Come fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus

fare un backup gratuito di wordpress

Vuoi sapere come fare un backup gratuito di WordPress? Anche se fino ad oggi non ti sei mai posto questo problema, ci tengo a sottolineare quanto sia importante avere sempre a disposizione una copia di backup del tuo sito.

WordPress è una piattaforma complessa e ricca di funzionalità. Di tanto in tanto, si presentano errori che potrebbero impedirti di accedere al sito, compromettere i codici o addirittura causare la perdita dei contenuti… per non parlare di attacchi hacker! Errori e attacchi hacker accadono raramente, però è in ogni caso importante essere pronti per qualunque eventualità.

Fare un backup gratuito di WordPress è un’ottima idea. Significa avere sempre a disposizione una copia del sito, che può essere facilmente ripristinata qualora ci siano problemi.

In questa guida, imparerai come usare UpdraftPlus, un plugin gratuito molto utile. UpdraftPlus è in assoluto uno dei plugin per fare backup più popolari. Conta oltre 700mila installazioni ed ha ottime recensioni sul sito ufficiale WordPress. 

Fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus

UpdraftPlus è un plugin disponibile sia in versione gratuita che premium. La versione premium ha, ovviamente, più funzionalità, però per iniziare quella gratuita ti sarà più che sufficiente.

Vediamo subito come funziona questo plugin:

Per prima cosa, installa ed attiva, come un qualunque altro plugin, UpdraftPlus di UpdraftPlus.Com e DavidAnderson.

Quindi, naviga in Impostazioni > UpdraftPlus Backups.

La prima cosa da fare è configurare le impostazioni generali per i backup. Naviga quindi in Settaggi e scorri fino alla sezione chiamata “Scegli il tuo Storage Remoto”.

Qui, seleziona dove vuoi archiviare i tuoi backup. In questa guida ti mostrerò come fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus e Dropbox, però anche tutti gli altri strumenti che vedi sulla pagina possono essere collegati e sono ugualmente validi.

Quindi, seleziona l’icona di Dropbox (se non conosci Dropbox, si tratta di un servizio di archiviazione online che può essere usato gratuitamente).

Cliccando l’icona di Dropbox, appare un paragrafo con le istruzioni per collegare UpdraftPlus al tuo account di archiviazione.

configurazione dropbox updraftplus

Prima di cliccare il link per completare l’autenticazione su Dropbox, scorri verso il fondo della pagina e clicca “Salva i cambiamenti”. A questo punto, la pagina dei settaggi sarà ricaricata.

Ora, clicca sul link che si trova all’altezza della dicitura “Autenticarsi con Dropbox”. Sarai automaticamente portato su Dropbox, dove, una volta effettuato l’accesso, vedrai una schermata simile a quella qui sotto.

autorizzazione dropbox

Cliccando Allow, autorizzo UpdraftPlus ad accedere la cartella Apps › UpdraftPlus all’interno del mio account Dropbox.

Completato questo passaggio, sarai rediretto automaticamente su WordPress dove vedrai un messaggio di conferma come quello nello screenshot qui sotto.

conferma dropbox updraftplus

Riceverai anche un messaggio di conferma da Dropbox sull’email associata al tuo account. All’interno di Dropbox, puoi controllare quali applicazioni sono collegate al tuo account.

Esegui il tuo primo backup

Ora che abbiamo collegato UpdraftPlus a Dropbox, verifichiamo che tutto funzioni correttamente facendo un primo backup manuale.

Clicca la tab “Stato attuale” e il bottone “Esegui Backup”.

Vedrai un pop-up con tre voci già spuntate:

  • Include the database in the backup, per includere nel backup il database del tuo sito
  • Include any files in the backup (…) , per includere nel backup i file del sito
  • Send this backup to remote storage, per archiviare il backup nel remote storage selezionato (nel nostro caso, Dropbox).

Per fare un backup integrale del sito, le prime due voci devono essere entrambe spuntate.

Quando clicchi “Esegui backup”, sarà avviato il backup. Sulla pagina vedrai una barra arancione che indica il progresso.

updraftplus backup in corso

L’esecuzione del backup ed il caricamento dei file sullo storage remoto possono richiedere diversi minuti (soprattutto se il tuo sito ha molte pagine, plugin, eccetera). Ti consiglio di avere pazienza e non chiudere la pagina.

Quando il backup è stato completato, vedrai un messaggio di conferma.

updraftplus conferma backup

Ora, cliccando la tab “Backup Esistenti”, troverai il backup che hai appena effettuato.

Inoltre, ricaricando Dropbox, vedrai una nuova cartella contenente il tuo backup.

Non finisce qui: quando ti trovi nella sezione “Backup Esistenti”, puoi cliccare sui singoli componenti del backup (Database, Plugins, Temi, eccetera) e scaricarne una copia sul tuo PC.

backup updraftplus

Inoltre, puoi ripristinare un backup integrale e, se lo desideri, cancellarlo.

Ora che sai come fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus avviandolo manualmente, vediamo come puoi programmare backup automatici (ed altre opzioni utili).

Opzioni aggiuntive

Torna all’interno della sezione “Settaggi”.

Per prima cosa, lavora sulle opzioni in corrispondenza della voce “Files backup schedule”. Qui è dove puoi programmare backup automatici di WordPress.

Dal menu a tendina, seleziona la frequenza con cui vuoi effettuare backup e quante copie di backup vuoi archiviare. Ovviamente, più copie di backup occupano più spazio, quindi valuta te quante ne vuoi conservare.

Ora poi passare all’opzione successiva, quella chiamata “Database backup schedule”, relativa al backup del database.

Arrivati a questo punto, credo sia opportuno approfondire brevemente cosa significa fare il backup dei file ed il backup del database.

La cartella dei file contiene, come si può intuire dal nome, i file che costituiscono il sito. Questo significa file di WordPress, dei temi, dei plugin, eccetera.

Il database contiene invece i contenuti, commenti, utenti ed anche le impostazioni del tema.

In poche  parole, affinché un backup sia integrale e possa essere usato per ripristinare completamente un sito WordPress, è necessario avere sia file che database.

La frequenza con cui fai i backup di una parte, dell’altra o di entrambe, dipende dalla frequenza con cui fai modifiche e carichi nuovi contenuti sul tuo sito. Sicuramente, è importante fare I backup dei file almeno una volta al mese e soprattutto prima di aggiornamenti vari (WordPress, temi e plugin).

Se pubblichi regolarmente post sul blog e/o pagine, e/o permetti agli utenti di registrarsi sul tuo sito, allora anche i backup del database dovranno essere fatti frequentemente.

Un modo velocissimo per scaricare una copia dei tuoi contenuti è con la funzionalità “Esporta”. Per imparare ad usarla, leggi la guida che abbiamo pubblicato!

Opzioni premium

Cliccando “Premium/Extensions” vedrai la lista delle funzionalità disponibili ad un costo aggiuntivo.

Per esempio, la versione premium del plugin include 1GB di spazio su UpdraftPlus Vault dove archiviare i tuoi backup e la possibilità di archiviare backup su più di uno storage.

Il costo è a partire da 66 euro.

Conclusione

Come vedi, i passaggi per fare un backup gratuito di WordPress con UpdraftPlus sono pochi e veramente molto semplici.

Credo che questo sia un ottimo plugin: gratuito, facile da usare ed efficace.

Cosa ne pensi? L’hai mai provato? Oppure ne usi un’altro che vuoi consigliare? Ti invito come sempre a lasciare un messaggio qui sotto al post.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

[PROMO LIMITATA] 50% SU HOSTING SITEGROUND + ASSISTENZA SOS WP GRATIS

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
2 commenti
  1. dice:

    Ciao Andrea,
    ho fatto un backup tramite Siteground ed ora dovrei ripristinarlo. Esiste da qualche parte nella Vs guida un punto che chiarisce come procedere?

    Grazie.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *