Guide

Come pubblicizzare sito e blog in modo efficace

Devi sapere che ogni giorno migliaia di persone aprono un blog convinte di poter avere successo, ma dopo pochi mesi abbandonano i loro scopi perché non raggiungono la popolarità desiderata. Evita di arrivare anche tu a quel punto, scopri come pubblicizzare il tuo blog!

Come pubblicizzare il tuo blog in modo efficace

Vuoi pubblicizzare il tuo blog, ma non sai come attirare visitatori e potenziali clienti per diventare blogger di successo?

Creare un blog di successo è un obiettivo ambizioso, che richiede tempo e dedizione. Soprattutto, è necessario impostare fin da subito delle strategie vincenti per ottimizzare nel tempo la crescita della tua piattaforma.

Per questo motivo oggi voglio illustrarti 9 strategie che puoi adottare fin da subito per pubblicizzare il tuo blog, davvero efficaci e che non sono difficili da mettere in pratica. Saranno in grado di descriverti come diventare un blogger famoso e autorevole e ti saranno indubbiamente molto utili.

Domande? Dubbi? Perplessità? Niente paura!
La nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita è qui per te. E in più, se acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link, in esclusiva per te 32 video del nostro Corso WordPress, il più venduto di sempre.

Qui tutte le testimonianze

Come pubblicizzare il tuo blog o sito web su Internet

Vediamo insieme l’elenco che ho preparato.

1: Focalizzati su un solo argomento

argomenti blog

Tanti aprono il proprio blog scrivendo della propria vita o del mondo che li circonda, senza un indirizzo preciso: niente di più sbagliato! All’inizio potrà anche interessare a qualcuno, ma poi nessuno tornerà a visitare queste pagine.

Il primo suggerimento che voglio darti è proprio questo, non essere generico nella scelta dei tuoi contenuti.

Se vuoi trasformare il tuo spazio web in un blog di successo, e vuoi diventare un blogger autorevole, ti devi focalizzare solo su uno o al massimo due argomenti e attenerti il più possibile ad essi. Se probabilmente sai che un certo tipo di argomento ha un target limitato di utenti, puoi sempre estendere quell’argomento a un orizzonte più ampio. Ad esempio, se vuoi occuparti di moda e fashion, potrai parlare di abbigliamento ed accessori, e degli ultimi stili in arrivo, tenendo il tuo blog costantemente aggiornato con nuove notizie.

2: Fatti amici nella “blogosfera” per diventare blogger di successo

A meno che tu non abbia individuato una nicchia “non battuta”, molto probabilmente i tuoi argomenti sono sviluppati anche da altri blogger in rete. A questo punto vai nei loro blog e commenta i relativi post. Molti di essi consentiranno l’inclusione di un link con il loro nome. Questo comportamento non solo ti porterà visitatori dal loro blog ma puoi anche farti amici i proprietari degli stessi siti che potrebbero considerare di inserire link diretti a pagine rilevanti sul tuo sito.

Ovviamente, i commenti devono essere attinenti al post. È sempre necessario fornire informazioni utili al fine di attirare visitatori e non scrivere un semplice “ehi, complimenti per il post”! In questo caso verrai etichettato come spammer, e questo pregiudicherà la tua credibilità e autorevolezza nel settore. L’obiettivo è quello di posizionarti come esperto del settore, che fornisce informazioni utili ed è in grado di contribuire positivamente alla discussione. Se il tuo nome diventerà familiare per gli utenti coinvolti, è possibile che essi si rivolgeranno a te quando avranno bisogno dei prodotti e dei servizi che offri.

L’attività di più utenti che conversano potrà generare anche molti altri input per pubblicizzare il tuo blog nella maniera migliore.

Assistenza WordPress rapida e veloce con SOS WP - 2

3: Partecipa ai Blogging Support Gropus

Partecipa ad un blogging support group, come bloggers.com. Infatti su luoghi del genere hai la grande opportunità di trovare blog simili, dove tutti i membri sono inseriti in un database così come gli ultimi post inseriti nelle pagine del gruppo. Potrai trovare facilmente chi condivide nella rete gli stessi tuoi argomenti e questo potrà aiutarti a improntare strategie di comunicazione più lungimiranti e competenti.

Potrai infatti analizzare la performance dei vari contenuti sui blog dei vari autori, in modo da capire che tipo di articoli, tono e commenti interessano la tua nicchia di riferimento. Questo ti consentirà di applicare quanto appreso sul tuo blog.

4: Mantieni i visitatori sul tuo blogYet Another Related Post plugin per WordPress

Ci sono alcuni plugin o funzionalità come Yet Another Related Post, JetPack, SimpleTags che permettono di trovare contenuti relativi ai tuoi post. Ad esempio, se hai scritto un post su Cannes i tuoi visitatori troveranno una serie di 5 post relativi alla Costa Azzurra, alla Francia o a Cannes. Generalmente si presentano sotto forma di immagini che catturano l’attenzione del visitatore, inducendolo a sfogliare ulteriormente i tuoi contenuti.

È un ottimo modo per far sì che i tuoi lettori visitino le pagine del tuo sito più a lungo. Potrà anche aumentare i dati di visualizzazione dei tuoi post, migliorando così la tua reputazione sui motori di ricerca. Potrai, quindi, utilizzare un ulteriore canale per pubblicizzare il tuo blog.

Se crei dei contenuti sequenziali, che approfondiscono l’argomento trattato nel primo articolo, potrai accompagnare gli utenti nel loro percorso di acquisto e, magari, riuscire a ottenere delle conversioni.

5: Fai guest blogging

Il guest blogging su altri blog appartenenti alla tua nicchia ti darà l’opportunità di farti conoscere, sfruttando l’autorevolezza degli esperti che ti permetteranno di pubblicare i tuoi contenuti sul loro sito. MyBlogGuest rappresenta un ottimo strumento per trovare quei blog che ricercano guest writer oppure, può essere un ottimo strumento per trovare persone che scrivano guest post sul tuo blog. Ti consiglio comunque di procedere anche autonomamente, individuando le piattaforme più seguite nel tuo settore di interesse, per poi contattarle e proporre loro il tuo contributo.

Ho recentemente pubblicato alcuni consigli su come diventare un guest blogger. Prima di inviare la tua canditatura, ti consiglio sempre di fare un po’ di ricerca. Analizza quello che gli utenti cercano su Google, come altri guest blogger si comportano sui vari siti e come i lettori reagiscono ai post di autori esterni. Assicurati di comprendere a fondo lo stile del sito e quello che i suoi lettori apprezzano. Renditi, inoltre, familiare agli utenti e al proprietario del sito, intervenendo nella discussione e sui social nelle settimane precedenti.

Le persone tendono a essere più aperte e a tenere in maggior considerazione le parole degli autori che già conoscono.

6: Coinvolgi i tuoi lettori e fai in modo che commentino sul tuo blog e sui social

Se un lettore commenta un tuo post, ovviamente ha qualcosa da dire ma potrebbe anche non averlo condiviso sui social network o non aver contrassegnato il tuo articolo tra i favoriti. Se gli rispondi e soprattutto fai in modo che anche altri visitatori commentino, instauri un rapporto positivo, che ti permetterà di assistere al ritorno degli utenti sul tuo blog.

Rispondere quindi ai commenti e alle richieste di informazioni è una attività di importanza cruciale per il successo duraturo della tua piattaforma, e darti un altro strumento assai efficace per pubblicizzare il tuo blog.

Alcuni strumenti, come Disqus, ti possono aiutare a gestire i commenti. Uno dei lati positivi di questo strumento è che i commenti sono SEO friendly, quindi indicizzabili dai motori di ricerca.

Malgrado l’utilità di strumenti come Disqus, è, però, la tua partecipazione attiva quello che ti permetterà di costruire una community. Assicurati di moderare attivamente i commenti pubblicati sul tuo sito e sulle tue pagine social.

7: Aggiungi i pulsanti di condivisione ai social network sul tuo blog

Yet Another Related Post plugin per WordPress

Cosa rende un contenuto virale? Risposta semplice, la sua estrema condivisibilità. Devi fare in modo che sul tuo blog siano ben visibili e accessibili i pulsanti relativi ai canali social, per sfruttare appieno i network più diffusi della rete. Senza essere pressante, ricorda ai tuoi visitatori che sarai ben lieto se loro condivideranno i tuoi articoli sui loro canali.

Vedrai che in questo modo potrai godere di una pubblicità gratuita davvero potente, che farà lievitare le tue visualizzazioni. Un ottimo plugin che ti consiglio per installare pulsanti social è AddThis. Puoi anche scegliere uno di questi 10 bottoni social da aggiungere al tuo sito per invitare i lettori a seguirti.

8: Non scomparire.

Il blogging non è una cosa a breve termine. Devi lavorare con costanza nel tempo per poterti creare una solida base di lettori, e diventare blogger di successo. Cerca di pubblicare costantemente contenuti interessanti, accetta guest posts e soprattutto cerca di impiegare tempo ed energie a costruire il tuo network di bloggers e di link partners. I siti e i blog che ci sono da più tempo vengono di solito premiati dai motori di ricerca in quanto ad autorevolezza.

Pubblicizzare il tuo blog - strategia di lungo termine9: Altre strategie per pubblicizzare il tuo blog

Mantenere un flusso costante di contenuti sempre nuovi da pubblicizzare è difficile, specie se il tempo da dedicare al tuo sito è limitato. Ci sono delle strategie che puoi utilizzare per rinfrescare i vecchi contenuti, promuovendoli nuovamente sul tuo blog e sulle tue pagine social. Puoi, infatti, ricondividere contenuti sempre validi oppure articoli che hai aggiornato, mostrare i post popolari nella sidebar, personalizzare i link interni o avviare una strategia di email marketing.

Vuoi realizzare un blog di successo? Abbiamo creato una guida gratuita per permetterti di raggiungere questo obiettivo.

Conclusione

I contenuti hanno la loro importanza e se ottimizzati possono attirare traffico organico dai motori di ricerca. Potrai dunque pubblicizzare il tuo blog efficacemente se porrai la dovuta attenzione a questo nevralgico aspetto.

Tuttavia, abbiamo visto che per costruire la propria notorietà è necessario impiegare anche del tempo e risorse nella costruzione del proprio network con azioni mirate e strategiche. È importantissimo soprattutto tenere a mente che quando scrivi un guest post su un blog autorevole devi farlo come se stessi scrivendo per il tuo blog. Le persone, infatti, verranno sul tuo sito solo grazie ad un contenuto di qualità.

Adotti delle strategie specifiche per il tuo blog?

Facci conoscere la tua esperienza, lasciandoci un commento nel box qui sotto.

NOTA: Questa guida è stata pubblicata originariamente nel [DATA] ed è stata completamente riscritta e aggiornata per accuratezza e comprensibilità.

Registrare un dominio e uno servizio di hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

96 COMMENTI
Commenta
  1. TaiAna

    Ciao, complimenti per l’articolo :) sono alle prime armi e leggendolo mi sono fatta un’idea di come muovermi. Posso chiedere un parere? Secondo voi, è possibile pubblicizzare efficacemente un blog rimanendo in forma anonima (quindi l’utilizzo dei social)?

    Rispondi
  2. Mark

    Buongiorno,

    è possibile avere da voi una valutazione del mio blog? Prima di acquistare un dominio vorrei sapere se secondo voi che siete degli esperti, ci sono delle potenzialità o se è meglio lasciarlo così com’è cioè un semplice blog personale seguito da poche persone. Lascio il link del blog wordpress (ho anche la pagina facebook…)
    Grazie

    Rispondi
  3. Elena

    Salve, complimenti per l’articolo e per l’aiuto competente che date sempre!
    Oggi il mio blog compie 3 mesi e io sono ancora dominata dal dubbio di non essere in grado di portare avanti il mio progetto.
    So che faccio un grande errore, ma davvero non riesco a fare diversamente: il mio blog avrà svariati argomenti, ossia i miei hobby, interessi, passioni.
    Al di là di questo che, ripeto, so già essere un errore, gradirei un parere sull’impostazione data sino ad ora.
    http://www.elecsworld.com
    Grazie mille!

    Rispondi
  4. Claudia

    Grazie come sempre degli utilissimi consigli. E’ proprio vero che la costanza è importantissima, senza di lei la maggior parte delle strategie perde di valore. Ritieni che l’iscrizione alle directory abbia perso ormai il suo valore per un blog?

    Ultima domanda: Le risorse in inglese che hai proposto possono effettivamente portare benefici per un blog italiano (secondo la tua esperienza intendo)?

    Ciao Andrea!

    Rispondi
    • Team

      Ciao Claudia, si possono portarne, mentre l’iscrizione a directory specifiche non lo considero più essere un fattore importante come era in passato.

      Rispondi
  5. Francesco

    Complimenti Andrea per l’articolo avendo da poco aperto il mio blog su guide di informatica e tecnologia stò seguendo i tuoi consigli e devo dire che qualcosina si muove ti rinnovo i complimenti e naturalmente continuando a seguirti.

    Rispondi
  6. Cristian

    Ciao Andrea, complimenti per il post e grazie per la vostra disponibilità e competenza. Più volte vi ho contattato e siete sempre stati gentilissimi. L’aiuto più importante l’ho avuto quando sono passato da WordPress.com a WordPress.Org utilizzando Siteground come host.
    Continuo a seguirvi imparando sempre cose nuove.
    Volendo potete dare un’occhiata alle mie proposte di viaggi  su http://www.vivereinblu.com

    Rispondi
  7. Sullay

    Ciao Andrea,
    complimenti per i tuoi post, molto utili davvero, per chi come me è sempre alla ricerca di nuove conoscenze sul tema. Ho aperto da poco un blog sullo stile di vita sano, molto semplice ma punto sui contenuti. Ti vorrei porre una domanda, pensi sia indispensabile aprire una pagina Facebook per promuovere il blog? O posso farlo solo con altri social (twitter, pinterest, instragram)?

    Grazie mille!

    Rispondi
    • Team

      Ciao, ad oggi ci sono altri social che per alcune tipologie di sito possono essere più decisivi di Facebook.
      Ad esempio, se hai delle belle immagini da condividere, meglio puntare su Instagram o Pinterest.

      Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *