio sito, ma anche per condividere notizie ed interagire attivamente con i propri utenti.

Assicurati, quindi, di monitorare sempre i tuoi account ed assicurarti che anche i post programmati in anticipo siano pertinenti alla tua attività e a quanto succede nell’industria in cui operi.

Conclusione

Oggi ti ho presentato tre strumenti molto utili per gestire i social network.

Cosa ne pensi?

Hai altri da suggerire?

Lascia un commento in fondo all’articolo e condividi con noi la tua esperienza.

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*