SEO internazionale step by step

SEO internazionale step by step

Per fare in modo che il tuo business possa espandersi in tutto il mondo, per prima cosa devi sicuramente tradurre il tuo sito in tutte le lingue che ti interessano.

Ma come fare ad ottenere buoni risultati nei motori di ricerca stranieri?

Bisogna applicare le migliori regole per la SEO internazionale!

In questa guida ti spiegherò gli 8 passi fondamentali per ottimizzare il tuo sito multilingua e far crescere la tua attività online.

PASSO #1

Scegli la struttura URL per il tuo sito multilingua

Scegli la struttura URL per il tuo sito multilingua

La prima cosa da fare quando crei un sito multilingua è scegliere una struttura URL adatta.

L’URL delle tue pagine deve indicare chiaramente qual è la lingua che viene visualizzata e questo può essere fatto in vari modi.

  • Con un dominio geografico specifico: www.miosito.it – www.miosito.de – www.miosito.es;
  • Con domini diversi: www.miosito.com – www.mywebsite.com – www.monsite.com;
  • Con i sottodomini: de.miosito.com – es.miosito.com – fr.miosito.com;
  • Con le sottocartelle: esempio.com/it/ – esempio.com/fr/ – esempio.com/es/.

Nei primi due casi, avrai bisogno di acquistare un dominio per ciascuna lingua in cui intendi tradurre il tuo sito.

Le soluzioni più pratiche sono quelle con sottodomini o sottocartelle.

Da evitare assolutamente sono le forme del tipo miosito.it?lang=en, cioè con il simbolo ? e la variabile che indica la lingua: i motori di ricerca non amano questa struttura.

PASSO #2

Traduci le keyword

Traduci le keyword

Se hai già creato il tuo sito in italiano, è molto probabile che tu ti sia già dedicato alla ricerca keyword.

A questo punto, dovrai tradurre i contenuti, e quindi… basterà semplicemente tradurre anche le keyword?

In realtà una traduzione letterale delle keyword potrebbe portare risultati poco soddisfacenti.

Infatti, uno stesso concetto spesso non viene tradotto letteralmente da una lingua ad un’altra, certe espressioni possono variare e anche le parole chiave possono essere molto diverse.

Una SEO internazionale ben fatta si basa su una ricerca keyword specifica per ciascuna delle lingue che ti interessano.

Evita di tradurre semplicemente le tue keyword e fai invece delle nuove ricerche usando strumenti di analisi SEO internazionali, come SEMRush o Ubersuggest.

Parti dalla traduzione delle parole chiave da te già individuate per l’italiano e vai alla scoperta di quelle migliori per la lingua di destinazione.

Gli strumenti che ti ho suggerito includono anche l’analisi dei competitor: scopri su quali keyword si focalizzano gli altri siti web del tuo settore.

PASSO #3

Traduci il contenuto

Traduci il contenuto

Una volta scoperte le keyword su cui focalizzarti per le varie lingue del tuo sito, è il momento di tradurre i contenuti.

In questo caso, la soluzione migliore è sicuramente fare affidamento su un traduttore professionista.

Se però preferisci velocizzare il tuo lavoro e utilizzare uno strumento di traduzione automatica, assicurati che il testo venga rivisto e corretto da un SEO copywriter madrelingua.

Fornendogli la keyword corretta, sarà in grado di ottimizzare il tuo testo per i motori di ricerca stranieri.

PASSO #4

Traduci header, footer e sidebar

La traduzione non si limita ai soli contenuti. Il tuo sito web è formato anche da intestazione, footer e barre laterali.

Ricorda che anche questi elementi devono essere tutti tradotti.

PASSO #5

Traduci titoli e description

Traduci titoli e description

Per una buona SEO internazionale, bisognerà anche tradurre le informazioni meta della pagina, ossia title e description.

Se usi Rank Math o Yoast SEO, sicuramente hai inserito questi dati nelle apposite sezioni delle pagine.

Se invece li hai lasciati vuoti, Google dovrà occuparsi di generarli in base al contenuto della pagina e non sempre i risultati sono soddisfacenti.

Assicurati quindi di specificare title e description delle tue pagine in tutte le lingue.

PASSO #6

Traduci le meta informazioni delle immagini

Traduci le meta informazioni delle immagini

Il prossimo passo è quello di tradurre anche le informazioni relative alle immagini. Queste informazioni riguardano:

  • l’attributo alt
  • l’attributo title
  • la descrizione
  • la didascalia

Sono tutti dati che WordPress ti permette di aggiungere con facilità semplicemente selezionando l’immagine e compilando gli appositi campi.

Alcuni siti multilingua si spingono anche oltre, inserendo immagini diverse in cui anche il nome file viene tradotto.

Se hai delle immagini che contengono testo, ricorda di creare nuove immagini con il testo tradotto.

PASSO #7

Verifica i link interni ed esterni

Un sito web è inevitabilmente ricchissimo di link, che portano sia ad altre pagine del sito, sia a siti esterni.

Dovrai verificare che il tuo sito sia configurato correttamente per fare in modo che tutti i link interni portino alle giuste pagine nella lingua corretta.

Inoltre, se hai inserito link a siti web esterni, verifica se ci sia la possibilità di fornire le stesse informazioni nella lingua del visitatore.

Per esempio, se hai inserito un link verso un prodotto su Amazon.it, trova lo stesso prodotto sul sito Amazon nella lingua in questione.

Se hai invece un link verso un altro blog o sito web, controlla se esiste una versione multilingua di quel sito oppure trova la stessa informazione su siti simili.

PASSO #8

L’attributo Hreflang

L’attributo Hreflang

Un altro importante accorgimento, indispensabile per indicizzare correttamente le pagine multilingua del tuo sito, è l’uso dell’attributo Hreflang.

Questo attributo viene specificato nella sezione Head delle pagine web e indica la lingua in cui è scritto il contenuto della pagina.

Scopri che cos’è il tag hreflang e come si usa su WordPress.

Google rileva questa informazione e la utilizza per posizionare il contenuto nel Paese corretto.

E ORA LA PRATICA

Come gestire queste impostazioni con Weglot

Come gestire queste impostazioni con Weglot

Abbiamo spesso parlato di plugin multilingua per WordPress che ti permettono di gestire al meglio tutti questi aspetti.

Oggi vorrei parlarti di Weglot, uno strumento che ultimamente sta avendo un ottimo successo.

Weglot è facile da configurare e ha delle pratiche impostazioni per gestire la SEO internazionale in modo automatico.

Per cominciare, la struttura URL delle pagine in lingua straniera viene creata automaticamente utilizzando le sottocartelle: miosito.com/en/.

Trovo che questa soluzione sia la più pratica e la più facile da gestire.

Anche la traduzione dei contenuti avviene in modo automatico, ma puoi sempre intervenire per modificarla.

Weglot - immagine tutorial

Questo ti permette di velocizzare notevolmente il tuo lavoro, poiché non dovrai fornire al traduttore il testo completo da tradurre, ma semplicemente un testo da far revisionare ed eventualmente correggere.

La traduzione automatica di Weglot, inoltre, avviene lato server, cioè i contenuti tradotti si trovano direttamente sul tuo database.

Altri plugin di traduzione automatica, invece, effettuano la traduzione lato client, cioè semplicemente sul dispositivo dell’utente.

Il grande vantaggio di Weglot, quindi, è la possibilità di mostrare a Google i tuoi contenuti nelle varie lingue, così potrai posizionarli nei motori di ricerca dei vari Paesi.

La traduzione avviene in questo modo per tutti gli elementi della pagina, inclusi header e footer, sidebar e perfino per title e description.

Per quanto riguarda la traduzione delle immagini, con lo strumento apposito potrai tradurre tutte le informazioni, incluso il nome del file, senza dover caricare nuove immagini.

Infine, l’attributo hreflang viene inserito automaticamente in tutte le tue pagine, così non dovrai toccare neanche una riga di codice.

Approfondisci l’argomento consultando le nostre guide:

IN CONCLUSIONE

Ora che conosci gli 8 passi per una buona SEO multilingua…

Potrai gestire la SEO internazionale del tuo sito web con grande facilità e rapidità grazie a Weglot.

Con l’automazione della traduzione e delle impostazioni di base, il tuo business online avrà grandi possibilità di posizionarsi rapidamente sui motori di ricerca stranieri.

Ricorda di dedicarti con attenzione a ciascuno degli 8 passi che ti ho descritto per ottenere i migliori risultati possibili.

Hai bisogno di aiuto per gestire la SEO del tuo sito web? Contatta il nostro reparto Servizi e ti aiuteremo a posizionare il tuo sito web in tutto il mondo! Scrivici

Se hai altri suggerimenti su come gestire la SEO per il tuo sito multilingua, faccelo sapere lasciandoci un commento.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *