fbpx
SOS WP Logo

Chiedi un preventivo
06 92 93 90 73

Perché è importante seguire gli aggiornamenti dell’algoritmo Google

affrontare google e l'algoritmo al meglio, come strutturare contenuti che restano a galla
Tabella dei Contenuti

Periodicamente Google provoca un piccolo grande terremoto rilasciando un aggiornamento al suo algoritmo. Si tratta di momenti estremamente particolari per chiunque gestisca un sito che si trova online e da quel sito cerca di creare il proprio guadagno.

Nel passato recente ce ne sono stati alcuni che hanno avuto decisamente effetti valanga su una buona fetta di siti scombinando le carte della SERP. E in effetti tutto quello che l’algoritmo fa è decidere il posizionamento delle pagine nella SERP. Nel momento in cui cambiano le regole con cui vengono scelti i migliori e quindi il modo in cui si costruisce la lista generale di tutto ciò che c’è su internet cambiano le performance.

cosa non fare in caso di aggiornamento all'algoritmo google
Algoritmo Google e aggiornamenti. Niente panico anche se non è un’esercitazione – sos-wp.it

Conoscere e seguire anche l’evoluzione dell’algoritmo Google è importante per strutturare la tua strategia generale online. Alcuni principi rimangono uguali a loro stessi: si tratta di quei famosi principi E-E-A-T. Ma oltre a seguirli con attenzione ci sono tutta una serie di altri segnali che devi captare per affrontare le piccole grandi tempeste portate dagli aggiornamenti con una nave da crociera e non con una zattera tenuta insieme con lo scotch.

Cosa devi sapere sugli aggiornamenti Google

Il famoso algoritmo Google non è altro che un sistema automatizzato, costruito a partire da risposte umane però, che mette uno dopo l’altro i risultati che sono accomunati dalla corrispondenza più o meno stretta con quello che viene inserito nello spazio di ricerca. Tutti i possessori di un sito web fanno a gara per riuscire a piazzarsi in cima alla SERP e, quindi, trovarsi in quella prima pagina che di solito gli utenti non abbandonano mai, proprio perché Google sembra essere in grado di fornire tutte le risposte migliori in quei primi dieci risultati.

I cambiamenti che avvengono all’algoritmo portano quasi tutte le realtà online a salire o a scendere di un numero variabile di posizioni. Conoscere quindi quando viene implementato un aggiornamento dell’algoritmo è già un primo passo per sapere quando tutto il tuo piccolo mondo potrebbe essere sconvolto. L’ottovolante degli aggiornamenti non è per i deboli di cuore e soprattutto non è per chi non ha pazienza. Come sottolineato per esempio anche su Conductor, ci vuole una buona dose di pazienza per affrontare questa situazione, perché molte volte quello che si vede appena un aggiornamento viene rilasciato è uno sconvolgimento che poi però lentamente rientra: come l’acqua alta a Venezia.

come sapere quando arrivano gli aggiornamento all'algoritmo di google
Si sale e si scende con gli aggiornamenti. Per questo devi sapere quando arriveranno – sos-wp.it

Siti web che prima erano magari delegati in terza o quarta pagina si trovano improvvisamente sospinti verso i primi risultati mentre altri siti, che avevano la loro posizione stabile in prima pagina, scivolano più in basso. Ci vuole tempo perché l’algoritmo prenda il giusto passo e rimetta in ordine i contenuti in base alla loro qualità.

È chiaro che però lo scopo finale dell’algoritmo e dei suoi aggiornamenti è quello di fornire sempre i contenuti migliori agli utenti e quindi potrebbe capitare che effettivamente qualche sito fino ad allora non troppo premiato nella SERP trovi finalmente il suo spazio, nel momento in cui l’algoritmo si rende conto che è una fonte valida. Un’altra buona dose di pazienza occorre averla quando gli algoritmi non si allineano a dovere. Ed è questo per esempio il motivo per cui il rilascio avviene per fasi e non è mai subito completo.

Con un rilascio scaglionato, esattamente come succede con qualunque software, gli esperti di Google in caso di problema sono in grado di rintracciare in una quantità limitata di siti quello che non sta funzionando e fornire in maniera più tempestiva un cambiamento. Un’ultima informazione che devi tenere sempre presente è che gli aggiornamenti all’algoritmo vengono diffusi più volte nel corso dell’anno. Di solito i momenti più importanti sono quelli di marzo, agosto e ottobre in cui vengono rilasciati i famosi aggiornamenti core.

Ma, per esempio, a tal proposito vale la pena ricordare che l’anno scorso dopo l’aggiornamento core di ottobre, a novembre è stato rilasciato un altro aggiornamento core, segno che nonostante una tempistica ormai piuttosto consolidata con tre aggiornamenti importanti contornati da altri aggiustamenti, in realtà Google fa quello che deve quando deve. Per riuscire a rimanere al passo con quello che succede ci sono alcune fonti cui puoi affidarti.

Per esempio la pagina dedicata al ranking su Google Search Status Dashboard come pure una serie di profili social che aiutano, perché appartengono a chi vede da vicino Google e il suo algoritmo. I due punti di riferimento che devi avere sempre sono il profilo X di Google Search Liaison e quello di Google Search Central. Due profili che, oltre a permetterti di conoscere per tempo la diffusione degli aggiornamenti dell’algoritmo Google ti aiutano anche nel comprendere sempre un po’ di più cosa c’è dietro quello che succede ai tuoi contenuti.

E non dimenticare di seguire anche noi!

Cosa fare in caso di aggiornamento

Se viene annunciato un nuovo aggiornamento all’algoritmo Google, e di solito l’annuncio viene sempre fatto leggermente a posteriori, il primo consiglio è ovviamente quello di non perdere la bussola. Lasciarti prendere dal panico perché i tuoi contenuti improvvisamente sembrano non generare più il traffico che producevano prima non fa bene a te e non fa bene al tuo sito web.

Tieni presente quello che abbiamo già detto, ovvero che potrebbe trattarsi solo di una situazione momentanea e che nel giro di qualche giorno o qualche settimana tutto tornerà com’era prima. Ma nel frattempo che cosa devi fare oltre che aspettare che passi la pioggia? Continuare a seguire le regole fondamentali dei contenuti di Google: i principi E-E-A-T.

affrontare google e l'algoritmo al meglio, come strutturare contenuti che restano a galla
Il tuo sito galleggia o affonda con ogni aggiornamento? – sos-wp.it

Anche se forse per un po’ di tempo quello che scrivi avrà meno risonanza, perché i risultati nel SERP non saranno al loro massimo, tu continua a scrivere tenendo presente il tuo pubblico di riferimento, creando contenuti di qualità senza ricorrere a mezzucci e scorciatoie e dimostrando in tutti i modi il tuo grado di autorevolezza e di esperienza. Come accennavamo all’inizio, infatti, per quanto l’algoritmo cambi alcune cose non cambiano mai.

Se i tuoi contenuti erano validi prima, torneranno ad esserlo anche dopo l’ennesimo aggiornamento. Diverso è il discorso se dopo un periodo florido ti rendi conto che i tuoi contenuti sono stati penalizzati dall’algoritmo. In questo caso, forse, quelli che pensavi fossero ottimi risultati lo erano solo sul breve periodo. In queste situazioni quello che devi fare è quindi rivedere la tua strategia per la produzione dei contenuti in modo tale da fornire qualità reale.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Cosa stai cercando?

Chiamaci ora!

Hai bisogno di una mano? Il nostro team è pronto ad ascoltarti e a trovare la soluzione su misura per te. Clicca qui sotto e chiamaci per un preventivo gratuito:

SOS WP Academy

Hai già ricevuto i nostri Webinar gratuiti?

Impostazioni privacy