Pagina Errore 404: I migliori plugin WordPress per gestirla

I migliori plugin WordPress per gestire l'errore 404

Vuoi evitare che i tuoi visitatori non incappino più nella Pagina Errore 404 mentre cercano un contenuto sul tuo sito WordPress? Hai bisogno dei plugin che ti aiutino ad identificare quelle pagine che riportano tale messaggio e sostituirlo con un altro personalizzato? Oppure preferiresti inserire un’immagine invece che mostrare il laconico avviso?

In  questo post ti illustriamo i migliori plugin WordPress che consentono di apportare le necessarie modifiche alla pagina 404 o addirittura effettuare un ridirezionamento verso un post o una pagina diversa, con pochi click.

Ecco i plugin WordPress per gestire la pagina errore 404

Segui attentamente la descrizione di queste risorse, che abbiamo accuramente testato e che potranno esserti di aiuto fondamentale per risolvere una volta per tutte questo problema.

Ricordati poi che se hai bisogno di un servizio personalizzato, o richiedi assistenza per l’installazione di un plugin, puoi rivolgerti al nostro team di supporto compilando il form a questa pagina.

404 to 301

400 to 301 plugin per WordPress

L’installazione di questo plugin è positiva per l’ottimizzazione della pagina a livello SEO. Questo strumento non ti permetterà soltanto di impostare rapporti periodici sull’errore 404, consentendoti di correggere il problema. Potrai, inoltre, reindirizzare le richieste verso una pagina diversa attraverso un ridirezionamento 301, indicando che il contenuto è stato permanentemente spostato.

Magari ti starai chiedendo perchè usare un codice 301 incide positivamente sulla SEO. Google interpreta i link esterni come un segnale positivo, in quanto indicano la popolarità e l’autorevolezza del contenuto. Quando la pagina indicata non esiste, a causa di un errore di battitura dell’URL, oppure perché il contenuto è stato cancellato o spostato, l’utente si imbatterà in un errore 404.

Le pagine web che generano un errore 404 per lunghi periodi di tempo “sprecano” il valore dei link ricevuti. Se, però, consulti i rapporti sugli errori 404 e fai in modo di reindirizzare queste visite verso pagine esistenti con un codice 301, l’effetto SEO dei link ricevuti verrà trasferito alla nuova pagina.

ridirezionamento personalizzato con 404 to 301 per WordPress

Praticamente stai dicendo a Google e agli utenti che il contenuto del link non è più lì, ma che possono trovarlo da qualche altra parte. Immagina di cercare un negozio in cui sei stato molti anni prima, di fare tanta strada per ritornarci e di scoprire che non esiste più. Preferiresti tornare a casa a mani vuote avendo sprecato tempo prezioso, oppure venire accompagnato al suo nuovo indirizzo?

Reindirizzare le visite verso la homepage o i contenuti più appropriati può far aumentare il tuo posizionamento nei motori di ricerca e incrementare il ranking generale del tuo sito web. Ottimo, no?

Redirection

Redirection plugin per WordPress

Redirection è un plugin che gestisce i cosiddetti “ridirezionamenti 301”, individua ogni pagina errore 404 e ripulisce gli errori che il tuo sito può avere. È particolarmente indicato se devi effettuare la migrazione delle pagine da un vecchio sito ad uno nuovo (con nuovo dominio, quindi) oppure se stai cambiando la directory della tua installazione WordPress. Il plugin, infatti, ti permette di aggiungere un ridirezionamento 301 ogni volta che cambi un URL.

Redirection plugin per WordPress - Pagina Errore 404Ho lavorato spesso con questo plugin, e mi sono trovato bene, anche quando ho dovuto gestire dei progetti piuttosto complessi.

404Page

404 Plugin per WordPress - Pagina Errore 404

404Page è un plugin davvero versatile per impostare la tua pagina errore 404. Usando il plugin, non sarà necessario creare alcun file 404.php da inserire poi nella directory del tema.

Potrai, infatti, personalizzare la pagina di errore 404 come fai per qualsiasi altro contenuto del tuo sito WordPress. Potrai anche inserire l’immagine e il formato generale che preferisci. Utilizzerai il medesimo editor di WordPress, e quindi l’impostazione della tua pagina 404 sarà davvero semplice e veloce. Per questa immediatezza di utilizzo lo considero davvero un ottimo strumento, pienamente integrabile con altri plugin e altre risorse del tuo sito web.
404Page per WordPress

SEO Redirection Plugin

SEO Redirection Plugin per WordPress

Il quarto plugin di cui ti voglio parlare si chiama SEO Redirection Plugin. Anche questo strumento ti permette di gestire i ridirezionamenti 301 e di monitorare gli errori 404. Ti consente di impostare manualmente il tipo di reindirizzamento che preferisci. Nel caso di migrazione del sito ed errori 404, ti consiglio di usare il redirect 301, a meno che non si tratti di spostamenti temporanei. Puoi usare questo plugin per ridirezionare tutti gli URL, non solo quelli inesistenti.

Vuoi aumentare la tua posizione su Google ed altri motori di ricerca? Ecco 50 consigli utili per te.

Conclusione

Confido che questo elenco di risorse possa evitare che il tuo potenziale lettore abbandoni troppo precipitosamente la tua pagina “not found”, per visitare magari il sito di un tuo concorrente. Questi plugin infatti sono stati sviluppati per cercare di mantenere l’utente sulla tua piattaforma, e magari per inviarlo ad altri tuoi contenuti simili, o attinenti alla sua ricerca. Il loro obiettivo è dunque quello di non scoraggiare la permanenza dei tuoi visitatori che rischiano di incappare nella pagina errore 404.

In questo modo potrai abbassare la frequenza di rimbalzo, ed aumentare la durata media di permanenza degli utenti sul tuo sito: è importante infatti dare un’immagine di efficienza e di interattività al tuo lettore invece di fargli trovare il famigerato messaggio di “pagina non trovata”.

Come hai impostato la tua pagina di errore? Conoscevi già questi strumenti? Condividi con noi la tua esperienza, lasciandoci un commento nel box qui sotto.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea Di Rocco, il fondatore di SOS WP. La mia missione - insieme al mio Team - è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

32 commenti
  1. dice:

    Salve a tutti e complimenti

    Se la domanda è possibile volevo sapere se la configurazione dopo una variazione di dominio e giusta.

    Source URL il vecchio dominio
    Target URL il nuovo dominio
    Match: URL only
    When matched: Redirect to URL with HTTP code: 301 – Moved Permanently
    Group: Reindirizzamenti
    E tutto il resto invariato?

    Grazie mille

    Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea,

    grazie dell’articolo, sto provando Redirection e funziona bene, solo una cosa:

    quando sostituisco per esempio l’indirizzo di una foto o un articolo e lo reindirizzo a quello giusto, per esempio nella stringa si mette:

    – /wp-content/uploads/ecc…. quindi con la slash saltando http://miosito.it

    ma se voglio reindirizzare direttamente alla homepage devo lasciarlo vuoto o inserire proprio il sito http://miosito.it?

    Grazie

    Rispondi
  3. dice:

    ciao Andrea
    intanto grazie per il prezioso aiuto, siete il mio punto di riferimento,
    ho un dubbio, dovendo fare delle modifiche al mio sito e cancellare definitivamente delle pagine ho usato 2 plugin redirection e 410 for WordPress, ho quasi eliminato totalmente moltissimi errori segnalati su webmaster tool ma nei giorni successivi ho avuto un calo di visite molto forte
    escludendo altre possibili cause mi viene il dubbio se i 2 plugin sono in conflitto
    grazie per l’aiuto!

    Rispondi
  4. dice:

    Ciao Andrea..
    .avendo un tema premium come avada….ocorre installare un plug-in, o basta con spuntar la pagina 404 nel menu.

    Anzi la pagina gia viene creata da default oppure la dovrei creare io?.

    Grazie
    tra l’altro…avete un corso su search console

    grazie ancora
    gabriel

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Gabriel, la pagina 404 è creata di default dal tema Avada. Per il corso su search console, presto vedrai un bel po’ di novità ;-) continua a seguirci!

      Rispondi
  5. dice:

    Ciao Andrea,

    Bell’articolo! Ho un dubbio, Yoast corregge questo errore o bisogna proprio usare un plugin specifico come quelli che hai elencato?

    Grazie in anticipo

    Rispondi
  6. dice:

    Ciao,
    grazie delle dritte!
    Io ho modificato alcuni contenti del mio sito da pagine ad articoli e quindi ho diversi 404…
    c’è un modo per far puntare le vecchie url alle nuove? (senza acquistare la versione Premium di Yoast) o modificare le nuove url, forzandole ad essere uguali alle precedenti?
    grazie!

    Rispondi
  7. dice:

    Grazie per l’articolo, molto interessante. Però ho un problema: errore 500! Ho modificato l’url del sito da wp e non vedo più niente. Premetto che mi era già successo e avevo modificato wp-config inserendo le stringhe che forzavano l’indirizzo wp e url sito. Puoi aiutarmi?

    Rispondi
  8. dice:

    Grazie Andrea, ottimo consiglio, in effetti. Sceglierò Redirection.
    Già che ci siamo: all’apertura avevamo scelto una formula permalinks
    sito/anno/titolodelpost
    ora vorrei cambiarla in : sito/titolodelpost
    si può con il plugin fare tutti reindirizzamenti in una volta sola?
    tu consiglieresti questo cambio di permalinks o succedono disastri?
    Grazie mille, veramente ti sono grato per le tue risposte,
    Luca

    Rispondi
  9. dice:

    Ciao Andrea, chissà che tu non mi possa aiutare…(non ho accesso al file ht.access)
    ho circa 5.000 errori 404, dovuti al fatto che sono passato a wordpress da altro cms. Ho installato il plugin Quick Redirects (non avevo ancora visto il tuo post) che funziona molto bene per certe pagine, ma per niente su altre (forse mi da errore perchè non esistono più, ma google webmaster tools continua a segnalarli).
    A questo punto ti chiedo: è più conveniente bloccarne l’indicizzazione di ogni singola url con robot.txt o così è peggio ancora? Tu che faresti?

    Grazie, coridali saluti. Luca

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Luca,

      prima di modificare il file robot.txt, proverei ad utilizzare un altro plugin di quelli indicati nell’articolo, come Redirection.
      Fammi sapere, e grazie del tuo commento!

      Rispondi
    • dice:

      Ciao Domenico!
      Bene! Siamo davvero contenti che l’articolo ti abbia dato una dritta utile, continua a seguirci e grazie per il tuo commento.

      Rispondi
    • dice:

      Ciao Andrea, grazie per la segnalazione!

      Abbiamo rimosso il link non funzionante ;-) Se ti interessa l’ebook sui 100 plugin, ti prego di mandare un’email di richiesta a supporto[@]bestitaliandesserts.com e te lo faremo avere il prima possibile!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *