Guide

Gutenberg WordPress: Il nuovo editor che migliora tutto

Ci siamo quasi. La grande evoluzione di WordPress è ormai pronta per essere lanciata ufficialmente. Cosa cambierà? Sarà più semplice o più complicato? E la compatibilità con i vecchi siti? Scopriamo tutti i dettagli!

Plugin Gutenberg WordPress

WordPress si prepara a una grandissima innovazione con il nuovo editor WordPress Gutenberg. Sarà pienamente operativo dalla versione 5.0, ma il plugin è già disponibile. Possiamo iniziare a prendere familiarità con questo nuovo sistema di creazione dei nostri post anche subito.

Il lancio di Gutenberg ha scosso notevolmente il mondo dei blog e la community si è divisa in favorevoli e contrari. Ci sono i paladini del progresso e i difensori della tradizione, i propensi all’innovazione e i timorosi dei problemi di compatibilità.

A parte qualsiasi opinione e dubbio che un blogger o webmaster possa avere, una cosa è certa: Gutenberg rivoluziona WordPress completamente nel modo di concepire la creazione dei post.

Vediamo subito quali sono le principali trasformazioni alle quali assisteremo.

Cosa fa l’editor WordPress Gutenberg

Gutenberg è l’evoluzione del semplice editor di testo per i contenuti. Esso è orientato, infatti, al risultato finale dell’intero progetto.

Test online dell'editor WordPress Gutenberg

I blocchi

La principale rivoluzione alla quale assisteremo è l’introduzione dei blocchi, un nuovo modo di concepire i contenuti.

I blocchi sono elementi pronti all’uso e sono innumerevoli: intestazioni, testo, immagini, tabelle, ma anche shortcodes e categorie.

I punti forza

L’editor WordPress Gutenberg nasce per semplificare e rendere accessibile a tutti la realizzazione del sito dei propri sogni. Nella pratica, avvicina il modo in cui si crea il contenuto al modo in cui viene visualizzato dagli utenti.

Perciò, lo scopo principale dell’uso dei blocchi di Gutenberg è quello di indirizzare l’attenzione di chi scrive soprattutto sul contenuto e sull’aspetto visivo. In tal modo, la parte relativa alle configurazioni sarà ridotta al minimo.

Per questo, il lavoro del blogger andrà oltre la costruzione di una semplice pagina scritta. Diventerà un compito più coinvolgente, con l’obiettivo finale di migliorare l’esperienza visiva dell’utente.

La filosofia dei blocchi, quindi, consiste soprattutto nel dare la possibilità a chiunque di elaborare un post ricco di contenuti, compresi quelli multimediali e interattivi, senza che sia necessaria alcuna conoscenza tecnica.

Infatti, utilizzando l’editor classico, se conosci un po’ di codice HTML e CSS, riuscirai ad ottenere il risultato desiderato. Ma, se non sei un esperto, talvolta potresti trovarti in difficoltà, e per questo puoi sempre avvalerti della nostra Assistenza Prioritaria Gratuita.

Però, qualunque sia l’editor che utilizzi, io suggerisco sempre di studiare i fondamenti di questi codici, che sono sempre utili. Per questo abbiamo creato dei video corsi online sulle basi di HTML e CSS.

Gutenberg ci aiuta anche sotto un altro aspetto. Hai mai notato che ogni tipo di contenuto ha bisogno di configurazioni diverse (e spesso poco intuitive)? Pensa, ad esempio, alle diverse procedure che utilizziamo per inserire un’immagine:

Come puoi vedere, si tratta di tre procedure completamente diverse, anche se portano allo stesso risultato: semplicemente inserire un’immagine!

Gutenberg semplificherà e renderà più intuitiva la creazione dell’intera pagina.

I dubbi

Come ogni grande cambiamento, anche stavolta sorgono molti dubbi.

La paura più grande, sicuramente, riguarda la compatibilità dei vecchi progetti con il nuovo sistema di creazione delle pagine.

Alcuni utenti hanno rilevato problemi nella modifica dei loro vecchi siti, poiché alcuni contenuti non vengono riconosciuti da Gutenberg. Si tratta specialmente di problemi riscontrati con meta box e campi personalizzati.

Per questo, molti temono di dover rielaborare il loro intero progetto per far sì che ogni elemento venga correttamente gestito da Gutenberg.

Si è quindi creata una sorta di movimento “Please, no core” di utenti che chiedono di non inserire il nuovo editor WordPress Gutenberg come parte integrante del CMS, ma di mantenerlo come un plugin che può essere attivato a scelta.

Gli sviluppatori hanno comunque già elaborato un plugin per disattivare Gutenberg se dovessimo incontrare problemi.

Cosa rimane del vecchio WordPress

Il supporto per tutte le funzioni delle versioni precedenti di WordPress rimarrà, e si effettuerà un aggiornamento graduale di alcune funzioni:

  • Shortcodes: continueranno ad essere supportati ed esiste il blocco Shortcode. Si potrà avere un’anteprima nell’editor.
  • Meta box: alcuni continueranno a funzionare come sempre, altri avranno bisogno di essere aggiornati, altri ancora potrebbero avere problemi di compatibilità. In questi casi, ci sarà un meccanismo che permetterà di caricare l’editor classico per evitare di perdere dati.
  • Post personalizzati: saranno supportati pienamente, ma alcuni aggiornamenti saranno necessari.

Le fasi di sviluppo

Il progetto Gutenberg si svilupperà in tre fasi:

 

  1. Integrazione in WordPress 5.0 per l’uso nei post. Questa fase è orientata all’introduzione del concetto di blocchi, per abituare gli utenti a concentrarsi sull’aspetto visivo piuttosto che sulle configurazioni.
  2. Creazione di template di pagine. Nella seconda fase, si passa dal contenuto del post alla creazione di intere pagine con l’uso dei blocchi.
  3. Personalizzazione dell’intero sito. L’ultima fase consiste nell’includere la creazione di ogni aspetto del sito tramite il concetto di blocchi.

La prima fase sta per essere attuata quest’anno, mentre la seconda e la terza dovrebbero essere realizzate l’anno prossimo.

I test

Se desideri fare delle prove prima di scaricare il plugin, esiste una Live Demo di Gutenberg attraverso la quale potrai cominciare a prendere dimestichezza con i nuovi concetti di cui ti ho parlato in questo articolo.

Per la buona riuscita del progetto e per creare uno strumento veramente utile a tutti, gli stessi sviluppatori incoraggiano gli utenti a provare lo strumento e inviare le proprie opinioni.

Essi hanno perfino elaborato dei test di usabilità di Gutenberg che chiunque può effettuare seguendo le istruzioni. Terminato il test, potrai rispondere a delle domande o entrare nella chat di WordPress dove condividere la tua esperienza.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo osservato le innovazioni a cui andremo incontro. Abbiamo parlato dei vantaggi che troveremo nella versione 5.0 di WordPress e quali sono i dubbi più diffusi tra gli utenti.

Hai già provato a usare il nuovo editor WordPress Gutenberg?

Sei entusiasta oppure sei preoccupato?

Sono veramente interessato alla tua opinione, quindi ti invito a lasciare un commento qui sotto.

Altre guide della stessa
categoria

8 COMMENTI
Commenta
  1. michele

    Io lo sto usando, e sicuramente lato design lo trovo ottimo.
    Una sola cosa . Per gli articoli che finiscono nella home page, non è più possibile inserire il “Leggi tutto” per troncare l’articolo ?

    Rispondi
  2. enzo

    Lo volevo provare ma mi dava problemi, ad esempio non riusciva a salvare e/o pubblicare i nuovi articoli.
    PURTROPPO disattivando Gutemberg e tornando al classico… NON funziona più Yoast :'(

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *