Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Aggiornato il da | 18 commenti | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Hai scoperto che un sito ti copia i contenuti? Sicuramente è stata una bruttissima sorpresa.

Le conseguenze dei contenuti copiati non finiscono però qui.

È inoltre successo che venissero penalizzate anche le fonti originali senza averne alcuna colpa? Oltre il danno anche la beffa!

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Infatti, i motori di ricerca penalizzano i siti che propongono contenuti duplicati. Talvolta, questi siti vengono anche del tutto rimossi dall’indice.

Nella maggior parte dei casi, Google è in grado di identificare le pagine web che riportano il contenuto originale, penalizzando quindi solo i siti che riproducono le copie.

In questo caso, quando un sito ti copia i contenuti, si pone un grosso problema anche a livello di SEO.

Non va sottovalutata anche la possibilità di perdere autorevolezza e reputazione, per non parlare poi del fatto che si tratta di vero e proprio reato di violazione di copyright.

Chiarire queste situazioni, per quanto possano essere solo degli equivoci, può essere davvero complicato.

Fortunatamente, esistono diversi strumenti per trovare i contenuti duplicati e richiederne la rimozione dall’indice Google.

Anche le attività di prevenzione non sono da sottovalutare. Ne vedremo alcune nell’ultima parte di questa guida.

Se vorrai approfondirne altre, puoi porre le tue domande nel nostro gruppo Facebook TUTTO SEO, un luogo dove ci si aiuta e ci si confronta su tutte le tematiche relative alla SEO.

In questa guida, ti indico alcuni suggerimenti su come comportarti in caso di violazione del copyright, ma ti consiglio di rivolgerti ad un legale per avviare tutte le procedure necessarie in modo corretto e senza rischi.

Trovare i siti che riproducono i tuoi contenuti

Trovare i siti che riproducono i tuoi contenuti

È una buona abitudine fare regolarmente ricerche su Google per verificare se ci sono altre pagine web che contengono i tuoi testi.

Crea Google Alerts per il tuo nome e cognome, il tuo marchio, il tuo blog o qualcosa che contraddistingue il tuo sito.

Questo sistema ti aiuterà a “pizzicare” individui che fanno “scraping” o usano il tuo contenuto senza nessuna citazione.

Allo stesso tempo effettua ricerche su Google utilizzando i tuoi titoli come chiavi e paragonando i risultati con il tuo contenuto originale.

Talvolta, i siti che usano contenuti altrui non copiano però l’intera pagina.

Piuttosto, solo qualche paragrafo che combinano con testi tratti da altri siti. Per questo, la ricerca manuale risulterebbe un po’ difficile.

In questo caso, Copyscape è uno strumento molto utile.

È lo strumento per combattere il plagio, piú utilizzato e conosiuto. Offre una versione base gratuita e vari servizi aggiuntivi a pagamento.

Ricerca base su Copyscape

Copyscape per trovare contenuti copiati

Appena arrivi sulla homepage del sito, trovi un campo dove inserire l’URL di una tua pagina e verificare se i contenuti sono presenti altrove sul web.

Il numero di ricerche gratuite giornaliere su Copyscape è limitato.

Copysentry

Copysentry

Se i contenuti del tuo sito vengono copiati molto spesso, potrebbe interessarti il servizio Copysentry di Copyscape.

Questo servizio (a partire da $4.95/mese) controlla regolarmente il web e ti invia una notifica quando vengono trovati contenuti duplicati.

Copyscape Premium

Questo è un servizio di livello ancora superiore.

Permette, ad un costo a partire da 3 centesimi di dollaro per ricerca, di monitorare il web e anche verificare l’originalità di qualunque testo, anche se non già pubblicato sul tuo sito,

Infine, sul sito Copyscape è possibile scaricare banner da inserire sul tuo sito.

Approfondiremo questo argomento nell’ultima sezione della guida.

Cosa fare quando un sito ti copia i contenuti

Hai trovato un sito che ti copia i contenuti? È importante cercare di far rimuovere il contenuto duplicato il prima possibile. Vediamo come:

1. Salva una prova

Per prima cosa, fai uno screenshot della pagina contenente il contenuto duplicato.

2. Contatta l’amministratore del sito web

Segnala all’amministratore del sito che hai trovato contenuti copiati sulle pagine del suo sito.

Ovviamente, quando invii una richiesta di rimozione di contenuti duplicati indica nell’email gli URL di tutte le pagine interessate.

Non è raro che chi gestisce un sito web commissioni la stesura dei testi a terzi e che questi producano contenuti copiati.

Nel migliore dei casi, riuscirai a contattare direttamente il web master e lui o lei saranno collaborativi, rimuovendo i contenuti duplicati.

3. Contatta il servizio di hosting usato dal sito

Contatta il servizio di hosting usato dal sito

Se non riesci a metterti in contatto con il web master, prova a contattare il servizio di hosting.

Per prima cosa, usa lo strumento gratuito di WhoIsHostingThis per trovare il nome dell’host usato dal sito che ti copia i contenuti.

Quindi, invia la tua richiesta al servizio di supporto.

Se l’host è in grado di verificare che i suoi termini di servizio sono stati violati, potrebbe decidere di rimuovere i contenuti duplicati.

Puoi anche trovare l’indirizzo completo di un sito attraverso una ricerca approfondita su Whois Lookup.

4. Invia una richiesta di rimozione a Google

Se nient’altro funziona, invia una segnalazione a Google.

All’interno di Google, il copyright dei tuoi contenuti è protetto dal Digital Millennium Copyright Act, una legge statunitense che protegge la proprietà intellettuale di ciò che è pubblicato sul web.

È importante notare che quando si invia una notifica di violazione a Google (usando lo strumento per la risoluzione di problemi legali), si prende carico di tutti i danni, costi e spese legali che ne deriveranno.

È quindi una misura molto seria, da adottare quando un sito copia ripetutamente contenuti e si hanno tutte le informazioni e prove necessarie per avanzare questa richiesta.

Ovviamente, prima di mandare la notifica leggi attentamente i termini di servizio.

Se Google è in grado di verificare che un sito viola il Digital Millennium Copyright Act, può decidere di rimuoverlo dai propri indici o bloccarne la visibilità.

Web Scraping

Web Scraping

Talvolta, potresti diventare vittima di attività di web scraping.

Il web scraping, spesso fatto in modo automatico, consiste nel raccogliere informazioni da molti siti web e organizzarle e riprodurle altrove.

Se noti che il sito che ha copiato i tuoi contenuti ha anche un posizionamento superiore al tuo, puoi inviare a Google una richiesta per la rimozione del contenuto.

Deterrere chi vuole copiare i contenuti

Talvolta, ottenere la rimozione di contenuti duplicati può risultare difficile.

Per questo, è sempre meglio cercare di deterrere chi vuole copiare i tuoi testi.

Come già anticipato, sul sito Copyscape c’è una pagina dove scaricare banner di diversi colori e misure.

Semplicemente, scegli uno di questi banner ed aggiungilo in fondo alla tua sidebar, in modo che sia sempre visibile a lato delle tue pagine e post.

In questo modo, tutti i tuoi utenti sapranno che monitori regolarmente il web con Copyscape.

Banner copyscape: Proteggiti se un sito ti copia i contenuti

Un altro strumento utile è WP Content Copy Protection & No Right Click.

Una volta installato, non permette di copiare i contenuti del tuo sito, disattivando le funzionalità del tasto destro del mouse.

Conclusione

Controllo attivo sul web e l’utilizzo di tool opportuni sono la chiave della protezione contro il plagio.

Per evitare incidenti, impara anche a citare correttamente il contenuto di altri bloggers.

Il web è costruito tramite links, quindi fino a quando citi la provenienza ed utilizzi il contenuto correttamente non avrai problemi.

Ricorda anche che scopiazzare il contenuto altrui per poi modificare qualche parola, costituisce comunque plagio.

Ha lavorato duramente per creare il tuo contenuto, dedica lo stesso impegno alla sua protezione e a combattere per un web privo di plagio!

Nella guida di oggi abbiamo visto cosa fare quando un sito ti copia i contenuti, e come prevenire questo problema.

La cosa più importante, è comunque tenere sempre gli occhi aperti, sia sui motori di ricerca che sui social network.

Se noti che un utente pubblica regolarmente contenuti dai titoli simili a quelli del tuo blog, clicca sui link e leggi gli articoli: potrebbero essere proprio i tuoi!

Ti è mai capitato di trovare un sito che ti copia i contenuti?

Come hai risolto il problema?

Da allora, cosa hai fatto per evitare di avere nuovamente questo problema?

Fammelo sapere nella community dedicata alla SEO, TUTTO SEO.

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

  1. Immagine avatar per Raffaele
    Raffaele

    ciao.
    Nel mio caso, un sito do origine ignota, Pakistano, Indiuano, non so, copia continuamente i miei contenuti. Ovviamente quelli che per me sono link interni che rimandano ad altri articoli, per il sito copione sono link esterni che portano al mio sito.
    Insomma é evidente visionando i due siti, chi copia chi. Anche perché il sito copione non è in lingua Italiana.
    Ho provato a contattare l hosting del sito per fa rimuovere i contenuti copiati, mi hanno risposto, che mi serve il copiright, che non ho. Io infatti scrivo e pubblico, pensavo fosse automatico.
    Poi dicono che mi serve una firma digitale, e nemmeno so cisa sia.
    Alla fine mi è passata la voglia. Ora la domanda è.
    Devo preoccuparmi lato SEO e Google, nonostante è EVIDENTE si per la lingua del sito, sia per i link che richiamano altri miei articoli che portano al mio sito, sia che in alcuni articoli all’ inizio nomino sempre il nome del sito.
    ??????

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Raffaele, ci dispiace per la tua situazione. Ti consigliamo di fare una segnalazione a Google per violazione di Copyright come spiegato su questa pagina. Inserisci poi un’informativa sul tuo sito in cui sottolinei di avere la paternità dell’opera e che ogni ‘prelievo’ è una violazione dei diritti di autore. Non ti serve registrare le tue opere da nessuna parte, insomma. Questo purtroppo non può fermare i malintenzionati, ma almeno ti permette di fare un po’ di prevenzione. Restiamo a disposizione se hai altri dubbi, un saluto!

  2. Immagine avatar per Samuel
    Samuel

    Ciao Andrea/Team.
    Mi piacerebbe ricevere una vostra opinione in merito a cosa fare se in diversi siti ci copiano il contenuto.

    C’è un modo per far capire a Google che il contenuto originale è quello del mio sito? Potrebbe avere senso far linkare da alcuni siti la pagina del sito originale o, dato che comunque la proprietà dei contenuti non è fattore di ranking, è meglio semplicemente far rimuovere il contenuto copiato?
    Come muoversi se non ci si riesce?

    Poi vorrei capire quali strumenti adottare qualora il copiatore questionasse l’originalità dei testi. C’è solo web archive come strumento che “fotografa” il sito, o ci sono altri strumenti in grado di dimostrare chi è stato il primo a produrre un contenuto?
    Grazie mille 🙂

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Samuel, si potrebbe applicare uno script preciso per la dicitura del copyright. Ciò vuol dire che con questo codice quando la prossima volta l’utente copierà un tuo contenuto e lo incollerà da un’altra parte apparirà una specifica dicitura in più alla fine della frase copiata. Ovviamente questa frase ti permette di essere un po’ più tutelato, ma nulla leva all’utente di rimuoverla una volta incollata. È comunque una cosa in più che ti consigliamo.

  3. Immagine avatar per Giulio
    Giulio

    Salve a tutti ragazzi e complimenti per la chiarezza dell’articolo.
    Come comportarsi se il plagio si inserisce all’interno di un articolo più ampio e viene parzialmente rielaborato?
    Mi spiego meglio: ho redatto diversi anni fa un articolo su un contenuto di nicchia molto ricco di informazioni. Recentemente un altro sito ha inserito un articolo sullo stesso tema prendendo dal mio “pezzi” di articolo, sostituendo semplicemente qualche articolo o adoperando saltuariamente qualche sinonimo. La struttura e le informazioni sono le stesse, prova ne è che hanno perfino inserito le mie considerazioni personali sull’argomento (quelle almeno dovrebbero essere soggettive). Purtroppo questo articolo ha soppiantato dalla prima posizione in SERP il mio, sebbene sia stato scritto dopo. Pensate possa fare qualcosa?

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Giulio, puoi contattare il proprietario del sito e rivendicare (prove alla mano) che sono stati presi dei contenuti senza citare la fonte. Crediamo sia la prima cosa da fare.

  4. Immagine avatar per marco
    marco

    Ciao e complimenti per gli ottimi articoli che pubblichi sempre
    La mia domanda relativa al plagio è:
    se io prendo un articolo in una lingua straniera e lo traduco in italiano, può essere considerato plagio?
    E se invece che pubblicare la traduzione letterale modifico un po’ l’articolo?
    Grazie

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Marco, non è plagio se citi la fonte originale. Dovresti però tradurre il testo fedelmente, senza tue ulteriori interpretazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*