Tradurre WordPress con Poedit, file .po e .mo

Tradurre WordPress con Poedit

WordPress è disponibile in ben 46 lingue, tra cui l’Italiano.

A partire dalla versione 4.0, cambiare la lingua della piattaforma è veramente semplice: basta navigare in Impostazioni > Generali e selezionare “Italiano” per visualizzare la Bacheca e tutti i testi che fanno parte del “core” WordPress interamente tradotti.

Non finisce qui. Se imposti Italiano come lingua principale del tuo sito, quando aggiungi un plugin che è già stato tradotto, questo sarà installato direttamente nella tua lingua.

C’è però un piccolo problema, principalmente legato ai temi.

Molti dei testi che appaiono sulle pagina web provengono infatti dai file del template, piuttosto che da quelli che compongono WordPress stesso.

Sono però pochi i temi disponibili in Italiano. Piuttosto, molti template sono invece “translation-ready” (cioè, pronti per essere tradotti).

Cosa vuol dire che un tema è translation-ready? Iniziamo la guida di oggi parlando proprio di questo .

Temi Translation-Ready

Trovare un tema WordPress già tradotto è piuttosto raro.

Se vuoi che tutti i testi del tuo sito siano in italiano, dovrai quindi rimboccarti le maniche e tradurre WordPress con Poedit, file .po e .mo (approfondiremo tutta la procedura in seguito).

Se vuoi che il procedimento di traduzione sia abbastanza facile, assicurati di scegliere un tema translation-ready.

Un tema translation-ready è stato sviluppato usando il sistema di localizzazione GetText che serve, appunto, a rendere i temi WordPress facilmente traducibili. Se vuoi approfondire gli aspetti tecnici di GetText, ti consiglio di visitare questa pagina [inglese].

I temi translation-ready includono anche un file in formato .pot (Portable Object Template). Il file .pot contiene tutti i testi del tema e serve da modello base per la traduzione.

Ovviamente, prima di acquistare un tema controlla se questo è invece già stato tradotto – in questo caso, sarai stato molto fortunato: installando il tema su un sito WordPress già in italiano non dovrai fare nulla!

Se invece vuoi creare un sito multilingua, assicurati che il tema – oltre ad essere translation-ready – sia anche compatibile con WPML, il migliore plugin per creare siti in più lingue (esistono altri plugin, sia gratuiti che premium, però secondo me WPML è indiscutibilmente il migliore). Se ti interessa approfondire l’uso di WPML, leggi questa guida.

In caso di dubbio, prima di acquistare il tema contatta lo sviluppatore e chiedi se il template può essere effettivamente tradotto in italiano. Dovrai aspettare qualche ora ma almeno avrai la certezza di fare un buon acquisto.

Tradurre WordPress con Poedit, file .po e .mo

Acquistato il tema, sei pronto ad iniziare a tradurre.

Lo strumento che ti consiglio di usare si chiama Poedit – clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Poedit è un editor di testo che serve a creare, dal file .pot incluso nel pacchetto di installazione del tuo tema, i file .po e .mo che contengono la traduzione vera e propria.

Poedit è un software che devi scaricare sul tuo PC. Clicca qui per aprire la pagina di download.

Poedit è disponibile sia gratuitamente che in versione PRO al costo di $19.99. La versione pro ha alcune funzionalità aggiuntive rivolte proprio agli utenti WordPress. In breve, servono a rendere il processo di traduzione più semplice. Lo strumento stesso si occupa infatti di tutte le configurazioni.

Puoi comunque fare la traduzione in modo piuttosto semplice usando la versione gratuita.

Torniamo a noi: installato Poedit, avvia il programma e seleziona “Crea una nuova traduzione”. Quindi, trova e seleziona il file .pot già incluso nel tuo tema.

Solitamente, il file .pot si trova all’interno del pacchetto di installazione del template nella cartella Languages.

Selezionato il file, la prima cosa che devi impostare è la lingua di destinazione della traduzione. Nel menu a tendina scegli quindi Italiano.

Tradurre WordPress con Poedit selezione lingua

Ora, puoi procedere alla traduzione. Seleziona la riga del testo in inglese che desideri tradurre e digita il testo in italiano nell’area di testo in basso, quella chiamata “Traduzione:”.

Tradurre WordPress con Poedit Aree di testo

Continua così fino a quando hai tradotto tutte le stringhe di tuo interesse.

Se vuoi tradurre l’intero tema, trovi numero e percentuale di righe tradotte nella sezione di piede della finestra.

Per facilitarti il lavoro di traduzione, nella parte di destra di Poedit trovi anche alcuni suggerimenti (solitamente, quelli indicati come “traduzione umana” sono i più accurati).

Suggerimenti traduzione poedit

Terminata la traduzione, devi salvare file .po e .mo.

Al momento, stai già lavorando sul .po. Quindi, ti è sufficiente cliccare “Salva” ed inserirlo all’interno della cartella Languages, la stessa dove hai trovato il file .pot.

Quindi, tra le opzioni di salvataggio di Poedit trova “Compila in .mo. Questa opzione creerà il file .mo che da inserire sempre nella cartella Languages.

Affinché la traduzione sia visibile sul tuo sito live, devi ovviamente caricare entrambi i file all’interno del tuo spazio server – non nella cartella .zip che hai scaricato sul tuo pc.

Se hai impostato italiano come lingua del tuo sito WordPress, una volta caricati i file, il tuo tema sarà automaticamente tradotto.

Puoi seguire lo stesso procedimento per tradurre i plugin.

Conclusione

In questa breve guida abbiamo visto come tradurre WordPress con Poedit, file .po e .mo. In particolare, abbiamo visto come tradurre temi e, seguendo lo stesso procedimento, i plugin.

Come vedi, il procedimento è abbastanza semplice. Non ti resta che metterti al lavoro e tradurre il tuo tema!

Hai mai fatto questo lavoro? Usi un template già tradotto? Oppure hai deciso di mantenere alcuni dei testi in inglese?

Parliamone nei commenti!

Chiara Buzzi

Chiara Buzzi

Chiara è una blogger a tempo pieno. Esperta di content marketing, aiuta imprenditori e liberi professionisti a sfruttare la rete per promuovere online la loro attività. Quando non sta lavorando sul web, Chiara ama leggere riviste e cucinare, ed ha una strana ossessione per tutto ciò che riguarda il mondo del beauty.

PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
10 commenti
  1. dice:

    Ciao Chiara! Io non ho ben chiaro una cosa Il mio theme è tranlation ready, ovvero dotato di file.po. Io pero’ voglio creare un miltisite. Come faccio a far conincidere le traduzioni del file.po con la lingua selezionata? Io non devo campiare la lingua di wordpres, devo solo avere la traduzione delle stringhe del theme in più lingue. Grazie!! Helpp

    Rispondi
  2. dice:

    Ciao Chiara,
    anche io uso Poedit per tradurre i file .po
    ma ho una domanda, quando un tema, un plugin ecc. vengono aggiornati e questi includono nuove stinghe al file .po, come si fa ad integrare le traduzioni già fatte nel nostro file .po?.

    Spero di essere stato chiaro.
    Grazie

    Rispondi
  3. dice:

    Ciao Chiara,
    grazie per la guida, ho seguito tutto il procedimento e prodotto i file .po e .mo del mio template. Ho provato a collocare i due file dappertutto sul server ma purtroppo le traduzioni che ho fatto non vanno online.
    Le ho messe dentro wp-content/themes/nome_tema/languages, dentro wp-content/languages/themes, dentro wp-content/languages ma niente e sono piuttosto disperato.
    Ci sono accorgimenti particolari che devo adottare? Grazie per la tua risposta

    Rispondi
  4. dice:

    poedit ce l’ho installato ma non l’ho mai usato perchè non l’ho mai capito, tempo fa ho scaricato già fatti dei file .mo e.po per un plugin di annunci e funziona, adesso che cambio tema ed no un tema premium translation ready ma in inglese e wpml ready, potrei usare gli stessi file mo e po per questo tema? da calcolare che il file inizia con la sigla del plugin ovvero awpcp, perchè creare un file mo e po con poedit non so come fare per me è un programma incomprensibile, grazie.

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Dario,
      grazie del tuo commento!
      Se vuoi tradurre un nuovo tema, dovrai di conseguenza attuare una traduzione dello stesso attravero nuovi file .po e .mo.
      Vuoi anche realizzare un sito multilingua, o desideri solo tradurre il tema?
      Fammi sapere, un saluto!

      Rispondi
  5. dice:

    Salve Chiara,
    la mia domanda è la seguente:
    ho già tradotto un file con poedit, dopo un aggiornamento il tema che utilizzo e per cui avevo fatto le traduzioni, ha aggiunto righe di testo da tradurre, come faccio a importare o esportare all’interno del file nuovo, o viceversa, le traduzioni gia fatte precedentemente senza dover fare ttto dall’inizio, magari con un copia e incolla, 1250 righe ci metto un po troppo tempo!
    Grazie e buon lavoro.
    Franco

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Francesco!
      Grazie per il commento.
      Esistono tante alternative a Poedit, anche online (forse ti riferisci a Poeditor?)
      Personalmente, ho iniziato ad usare Poedit perché è lo strumento consigliato sul sito ufficiale WordPress e devo dire che non ho mai avuto problemi. E’ uno strumento piuttosto semplice però fa il suo lavoro :)
      Se ti viene in mente il nome dello strumento alternativo a cui ti stavi riferendo fammi sapere qual è, così lo testo e magari lo segnalo nella guida.
      Grazie e a presto!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *