Guide

Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Copia, “scraping”, plagio, furto, in qualsiasi modo chiamiamo il fenomeno, é una vera e propria epidemia. Un blogger o uno scrittore tiene tantissimo al proprio contenuto. Leggi di più.

Hai scoperto che un sito ti copia i contenuti? Sicuramente è stata una bruttissima sorpresa.

Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Le conseguenze dei contenuti copiati non finiscono però qui. Infatti, i motori di ricerca penalizzano i siti che propongono contenuti duplicati. Talvolta, questi siti vengono anche del tutto rimossi dall’indice.

Nella maggior parte dei casi, Google è in grado di identificare le pagine web che riportano il contenuto originale, penalizzando quindi solo i siti che riproducono le copie. È però successo che venissero penalizzate anche le fonti originali. In questo caso, quando un sito ti copia i contenuti, si pone un grosso problema anche a livello di SEO.

Non va sottovalutata anche la possibilitá di perdere autorevolezza e reputazione, per non parlare poi del fatto che si tratta di vero e proprio furto di proprietá intellettuale. Chiarire queste situazioni, per quanto possano essere solo degli equivoci, puó essere davvero complicato.

Fortunatamente, esistono diversi strumenti per trovare i contenuti duplicati e richiederne la rimozione dall’indice Google.

Anche le attività di prevenzione non sono da sottovalutare. Ne vedremo alcune nell’ultima parte di questa guida.

Trovare i siti che riproducono i tuoi contenuti

È una buona abitudine fare regolarmente ricerche su Google per verificare se ci sono altre pagine web che contengono i tuoi testi.

Crea “Google Alerts” per il tuo nome e cognome, il tuo marchio, il tuo blog o qualcosa che contraddistingue il tuo sito. Questo sistema ti aiuterá a “pizzicare” individui che fanno “scraping” o usano il tuo contenuto senza nessuna citazione.

Allo stesso tempo effettua ricerche su Google utilizzando i tuoi titoli come chiavi e paragonando i risultati con il tuo contenuto originale.

Talvolta, i siti che usano contenuti altrui non copiano però l’intera pagina. Piuttosto, solo qualche paragrafo che combinano con testi tratti da altri siti. Per questo, la ricerca manuale risulterebbe un po’ difficile.

In questo caso, Copyscape è uno strumento molto utile. È lo strumento per combattere il plagiarismo piú utilizzato e conosiuto. Offre una versione base gratuita e vari servizi aggiuntivi a pagamento.

Ricerca base

homepage copyscape usare quando un sito ti copia i contenuti

Appena arrivi sulla homepage del sito, trovi un campo dove inserire l’URL di una tua pagina e verificare se i contenuti sono presenti altrove sul web.

Il numero di ricerche gratuite giornaliere su Copyscape è limitato.

Copysentry

Se i contenuti del tuo sito vengono copiati molto spesso, potrebbe interessarti il servizio Copysentry. Questo servizio (a partire da $4.95/mese) controlla regolarmente il web e ti invia una notifica quando vengono trovati contenuti duplicati.

Copyscape Premium

Questo è un servizio di livello ancora superiore. Permette, ad un costo di 5 centesimi di dollaro per ricerca, di monitorare il web e anche verificare l’originalità di qualunque testo, anche se non già pubblicato sul tuo sito,

Infine, sul sito Copyscape è possibile scaricare banner da inserire sul tuo sito. Approfondiremo questo argomento nell’ultima sezione della guida.

Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Hai trovato un sito che ti copia i contenuti? E’ importante cercare di far rimuovere il contenuto duplicato il prima possibile. Vediamo come:

1. Per prima cosa, fai uno screenshot della pagina contenente il contenuto duplicato.

2. Contatta l’amministratore del sito web.

Segnala all’amministratore del sito che hai trovato contenuti copiati sulle pagine del suo sito.

Ovviamente, quando invii una richiesta di rimozione di contenuti duplicati indica nell’email gli URL di tutte le pagine interessate. Non è raro che chi gestisce un sito web commissioni la stesura dei testi a terzi e che questi producano contenuti copiati.

Nel migliore dei casi, riuscirai a contattare direttamente il web master e lui o lei saranno collaborativi, rimuovendo i contenuti duplicati.

Se non riesci a contattare il web master direttamente dal sito web, prova ad usare i social media.

3. Contatta il servizio di hosting usato dal sito

Se non riesci a metterti in contatto con il web master, prova a contattare il servizio di hosting.

Per prima cosa, usa lo strumento gratuito di WhoIsHostingThis per trovare il nome dell’host usato dal sito che ti copia i contenuti. Quindi, invia la tua richiesta al servizio di supporto.

Se l’host è in grado di verificare che i suoi termini di servizio sono stati violati, potrebbe decidere di rimuovere i contenuti duplicati.

4. Invia una richiesta di rimozione a Google

Se nient’altro funziona, invia una segnalazione a Google.

All’interno di Google, il copyright dei tuoi contenuti è protetto dal Digital Millennium Copyright Act, una legge statunitense che protegge la proprietà intellettuale di ciò che è pubblicato sul web.

È importante notare che quando si invia una notifica di violazione a Google (usando lo strumento per la risoluzione di problemi legali), si prende carico di tutti i danni, costi e spese legali che ne deriveranno. È quindi una misura molto seria, da adottare quando un sito copia ripetutamente contenuti e si hanno tutte le informazioni e prove necessarie per avanzare questa richiesta. Ovviamente, prima di mandare la notifica leggi attentamente i termini di servizio.

Se Google è in grado di verificare che un sito viola il Digital Millennium Copyright Act, può decidere di rimuoverlo dai propri indici o bloccarne la visibilità.

Web Scraping

Talvolta, potresti diventare vittima di attività di web scraping.

Il web scraping, spesso fatto in modo automatico, consiste nel raccogliere informazioni da molti siti web e organizzarle e riprodurle altrove.

Se noti che il sito che ha copiato i tuoi contenuti ha anche un posizionamento superiore al tuo, puoi inviare uno scraper report per segnalare il problema.

Deterrere chi vuole copiare i contenuti

Talvolta, ottenere la rimozione di contenuti duplicati può risultare difficile. Per questo, è sempre meglio cercare di deterrere chi vuole copiare i tuoi testi.

Banner Copyscape

Come già anticipato, sul sito Copyscape c’è una pagina dove scaricare banner di diversi colori e misure.

Semplicemente, scagli uno di questi banner ed aggiungilo in fondo alla tua sidebar, in modo che sia sempre visibile a lato delle tue pagine e post.

In questo modo, tutti i tuoi utenti sapranno che monitori regolarmente il web con Copyscape.

banner copyscape

Un altro strumento utile, già approfondito con una guida specifica su questo blog, è WP-Copyprotect. Una volta installato, non permette di copiare i contenuti del tuo sito, disattivando le funzionalità del tasto destro del mouse. 

Conclusione

Controllo attivo sul web e l’utilizzo di tool opportuni sono la chiave della protezione contro il plagio. Per evitare incidenti, impara anche a citare correttamente il contenuto di altri bloggers. Il web é costruito tramite links, quindi fino a quando citi la provenienza ed utilizzi il contenuto correttamente non avrai problemi. Ricorda anche che scopiazzare il contenuto altrui per poi modificare qualche parola, costituisce comunque plagio.

Ha lavorato duramente per creare il tuo contenuto, dedica lo stesso impegno all sua protezione e a combattere per un web privo di plagio!

Nella guida di oggi abbiamo visto cosa fare quando un sito ti copia i contenuti, e come prevenire questo problema.

La cosa più importante, è comunque tenere sempre gli occhi aperti, sia sui motori di ricerca che sui social network. Se noti che un utente pubblica regolarmente contenuti dai titoli simili a quelli del tuo blog, clicca sui link e leggi gli articoli: potrebbero essere proprio i tuoi!

Ti è mai capitato di trovare un sito che ti copia i contenuti? Come hai risolto il problema? Da allora, cosa hai fatto per evitare di avere nuovamente questo problema? Fammelo sapere nei commenti.

 

Altre guide della stessa
categoria

21 COMMENTI
Commenta
  1. Cosina

    Il problema è quando ti copiano le idee e le riportano con parole diverse. Per esempio, a me è capitato con una ricetta. Ho pubblicato anni fa un trucco molto particolare per ottenere un determinato risultato. Questo trucco è stato copiato già tre volte in articoli differenti da persone che se ne attribuiscono la paternità e, come successo ad altri, ottenendo posizioni migliori della mia nella ricerca. Il mio articolo non è stato copiato letteralmente, ma è stata copiata l’idea. In questo caso, cosa si può fare? Non molto temo..

    Rispondi
    • Team

      Ciao, purtroppo questo non è evitabile. Puoi però proteggere con password eventuali contenuti che vuoi solo condividere con determinati utenti. Hai mai provato a farlo? Magari, lasciando pubblica solo una anteprima.

      Rispondi
  2. Fabrizio Melis

    Ciao a tutti,
    a proposito del commento di Franci, ma scusate sbaglio o già da qualche tempo è competente AGCOM per i contenuti duplicati? secondo me ti conviene fare la segnalazione di quello che sta succedendo direttamente a loro, penso che intervengano nei confronti del webmaster o comunque dell’ amministratore delo spazio web che pubblica i tuoi contenuti copiati…

    Rispondi
  3. Franci

    Ciao Andrea.
    Purtroppo pare che ultimamente chi copia sia premiato.
    Ti faccio 2 esempi.
    1)Tempo fa ho “beccato” con Copyscape un mio articolo che era al primo posto copiato.Ho contattato il webmaster e almeno mi sono fatta attribuire la fonte dofollow.
    Ieri ho controllato la posizione del mio post dopo mesi: il mio post è al terzo posto, mentre quello con copiato con il link a me….al secondo. :-(
    2) Una tipa che scrive per un sito molto noto e forte copia regolarmente i miei articoli.Ho contattato il proprietario che si è scusato e li ha fatti rimuovere, dicendomi che il link dofollow non lo dà a nessuno.Il mese scorso ne ribecco 2 e ricontatto il proprietario che mi dice che li avrebbe fatti rimuovere.Uno è stato rimosso, ma l’altro ( è al primo posto mentre il mio originale è al quinto) no.
    Posso richiamare il proprietario che mi dirà che lo farà rimuovere, ma…campa caval che intanto incassano.;-)Nel frattempo la tizia mi copia, stavolta sul suo sito personale, un altro post.Scrivo e, non solo non ricevo alcuna risposta, ma il post copiato è sempre lì. Pare anche che la tizia abbia detto che ormai Google premia il più forte e se ne frega se un articolo è copiato e che le cause non le fanno paura, perché costano soldi a chi le fa, non portano mai a niente e lei non ha nulla da perdere.Purtroppo, dai fatti, pare proprio che i motori premino il più forte e questo non va per niente bene

    Rispondi
  4. Marcella Rizzotto

    Ciao Andrea, se invece di copiare il contenuto di un articolo creo, dal mio sito o pagina FB, il link che rimanda al sito del blogger in questione cosa succede? E’ furto pure questo o ci guadagno qualcosa in termini di visibilità?

    Rispondi
    • Team

      Ciao Marcella, non è furto, ma è buona norma (anche per la SEO) linkare a contenuti autorevoli. Fai in modo quindi di inserire link rivolti a contenuti/siti di valore, con una buona Domain Authority.

      Rispondi
  5. Michele

    Ciao Andrea. Quindi , in pratica, io non posso nemmeno citare le prime righe di un articolo ( preso ad esempio dal tuo Blog), citandone la fonte e poi rimandando proprio al tuo sito per la lettura completa ?

    Rispondi
  6. Veronica Lora

    Ciao Andrea,

    mi sono trovata anch’io in questa situazione e ho trovato la tua guida davvero utilissima!!
    Grazie per averla postata!
    Se non è un problema, posso condividerla sul mio blog ovviamente citando la fonte ;-)?!

    Grazie ancora, a presto!
    Veronica

    VL Production

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Veronica,
      segnala solo un estratto, altrimenti Google penalizza entrambi ;-)
      Indica il link al post, per far continuare ai tuoi utenti la lettura.
      Un saluto, e grazie a te!

      Rispondi
  7. Riccardo Di Pasquale

    È lecito copiare sul proprio sito il testo di una quarta di copertina (l’ultima faccia della copertina di un libro, usata oggi a scopo promozionale)?

    Rispondi
  8. Salvo

    Salve,

    capita di dover trattare ogni giorno nei miei articoli gli stessi argomenti e di rielaborare testi di promozioni e offerte che vengono pubblicati su un sito e che nel tempo si ripetono. Di solito, dopo che creo l’articolo, uso copyscape per verificare se vi sono ripetizioni di parole, frasi o espressioni.

    Copyscape, quasi sempre, dopo la scansione mi dice che non trova risultati presenti sul web. Quindi i testi sono al 100% originali. Solo dopo la scansione invio i contenuti al cliente.

    Mi chiedevo se può bastare l’utilizzo di Copyscape per stare tranquilli ed evitare ripetizioni che possono portare ad eventuali penalizzazioni da parte di Google.

    Grazie in anticipo per la vostra risposta.

    Saluti

    Salvo

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao Salvo,
      Copyscape ti fornisce delle info sulla presenza o meno di contenuti duplicati con un buon margine di sicurezza.
      Grazie del tuo commento, continua a seguirci!

      Rispondi
  9. Forty Zone

    Grazie Andrea,
    c’è un sito che ha copiato un mio articolo.
    Dopo la richiesta di rimozione, l’autore l’ha semplicemente modificato ed accorciato.
    Facendo le stesse query su Google, il mio articolo è primo, e il suo è comunque secondo.
    Visto che ho in programma di trasferire il sito su un nuovo dominio, volevo chiederti se poi i motori di ricerca possono credere che sia stato io a copiare, e quindi penalizzarmi…

    Grazie ancora :)

    Rispondi
    • Andrea Di Rocco

      Ciao!
      Non puoi richiedere la rimozione completa del post? Almeno, il post cita la tua fonte e rimanda al tuo link completo?
      Se si stratta di un solo articolo incriminato, comunque, non credo che farà molti danni sull’indicizzazione generale del tuo nuovo sito.
      Un saluto!

      Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *