Come fare SEO con le immagini in modo efficace

Fare SEO con le immagini

Vuoi fare SEO con le immagini? È un’idea ottima per aumentare il tuo posizionamento,

Ottimizzate in modo adeguato, le immagini sono un potente mezzo per migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

Google non è in grado di leggere il contenuto delle tue immagini. Ovvero, mi spiego meglio, è capace di vedere che la tua pagina contiene foto o illustrazioni, ma non riesce a decifrarne i contenuti. Questo che cosa vuol dire? Che devi usare delle tecniche ben precise per comunicare efficacemente ai motori di ricerca il contenuto delle tue immagini e far sì che queste abbiano una buon posizionamento.

Fare SEO con le immagini: tutti i passaggi necessari

Spieghiamo quindi in dettaglio tutti i passaggi necessari per ottenere una adeguata ottimizzazione delle immagini.

Vediamoli insieme.

Le basi

Attributo Alt per ottimizzazione immagini

I due elementi fondamentali che devi curare se vuoi fare SEO con le immagini sono l’Attributo Alt e il Nome del tuo File.

Cominciamo con l’Attributo Alt. Questa è la breve descrizione che viene visualizzata quando un’ immagine non è caricata correttamente. È quindi un elemento utile sia per gli utenti sia per Google. I motori di ricerca sono, infatti, in grado di leggere l’Attributo Alt e utilizzarlo per capire il contenuto delle tue foto.

Quindi, come usare questo attributo per fare SEO con le immagini? È semplice: usa una descrizione efficace. Per esempio, se hai un sito e-commerce, assicurati di inserire il nome del prodotto, marchio, codice di riferimento, colore e altre informazioni utili per identificarlo.

Se usi WordPress, specificare l’Attributo Alt sarà facilissimo. Potrai, infatti, specificarlo quando carichi l’immagine.

Passiamo quindi ai titoli delle tue foto, e come usarli per fare SEO con le immagini. Anche in questo caso, ti consiglio di usare una descrizione efficace della tua immagine. Inserisci nel titolo della foto la parola chiave focus della tua pagina e dei trattini tra un termine e l’altro. Questo ti permetterà di creare degli URL efficaci.

Dimensione delle immagini

Online optimizer per immagini web

Se vuoi fare SEO con le immagini, assicurati che queste non siano troppo pesanti. Non devono infatti allungare il tempo di caricamento delle tue pagine. Come sai, questo è uno dei fattori considerati da Google per fare il ranking del tuo sito e ha anche un impatto significativo sul tasso di conversione. Pertanto, è bene evitare che immagini belle ma molto pesanti danneggino il tuo posizionamento.

Esistono degli strumenti online che ti aiutano ad ottimizzare le tue foto, trovando il giusto compromesso tra qualità e dimensioni dei file. Uno di questi è Online Image Optimizer.

Didascalie

L’ultimo elemento di cui parlerò sono le didascalie. Queste non sono strettamente legate alla SEO delle immagini in sé, ma sicuramente contribuiscono a diminuire il tasso di bounce rate, che è uno dei fattori considerati da Google per determinare il ranking delle tue pagine. Didascalie complete e contenenti informazioni utili contribuiranno ad aumentare la durata media delle visite sul tuo sito.

Se vuoi imparare come aggiungere didascalie alle tue immagini, leggi la guida ufficiale di WordPress.

Conclusione

Quelli che ho appena descritto, sono 4 elementi che devi assolutamente utilizzare per fare SEO con le tue immagini. Queste sono strategie facili da implementare, ma senza dubbio molto efficaci. Sia gli utenti dei siti web che Google amano le pagine web contenenti un buon mix di testo e immagini. Sfrutta quindi entrambi gli elementi per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca.

Usi già queste strategie? Hai notato un miglioramento nel tuo posizionamento? Lascia un commento qui sotto e condividi con noi la tua esperienza.

Vuoi che il tuo sito sia alle prime posizioni su Google?

Se vuoi avvalerti subito di un Esperto SEO, in grado di rispondere a tutte le tue domande e di insegnarti come far salire sui motori di ricerca il tuo sito web, prenota fin da ora la tua call gratuita.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!
Andrea Di Rocco

Latest posts by Andrea Di Rocco (see all)


PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
34 commenti
  1. dice:

    Ciao Andrea, posso inserire nel titolo e nel testo alternativo le stesse parole (nel titolo, come consigli, separate da trattini)? O non va bene per fare SEO con le immagini?

    Rispondi
  2. dice:

    Ciao, grazie per queste indicazioni. Ho appena installato il plugin EWWW Image Optimizer sul mio sito, sul quale erano già caricate delle immagini. La mia domanda riguarda l’ottimizzazione in termini di dimensioni di questi file già presenti, avviene automaticamente una volta attivo il plugin o occorre fare qualcosa di preciso? Una cosa che non mi è chiara è se occorre un lavoro precedente su queste immagini. Le ho scaricate sul sito di Pixabay nel formato medio e poi una volta caricate su WordPress ho impostato la dimensione in cui le volevo vedere sul sito ( per es. il tema Enfold che uso mi permette di scegliere la misura Portfolio ecc). Non so se ho fatto bene. Altra cosa è il SEO che ho impostato direttamente dalla Libreria sia come titolo che come testo alternativo. Grazie in anticipo. Sara

    Rispondi
  3. dice:

    ciao articolo interessante, ma una domanda in merito a questo argomento, wordpress nella libreria se noi mettiamo i tag title e alt li fa vedere tutti e due esatto?

    perche ho notato che alcuni temi non lo fanno, mettono solo gli ALT … ne sapete qualcosa?

    grazie!

    Rispondi
  4. dice:

    Ciao,
    Ho da poco messo online il mio blog ma non ho considerato di cambiare il nome delle immagini in ottica SEO. Posso farlo ora da WordPress – Bacheca – Media e cambiare il nome da li? Oppure cancellarle dai singoli post e ricaricarle con il nome corretto?
    Esiste un plugin che fa bene questo lavoro^
    Grazie

    Rispondi
  5. dice:

    Ciao Andrea,
    ottimo articolo, ho solo un dubbio sulla didascalia. Se io ad esempio inserisco un’immagine in cui si vede un ragazzo che vola in parapendio e inserisco una didascalia tipo: “Qui, sento solo il rumore leggero dei ragazzi che, con la loro vela si staccano da terra e iniziano a librare nell’aria” va bene? Oppure posso solo scrivere una didascalia tipo “Ragazzo che vola in parapendio”? La prima è effettivamente il testo che ho scritto nel post.
    Curiosità nell’attributo ALT posso inserire i trattini oppure è necessaria solo una breve descrizione?
    Ultima domanda: il plugin SEO FRIENDLY IMAGES è utile ai fine SEO per rendere un po’ più veloce il procedimento di inserimento dei parametri?
    Grazie

    Rispondi
  6. dice:

    Ciao e complimenti. Cosí come se quando si esagera con le parole chiave nel testo, Google potrebbe “spammare la pagina”‘ , potrebbe essere SPAM anche quando all’interno di una pagina ci sono più di 20 pagina tutte con title e alt ottimizzate? Grazie

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Roberto, no, sono due cose diverse.
      Una cosa è riempiere il post in modo innaturale con le parole chiave, e una cosa è una corretta ottimizzazione delle immagini.
      Un saluto!

      Rispondi
  7. dice:

    Gentilissimo Andrea visto che il tuo sito è famoso per le recensioni di temi wp e qui si sta parlando di SEO per immagini, ti sottopongo una questione che unisci i 2 argomenti: ho notato che alcuni temi premium che ho utilizzato e che fanno parte di quelli piuttosto aggiornati e performanti anche per il mobile talvolta utilizzano tool (come revolution slider) che “nascondono”a google le immagini. In almeno 2 casi sono abbastanza certo che incapsulano la foto che non viene indicizzata. Puoi confermare o smentire e nel caso che strategia di correzione adottare ? Grazie mille

    Rispondi
  8. dice:

    Ciao Andrea,
    innanzitutto complimenti per l’articolo e il sito.

    Succede sul mio blog che a volte carico la foto e poi con wordpress correggo il title e alt vari ma se vado a controllare non mi aggiorna l’url.

    Per intenderci:
    – carico la foto pippo.jpg
    – nei media cambio il title in foto-di-pippo

    ma la pagina contenente la foto verrà indicizzata come sito/articolo/pippo.jpg

    Come posso risolvere il problema? Esiste una procedura automatica?

    Inoltre, vorrei capire la differenza tra testo alternativo e descrizione.
    Cosa serve la descrizione e quanto è utile in termini SEO?

    Grazie mille e complimenti ancora
    Mattia

    Rispondi
  9. dice:

    Buongiorno, ho trovato l’articolo molto interessante,ma c’è una cosa che non mi è chiara. Io entro nella sezione media di wordpress, vado sulla mia immagine e metto testo alternativo e didascalia, salvo e ritorno sull’articolo del blog dove è presente l’immagine, vi entro dentro per mettere il title e vedo che testo alternativo e didascalia sono vuoti. Facendo l’inverso, cioè provando a riempire qui i campi e poi andando a controllare in Media comunque i campi non si riempiono. Per poter ottimizzare le immagini correttamente dove devo riempire i campi didascalia, testo alternativo e “attributo title dell’immagine”‘?

    Rispondi
  10. dice:

    Trovo questo articolo molto interessante e chiaro, ma, intuitivamente mi provoca sconforto.
    Capisco, magari mi sbaglio, che sito di sole immagini abbiano poche chance. Io amo le fotografie, ma non amo assolutamente scrivere. Roberto Pagani Photography, come peraltro dice il nome è un sito di fografie. Punto!
    Magari in futuro avrò l’esigenza di scrivere qualche articolo su tecnica fotografica o filosofia fotografica o altro, ma questa è un’altra storia.
    Significa quindi che mi devo rassegnare sperando che qualcuno, utilizzando Google o altri motori, abbia la pazienza di sfogliare 265 pagine prima di incappare nel mio sito?
    Chiedo scusa per lo sfogo.
    Mi urta dovermi fare violenza per scrivere puttanate, perchè questo è più o meno quello che scriverei, con il solo scopo di scalare motori come Google.
    Ma al di là degli sfoghi vorrei chiedere un paio di cose che mi sembrano importanti.
    Ho letto un articolo su il sito di una brava wedding photographer (http://www.giganni.com/blog-for-photographers/)
    alcuni consiglio su come ottimmizzare il sito al fine di aumentarne la visibilità.
    Quanto si carica un’immagine con WordPress, come viene detto sopra, compaioni alcuni campi che possono essere compilati: Titolo e Alt Tex, che secondo la fotografa sopra citata dovrebbero essere la stessa cosa con la differenza che il titolo riporta dei separatori. Ad esempio:
    Alpe_Devero_under_fall_colors e “Alpe Devero Uunder fall colors”. Vorrei quindi chiedere conferma della bontà di quanto sopra. Ma c’è una cosa che non mi è chiara. Spesso il titolo che scelgo per l’immagine non necessariamente descrive l’immagine per quello che rappresenta, ma è frutto di emozioni o più semplicemente del momento. La domanda è: posso mantenere il titolo del post e quindi dell’immagine osservata da chi visita il sito secondo i miei desideri da un lato, e dall’altro utilizzare titolo e al text in modo più consono con riferimento alle “procedure SEO”? Ovviamente senza che si crei confusione di alcun tipo.
    Ringrazio anticipatamente per la pazienza e la disponibilità
    Roberto

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Roberto,
      Dai il titolo che preferisci al tuo post, magari cercando di attuare delle strategie per renderlo più “appetibile”, se non ai motori di ricerca, ai tuoi lettori.
      Non sempre le immagini devono essere categorizzate in base a ciò che – effettivamente – rappresentano, ma anche a cosa indicano in maniera subconscia e indiretta.
      Quindi non posso darti una risposta univoca a quanto chiedi, fermo restando che potrai utilizzare i campi text e titolo cercando il più possibile di allinearti con i termini più ricercati e conosciuti rispetto all’immagine ( se, se la foto ritrae un tramonto, potrai scrivere la parola tramonto unita a qualche altro termine chiave).
      Grazie del tuo commento, continua a seguirci!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *