Guide

Penalizzazioni di Google: come identificarle in pochi semplici passi

Dopo l’introduzione di Penguin, molti siti web hanno riscontrato un calo nel proprio posizionamento su Google. Questo perché il motore di ricerca ha cambiato i tipi di penalizzazione. Scoprine di più.

Le penalizzazioni di Google non ti fanno dormire sonni tranquilli? Non ti preoccupare! Oggi ti spieghiamo i primi passi per determinare se il tuo sito è stato penalizzato.

Il nuovo algoritmo di Penguin è stato sviluppato per penalizzare i siti che Google ritiene essere “di bassa qualità”, cioè quelli che non seguono le istruzioni per i webmaster e che utilizzano tecniche SEO “black-hat”.

Vediamo quali sono i tipi di penalizzazioni di Google e come identificarle.

Prima di procedere però, sappi che se non hai tempo / voglia di starci dietro te, e se vuoi crescere DAVVERO sui motori di ricerca e non avere più penalizzazioni, hai a disposizione il nostro servizio di consulenza SEO e gestione campagne SEO.

Prendi subito un appuntamento telefonico gratuito con Egidio del Team di SOS WP per parlare del tuo progetto e delle tue necessità. Poi vedrete insieme quali sono i prossimi passi e i costi di gestione annessi.

Ripeto, la chiamata è rapida e gratuita e puoi fissarla da questo modulo qui.

Come identificare le penalizzazioni di Google

Penalizzazione Manuale

Se al tuo sito è stato applicato questo tipo di penalizzazioni di Google, significa che il motore di ricerca ha deciso di rimuoverlo manualmente dai suoi indici.

Google ha un team di specialisti della ricerca che si occupa di rivedere individualmente i siti e, se necessario, assegnare penalizzazioni. In questo caso non si tratta di un gruppo di siti ad essere stato rimosso dai risultati di ricerca, come nel caso che ho citato sopra dell’introduzione di Penguin. Un sito specifico viene rimosso per violazioni, come è successo di recente a un publisher di notizie che usava una ridirezione a una versione mobile del sito.

Il modo più semplice di verificare se questo è il tuo caso è di fare una ricerca del tipo: www.tuodominio.it. Se il tuo sito non appare tra i risultati, è molto probabile che sia stato rimosso manualmente. Nella maggior parte dei casi riceverai anche una notifica sulla tua pagina Webmaster Tools.

Per vederla, apri la tua Search Console, clicca su Traffico di ricerca e poi su Azioni manuali.

Azioni manuali su Google search console - penalizzazioni

Se il tuo sito ha ricevuto una penalizzazione manuale, Google ti lascerà un messaggio descrivendola. Può riguardare il tuo intero sito oppure solo una parte dei tuoi contenuti.

I tipi di azioni manuali

Le azioni manuali più frequenti possono riguardare:

  • compromissione del sito
  • spam generato dagli utenti (le sezioni generalmente più a rischio sono il forum e i commenti)
  • hosting gratuiti contenenti spam oppure puro spam (situazioni comuni a chi genera siti a scopo spam)
  • spam nel markup strutturato
  • link non naturali che rimandano al tuo sito (come link acquistati o derivanti da partecipazione a schemi di link), oppure che dal tuo sito puntano a siti esterni
  • contenuti scarni con bassissimo valore aggiunto (ad esempio pagine generate automaticamente, contenuti duplicati, appropriazione di contenuti da altri siti, pagine affiliate senza valore aggiunto o doorway)
  • cloaking o comandi di reindirizzamento non ammessi (che presentano agli utenti pagine diverse da quelle presentate a Google)
  • immagini compromesse
  • testo nascosto o uso di parole chiave in eccesso per cercare di manipolare i risultati di ricerca.

Per ciascuno di questi punti, Google suggerisce un’azione riparatrice, che puoi effettuare prima di richiedere una revisione manuale del tuo sito, sempre tramite Search Console. Se effettui una richiesta di revisione, cerca di fornire informazioni specifiche sulle azioni riparatrici che hai compiuto. Puoi ad esempio includere una lista dei siti di bassa qualità che hai rimosso dal sito, dei commenti spam che hai cancellato o del malware che hai rimosso in caso di compromissione.

Penalizzazione di Google Automatiche

Questo tipo di penalizzazioni sono invece determinate automaticamente dall’algoritmo.

Il punto di partenza per scoprire se è stata applicata una penalizzazione automatica è di visitare la tua pagina Google Analytics e analizzare i dati sul traffico organico. Confronta gli ultimi dati con quelli rilevati nello stesso giorno delle settimane precedenti o nello stesso intervallo di tempo nei mesi passati. Se riscontri una variazione significativa, potrebbe esserti stata inflitta una penalizzazione.

Ti consigliamo inoltre di escludere alcuni termini, per esempio il nome della tua attività, in modo da non includere i dati sulle ricerche indirizzate specificatamente al tuo sito.

Chiediti anche: questo è un problema che coinvolge solo il mio, o anche altri siti? Riscontri un calo solo su Google o anche su altri motori di ricerca?

Conclusione

Questi sono solo i primi passi per determinare se sono state applicate al tuo sito penalizzazioni di Google. Si tratta infatti di un problema molto complesso, determinato da una moltitudine di fattori.

Se pensi che il tuo sito sia stato penalizzato, ti consigliamo di contattarci via chat o email per cercare insieme il modo migliore di aiutarti.

Puoi prendere un appuntamento telefonico con Egidio, il nostro professionista che eroga il servizio di Consulenza SEO. Attraverso un’analisi del tuo sito e delle tue esigenze, il nostro team ti aiuterà a risolvere i tuoi problemi di SEO, in modo da migliorare l’indicizzazione del tuo sito su Google.

Se invece sei già riuscito a risolvere la tua penalizzazione, non esitare a condividere la tua esperienza lasciando un commento qui sotto.

Altre guide della stessa
categoria

24 COMMENTI
Commenta
  1. Mariangela

    Buongiorno Andrea,

    Ti contatto per il mio sito web http://www.mariangelaromanelli.com.
    Da Google search console ho notato che il numero di pagine indicizzate è calato all improvviso da 200 a 7. Non capisco a cosa sia dovuto. Probabilmente perché non avevo mai aggiunto una sitemap? O può essere dovuto a qualcos altro?Non ci sono url bloccati.
    Grazie
    Mariangela

    Rispondi
  2. Erion

    Ciao Andrea…
    Innanzitutto mi volevo complimentare del tuo articolo..
    Volevo chiederti se è possibile di scoprire quale aggiornamento di google avvenuto il 7 febbraio ha colpito il mio sito http://www.ristrutturareroma.it …..
    Su google search console non ho mai avuti messaggi spam
    Ti dico questo perché praticamente proprio da quel giorno e poi ho avuto un drastico calo di posizioni sulle serp …
    addirittura per la parola chiave principale sparito proprio dalle serp….
    Ti ringrazio in anticipo …

    Rispondi
  3. Monica

    Ciao, ho un blog di sfondi per desktop, nessuna modifica eppure si sono dimezzate le visite… temo sia una penalizzazione automatica… cosa posso fare?

    Rispondi
  4. Posizionamento Siti Web

    Ciao Andrea,

    a me è capitata una cosa strana… Ho comprato un dominio su cui ho creato un sito internet e che subito appena pubblicato ho scoperto che ha acquisito PR 1.

    Mi sono accorto che qualcosa non andava quando dopo aver fatto link building e anche ottimizzazione onsite il sito non si posizionava affato e ancora oggi non è posizionato.

    Quindi deduco che fosse stato in precedenza penalizzato… Possible? Ti è mai capitato? Sei riuscito a risolvere il problema?

    Ciao e grazie.

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao,
      il problema che dici deve essere analizzato per bene ed a fondo.
      Ti consiglio di utilizzare un tool come Fruition, per verificare effettivamente la presenza di penalizzazioni sul dominio.
      Fammi sapere, un saluto!

      Rispondi
  5. Rosario

    Come mai in 5 giorni soli mi sono ritrovato dalla 5 pagina sui motori di ricerca per la parole chiave Repubblica Dominicana a non essere più presente???

    Rispondi
  6. archimede

    Ho creato un sito con dominio wordpress e mi chiedevo come si fà ad ottimizzarlo relativamente alle ricerche di google. Con dominio wordpress non si possono utilizzare plugin e non riesco neanche a capire come inserire parole chiave e id monitoraggio di google analytics.

    Rispondi
  7. Silvia

    Sono sempre stata in prima pagina con le ricerche psicologa Torino e psicoterapeuta Torino, ora invece sono scesa in seconda per psicologa e addirittura in tredicesima per psicoterapeuta Torino, e possibile che sia stata penalizzata? Vi prego aiutatemi non riesco a capire

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Silvia,
      è difficile rispondere a questa domanda senza conoscere il tuo sito web. Da quanto noti questi cambiamenti di posizione sui motori di ricerca?
      Hai modificato qualcosa nei tuoi contenuti? Hai utilizzato dei link “sospetti” in passato?
      Fammi sapere!

      Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Enzo!
      Hai bisogno di un lavoro personalizzato per la SEO?
      Scrivi al nostro servizio di supporto, ti risponderemo al più presto.
      Un saluto ;-)

      Rispondi
  8. Antonella

    Ciao Andrea,
    Mi stavo barcamenando x capire qualcosa su wordpress che in illo tempore mi fu consigliato come tra i migliori x avere un blog
    Adesso vorrei capire come indicizzare lo stesso…. E magari aumentare la visibilità
    Hai dei post mirati da link armi x meglio capirci qualcosa???
    Grazie

    Rispondi
  9. Patrizio

    Ho creato un sito con jimdo, il sito c’è, è in rete, ma non compare in nessun motore di ricerca, e dato questo fatto, è un sito inutile se non può essere trovato o visibile.
    Come posso fare???Aiutatemi!

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *