fbpx
SOS WP Logo

Chiedi un preventivo
06 92 93 90 73

Come usare Keyword Opportunity e Keyword Difficulty nella scelta delle tue parole chiave

Come usare Keyword Opportunity e Keyword Difficulty nella scelta delle tue parole chiave
Tabella dei Contenuti

Quando effettui una ricerca delle parole chiave più adatte al tuo sito web, la prima cosa che vai a controllare è sicuramente il volume di ricerca. Dopo mille fogli Excel e qualche notte insonne, hai capito come trovare l’equilibrio tra alti e bassi volumi di ricerca. Ma non è finita qui!

Ora c’è da fare l’equilibrista fra altri due concetti cruciali per la tua strategia SEO: la Keyword Opportunity e la Keyword Difficulty.

Si tratta di due parametri che vengono utilizzati da diversi strumenti di analisi keyword e in questo articolo vediamo cosa sono e come sfruttarli per selezionare le parole chiave migliori per il tuo sito web.

Cos’è la Keyword Opportunity

La Keyword Opportunity è un valore da 0 a 100 che indica la possibilità di avere successo con la parola chiave da te selezionata. Si riferisce a quanto sia probabile che tu riesca a raggiungere un pubblico specifico, ottenere un buon posizionamento e attirare un buon volume di traffico.

Non tutti gli strumenti SEO per le parole chiave usano questo valore, ma lo trovi di certo all’interno di SEOZoom.

La Keyword Opportunity è un valore legato a vari fattori, per esempio:

  • Al numero di ricerche mensili per una specifica parola chiave;
  • All’affinità della parola chiave con il tuo settore o la tua nicchia;
  • All’intento di ricerca;
  • A quanto siano ottimizzate le pagine già posizionate;
  • All’authority dei domini già posizionati.

Parole chiave con un’alta Opportunity indicano quindi un grande potenziale e la possibilità di attirare un volume di traffico sostanzioso, perché molte persone sono interessate all’argomento.

Inoltre, chi si è già posizionato forse non sta applicando le migliori strategie SEO o ha scarsa autorità, quindi potrebbe essere facile superarli.

Se l’Opportunity è bassa, invece, significa che l’interesse nei confronti dell’argomento è scarso, forse quella determinata keyword non rappresenta l’intento di ricerca o magari le pagine nelle prime posizioni sono talmente ottimizzate che sarà molto dura fare di meglio.

Ma prima di tuffarti a bomba sulle keyword con Opportunity alta, c’è da valutare anche la Keyword Difficulty.

Cos’è la Keyword Difficulty

Esempio di Keyword Difficulty su SEMRush

La Keyword Difficulty è un altro valore da 0 a 100 che indica quanta competizione c’è per quella parola chiave. Ci dice, cioè, quanto sia difficile raggiungere buone posizioni per quella keyword.

Questo dato è disponibile nella maggior parte degli strumenti per l’analisi delle parole chiave, come SEMRush.

Anche la Keyword Difficulty dipende da un insieme di fattori, come:

  • Quanta concorrenza esiste per quella parola chiave;
  • Quanto sono competitivi i domini già posizionati;
  • Qual è la tua autorità online;
  • Quali contenuti già ottimizzati esistono sul web per quella keyword;
  • Quanto traffico ricevono i tuoi competitor.

Una parola chiave con un’alta Difficulty potrebbe essere molto utilizzata, e per di più da siti web che hanno un grande “potere SEO” (come i big dell’e-commerce o fonti di informazione estremamente autorevoli).

Se la Keyword Difficulty è bassa, invece, la competizione è minima e potresti riuscire a raggiungere ottimi risultati con poco sforzo.

Come scegliere le keyword in base a Opportunity e Difficulty

La scelta migliore in assoluto è, ovviamente, trovare delle parole chiave che abbiano un’alta Keyword Opportunity e una bassa Difficulty. Ma il mondo non è sempre tutto rosa e queste parole chiave sono sempre più rare.

Se ti imbatti in parole chiave con bassa Opportunity e alta Difficulty, e tu stai iniziando o ancora hai poco traffico, anziché scartarle a priori perché tanto “non ce la farò mai”, guarda un po’ più avanti, pensa a lungo termine. Chiediti se potrebbero aiutarti a guadagnare autorevolezza nel tempo.

Partendo da queste, esplora anche le opportunità delle parole chiave a coda lunga, correlate o un po’ più di nicchia che riuscirebbero a raggiungere un pubblico target interessato ad aspetti specifici dell’argomento.

Usare il metodo dei contenuti Cornerstone in questo caso può essere molto utile, poiché potresti riuscire a ottenere un buon posizionamento sulle keyword più difficili grazie al “supporto” degli articoli correlati ottimizzati per parole chiave più semplici.

Se invece hai già un sito ben avviato, con molto traffico e un buon posizionamento, tentare la strada delle keyword un po’ più toste potrebbe rivelarsi una strategia vincente, anche se non sempre i risultati arrivano all’istante.

Conclusione

La vera parola chiave in questo argomento è “equilibrio”, come molto spesso avviene nella SEO. Un buon equilibrio tra Keyword Opportunity e Keyword Difficulty, rapportato al tuo caso specifico, si rivelerà una strategia vincente.

Qualche volta, soprattutto all’inizio, ti capiterà di pendere più da una parte o dall’altra, e di riscontrare delle difficoltà o di non raggiungere i risultati sperati.

Tieni duro e continua a testare!

Con un po’ di pazienza e qualche consiglio di un esperto, troverai sicuramente il modo di avere successo con il tuo business online.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Hai già ricevuto i nostri Webinar gratuiti?

Impostazioni privacy