Come usare l’editor a blocchi di Gutenberg

In questo video daremo un’occhiata più da vicino all’editor a blocchi in WordPress, noto anche come Gutenberg.

Crea un nuovo articolo, inserisci un titolo e digita il testo del primo paragrafo.

Il pulsante col simbolo “+” ti permette di inserire un nuovo blocco, scegliendolo dalla lista. Puoi anche digitare “/” nel campo di ricerca per mostrare l’elenco.

Visualizzerai prima di tutto i blocchi più usati e, se scorri verso il basso, vedrai tutti gli altri, suddivisi in sezioni per trovare facilmente quello che ti serve.

Come puoi vedere, ci sono blocchi di tutti i tipi:

  • quelli multimediali come immagini e gallerie fotografiche, audio e video;
  • blocchi di design come colonne e gruppi di pulsanti;
  • widget per aggiungere HTML personalizzato o un elenco dei tuoi ultimi post sul blog…

Puoi anche incorporare con enorme semplicità i contenuti di piattaforme come YouTube, Instagram e molto altro ancora.

Moltissimi plugin per WordPress includono anche nuovi blocchi per Gutenberg, quindi è probabile che, una volta iniziato a creare il tuo sito, vedrai blocchi nuovi in questa sezione.

Aggiungi ora un blocco cliccandoci sopra.

Vedrai che comparirà una barra degli strumenti sopra di esso. Questa sarà diversa in base al tipo di blocco su cui ti trovi. Nel blocco di paragrafo, ad esempio, avrai le opzioni di formattazione del testo.

I blocchi possono essere convertiti in blocchi di altro tipo, cliccando sull’apposito pulsante e, se vuoi, li puoi spostare in un’altra posizione semplicemente trascinandoli o cliccando sulle frecce.

Il pulsante con tre punti sul lato destro della barra degli strumenti mostra altre impostazioni del blocco con opzioni aggiuntive.

Troverai ad esempio le voci per copiare o duplicare il blocco, inserire un blocco sopra o sotto questo, spostarlo in una posizione diversa sulla pagina o modificare l’HTML per questo blocco.

Se hai personalizzato il blocco e vorresti riutilizzarlo in altre sezioni del tuo sito, puoi aggiungerlo all’elenco dei blocchi riutilizzabili.

Infine puoi eliminare o rimuovere il blocco.

Cliccando sul simbolo dei tre puntini nell’angolo in alto a destra della pagina, compariranno delle impostazioni molto importanti dell’editor.

Per esempio, avrai le opzioni per:

  • la visualizzazione a schermo intero,
  • per mostrare gli strumenti dei blocchi in una barra in alto nella pagina,
  • l’evidenziazione del blocco su cui stai lavorando,
  • il passaggio dall’editor visivo all’editor di codice,
  • la gestione dei blocchi riutilizzabili,
  • copiare tutto il contenuto della pagina,
  • il test degli errori.

Il pulsante “Navigazione dei blocchi” in alto nella pagina mostra la struttura dei blocchi utilizzati nel contenuto e ti permette di gestirli con facilità.

Qui accanto trovi anche “Dettagli”, che mostra il numero di parole, intestazioni, paragrafi e blocchi utilizzati.

Hai poi i pulsanti per annullare e ripristinare l’ultima azione, il pulsante “Modifica” e lo strumento di selezione, per selezionare più blocchi insieme.

Se hai esplorato e testato l’editor a blocchi a sufficienza, ora è il momento di usarlo per la creazione dei tuoi contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

80% DI SCONTO

Il Miglior Hosting WordPress by Register.it in promozione esclusiva solo su SOS WP!

Non troverai questa offerta da nessun'altra parte su Internet!