Come eliminare un redirect nel modo corretto

Aggiornato il da | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Come eliminare un redirect nel modo corretto

Quando modifichi o elimini una pagina, il suo vecchio URL darà origine a un errore 404, non esiste più.

Per evitare che si generi questo errore, è necessario impostare un redirect 301, ossia un re-indirizzamento dal vecchio URL ad una nuova pagina, che si trova correttamente online.

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Ma cosa si può fare se un giorno decidi di ripristinare quel vecchio URL e quindi eliminare il redirect?

Questa guida ti sarà utile anche se riscontri il problema “too many redirects“, che avviene quando imposti per errore due pagine con redirect “infinito” dall’una all’altra.

Vediamo insieme cosa si può fare.

Cosa fare prima di eliminare un redirect

Per eliminare un redirect, bisogna sapere prima di tutto in che modo era stato impostato. Ci sono tantissimi modi per creare un redirect: con l’uso di un plugin, con il file .htaccess, con le funzioni dell’hosting…

Sapere in che modo hai gestito i redirect ti renderà molto più semplice eliminarli. Se non sei sicuro di come un redirect sia stato creato, dovrai esplorare all’interno delle seguenti sezioni:

  • file .htaccess
  • plugin WordPress
  • funzionalità dell’hosting

Scopriamo ora come eliminare i redirect in ciascuno di questi casi.

Eliminare un redirect dal file .htaccess

Naviga nella root del tuo sito, ossia la cartella principale, usando il file manager del tuo hosting o attraverso una connessione FTP.

Individua il file .htaccess e scaricalo sul tuo computer. Apri il file usando un semplice editor di testo (vanno benissimo Blocco Note su PC o Pages su Mac).

Al suo interno, cerca la stringa “Redirect 301”. Avrà un aspetto simile a questa:

Redirect 301 /mia-vecchia-pagina "https://miosito.it/mia-nuova-pagina"

Rimuovi l’intera riga per annullare il reindirizzamento.

Eliminare un redirect creato con un plugin

Esistono diversi plugin che ti aiutano a impostare un redirect. Alcuni sono dedicati solamente a questo scopo, come Redirection, mentre altri sono plugin con varie funzionalità, tra cui anche questa, come Yoast SEO Premium o Rank Math.

Verifica tra i tuoi plugin installati quali di essi sono in grado di creare dei redirect. Individua quindi, nell’elenco dei reindirizzamenti, quello che vuoi annullare ed eliminalo.

Se usi Redirection, troverai la lista alla voce Strumenti > Redirection. Qui potrai disattivare o eliminare un reindirizzamento, oppure modificarlo.

Se usi Yoast (versione Premium), vai su SEO > Redirect da cui potrai modificare o cancellare il reindirizzamento.

Eliminare un redirect con Yoast

Su Rank Math dovrai andare invece su Rank Math > Redirections e disattivare il redirect.

Eliminare un redirect creato con le funzionalità dell’hosting

I migliori hosting includono una sezione apposita per creare reindirizzamenti senza dover installare plugin o lavorare con i file del tuo sito.

Se hai un hosting con cPanel, come ad esempio Register.it, trovi i redirect all’interno della sezione Domini > Reindirizzamenti. Verifica se al suo interno compare quello che stai cercando e clicca su Elimina.

Contatta il supporto del tuo hosting se non trovi la sezione Reindirizzamenti.

Conseguenze dell’eliminazione di un redirect 301

A livello di SEO, è possibile che noti alcune fluttuazioni delle tue posizioni dopo aver eliminato un redirect. È normale, Google sta analizzando le tue modifiche e valutando se siano buone o meno.

Ci vorrà un po’ di tempo prima che i motori di ricerca indicizzino correttamente la vecchia URL ripristinata. Potrebbe volerci da qualche giorno a qualche settimana.

Tieni d’occhio la Google Search Console. Tra le pagine con errori e le pagine escluse (sezione Copertura), troverai Pagina con reindirizzamento. Controlla, per sicurezza, anche le pagine Non trovate (404) e le Anomalie di scansione.

Se noti che i tuoi URL ripristinati sono all’interno di queste sezioni, o ancora non sono stati correttamente elaborati da Google, oppure c’è stato un qualche errore.

Conclusione

Il fatto che i redirect si possano annullare non ti dovrebbe portare a usarli in maniera indiscriminata. Usa i reindirizzamenti di tipo 301 solo quando hai la certezza che il vecchio URL non ti serve più.

Se pensi che lo userai ancora in futuro, scegli invece un redirect di tipo 302, ossia temporaneo. Eliminare un redirect 302 è molto più rapido, poiché Google sa già che prima o poi quell’URL dovrà tornare online.

Hai avuto bisogno di eliminare un vecchio reindirizzamento?

Sei riuscito a completare l’operazione con facilità?

E dopo quanto tempo la pagina è stata nuovamente indicizzata?

Condividi con noi la tua esperienza.

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*