fbpx
SOS WP Logo

Chiedi un preventivo
06 92 93 90 73

Rimandare a lungo gli aggiornamenti WordPress: perché è un grave errore

Rimandare a lungo gli aggiornamenti WordPress perché è un grave errore
Tabella dei Contenuti

Rimandare a lungo gli aggiornamenti di WordPress è uno degli errori più comuni commessi dalla maggior parte degli utenti. Quindi, se anche tu tendi a ignorare le notifiche di aggiornamenti disponibili sulla tua Bacheca, sei in buona compagnia.

Ma è la cosa giusta da fare?

Forse pensi che gli aggiornamenti siano troppo frequenti, oppure adesso non hai tempo, o ancora temi che possano causare qualche problema.

Leggi questa guida per scoprire a cosa vai incontro se continui a rimandare!

Problemi di sicurezza

Problemi di sicurezza se non effettui gli aggiornamenti WordPress

Il primo grande problema a cui puoi andare incontro se rimandi a lungo gli aggiornamenti di WordPress è avere un sito più vulnerabile agli attacchi hacker.

Ogni volta che viene rilevata una falla di sicurezza nel codice di WordPress, oppure di un plugin o di un tema, gli sviluppatori si attivano subito per risolvere il problema. Modificano quindi il codice del programma e rilasciano un aggiornamento.

Sulla tua Bacheca comparirà quindi l’invito ad effettuare subito l’aggiornamento. Se segui il consiglio, il tuo sito sarà subito più protetto.

Se invece decidi di rimandare, ti metti a rischio, perché gli hacker scansionano tutti i siti creati con WordPress e individuano quelli in cui è presente la versione non aggiornata. Una volta trovati i siti più vulnerabili, lanciano il loro attacco.

Problemi di compatibilità

Come probabilmente ben sai, WordPress è creato da un team che sviluppa il core, cioè il codice che fa funzionare la base di WordPress. Esiste però una miriade di sviluppatori esterni che crea i temi e i plugin.

Il core di WordPress è in continua evoluzione e, nel momento in cui viene introdotta una nuova funzionalità, gli sviluppatori di temi e plugin devono verificare che i nuovi codici del core siano compatibili con i loro programmi.

Se vengono rilevati dei malfunzionamenti, lavoreranno per risolverli il prima possibile e quindi rilasceranno anch’essi degli aggiornamenti.

Perdita di traffico

Analisi del traffico sul sito web

Se il tuo sito non è aggiornato, i motori di ricerca potrebbero rilevare un problema di sicurezza. Nella Google Search Console, ad esempio, potresti ritrovarti un avviso all’interno della sezione Sicurezza e azioni manuali > Problemi di sicurezza che ti informa del problema.

Se non risolvi immediatamente questo errore, Google potrebbe penalizzarti duramente, perfino rimuovendo il tuo sito dall’indice.

Inoltre, anche i browser identificheranno il tuo sito come “non sicuro” e mostreranno un avviso ai visitatori, invogliandoli ad abbandonare il tuo sito (e probabilmente a non tornarci più).

Recuperare gli aggiornamenti dopo tanto tempo

Recuperare aggiornamenti WordPress

Supponiamo che sia passato tanto tempo dagli ultimi aggiornamenti che hai fatto sul tuo sito web. Ora ti sei finalmente deciso ad aggiornare il tuo sito.

Ma cosa succederà?

Più è grande il “salto” di versione, più è probabile che si verifichino problemi di malfunzionamento o perfino che il tuo sito non si veda più.

Non ti consiglio di passare in un solo colpo, ad esempio, dalla versione 4.5 di WordPress alla 6.1. Fra una versione e l’altra ci sono stati tanti cambiamenti e un passo così grande può essere rischioso.

Il mio consiglio è di effettuare gli aggiornamenti gradualmente, passando per ogni versione principale, una per una (sia del core che di temi e plugin).

Le versioni “Branch” di WordPress sono quelle in cui cambia il secondo numero, ad esempio la 5.8, la 5.9,  la 6.1 ecc. Sono quelle in cui vengono apportati dei cambiamenti abbastanza importanti.

Quando a cambiare è invece il primo numero, come la 6.0, allora ci saranno novità molto più importanti. Pensa ad esempio all’introduzione dell’editor a blocchi nella versione 5.0, che è stata una vera rivoluzione.

Ecco quindi un valido motivo per non rimandare troppo a lungo gli aggiornamenti: al momento in cui ti ritrovi a farli, il lavoro sarà molto più impegnativo.

Questa è un’idea dei passaggi che dovresti seguire:

  1. Fai un backup completo di tutto il sito, del database e dei file;
  2. Scarica tutte le versioni principali di WordPress, dei temi e dei plugin che usi;
  3. Installa ogni versione manualmente;
  4. Verifica che sul tuo sito sia tutto funzionante;
  5. Fai un altro backup e passa alla versione successiva.

E questo va ripetuto per WordPress, temi e plugin, cercando inoltre di portare avanti gli aggiornamenti in modo parallelo: non puoi fare tutti gli aggiornamenti di WordPress e lasciare i plugin obsoleti, né viceversa. I rischi che il tuo sito si blocchi diventano piuttosto elevati.

E l’unica soluzione è ripristinare un backup e ricominciare da capo!

Spero che solo l’idea di dover affrontare tutto questo ti abbia convinto a non rimandare più gli aggiornamenti!

Nonostante tutto, non sei sicuro che d’ora in poi ti occuperai della manutenzione del tuo sito WordPress?

E va bene, allora ti propongo una soluzione che di sicuro ti renderà felice!

Hosting WordPress Gestito: dimenticati degli aggiornamenti

Hosting WordPress Gestito Register.it

Se ti dicessi che esiste un modo per avere il tuo sito WordPress sempre sicuro e aggiornato, ma senza dover stare dietro tu stesso agli aggiornamenti, e senza nemmeno spendere una fortuna?

La soluzione è l’hosting WordPress Gestito di Register.it.

Se scegli un piano WordPress Gestito, gli aggiornamenti verranno effettuati dai tecnici dell’hosting e in più, se qualcosa dovesse andare storto (a volte può succedere), ci penseranno loro a ripristinare il tuo sito.

Aggiornamenti gestiti Register.it

Non trovi che sia fantastico?

Non dovrai fare assolutamente nulla, e il tuo sito sarà:

  • sempre aggiornato;
  • più sicuro;
  • sempre funzionante;
  • senza perdita di traffico;

…e il tutto con zero impegno da parte tua.

Scopri subito i piani WordPress Gestito di Register.it.

Il costo è super conveniente: con SOS WP hai uno sconto dell’80%!

Quando fare gli aggiornamenti sul tuo sito WordPress?

Ma gli aggiornamenti vanno fatti subito non appena sono disponibili?

Certi utenti WordPress (molto pochi in realtà!) sembra che quasi non vedano l’ora che sia disponibile un aggiornamento per correre subito a lanciarlo.

Altri invece sono più cauti e preferiscono attendere qualche giorno, specialmente se si tratta di aggiornamenti molto importanti, come i passaggi da una branch a quella successiva.

Io, personalmente, in genere preferisco attendere qualche giorno: se ci sono novità a livello di funzionalità, raccolgo dei feedback prima di procedere. Sto sempre attento ai forum di supporto e cerco di scoprire se qualche utente ha avuto problemi. Anche se sono problemi piccoli, ne faccio volentieri a meno!

Aspetto così che gli sviluppatori rilascino l’eventuale patch (cioè la correzione dell’errore) e che tutto sia risolto, quindi procedo tranquillamente ad aggiornare.

Però, se si tratta di un aggiornamento che riguarda la sicurezza, lo faccio immediatamente.

Conclusione

Gli aggiornamenti sono importantissimi, ti aiutano a mantenere il tuo sito WordPress sicuro e funzionante, perciò è fondamentale non trascurarli.

Se però non hai tempo di gestire questi aspetti, oppure temi che qualcosa possa andare storto, passa subito a un hosting WordPress Gestito.

E tu che tipo di utente sei?

Fai subito gli aggiornamenti oppure rimandi in continuazione?

Ti ho convinto dell’importanza degli aggiornamenti?

Fammelo sapere con un commento!

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Cosa stai cercando?

Chiamaci ora!

Hai bisogno di una mano? Il nostro team è pronto ad ascoltarti e a trovare la soluzione su misura per te. Clicca qui sotto e chiamaci per un preventivo gratuito:

SOS WP Academy

Hai già ricevuto i nostri Webinar gratuiti?

Impostazioni privacy