Come ottimizzare la homepage del tuo sito web

Immagine avatar per Andrea Di Rocco

Pubblicato da Andrea Di Rocco in

381 Visite sul post corrente.

Come ottimizzare la tua homepage

Ti sei mai chiesto come si possa ottimizzare la homepage per la SEO?

Certo, ottimizzare una pagina specifica o un articolo è abbastanza semplice…

Ok, non è proprio semplice, però, per esempio, la pagina che parla di un tuo prodotto avrà una parola chiave ben precisa che ti permetterà di comunicare a Google e agli utenti di cosa si tratta.

Lo stesso vale per un articolo del tuo blog, assicurandoti che la keyword sia presente nei punti giusti. Yoast o altro plugin SEO possono darti una mano.

Ma cosa fare nella homepage? Quali keyword devi inserire? E come fare a usare correttamente le parole chiave, senza snaturare il messaggio che vuoi comunicare ai tuoi clienti?

In questo articolo, ti spiegherò qual è il ruolo della homepage di un sito e cosa fare per ottimizzarla correttamente.

A cosa serve una homepage?

Come ottimizzare la homepage

Innanzitutto, chiariamo a cosa serve una homepage. Essendo la pagina di entrata al tuo sito, deve mostrare chi sei, cosa fai e come lo fai. Per questo, è importante che tu metta in risalto la tua mission e ciò che rende il tuo prodotto o servizio davvero unico.

Grazie alla homepage, il cliente potrà già farsi un’idea se potresti soddisfare i suoi bisogni o se sia meglio andare a cercare qualcun altro.

Non solo bisogna convincere il cliente che tu hai la soluzione al suo problema, ma dovrai anche riuscire a ispirare fiducia. Questa si ottiene in vari modi.

Per prima cosa, sfrutta le testimonianze e le recensioni. Leggendo ciò che altre persone pensano di te, e quindi presentando delle prove, l’utente capirà che stai dicendo la verità e quindi si fiderà di te.

Esistono poi degli elementi “tecnici” che sono in grado di aumentare la tua credibilità, come il certificato SSL. Se il tuo sito è contrassegnato come sicuro, grazie all’icona del lucchetto che apparirà nella barra degli indirizzi del browser, dimostrerai serietà e professionalità.

Infine, la homepage è un punto di partenza per esplorare il tuo sito web, perciò assicurati che il percorso che l’utente compirà sia chiaro e contrassegnato da indicazioni precise.

Il menu deve essere ben strutturato e le sue voci devono spiegare con chiarezza a quale sezione del sito si riferiscono.

Le call to action porteranno il visitatore su pagine particolarmente importanti, e la pagina dei contatti deve essere sempre raggiungibile con facilità.

Come si ottimizza una homepage?

Ora che abbiamo un’idea più chiara di cosa sia una homepage, possiamo riflettere su come ottimizzare questa importantissima pagina del tuo sito.

Per prima cosa, credi che sia davvero necessario focalizzarti su una keyword specifica?

In realtà non sempre è possibile. Infatti, per alcuni siti web è piuttosto complicato utilizzare la parola chiave principale all’interno del testo della homepage in modo frequente e distribuendola con regolarità.

Se non riesci ad applicare le regole di Yoast, non disperarti. Yoast aiuta, ma va usato con un po’ di flessibilità. Il fatto che la homepage abbia una struttura particolare ti impedirà inevitabilmente di raggiungere un buon punteggio.

Se vuoi posizionare una pagina per una keyword specifica, anziché pensare ad ottimizzare la homepage, concentrati piuttosto a creare una landing page. Riuscirai sicuramente ad ottenere dei risultati molto più apprezzabili.

Considera invece la home come uno strumento per rafforzare il tuo brand.

Regole SEO per la homepage

 

Ci sono comunque delle regole SEO che dovrai seguire per la tua home, molte delle quali hanno più a che fare con l’aspetto tecnico che con il puro uso delle keyword.

Contenuti

I contenuti della tua homepage dovranno essere focalizzati sul tuo brand e sulla tua unicità, cosa ti distingue dai competitor e quali sono i tuoi punti di forza.

L’uso delle parole chiave dovrà essere fatto con un po’ di buon senso, perciò non cercare a tutti i costi di inserire la keyword principale il più possibile, sfrutta invece anche le keyword correlate.

Con uno strumento professionale come SEOZoom riuscirai a trovare diverse varianti da utilizzare e a scegliere fra quelle informative e quelle transazionali, ossia fra quelle orientate verso una ricerca di informazioni e quelle più mirate all’acquisto.

Performance

Per quanto riguarda la SEO tecnica, lavora il più possibile sulle performance. Una homepage veloce e ottimizzata per dispositivi mobili sarà apprezzata sia dai visitatori, sia dai motori di ricerca.

Tieni sotto controllo i nuovi parametri usati da Google per valutare una pagina web, ossia i Core Web Vitals. In particolare, viene misurato non solo il tempo di caricamento della pagina in sé, ma anche il tempo in cui vengono caricati il primo elemento visibile e il contenuto principale, e il tempo in cui la pagina è pronta per l’interazione (clic su un pulsante, compilazione di un form ecc.).

Puoi ottenere buoni risultati utilizzando un plugin che permetta di gestire la cache e di ottimizzare i file CSS e JavaScript, ad esempio W3 Total Cache. Sfrutta anche il lazy loading delle immagini e assicurati che esse siano di dimensioni adeguate.

Struttura

Struttura della homepageCrea poi una struttura ordinata della pagina. Dividila in sezioni distinte e assegna a ciascuna di esse un titolo. Usa il titolo di livello 1 (h1) solo una volta, per identificare la sezione più importante, e usa il livello 2 (h2) per le sotto-sezioni.

Cerca inoltre di dare un senso logico all’ordine delle informazioni che presenti.

All’inizio inserisci un messaggio che metta in risalto i tuoi punti di forza. Passa poi a una spiegazione più dettagliata di ciò che offri, invitando a consultare le pagine di approfondimento (per esempio, con dei pulsanti che portano alle pagine dei singoli servizi o prodotti). Inserisci poi le testimonianze che faranno da garanzia per la tua professionalità.

SEO off-site

Per quanto riguarda invece le tecniche off-site, potrai ottimizzare la tua homepage  sfruttando i backlink. Cerca di ottenere link verso la tua homepage da siti autorevoli: avranno una grande importanza per i motori di ricerca.

Una tecnica molto efficace è quella di cercare i siti web che menzionano il tuo brand, per poi contattare i loro proprietari e chiedere di aggiungere un link alla tua homepage.

Verifica inoltre che i backlink che già hai ottenuto in passato siano corretti e tutti funzionanti.

Effettua poi un’analisi dei competitor per scoprire da dove essi ottengono i propri backlink. Potresti ottenerne uno anche tu, contattando direttamente i proprietari di questi siti e spiegando i motivi per cui un link alla tua pagina può dare maggior valore al loro contenuto.

Conclusione

La homepage è difficile da ottimizzare per una parola chiave, perché il suo scopo non è quello di posizionarsi per una specifica keyword. Ottimizza invece altri aspetti della home del tuo sito, come le performance, la struttura e i backlink. Ricorda però che il focus deve essere quello di valorizzare il tuo brand e di guidare l’utente alla conversione, che si tratti di un acquisto o di un contatto.

Anche tu hai provato in tutti i modi a ottimizzare la tua homepage per una keyword specifica?

Ora che sai qual è il vero scopo di una homepage, cambierai qualcosa nel tuo sito?

Attendo il tuo commento per discutere di questo interessante argomento!

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
8Commenti
Lascia un commento
  1. Immagine avatar per Dario De Guz
    Dario De Guz

    Ciao Andrea, nonostante non sia più un junior SEO, leggo volentieri i tuoi articoli tramite i quali riesco a trovare sempre qualche info utile e approfondimento a quello che già conoscevo.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie Dario, grazie, be’ con la SEO non si finisce mai di imparare. Buon lavoro, continua a seguirci!

  2. Immagine avatar per Luca
    Luca

    Ciao Andrea, secondo me il plugin di Yoast per un utente medio/medio basso è utilissimo in quanto almeno ti da dei riferimenti indicativi di come si sta lavorando… poi se uno è superpro lavorerà con altri metodi ma penso che saranno pochi… quindi pollice in su per questo articolo…!!!!
    Grazie…!!!

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Luca, siamo d’accordo, Yoast (ma anche altri strumenti come Rank Math) sono utili per capire quali sono i principali meccanismi della SEO on page. Naturalmente bisogna ricordare che si tratta pur sempre di “macchine” e quindi usare i loro suggerimenti con un po’ di buon senso. Grazie a te, a presto!

  3. Immagine avatar per Silvia
    Silvia

    Articolo mooolto interessante e chiarisce appunto i dubbi riguardo la SEO sulla homepage. Grazie mille Andrea!

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie mille a te, Silvia 🙂

  4. Immagine avatar per Daniele
    Daniele

    Articolo povero di contenuti, non si può sviscerare l’home page in così poco tempo. E poi dai..ancora a fissarsi con sti ‘semaforini’ di Yoast, senza un accenno a kw correlate e variazioni di kw..

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Daniele, ci dispiace che non hai trovato il nostro articolo utile. Noi prendiamo sempre le critiche in maniera costruttiva, quindi abbiamo seguito il tuo consiglio e abbiamo cercato di approfondire meglio l’argomento. Un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *