Come aggiungere salti di pagina ai contenuti su WordPress

Aggiornato il da | 50 commenti | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Come aggiungere salti di pagina ai contenuti su WordPress

Aggiungere salti di pagina a pagine e post su WordPress è una soluzione molto semplice, ma anche veramente efficace che può aiutare i tuoi visitatori a navigare più comodamente all’interno di una pagina, specialmente se è piuttosto lunga.

Un salto di pagina, infatti, non è altro che un link che porta a una sezione della stessa pagina.

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Cliccando su una voce dell’indice, gli utenti possono saltare alla sezione desiderata.

Ci sono diversi plugin che permettono di gestire questa funzione in modo automatico, come ad esempio il comodo e pratico Table of contents.

Esso inserisce in automatico un indice dei contenuti in tutti gli articoli, oppure solo in quelli che rispecchiano determinate condizioni da te impostate.

Questa soluzione è comoda se devi aggiungere un menu di navigazione in tutte le pagine, ma non è necessario installare un plugin per utilizzarlo solo occasionalmente.

Alla fine di questa guida, potrai aggiunge salti di pagina anche sul tuo sito, senza dover installare alcun plugin aggiuntivo o fare modifiche al tuo tema!

Se sei interessato ad approfondire questo aspetto, il modulo HTML e CSS del nostro video corso WordPress possono aiutarti a padroneggiare questi due linguaggi e permetterti di personalizzare al massimo il tuo sito web.

Aggiungere salti di pagina con i codici HTML

Aggiungere salti di pagina è molto semplice. È sufficiente fare due cose:

  • Step 1: aggiungere un ID all’elemento sul quale vuoi portare l’utente (per esempio, un sottotitolo, un paragrafo, una lista puntata, eccetera)
  • Step 2: aggiungere all’interno del contenuti un link che porta all’elemento a cui è stato assegnato l’ID.

Per prima cosa, devi accedere la pagina o il post in questione, e modificare il contenuto in modalità Editore di Testo

Non farti spaventare dai codici che vedi nell’Editore di Testo, si tratta di semplice HTML.

Step 1: aggiungi l’ID all’elemento di destinazione

Step 1 - aggiungi l'ID all'elemento di destinazione

Per prima cosa, individua l’elemento dove vuoi che l’utente sia portato quando ‘fa un salto di pagina’.

Per esempio, potrebbe essere un sottotitolo di misura H2.

Il codice sarebbe questo:

<h2>Questo è il sottotitolo</h2>

Dobbiamo ora aggiungere un ID a questo elemento.

Semplicemente, modifichiamo il codice HTML in questo modo:

<h2 id="salto-pagina-destinazione">Questo è il sottotitolo</h2>

Tra le virgolette di id=”” , puoi aggiungere qualunque ID a tua scelta!

Non puoi però usare lettere accentate e altri caratteri speciali.

È arrivato il momento di aggiungere il link interno al contenuto, che di fatto farà ‘fare il salto’ all’elemento di destinazione.

Per prima cosa, identifica in quale parte del testo vuoi inserire il link.

Per esempio, potrebbe essere una frase del tipo Clicca qui per andare al sottotitolo.

Aggiungi un link come fai di solito; però invece di inserire un normale url digita un cancelletto, seguito immediatamente dall’ID che hai associato all’elemento scelto nello step 1. 

inserimento url salto pagina

Ecco un esempio funzionante:

Ora cliccando qui, sarai portato all’inizio del post 😉

Aggiungere salti di pagina con l’editor a blocchi

Salti di pagina con Gutenberg

Se usi l’editor a blocchi (Gutenberg) di WordPress, puoi aggiungere i salti di pagina in questo modo.

Per prima cosa, portati sul blocco che rappresenta il punto di destinazione del “salto”.

Selezionalo e vai nella sezione delle impostazioni del blocco.

Gli step sono esattamente quelli visti nel paragrafo precedente.

Per prima cosa, aggiungiamo l’ID.

Nell’area Avanzate, trovi la voce Ancora HTML. Qui dovrai inserire l’id del blocco, senza il simbolo cancelletto (#).

Crea poi il link e nel suo URL dovrai inserire semplicemente il cancelletto seguito dal nome dell’ID appena assegnato.

Aggiungere salti di pagina con l'editor a blocchi

Con l’editor a blocchi, quindi, è più semplice aggiungere un salto di pagina perché non dovrai utilizzare l’HTML puro.

Conclusione

Riassumendo, ciò che devi fare è modificare il tag HTML dell’elemento di destinazione aggiungendo un ID.

Quindi, inserire un link al testo con l’ID preceduto dal simbolo del cancelletto. 

Tutto qui!

Come vedi, aggiungere salti di pagina ai contenuti su WordPress è molto semplice, ed anche utile.

Se hai domande, puoi come sempre lasciare un commento qui sotto al post. Ti risponderemo al più presto.

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

  1. Immagine avatar per LUCA
    LUCA

    Ancora una volta grazie. Se non ci foste voi avrei moltissimi problemi in più per fare il sito.
    Grazie mille

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie mille Luca, il tuo commento ci fa immensamente piacere. Un saluto e a presto, tanti nuovi contenuti sono in arrivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*