Hreflang: che cos’è e come si aggiunge

Immagine avatar per Andrea Di Rocco

Pubblicato da Andrea Di Rocco in

650 Visite sul post corrente.

Hreflang: che cos'è e come si aggiunge

Se stai creando un sito multilingua, probabilmente ti starai chiedendo se hai configurato tutto alla perfezione. Non solo devi tradurre tutti i contenuti e creare un pulsante per passare facilmente da una lingua all’altra, ma è fondamentale dare a Google i segnali giusti affinché interpreti correttamente la struttura del tuo sito.

Per questo, il primo passo da fare è assicurarsi di aver impostato correttamente l’hreflang in tutte le pagine.

Che cos’è l’hreflang

Esempio hreflang nella head

L’hreflang è un segnale che indica ai motori di ricerca che esistono versioni in lingue diverse di questa stessa pagina.

Preciso che l’hreflang non è un tag, come spesso si pensa erroneamente, bensì un attributo del tag link. Si trova all’interno della sezione <head> della pagina e questo è un esempio di come si presenta:

<link rel=”alternate” hreflang=”en” href=”https://miosito.it/my-english-page” />

Questo pezzo di codice si legge in pratica in questo modo:

Questa pagina ha una versione alternativa (rel=”alternate”) in lingua inglese (hreflang=”en”) che si trova a questo URL (href=” https://miosito.it/my-english-page”).

Se sei pratico di HTML, avrai sicuramente capito tutto. In caso contrario, sono certo che la tua faccia abbia assunto la forma di un punto interrogativo!

Non ti preoccupare, WordPress è uno strumento meraviglioso fatto apposta per te.

I migliori plugin multilingua per WordPress implementano l’hreflang in modo automatico, quindi non sarà necessario fare nulla.

Per assicurarti che tutto sia corretto, fai così:

  • Apri la tua pagina sul browser;
  • Clicca sulla pagina col tasto destro;
  • Seleziona “Visualizza sorgente”;
  • Cerca la sezione <head> (si trova all’inizio della pagina;
    • Verifica che al suo interno compaia il tag link con l’attributo hreflang,
      Oppure
    • Premi CTRL + F, digita hreflang nel campo di ricerca e premi invio.

Se il tuo plugin per le traduzioni non prevede l’inserimento automatico di hreflang o se non usi alcun plugin, passa subito a WPML! Funziona alla perfezione anche per gli eCommerce multilingua.

In alternativa, puoi usare il plugin HREFLANG Tags Lite, un plugin gratuito che puoi installare direttamente dalla tua Bacheca e usare in maniera molto semplice.

Come si usa il plugin HREFLANG Tags Lite

Dopo aver installato e attivato il plugin sul tuo sito WordPress, vai alla nuova voce del menu HREFLANG. Qui troverai diverse schede. In quella principale, Dashboard, potrai selezionare su quali tipi di pagine impostare l’attributo.

Configurazione plugin Hreflang Tag Lite

Ricordati di salvare sempre le modifiche prima di uscire!

A questo punto, in tutti i tipi di contenuto che hai scelto sarà presente l’attributo hreflang.

Le altre tab che trovi in questa schermata sono riservate agli utenti PRO. Vediamole brevemente, così potrai valutare se hai la necessità di queste funzionalità.

  • HTML Code Generator: Genera un codice HTML per poter inserire manualmente il tag link con hreflang in qualsiasi sito web.
  • Bulk Editor: Puoi modificare le impostazioni di hreflang di tutte le tue pagine in un unico luogo.
  • Validation Tool: Effettua una verifica sugli attributi hreflang presenti nelle tue pagine.
  • Go Pro: Attiva la versione Pro. I costi partono da 9.99$ per un sito web.

Quando bisogna usare l’attributo hreflang

È certamente ovvio che, se hai tradotto il contenuto di una pagina, l’attributo hreflang sia necessario.

Ci sono però dei casi in cui non è così scontato capire se ne hai bisogno o meno. Quindi, facciamo un po’ di chiarezza.

Ti consiglio fortemente di utilizzare l’hreflang se:

  • hai tradotto l’intero contenuto
  • hai tradotto il menu e il footer, ma non il contenuto
  • hai diverse versioni locali di una stessa lingua

In quest’ultimo caso, per esempio, hai una pagina in inglese, ma esistono anche diverse versioni: una per l’inglese britannico, una per quello americano e una per quello australiano. Qui, al codice della lingua indicato da hreflang dovrai aggiungere un trattino e la sigla della località. Esempio: hreflang=”en-gb”.

Questo tipo di struttura è frequente soprattutto quando bisogna mostrare i prezzi in valute diverse, ad esempio dollari o sterline.

Conclusione

L’attributo hreflang è molto importante per consentire a Google di indicizzare correttamente e posizionare il tuo sito multilingua. Assicurati di utilizzarlo in tutte le pagine!

Hai bisogno di altri chiarimenti sull’uso di hreflang?

Lascia un commento qui sotto e ti aiuteremo volentieri!

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *