Come e perchè creare infografiche

infographics

Negli ultimi anni, le infografiche hanno guadagnato crescente popolarità. Ne hai mai sentito parlare? Oggi ti spiegherò che cosa sono, perché sono utili e come crearle usando gli strumenti a disposizione sul web.

Pensa che l’uso delle infografiche è diventato talmente apprezzato che esistono siti che si occupano esclusivamente di questo argomento. Per esempio, Daily Infographic è un sito molto popolare dove viene pubblicata ogni giorno una nuova infografica; ottimo anche per trovare ispirazione.

Cosa sono le infografiche

Essenzialmente, un’infografica è la rappresentazione in forma visiva di informazioni. Creando un’infografica l’obiettivo è, quindi, di usare elementi grafici per comunicare in modo logico ed ordinato concetti e dati. Affinché un’infografica sia efficace, è essenziale che le informazioni siano fruibili in modo immediato.

Perchè usare le infografiche

Con quasi 700 milioni di siti attualmente attivi sul web, sicuramente sarai in grado di immaginare quante informazioni sono a disposizione degli utenti di internet. Quindi, non solo per attrarre l’interesse del proprio target, ma anche per ritenerlo, è fondamentale presentare le informazioni in modo originale e, appunto, assicurandosi che siano fruibili velocemente e con grande facilità.

A questo fine, le infografiche sono perfette! Su una sola pagina, sarai in grado di comunicare una grande quantità di informazioni, senza però annoiare i tuoi lettori.

Inoltre, ti permetteranno di dare vivacità al tuo sito, utilizzando colori, immagini e elementi dinamici.

Infine, le infografiche sono una tipologia di contenuto che gli utenti della rete amano condividere; ti permetteranno di aumentare il numero di link in entrata, probabilmente il posizionamento del tuo sito, e anche il traffico che ricevono le tue pagine.

Vuoi introdurre elementi grafici accattivanti sul tuo sito web? Ecco dieci modi per utilizzare l’effetto parallasse.

Come creare infografiche efficaci

Se vuoi creare infografiche che funzionano, queste dovranno essere:

  • Originali e, se appropriato divertenti, usando combinazioni colori ed elementi grafici interessanti
  • Chiare. Concetti e dati dovranno seguire un ordine logico
  • Concise. Includi solo le informazioni strettamente necessarie e riduci il testo al minimo.
  • Facilmente condivisibili. Non dimenticare di aggiungere i link per condividere la tua infografica sui social network o via email, all’inizio e/o alla fine della tua pagina.

Ricorda questo vademecum, ti sarà molto utile.

Attenzione alla SEO

Come ho già spiegato in questo articolo sull’utilizzo delle immagini, i motori di ricerca hanno difficoltà a decifrare e, quindi, indicizzare i contenuti che non sono in forma testuale. Tra questi, anche le infografiche. Per ovviare a questo problema e far sì che, oltre ad essere condivise dai tuoi utenti, le infografiche raggiungano anche i primi posti sulla pagina SERP, assicurati di ottimizzare sia esse che la pagina su cui sono pubblicate, con meta title, meta description e parola chiave.

Inoltre, oltre a creare infografiche, considera la possibilità di farne una “trascrizione” e riportarla a fondo pagina.

A proposito di SEO, in questo articolo di HubSpot trovi 12 ottime infografiche proprio su questo argomento.

Strumenti per creare infografiche

PiktoChart

crea infografiche con Piktochart

PiktoChart è un ottimo strumento per creare infografiche utilizzando temi pre-impostati. Offre 3 livelli di membership: un piano gratuito, uno mensile ed anche uno annuale.
Il piano gratuito è limitato all’utilizzo di 7 temi; tuttavia, è perfetto per iniziare a creare le tue prime infografiche.

Infogr.am

crea infografiche con infogr.amInfogr.am ti aiuterà a trasformare i dati che hai raccolto su excel in bellissime infografiche interattive. Ti sarà senza dubbio molto utile per riassumere i risultati di una ricerca o preparare una presentazione ricca di informazioni ma allo stesso tempo coinvolgente.

Easel.ly

crea infografiche con easel.ly

Easel.ly funziona in modo similare a PiktoChart; permette di creare infografiche selezionando un tema, aggiungendo elementi grafici, personalizzandone i colori, aggiungendo numeri e testo, ecc.

Conclusione

Oggi ho introdotto come e perché creare infografiche, e ti ho presentato alcuni strumenti per crearne di molto belle; cosa ne pensi? Hai mai pensato di utilizzarle sul tuo sito? Non c’è dubbio, crearle richiede tempo ed energie, tuttavia, aiuteranno senza dubbio a diversificare i contenuti del tuo sito, ritenendo l’interesse dei tuoi lettori.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti invito a condividerlo, e se sei interessato a conoscere altre strategie utili per migliorare il posizionamento del tuo sito, attrarre più traffico e guadagnare online, a contattarci per richiedere una consulenza personalizzata; ti basterà inviare un messaggio cliccando in basso a destra o scrivendo a supporto[@]sos-wp.it.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

[PROMO LIMITATA] 50% SU HOSTING SITEGROUND + ASSISTENZA SOS WP GRATIS

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
13 commenti
    • dice:

      Ciao Francesco,
      grazie mille del tuo commento, spero di fornirti sempre guide e supporto utile!
      Grazie ancora, tiemmi aggiornato dei tuoi progressi ;-)

      Rispondi
    • dice:

      Ciao Paolo, grazie per il commento.

      Creare infografiche non è facile, però, facendo un po’ di pratica, si possono ottenere degli ottimi risultati.

      Per iniziare, ti consiglio di provare uno degli strumenti per creare infografiche gratuitamente, usando dei template esistenti.

      Scegli il template che si adatta meglio all’argomento che tratti e cerca di inserire le informazioni di un tuo articolo in un’infografica.

      Se hai articoli in cui riporti dati e statistiche, questi potrebbero essere un buon punto di partenza ;)

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *