Come creare un sito web con WordPress: la guida completa per chi parte da zero

di Andrea Di Rocco Aggiornato il

Come creare un sito web WordPress

È da qualche tempo che ti sta frullando nella testa un pensiero costante: “come creare un sito”. Ci ho preso?

Deve essere successo qualcosa nella tua vita nell’ultimo periodo, che ti ha fatto scattare il bisogno o il desiderio di creare un sito web.

Chiunque nel mondo si è accorto che sapere come fare un sito e gestirlo per promuovere i propri prodotti o servizi è essenziale e in qualche caso è perfino diventato l’unico modo per poter proseguire la propria attività.

Creare un sito era già fondamentale prima del 2020 e ora, per la maggior parte delle aziende, è diventato l’unico modo per assicurarsi di poter andare avanti e trovare clienti.

Forse nel tuo caso stai percependo che in questo particolare momento storico, che tutto il mondo sta vivendo, sia assolutamente necessario costruirti un’alternativa al tuo lavoro e sai che l’online può offrire un numero infinito di opportunità.

come fare un sito

Ci sono infatti tantissimi modi per ottenere un guadagno dal proprio sito web, ma non è affatto facile aprire un’attività online da zero.

Per prima cosa, devi avere una guida che ti sappia indicare quali sono le tipologie di business che puoi sviluppare (non esistono solo eCommerce e videocorsi!).

Secondo, hai bisogno di una guida che ti permetta di fare le cose per benino, fin dall’inizio, altrimenti rischi di fare in continuazione un passo avanti e due indietro.

Ma forse per te creare un sito web significa semplicemente provare da solo a mettere le mani nella realizzazione di un sito internet senza per forza affidarti ad un’agenzia o ad un programmatore, magari perché hai una piccola azienda o un’attività e non hai molto budget da spendere per creare un sito o perché quello che ti hanno già realizzato non ha soddisfatto le tue aspettative…

Insomma, indipendente dalla situazione in cui ti trovi adesso e che ti ha spinto a cercare informazioni, una cosa è certa: quello che stai facendo in questo preciso momento è capire se potrai riuscirci da solo, è capire se è alla tua portata, se sarai in grado di sostenere lo sviluppo del progetto di un sito web anche da un punto di vista economico.

Come creare un sito web con WordPress- la guida completa per chi parte da zero

(Ah, se ti stai chiedendo come creare un sito web gratis, sappi che per questo argomento ti rimando al punto 2 di questo articolo, ma non avere la fretta di andarci ora, ti consiglio di continuare a leggere in ordine, capirai poi perché…).

Tu vuoi risposte, lo so.

Posso farlo? Ci riuscirò? Quanto dovrò spendere? Ma è davvero semplice come dicono? Dovrò studiare tanto?”.

Risponderò ad ognuna delle tue domande in questo articolo, ti consiglio di leggerlo dall’inizio alla fine.

So che è un po’ lungo, ma è stato necessario per me scrivere tutte queste informazioni, in modo che non dovrai affannarti a cercarle sul web una alla volta, le ho raccolte TUTTE qui, approfondendo ogni singolo argomento.

Prenditi tutto il tempo che ti serve per leggerlo: puoi salvarlo tra i preferiti oppure cercarlo nuovamente su Google digitando “come creare un sito web SOS WP”, ti comparirà di nuovo questo mio articolo:

Snippet Come creare un sito web SOS WP

SOS WP è il sito web, dove ti trovi in questo momento.

L’ho fondato nel 2012, quindi quasi 10 anni fa. E se penso alla strada che ho costruito da solo, mattone dopo mattone, mi rendo conto del grande traguardo che ho raggiunto.

Quando ho iniziato, se mi avessero detto che avrai ottenuto 2 milioni di visite all’anno con il mio sito web, beh, sono sincero, non ci avrei mai creduto.

Anche io sono partito da zero, nella vita mi occupavo di altro, ero rappresentante alla P&G (Procter & Gamble), ma ad un certo punto ho deciso che volevo fare altro, mettermi alla prova realizzando un progetto TUTTO MIO e lanciarlo online.

Se cerchi il mio nome, Andrea Di Rocco, su Google, potrai leggere tutti gli articoli che mi hanno dedicato: Nomadi Digitali, Panorama, Il Fatto Quotidiano, persino Repubblica nella sua versione cartacea.

E se mi hanno concesso tutto questo spazio e tutta questa visibilità è solo per un motivo: REALMENTE sono riuscito a cambiare la mia vita sulla base di quelle che erano le mie aspirazioni.

Ed è cambiata il giorno in cui ho deciso che avrei realizzato il mio sito web, ma soprattutto i giorni successivi quando non ho mai mollato.

Raggiungi i tuoi obiettivi

Certo, ho incontrato difficoltà, ho fatto molti errori, mi sono imbattuto in diversi problemi ma posso assicurarti, voltandomi indietro e ripercorrendo la strada che mi ha portato fin qui, che nessuno (e dico nessuno) è così insormontabile da non poter essere risolto.

Mi piace paragonare la creazione di siti web ad un puzzle: vanno incastrati tanti piccoli pezzi prima di ammirare il risultato finale.

Quei singoli pezzi, come ti dicevo, li ho raccolti tutti qui in quest’unico articolo.

Ma prima di iniziare a spiegarti pezzo per pezzo come devi incastrarli, lascia che ti dica una cosa: ho perso tempo a scrivere quest’articolo, togliendolo alle mie attività quotidiane (sono un formatore del web e ho un bel parterre di clienti che seguo), ti assicuro che di tempo libero ne ho davvero poco.

Quindi perché mi sono impegnato a scrivere questo articolo ed offrirlo GRATUITAMENTE a te e a tutti quelli che lo leggeranno?

È molto semplice: ho costruito il mio successo, come ti dicevo partendo da zero. SOS WP è il sito più letto in Italia in materia di WordPress, ovvero lo strumento gratuito con il quale si creano siti web (te ne parlerò più avanti).

Per creare il mio, ho iniziato a studiarlo imparando ogni sua funzionalità.

Giorno dopo giorno le mie competenze crescevano sempre di più, così ho iniziato a condividerle sul web.

SOS WP è diventato con il tempo un’enciclopedia di informazioni, che ha decretato il mio successo e che mi ha permesso col tempo di costruire un’azienda.

Sono arrivato a raggiungere 2 milioni di visite (o meglio, in gergo tecnico, visualizzazioni uniche) all’anno, quindi non intendo cambiare la direzione di SOS WP: continuerò a dare informazioni per rafforzare la mia azienda e per aiutare persone come te a conoscere più da vicino il web.

Quindi, come hai potuto capire miei interessi sono incastrati ai tuoi 😃

…proprio come i pezzi del puzzle, che adesso di mostrerò uno per uno.

Ma basta con le digressioni, passiamo alla pratica e arriviamo alla tua domanda iniziale:

Come creare un sito web di successo?

Pronto?

Partiamo con lo strumento fondamentale, tu inizia a prendere appunti.

WordPress è la piattaforma GRATUITA, che ti consiglio per creare un sito web vetrina, eCommerce, multilingua o anche un semplice blog.

È la più utilizzata al mondo e l’ho utilizzata io stesso per creare SOS WP.

Non importa se non sai come funziona e neanche da che parte cominciare.

La mia guida WordPress ti aiuterà ad orientarti e capire tutto ciò che puoi fare e la guida alla sua struttura tecnica ti farà capire come funziona.

Una volta che hai capito in linea di massima cosa puoi fare con WordPress, ci sono qua io per spiegarti passo per passo come fare.

Ti accorgerai che creare un sito web con WordPress sarà relativamente semplice e veloce.

“E i costi? Quanto costa WordPress? E i servizi di cui avrò bisogno?”

Il costo per creare un sito è decisamente abbordabile. Il fatto che con una minima spesa puoi ottenere risultati grandiosi è ciò che ha reso WordPress il colosso che è oggi.

Ora rilassati e prenditi un po’ di tempo per leggere i consigli contenuti in questa guida.

Capirai che realizzare il sito web dei tuoi sogni, spendendo poco, è un obiettivo decisamente realizzabile.

Prendi esempio, dai nostri casi di successo. I nostri amici Velia, Fabio, Riccardo e tutti gli altri hanno cominciato da zero proprio come te.

E guarda dove sono arrivati ora!

Ora, un passettino per volta, ti condurrò in questo bellissimo percorso verso il tuo successo.

Come creare un sito web, quindi?

Strumenti per diventare blogger con WordPress

Qui mi tocca risponderti con un odiosissimo dipende!

Da cosa dipende?

Innanzitutto, dall’entità e dalla natura del tuo progetto.

Se intendi creare un sito web tipo Facebook o Booking, allora è piuttosto complicato!

Ma se il tuo obiettivo è promuovere la tua attività, vendere online, acquisire nuovi clienti per la tua azienda, allora non è affatto difficile.

È però richiesto un po’ di impegno da parte tua.

Usare WordPress, per quanto sia facile ed intuitivo, necessita comunque di studio.

A meno che tu non voglia semplicemente buttare elementi e testi a caso nelle tue pagine senza sapere nemmeno cosa stai facendo, e ottenere risultati inesistenti.

In questo caso, beh, buona fortuna…

WordPress ha tante funzionalità estremamente utili e bisogna sapere come usarle per ottenere da esse dei risultati concreti.

Se vuoi imparare come creare un sito web, ci sono poi alcuni aspetti chiave che devi apprendere e che ti spiegherò:

  • Layout
  • Contenuti
  • Struttura del sito
  • Funzionalità (moduli di contatto, iscrizione alla newsletter, acquisto di prodotti…)
  • SEO
  • Aspetti legali…

E anche molti altri.

“Oh cavolo, è vero! Io avevo pensato solo ai contenuti e al massimo ai colori e al layout. Mi sa che la cosa è più complessa di quanto pensassi…”

Non sei l’unico che parte in questo modo, pensando solamente ai contenuti e trascurando tutto il resto.

Per questo molti, moltissimi siti web non vedono MAI la luce.

Il segreto per non perderti per strada è questo:

Partire con un piano ben strutturato, una scaletta che ti permetterà di andare avanti un passo per volta nello sviluppo del sito.

Questa guida affronterà punto per punto tutti gli aspetti che dovrai tenere in considerazione, perciò una cosa è fatta: la tua scaletta è già pronta!

Come creare un sito web professionale in autonomia

Creare un sito web identificare nicchia

Se vuoi partire con il piede giusto, la prima cosa da fare è identificare una nicchia nella quale posizionarti.

Compiti per casa!

Prendi carta e penna (o anche Word va bene!) e rispondi a queste domande:

  • Quale problema/esigenza specifica va a risolvere il tuo prodotto o servizio?
  • Chi è il tuo cliente tipo?
  • Qual è l’aspetto che differenzia la tua azienda da tutte le altre che operano nello stesso settore?
  • Qual è lo stile di comunicazione del tuo marchio?

Rifletti bene e prenditi tutto il tempo che serve per dare risposte precise e complete; segnale su un quaderno che dedicherai solo alla realizzazione del tuo progetto, ti serviranno quando dovrai iniziare a costruire mattone dopo mattone il tuo sito web.

Queste risposte sono importanti perché dovrai essere sempre coerente con l’immagine della tua azienda e il tuo brand personale.

E ora, possiamo cominciare con la parte più pratica dello sviluppo.

Ecco la tua scaletta da seguire.

1. Come creare un sito internet partendo dal nome www giusto!

Come scegliere un dominio

L’immagine della tua azienda o brand personale è ben definita nella tua mente? Bene!

Adesso è ora di scegliere il nome del sito, e quindi del dominio web da utilizzare, ossia l’indirizzo del sito, il suo URL.

Per rimanere impresso nella memoria dei clienti o potenziali clienti, un sito web aziendale dovrebbe avere lo stesso nome dell’attività, così come un brand personale dovrebbe avere il tuo nome.

Qual è il motivo principale per cui ti accingi a fare un sito web?

Ovviamente, suppongo, aiutarti a trovare nuovi clienti.

E come fare in modo che essi si ricordino di te?

Scegliendo un nome semplice da ricordare.

Nella mia guida su come scegliere un nome dominio internet troverai tanti suggerimenti per aiutarti in questa decisione.

2. Dominio e hosting: ne hai bisogno per creare il tuo sito WordPress

Web Hosting

Hai scelto il nome del tuo sito, perfetto, ora è tempo di effettuare la registrazione del dominio vero e proprio.

Quale dovrà essere l’URL del sito?

Cioè cosa dovranno digitare esattamente gli utenti per visualizzare le tue pagine?

Oltre al nome, dovrai pensare bene anche all’estensione (.com, .it eccetera).

Per questa scelta, può essere utile la tua lista di domande a cui hai risposto prima.

Ci sono domini detti top level domains, che non sono associati ad una specifica area geografica, come .com, .net, .info, .blog.

Quelli invece del tipo .it o .fr sono detti country-code domains e vengono collegati da Google ad un determinato Paese.

Se il tuo target proviene da un’area geografica precisa, ti può aiutare utilizzare i country-code domains, mentre se operi in Italia o in generale in tutto il mondo, puoi usarne uno generico.

In particolare, per creare un sito web di un’attività che opera in Italia ti consiglio di acquistare almeno due domini:

  • quello con estensione .it, per targhetizzare il pubblico italiano
  • quello con estensione .com, per assicurarti di avere il top level domain per eccellenza
  • quello con estensione .org per le onlus.

Oltre al dominio, ti serve necessariamente un piano hosting.

L’hosting è lo spazio su un server dove andrai a caricare i file che fanno parte del tuo sito.

Te lo spiego in termini più semplici: prima ti ho consigliato di usare WordPress come strumento per creare il tuo sito web.

Ma WordPress ha bisogno di uno spazio, per poter essere utilizzato.

Per fartelo capire bene, ti faccio un esempio pratico: la casa in cui vivi è uno spazio, nel quale ti muovi per le tue attività quotidiane.

È uno spazio tutto tuo, che puoi organizzare e gestire come meglio credi.

Ebbene anche il sito web ha bisogno di uno spazio tutto suo dove esistere e quello spazio si chiama server.

Non puoi toccarlo, certo, perché è uno spazio che vive nel mondo online, ma è il pezzo più importante del puzzle.

Perché è qui che fondi il primo mattone per la costruzione del tuo progetto online.

Se le mura della tua casa non sono solide, si creeranno nel tempo delle crepe, giusto? La stessa cosa vale per il tuo sito web.

Quindi la scelta del server si rivela FON-DA-MEN-TA-LE.

Se cerchi “hosting” su Google, verrai letteralmente travolto da offerte diverse.

Una giungla di piani e servizi, da quelli gratuiti a quelli molto costosi.

Come fare a scegliere quello giusto?

Piani WordPress SiteGround 2021

Questa è una scelta molto importante, perché, come ti spiegavo, il server è la casa del tuo sito web, quindi non posso non consigliarti un servizio italiano di ottima qualità, come Serverplan, oppure quello che ho utilizzato io stesso per SOS WP per tanti anni, che è SiteGround.

Ora, voglio che presti qui la tua massima attenzione: ricordi quando ti parlavo se sia possibile o meno creare un sito web gratis?

La risposta, che devo darti in tutta onestà, è: sì, si può, ma io non lo consiglio.

Partire con il piede giusto è fondamentale nel mondo dell’online, bisogna spendere il giusto, ma un piccolo budget devi investirlo.

A questo punto la rivolgo io una domanda a te: quanto credi valga il sito web che hai in mente se non sei disposto neppure a investire pochi euro al mese per realizzarlo nel migliore dei modi?

Serverplan è un hosting eccellente per chi vuole creare un nuovo sito web e puoi contare su:

Registra un dominio su Serverplan
  • supporto con tecnici italiani 24 ore su 24;
  • prestazioni sempre al top;
  • altissimi livelli di sicurezza;
  • dominio sempre incluso.

Serverplan offre un piano economico a partire da 24€/anno, ma non ti consiglio di sceglierlo, perché i servizi inclusi sono molto limitati.

Il piano Startup è sicuramente l’ideale per il tuo progetto e con questa scelta potrai anche ricevere uno sconto riservato ai lettori di SOS WP!

Ecco invece le principali caratteristiche dell’altro hosting che ti consiglio di utilizzare, SiteGround:

Hosting SiteGround
  • Il dominio gratis per un anno;
  • Un supporto eccellente tutti i giorni 24 ore su 24 anche in italiano;
  • Sicurezza e protezione da attacchi esterni;
  • Massima velocità di caricamento delle tue pagine;
  • Esclusivo pannello di gestione Site Tools semplice e pratico.

Ma non solo.

Leggi la mia opinione sull’hosting SiteGround per maggiori dettagli.

E soprattutto avrai un’offerta a cui non potrai rinunciare!

Voglio comunque offrirti una panoramica completa tra i diversi servizi di hosting (ovvero quelli che offrono lo spazio sul server): puoi dare un’occhiata alla mia lista dei migliori hosting del 2020.

Tieni conto che l’hosting ideale per chi vuole creare un sito web con WordPress, che sia un sito vetrina o un blog, che sia un eCommerce o un multilingua, è sicuramente il server Linux con un ottimo pannello di controllo, ad esempio cPanel.

Questo ti permetterà di installare facilmente WordPress, gestire i file presenti sul server con il file manager, creare indirizzi email, aggiungere un sottodominio e tante altre cose.

I costi si aggirano sui 50€ all’anno e molti includono anche il dominio gratuito per il primo anno.

3. Installare WordPress: è la prima cosa da fare una volta posate le basi!

Fondate le basi, è arrivato il momento di scoprire come creare un sito web nella pratica, ossia, per prima cosa, installare WordPress.

“Aiuto, è difficile? Combinerò qualche pasticcio?”

Non ti preoccupare, è molto molto semplice, soprattutto se mi hai dato retta e hai scelto come hosting SiteGround, che ha un buon pannello di gestione.

La procedura è tutta guidata e dovrai solo inserire poche informazioni.

Guarda il mio video su come installare WordPress e ti renderai conto che ci vorrà veramente poco.

Ricordati di fare attenzione alla scelta della lingua. Se vuoi creare un sito web in italiano, scegli questa lingua per far sì che i temi e i plugin che installerai siano già in italiano (se la traduzione è disponibile).

E poi mi raccomando, segnati subito username, password e email che utilizzerai per accedere alla piattaforma!

Fatti tutti questi passaggi, avvia l’installazione. Al termine, il tuo sito WordPress sarà già visibile sul web con uno dei template default (l’ultimo uscito è Twenty Nineteen).

4. Prepara il tuo sito

Aspetta! Non lanciarti subito a capofitto nella creazione di pagine e contenuti!

Prima c’è una cosa importante da fare.

Innanzitutto… Vuoi che Google veda il tuo sito così com’è, con le pagine ancora a metà, testi di esempio, immagini di default?

O ancora peggio, vuoi che un utente qualsiasi, digitando per caso il tuo nuovo dominio, veda queste pagine?

Credo proprio di no!

E allora bisogna:

  1. bloccare l’accesso al sito da parte di Google;
  2. bloccare l’accesso al sito da parte degli utenti.

Per impedire a Google di leggere il tuo sito, dovrai fare così:

  1. Accedi alla tua bacheca di WordPress;
  2. Naviga in Impostazioni > Lettura;
  3. Seleziona la voce “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito”.

Ricordati di togliere la spunta una volta che avrai inserito i tuoi contenuti e il sito sarà finalmente completo in ogni sua parte!

Scoraggia indicizzazione nuovo sito

Per impedire invece agli utenti di visualizzare il tuo sito in fase di sviluppo, sarà necessario installare un plugin che permetterà di visualizzare le pagine solo agli utenti che effettuano il login, ovvero l’accesso a WordPress.

Se qualcuno capita sul tuo sito per caso, quindi, vedrà una pagina con il messaggio “sito in manutenzione” e non potrà navigarci.

Nella mia guida sui plugin per mettere il sito in manutenzione troverai tanti suggerimenti. Dai un’occhiata!

5. Come creare un sito web dall’aspetto professionale e ricco di funzionalità? Scegli il template giusto!

Checklist - fattori di indicizzazione su Google

Dominio? Fatto.

Hosting? Fatto.

Installazione di WordPress? Fatto.

Ora tocca al tema.

Sai che cos’è un tema WordPress?

Si tratta non solo del template che dà l’aspetto alle tue pagine, la struttura, lo stile e tutta la parte grafica, ma include anche diverse funzionalità.

Ad esempio, i temi specifici per creare siti eCommerce prevedono particolari gallerie per le pagine prodotto, strutture di menu adatte a contenere le categorie dei prodotti, tabelle per confrontare i prezzi e altre funzioni utili per un negozio online.

Invece, i temi dedicati ai siti per ristoranti conterranno la possibilità di creare le apposite pagine con i menu e le prenotazioni.

I temi per siti multilingua dovranno invece necessariamente essere compatibili con il plugin WPML, il miglior plugin in assoluto per gestire le traduzioni dei contenuti.

Quindi…

Ti è ben chiaro quali sono le funzionalità che deve avere il tuo sito?

Prenditi qualche minuto per fare un elenco di tutte le funzionalità chiave del tuo sito.

“Ma io che ne so? Non so neanche da dove cominciare!”

Ricordi la bella lista di domande dell’inizio? Riprendila in mano e vedrai che ti sarà tutto più chiaro.

Se ancora hai dubbi, apri Google e fingi di essere un tuo utente tipo: cosa cercheresti per trovare la tua attività o quella che vorrai aprire?

Vedrai molti siti nelle prime posizioni, cliccaci su e inizia a navigarli al loro interno, osservali bene. Questo è un ottimo modo per trovare tante idee!

6. Ora trova il tema WordPress giusto

Ora puoi iniziare a sfogliare i cataloghi di temi WordPress con la consapevolezza di sapere cosa ti serve.

Non basta, infatti, scegliere un tema che sia “bello da vedere”, ma deve anche avere determinate caratteristiche.

Apri per esempio un sito per acquistare temi WordPress, come Themeforest.

Tra le categorie, potrai selezionare quelle che fanno al caso tuo.

Non ti spaventare se i risultati sono oltre mille! Sarai perfettamente in grado di fare una selezione se:

  • ti concentri sui temi affidabili (recensioni positive, gran numero di download);
  • lo stile combacia con quello della tua immagine e della tua attività;
  • scegli un tema responsive (cioè visibile perfettamente anche su smartphone e tablet);
  • è già ottimizzato per la SEO (in quest’articolo ti spiego bene cos’è la SEO);
  • è studiato apposta per il tuo settore.

Scegliere il tema WordPress giusto non è facile, ma ti darò qualche consiglio in base alla mia esperienza.

E ti assicuro che di temi ne ho provati veramente tanti!

Ma il tema che li ha battuti tutti è senza dubbio Enfold. Lo uso da sempre e ciò che adoro di più è la sua adattabilità a tante tipologie di sito diverse.

“Hey aspetta, ma i temi WordPress non erano gratuiti?”

Be’, non tutti.

Ci sono tanti temi gratuiti ufficiali per WordPress, ma se vuoi creare un sito web per la tua attività non ti conviene usare un tema WordPress gratis.

Innanzitutto, hanno tante limitazioni, sia dal punto di vista della grafica che delle funzionalità e delle performance.

Inoltre, il supporto non è sempre garantito, e se ti dovessi trovare con qualche problema rischieresti di dover attendere diverse settimane prima di ricevere una risposta.

Spendere qualche soldo in più a volte significa risparmiarne tanti più tardi, fidati di me!

7. Installare tema WordPress e configurarlo nel modo corretto

Installare tema WordPress e configurarlo nel modo corretto

Hai trovato il tema giusto? Fantastico!

Ora installalo per iniziare a creare il tuo sito WordPress!

Accedi alla tua Bacheca WordPress e vai in Aspetto > Temi > Aggiungi nuovo > Carica e fai l’upload della cartella .zip del tuo template.

Per saperne di più leggi questa guida su come installare un tema su WordPress.

Non dimenticare di installare anche il tema child!

Ti permetterà di personalizzare il tuo tema senza rischiare di perdere le modifiche quando poi dovrai fare degli aggiornamenti.

Quando il tuo tema sarà installato, dovrai iniziare a configurarlo.

Tutti i temi hanno un funzionamento ed opzioni differenti. I principali aspetti su cui lavorare sono:

  • combinazione colori
  • font
  • layout delle pagine (come la posizione delle sidebar)
  • logo e barra di navigazione.

Navigando tra le impostazioni del tuo tema troverai anche altri elementi che puoi modificare.

Se vuoi imparare a personalizzare l’aspetto del tuo tema in maniera avanzata, ti spiego come fare nel nostro Corso WordPress, in maniera veramente semplice e pratica.

Imposta correttamente i permalink per creare un sito web ben strutturato

Devi darti un po’ da fare per personalizzare l’aspetto delle tue pagine, ma dovrai anche sperimentare la pubblicazione di qualche articolo.

Quando lo farai, ti accorgerai di come appaiono gli URL di queste pagine.

Probabilmente avrai qualcosa del tipo miosito.it/?p=123.

Ecco, questa cosa non va affatto bene.

Bisogna intervenire subito e fare in modo che nell’URL appaiano le parole che compongono il titolo della pagina o dell’articolo.

Questo accorgimento ti permetterà di creare un sito web con una buona base SEO fin dall’inizio.

La struttura degli URL in WordPress viene chiamata permalink.

Modificare i permalink è molto semplice:

  1. Dalla bacheca di WordPress, vai in Impostazioni > Permalink;
  2. Seleziona la voce Nome articolo (che avrà come struttura miosito.it/articolo-di-esempio/);
  3. Vai in fondo alla pagina e clicca Salva le modifiche.
struttura permalink

È molto importante che configuri in maniera ottimale i permalink ancora prima di iniziare a pubblicare i tuoi contenuti.

Infatti, se dovessi già avere il tuo sito online, magari completo di contenuti e poi modificare gli URL dopo averli pubblicati, ti ritroverai con pagine che generano degli errori 404, che poi dovrai risolvere.

Cos’è una pagina 404? Semplice: una pagina che non esiste più!

È come quando cambi indirizzo senza dare indicazioni di passaggio dal vecchio al nuovo: il postino può di certo trovarti.

Potrebbe essere una bella scocciatura per il tuo sito web, quindi pensaci prima che sia troppo tardi!

Per approfondire questo argomento, leggi la mia guida su come ottimizzare i permalink.

9. Installare plugin WordPress: usa solo quelli necessari

Ora tutto è pronto per cominciare a installare i primi plugin WordPress.

“E che cosa sono i plugin?”

I plugin ti aiutano a creare un sito web con tutte le funzionalità che servono agli utenti che lo visitano, ma utili anche a te per gestirlo.

Considero alcuni plugin quasi obbligatori su ciascun sito web, poiché sono davvero importanti e ti risparmieranno un sacco di rogne.

Quindi, per prima cosa installa questi:

Akismet

Akismet plugin antispam


Non sono l’unico a pensare che Akismet sia fondamentale.

Anche WordPress stesso lo sa, e per questo è già incluso nell’installazione di WordPress.

Assicurati semplicemente se sia già presente e sia attivo nella sezione Plugin della tua bacheca.

Ma a cosa serve Akismet?

Se hai mai avuto a che fare con lo SPAM, sai benissimo quanto possa essere fastidioso, e per di più i siti che contengono spam vengono penalizzati dai motori di ricerca.

Questo plugin ti protegge proprio da questa grande seccatura.

Yoast SEO

Come creare un sito web con WordPress - Yoast SEO

Il tuo sito web, per essere facilmente trovato dagli utenti a cui vuoi arrivare, deve essere ottimizzato per i motori di ricerca.

Il processo di ottimizzazione si chiama SEO e fortunatamente avrai uno strumento meraviglioso che ti aiuterà tantissimo in questa attività.

Si tratta del plugin Yoast SEO, che ti permette di inserire correttamente le parole chiave giuste, strutturare in maniera ottimale i tuoi articoli, costruire una rete di link che colleghi i tuoi contenuti e ha tantissime altre funzioni.

Imparare ad usare Yoast SEO non è difficile e ti verrà sempre più semplice e naturale rispettare le sue indicazioni.

Contact Form 7

Come creare un sito web con WordPress - Contact Form7

Per ricevere le richieste di informazioni da parte degli utenti, è necessario utilizzare un modulo di contatto.

Il semplice link alla tua email non è ugualmente efficace, poiché viene percepito come più “faticoso” da utilizzare… e clicca qui, e apri il programma di posta, e scrivi il messaggio, e invia…

Più rendi le cose semplici per l’utente, più avrai successo.

Contact Form 7 ti permette di creare moduli di contatto che faranno venir voglia di scriverti!

10. Creare pagine web: adesso è finalmente possibile!

Creare pagine web- adesso è finalmente possibile

Evviva! Ora puoi iniziare a creare le pagine del tuo sito web!

Intanto, chiariamo che cosa sono le pagine WordPress.

Si tratta di contenuti che rimarranno pressoché invariati durante la vita del tuo blog, o comunque verranno aggiornati con meno frequenza rispetto agli articoli, poiché contengono informazioni sulla tua azienda, la tua mission, i tuoi prodotti o servizi.

Per questo si chiamano anche pagine statiche.

Le pagine che non dovrebbero mai mancare in un sito web di qualunque tipo sono le seguenti.

Ti consiglio di crearle subito, anche se le lasci vuote per il momento, ma così potrai già configurare la struttura del sito.

Se hai tante pagine da creare, e devono avere tutte la stessa struttura, puoi facilitarti il lavoro con un semplice stratagemma.

Crei una pagina e aggiungi i tuoi contenuti, anche se sono solo provvisori o dei semplici segnaposto.

Poi, puoi utilizzare un pratico plugin per duplicare le tue pagine, e in un attimo la struttura del sito è pronta.

Homepage

La pagina che chiamerai Home sarà la pagina principale del tuo sito, che ti servirà per far colpo sul visitatore e convincerlo a fidarsi di te.

Ricordati che la prima impressione è quella che conta, quindi progettala con molta cura.

About / Chi Sono

Questa pagina servirà invece a  presentare te stesso o la tua azienda, mostrare le tue competenze, raccontare la storia dell’azienda o il tuo percorso formativo.

Aiuterà a dare un’impressione di professionalità e serietà.

Prodotti / Servizi

Ovviamente, devi creare anche una pagina che illustri chiaramente ciò che offri.

Descrivi i tuoi prodotti o servizi mettendo in risalto tutte le qualità che possiedono e spiega il motivo per cui il TUO prodotto (e non quello di un qualsiasi concorrente) possa risolvere i problemi del cliente.

Sii chiaro anche sui costi, magari inserendo una bella tabella dei prezzi.

Portfolio

Temi per sito portfolio - TheGem

Questa pagina ti servirà per mettere in mostra ciò che sai fare nella pratica.

Raccogli una selezione dei tuoi migliori progetti e presentali ai tuoi clienti con tutti i dettagli.

I temi per siti porfolio hanno delle funzionalità specifiche per mostrare i tuoi lavori in maniera ottimale.

Contatti

Infine, la quarta pagina statica che non può mai mancare su qualunque sito web è quella dei contatti.

Qui dovrai inserire:

  • un form di contatto che gli utenti possono usare per inviarti richieste dal tuo sito;
  • i tuoi recapiti email, Skype ed eventualmente anche telefonici per permette agli utenti di contattarti direttamente;
  • se gestisci un’attività locale inserisci anche la mappa Google con la tua posizione.

11. Creare un blog con WordPress

Vuoi che il tuo sito si posizioni bene sui motori di ricerca?

Che gli utenti abbiano voglia di visitarlo?

Che la tua affidabilità cresca, come è successo a me con SOS WP?

Allora è proprio il caso di creare un blog all’interno del tuo sito.

Ti farai conoscere e avrai più probabilità di attirare nuovi clienti.

Per impostare correttamente il tuo sito con blog annesso, fai così:

  1. Crea una pagina dal titolo Blog;
  2. Vai su Impostazioni > Lettura;
  3. Nella sezione La tua homepage mostra, seleziona Una pagina statica e alla voce Homepage scegli la pagina Home che hai creato poco fa;
  4. Alla voce Pagina articoli, scegli invece la pagina Blog appena creata.
Impostazioni home blog

12. Scrivere articoli: l’importanza dei contenuti

Non è certamente una buona idea andare online senza contenuti. Quindi scrivi almeno 5 post, in modo da popolare un pochino il tuo blog.

Se vuoi creare un sito web di promozione per la tua azienda, inizia con articoli informativi riguardo ai prodotti o servizi che offri.

Più avanti potrai passare ad approfondimenti, suggerimenti, consigli di ogni tipo sull’argomento di cui ti occupi.

Anche se si tratta di informazioni che offri gratuitamente, non fare l’errore (gravissimo!) di non curare i tuoi contenuti come si deve.

Maggiore sarà la qualità dei tuoi testi, maggiori probabilità avrai di convincere l’utente del valore del tuo lavoro.

Funzionalità post correlati

Per trattenere gli utenti sul tuo sito, puoi usare la funzionalità che permette di mostrare post correlati.

Se il lettore è interessato all’argomento, potrebbe volerne sapere di più e quindi trascorrere più tempo sulle tue pagine.

Inserimento Box Autore

Inserire il box autore sui tuoi articoli ti aiuterà a costruire la tua identità sul web.

Inserisci le informazioni più interessanti su chi scrive l’articolo, quindi su di te o su chiunque collabori alla scrittura degli articoli.

Il box apparirà in automatico in tutti gli articoli scritti da quell’autore.

Il prossimo passo per creare un sito web in WordPress è la configurazione del menu di navigazione.

Sai che creare un menu è un’operazione un po’ delicata?

Se lo fai con scarsa attenzione, rischi che nessuno navighi all’interno del tuo sito!

È dunque importante che tu inserisca al suo interno i link veramente utili agli utenti per potersi orientare in qualsiasi momento.

Sicuramente, non dovranno mancare i link alle pagine che ti ho fatto creare nel paragrafo 10 e il link al tuo blog.

Per creare un menu in WordPress:

  1. Vai su Aspetto > Menu;
  2. Assegna un nome al menu per identificarlo (ad esempio, Main Menu) e clicca su Crea menu;
  3. Nel riquadro sulla sinistra, seleziona le pagine o gli articoli che desideri inserire nel tuo menu e clicca su Aggiungi al menu;
  4. Puoi anche creare dei link personalizzati, aggiungendo l’URL di destinazione e il testo che dovrà apparire nel menu;
  5. Scegli la posizione (principale o menu social, ma dipende dal tema che utilizzi);
  6. Decidi se vuoi aggiungere automaticamente al menu tutte le nuove pagine che andrai a creare.
Creare sito web - il menu

Verifica le impostazioni del tuo tema per quanto riguarda la posizione e l’aspetto del tuo menu.

Puoi creare in WordPress tutti i menu che desideri, dato che è possibile utilizzarli in posizioni diverse.

14. Perfeziona la homepage

Perfeziona la homepage

Ricordi cosa ti ho detto prima?

La homepage è quella che dovrà colpire il tuo visitatore più di qualunque altra pagina.

Dovrai convincerlo a rimanere sul tuo sito già nei primi secondi in cui la visualizza.

Per questo deve essere accattivante e funzionale, contenere tutte le informazioni principali e permettere una navigazione agevole all’interno del sito.

Non vorrai mica farlo scappare subito, vero?

Anche perché ci vuole veramente poco per cliccare il tasto indietro e andare sul sito di un tuo competitor, e chi gira su internet non ha tempo da perdere!

Cattura la sua attenzione con elementi particolari, come un bello slider creato con il plugin Slider Revolution.

15. Collega il sito alle pagine social

promuovere ultimo articolo sui social network

Allora, come andiamo?

Hai già preso confidenza con WordPress e ti senti un grande esperto di creazione di siti web?

Bene, ti voglio così determinato!

Ma ancora non è finita qui.

Hai già creato gli account social per promuovere la tua attività?

Eh sì, perché se vuoi avere successo non ti basta un sito web, bisogna anche andare in giro a cercare di farsi conoscere.

Quindi, se non li hai già, crea i profili social per la tua attività su Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, LinkedIn ecc.

Non sempre è necessario creare un profilo per tutti i social che ci sono sul web.

Fai una ricerca per capire quali possono essere i più utili al tuo tipo di attività.

Usa poi uno dei tanti plugin per collegare i profili social al tuo sito WordPress.

Cosa sono sidebar e widget?

La sidebar è la barra laterale che spesso compare nei siti web, sulla destra oppure sulla sinistra.

Puoi decidere se utilizzarla o meno, ma in genere è molto utile. Alcuni invece la utilizzano solo sul blog o su determinate pagine del sito.

I widget sono invece gli elementi che andrai a inserire al suo interno.

Accedi alla bacheca di WordPress e naviga in Aspetto > Widget.

Vedrai un elenco di elementi che potrai trascinare all’interno della sidebar.

Ma cosa bisogna inserire nella sidebar?

Ad esempio, puoi inserire un cerca nel sito, un modulo di iscrizione alla newsletter, gli ultimi articoli pubblicati o dei banner pubblicitari.

La parte inferiore di un sito è chiamata footer.

Essendo così in basso, quasi nascosta, sembrerebbe un elemento di scarsa importanza.

E invece non è affatto così.

Gli utenti si aspettano di trovare determinate informazioni proprio in quest’area.

In particolare, nel footer non devono mai mancare:

  • Nota sul copyright;
  • Dati aziendali (nome, partita IVA, indirizzo);
  • Contatti (telefono e email);
  • Link alla pagina sulla privacy.

In genere i temi WordPress permettono di utilizzare il footer allo stesso modo della sidebar, e cioè trascinando al suo interno i widget che desideri.

18. Come creare un sito web e collegarlo a Google Search Console

differenze tra indicizzazione e posizionamento


A questo punto direi che ci siamo!

I contenuti ci sono, il menu è fatto, sidebar e footer sono a posto.

Che dici, è stato difficile finora creare il tuo sito web vetrina + blog con WordPress?

Ma adesso è arrivata l’ora di iniziare a indicizzare e posizionare il tuo sito.

Ti chiedo di riflettere un attimo, pensare a ciò che hai fatto all’inizio e vediamo se ricordi cosa devi fare necessariamente arrivati a questo punto.

Ti lascio ragionare un attimo…

Ci sei arrivato?

Esatto! Devi togliere la spunta dalla casella “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” nella sezione Impostazioni > Lettura e disattivare la modalità di manutenzione!

Ora i motori di ricerca inizieranno ad accorgersi della tua esistenza.

Ma dobbiamo dargli una piccola spinta, altrimenti ci metteranno un secolo.

Curiosità: sai che al mondo ci sono oltre 1.700.000.000 siti web? Se Google dovesse andarseli a cercare tutti da solo, non finirebbe mai.

Inizierai a indicizzare il tuo sito su Google e, grazie agli strumenti della Search Console, potrai monitorare lo stato di indicizzazione e posizionamento, scoprire se ci sono errori da risolvere, conoscere quali pagine sono indicizzate e molto altro.

Vuoi che il tuo sito venga trovato dagli utenti oppure ti vuoi affidare alla grazia divina?

E allora rassegnati, dovrai imparare ad usare la Search Console.

19. Collega Google Analytics a WordPress

Collega Google Analytics a WordPress

Come fai a sapere se il tuo sito è effettivamente visitato dagli utenti?

Come sapere se determinate pagine vengono visualizzate?

Come scoprire se i tuoi link stanno realmente portando i visitatori dove vuoi tu?

Semplice: grazie a Google Analytics, una piattaforma che ti permette di conoscere tutte le informazioni sul traffico, la durata delle visite, da dove provengono gli utenti e molto altro.

Corri subito a collegare il tuo sito a Google Analytics!

20. Attiva un plugin di caching

No, non è una brutta parola!

Ti spiego in breve che cosa significa cache.

Capiamo per prima cosa come funziona la creazione delle pagine da parte di WordPress.

In realtà, non esiste una vera e propria pagina Home, o pagina Chi siamo, o Articolo qualunque. Cioè, non esiste un file di queste pagine.

Grazie alla comunicazione tra WordPress e il database, le pagine vengono create al momento quando vengono aperte sul browser, come se fossero un collage tra menu, footer, sidebar, contenuti e tutti gli altri elementi.

Ti renderai conto anche da solo che andare a prendere ogni volta tutti gli elementi e metterli insieme potrebbe essere un processo un po’ lungo.

Per questo, ti consiglio di sfruttare la cache, ossia un sistema che salva le pagine già composte, il collage già fatto, per essere aperte più velocemente la volta successiva.

Un plugin molto efficace che ti consiglio è WP Super Cache.

Facciamo un breve riassunto…

Come creare un sito web professionale con WordPress?

Dipende! Soprattutto dalla entità e dalla natura del progetto. Se l’obiettivo è quello di vendere online e acquisire nuovi clienti, allora non è difficile.

Come creare un sito internet in autonomia?

Identifica un target di nicchia, trova il nome più giusto, compra hosting e dominio, installa WordPress e inizia a creare!

Come fare un sito internet ottimizzato per la migliore esperienza di navigazione?

Struttura nel migliore dei modi homepage, pagina About/Chi sono, Prodotti/Servizi, Portfolio e Contatti. Non dimenticare un occhio di riguardo al footer e mettiti sempre nei panni di chi sta navigando.

Creare un sito web spendendo poco è possibile?

Sì, si può, ma non è consigliato. Partire con il piede giusto è fondamentale nel mondo dell’online, bisogna spendere il giusto, ma un piccolo budget deve essere comunque investito.

Conclusione

Questa guida sicuramente non è sufficiente per capire ogni singolo aspetto di come creare un sito web con WordPress, ma se leggi gli approfondimenti che ho linkato qua e là nel testo riuscirai a realizzare il tuo progetto e ottenere il successo che desideri.

Per imparare ad usare bene WordPress, puoi seguire il mio corso WordPress, dove approfondisco ogni passaggio dall’installazione di WordPress fino alle fasi finali del progetto.

Dovrai poi occuparti del posizionamento del sito, e l’ideale per ottenere grandi risultati sarebbe dedicarsi allo studio di un corso SEO che affronti tutti gli aspetti di un sito e sia strutturato con lezioni pratiche.

Per ottenere i consigli giusti e elaborare al meglio la tua strategia di posizionamento, ti suggerisco anche di rivolgerti ad un consulente SEO, che saprà darti le giuste indicazioni fin dall’inizio del tuo progetto.

Abbiamo tanti diversi corsi online che ti saranno sicuramente utili per sapere come creare un sito web e gestirlo nel migliore dei modi, e se ti serve una mano siamo sempre disponibili per venirti incontro.

Scopri i nostri servizi e contattaci quando vuoi per chiedere un preventivo.

Non mi resta che augurarti un buon lavoro!

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
91Commenti
Lascia un commento
  1. Alessandro

    Dopo anni di realizzazione siti web, ho deciso di lavorare con una piattaforma italiana (ritengo che in italia ci sia la capacità di poter realizzare piattaforme che soddisfino la richiesta) che ha la capacità di gestire le innovazioni e il supporto immediato per tutti i bisogni immediati che richiedono il supporto durante la creazione e la continuità del lavoro.
    Con Doyouall della società Gadaweb di Pioltello in provincia di Milano ho instaurato un ottimo rapporto e la qualità è sempre al top.
    La maggior parte dei siti web sono realizzati per strutture medio piccole, di conseguenza cercare di lavora con sistemi strutturati molto complessi alla fine fanno perdere tempo e manegevolezza.
    La piattaforma è stabile, l’usabilità è semplice, il sostegno da parte di Doyouall e sempre attivo e il CMS per il cliente (una volta che ho realizzato il sito web) è semplicissimo, dando l’opportunità di lavorare in totale autonomia e relax.

    1. SOS WP Team

      Ciao Alessandro, grazie per la segnalazione. Faremo dei test per provare questo strumento. Un saluto!

  2. Homes

    con calma mi ci metto e vediamo se riesco a passare da Frontpage a WordPress. A titolo di curiosità anch’io ex rappresentante Procter & Gamble (Dash, spic & span ACE, Camay, Safeguard ecc.. )

    1. SOS WP Team

      Ciao e buona fortuna per il tuo progetto! Ricorda che puoi sempre contare sul nostro aiuto, contatta la nostra Assistenza WordPress per qualsiasi necessità. Un saluto!

  3. Gianni

    Ciao, forse la domanda presuppone una risposta troppo complessa… ma te la faccio comunque. Ho acquistato Enfold per WordPress. Sono un neofita nel campo, ma seguendo diversi tutorial sono riuscito ad arrivare a un buon punto nella creazione del mio sito. Dovendo ora creare la pagina PORTFOLIO, il tutorial che ho trovato mi dice di andare (nel menu su fondo nero a sinistra) su “Elementi di Portfolio”. Ma io non ho questa voce, ho solo “portfolio”. Mentre quello del tutorial ha già una serie di lavori caricati in “Elementi di Portfolio”. Dove devo andare per metterli anche nel mio in modo che anche a me compaia questa voce? Grazie…

    1. SOS WP Team

      Ciao Gianni, hai provato a installare una demo del tema?

  4. Sara Bolognini

    Gran bell’articolo, complimenti Andrea!
    Ho un sito e vorrei rifarlo da zero.
    Come posso crearne uno nuovo, con un nuovo template, su un url non visibile finch´è non sarà realmente pronto? Vorrei anche togliere tutti i plugin e lasciando solo quelli che realmente mi servono, come posso fare?
    Grazie mille per la risposta!!!

    1. SOS WP Team

      Ciao Sara, ti consigliamo di creare il sito da nuovo su un sottodominio o una sottocartella. Quando sarà pronto potrai quindi trasferirlo sul dominio principale. Rimaniamo a disposizione, un saluto!

  5. filippo parisi

    word press va bene anche per creare siti web i cui contenuti siano video?

    1. SOS WP Team

      Ciao Filippo, certamente!

  6. rita

    all’interno del sito fatto con Word press esiste un modulo dove i clienti possano fissare un appuntamento con me? grazie

    1. SOS WP Team

      Ciao Rita, puoi usare un plugin di booking. Leggi questa guida.

  7. rita

    Sono proprio agli albori.. e forse ho già sbagliato ho comprato un dominio con hosting su Aruba.it posso collegarlo a Word press? grazie

    1. SOS WP Team

      Ciao Rita, puoi installare WordPress seguendo queste indicazioni. Un saluto e buon lavoro!

  8. Agata

    Purtroppo non ho tempo né concentrazione a causa di motivi familiari, per poter fare un sito web ma ho necessità di farlo subito. C’è qualcuno che potrebbe aiutarmi a pagamento? Io so esattamente quello che voglio. Ho un b&b. Agata

    1. SOS WP Team

      Ciao Agata, ti consiglio di rivolgerti al nostro reparto servizi, direttamente da questo link: https://sos-wp.it/servizi-web/. Un saluto e a presto!

  9. Scuola Sub Empedocle

    Ci tenevo a ringraziarti per aver reso possibile la realizzazione da zero del mio sito web senza che ne avessi alcuna esperienza

    1. SOS WP Team

      Ottimo! Siamo felici di saperlo!

  10. fabio

    Ciao Andrea faccio una premessa sarà una domanda stupida sicuro ma non ne esco più…
    Ho scaricato wordpress.org su MAMP, ho acquistato anche il mio url con godaddy.. come faccio a collegare il tutto, ovvero far sparire

    http://localhost:8888/"nome mio sito"

    , ma che rimanga solo l’url acquistato del mio sito in maniera da poterlo mettere online?
    Ho provato ma non ne vengo a capo.. grazie mille per la risposta.. Fabio

    1. SOS WP Team

      Ciao Fabio, a questo punto è necessario trasferire il sito da locale a remoto, come spieghiamo in questa guida. Un saluto e facci sapere!

  11. Alfonso

    Articolo completo e molto interessante, complimenti!
    Sperando di fare cosa gradita 🙏, volevo solo aggiungere che prima di lanciare online il proprio sito web, è opportuno curare anche gli aspetti legati alla nuova normativa europea in materia di protezione dei dati personali (GDPR – normativa e-privacy) al fine di non incorrere nelle pesanti sanzioni imposte dalle nuove leggi europee. Per chi fosse interessato, nel mio blog personale, ho scritto numerose guide e tutorial sull’argomento e-privacy. 😊

    1. SOS WP Team

      Grazie Alfonso della segnalazione, buon lavoro!

    2. william de biasi

      Innanzitutto complimenti guida davvero utile e molto semplice da seguire…
      Ti ho letto solo ora ma ho già iniziato a lavorare con WP gestendo tutto da siteground. Il mio problema è l’aspetto del sito scelto nella fase iniziale che resta invariato e si adatta al tema e non sempre i temi sono compatibili. Ignorante in materia vorrei cambiare l’aspetto scelto “travel” per poter avere più libertà quando cambio tema.
      Grazie

    3. SOS WP Team

      Ciao William, contattaci da questa pagina https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/ e vediamo come possiamo aiutarti! Un saluto e a presto.

  12. Sabrina

    Tra le tante guide di WordPress che si trovano online, questa fa davvero la differenza. Soprattutto il fatto di collegare Google Analytics a WordPress, è un passo importante che spesso non viene segnalato. Perché?
    WordPress secondo me è il miglior CMS, l’unica cosa è che i plugin si aggiornano e cambiano davvero molto spesso, da una parte è un bene ma dall’altra diventa impegnativo. Ci saranno mai novità nella gestione dei plugin?

    Sabrina Andreose
    nextredigital

    1. SOS WP Team

      Ciao Sabrina, vi è la possibilità di abilitare l’aggiornamento automatico dei plugin, intervenendo direttamente sul functions.php del tuo tema, se è questo a cui ti riferisci. Faremo eventualmente una guida al riguardo. I plugin si aggiornano perché devono adeguarsi agli update che riguardano WordPress, per assicurare che il sito lavori al meglio. Tutto questo per assicurare il massimo di prestazioni e sicurezza, quindi diciamo che si tratta di un impegno necessario, ma certamente utile!

    2. Marco

      Buona sera, ho un sito web su Aruba con wordpress e tema Mesmerize Free, dovendo passare alla versione Pro del tema, in fase di aggiunta key Mesmerize o nel caso che la versione Pro so aggiorni automaticamente, rischio di perdere le impostazioni ed il lavoro fatto fino ad ora?
      Grazie anticipatamente.

    3. SOS WP Team

      Ciao Marco, non le perderai, ti consigliamo in ogni caso un backup preventivo. Un saluto!

  13. Marco

    Salve, io ho seguito le vostre linee guida per creare il mio primo sito web.
    Ho visto però che i plugin di caching di wordpress sono numerosi. Volevo sapere se ne consigliate uno in particolare o se é addirittura possibile attivarne più di uno in contemporanea senza che si creino conflitti.
    Lascio il link al mio sito web nel caso vogliate darci un occhiata.
    https://lusvadesign.com
    Grazie in anticipo e buona serata!

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Marco, consigliamo WP Super Cache. Puoi leggere questa guida al riguardo. Un saluto e a presto!

  14. Tiziana

    Come faccio a creare due sezioni distinte in un sito web in WordPress? Ovvero entrato in homepage poi possa avere la possibilità di andare nella sezione che parla solo del ristorante e una sezione che parli solo del hotel?

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Tiziana, puoi usare un page builder come quello di cui parliamo in questa guida. Un saluto!

  15. sergio

    Salve ho seguito un corso su come fare un sito web tuttavia il mio sito non è presente su internet: lo cerco anche con le graffette ma non lo trovo! Come posso fare? Grazie in anticipo

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Sergio, dovresti seguire la mia guida su come indicizzare correttamente il tuo sito su Google.

  16. Enrico

    Ciao Andrea, ho creato un sito con WP ma non ricordo la sezione in cui il sito si attiva/disattiva. Puoi darmi una rinfrescata? Grazie,
    Enrico

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Enrico, lo hai creato con WordPress.com o WordPress.org? Un saluto!

    2. Enrico

      wordpress.org.
      Un saluto!

    3. Andrea Di Rocco

      Ciao, non capisco bene quale funzionalità intendi. Vuoi non far indicizzare il sito WordPress sui motori di ricerca?

    4. Enrico

      Ciao, mi spiego meglio….nel pannello di controllo del mio sito internet che ho creato con wordpress.org esiste una funzione che permette di rendere il sito visibile o invisibile? Cioè se digito http://www.miosito.it il sito in questione ora è raggiungibile, se voglio fare delle modifiche al sito come faccio a stopparlo e metterlo in manutenzione?
      Spero di essere stato più chiaro

      Enrico

    5. Andrea Di Rocco

      Ciao Enrico, puoi metterlo in modalità manutenzione utilizzando un apposito plugin, come spiegato in questa guida. Un saluto!

  17. AnnaMaria

    Ciao, ho creato un sito con wordpress. durante la fase di creazioni ho impostato e aggiunto “/wordpress” al nome del dominio nell url (www.nomedominio/wordpress.it) in modo che nella pagina del dominio reale non si vedessero tutte le mie modifiche fintanto che il sito non fosse pronto. Ora ho concluso le operazioni ed il sito è pronto e voglio togliere “/worpress” in modo da poterlo pubblicare nel url corretto (www.nomedominio.it) ma non ricordo dove devo andare per togliere “/wordpress”, mi potete aiutare? grazie,
    Annamaria

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao AnnaMaria, potresti scriverci a info@sos-wp.it, dandoci il link completo? Un saluto!

  18. Luca

    Ciao Andrea, ho un problema, ho un sito wordpress installato su Aruba, devo modificare il sito aggiungendo pagine e contenuti di testo.
    Accedo tranquillamente ad entrare nella gestione del mio host ma non riesco più ad accedere al sito per effettuare le modifiche.
    Puoi aiutarmi?

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Luca, ricevi un messaggio di errore quando provi ad entrare nella bacheca?
      Un saluto!

    2. Luca

      no, nessun messaggio di errore.
      Forse però non mi sono spiegato bene. Il problema è a monte, ho l’accesso ad aruba, ma non riesco a lavorare con WordPress.
      Il sito è stato creato in WordPress da altri, utilizzando Aruba come host.
      Come posso collegare WordPress al database e a tutti i dati presenti su Aurba?
      Devo installare nuovamente WordPress?

    3. Andrea Di Rocco

      Ciao Luca,
      in che senso non riesci a lavorare con WordPress?
      Se WordPress è stato installato, è stato anche installato anche un database.

  19. Vittoria

    Ciao Andrea,
    devo aprire un sito e-commerce multilingua di articoli artigianali,per l’acquisto dell’hosting stavo valutando Siteground ma mi propone tre pacchetti e non riesco a capire tra i tre quale è ideale per il mio sito.
    Cosa mi consigli?
    Grazie in anticipo

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Vittoria,
      per un e-commerce, direi che la soluzione migliore sia il piano GrowBig. Avrai dei server potenti, veloci e un supporto super efficiente. Inoltre avrai anche gli SSL gratuiti per il primo anno, e il plugin SuperCacher per rendere il sito ancora più performante. Rimango a disposizione, un saluto!

  20. michele

    Consiglio…
    Devo creare un sito che parla di piante, la struttura è semplice, come se fosse un libro..
    Devo creare un menu sulla sinistra con l’elenco delle piante e cliccando sul nome della pianta si apre la pagina con foto e descrizione….
    In questo caso è meglio creare tutte pagine e sotto pagine oppure Categorie ed articoli?
    Grazie Michele

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Michele,
      direi che in questo caso, sarebbe meglio inserire le pagine, una per pianta.
      Un saluto!

  21. nino

    ciao andrea volevo chiedertiun consiglio. sto facendo il sito per la mia nuova attività che tratta vendita caffè. adesso non so che tema scegliere mi potresti dare una dritta? grazie anticipatamente

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Nino,
      al momento, considero Enfold il miglior tema al mondo, perfettamente integrabile con tanti plugin.
      Abbiamo anche dedicato ad esso un Video Corso WordPress.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

    2. nino

      ciao Andrea grazie x la risposta immediata,volevo chiederti un’altra cosa il sito in questione deve essere un biglietto da visita non un e-commerce cioe’ mi spiego meglio i prodotti si devono vedere tutti ma non sono vendibili online. Devo prendere in considerazione sempre enfold? per questo sistema appena citato grazie anticipatamente

    3. Andrea Di Rocco

      Enfold va benissimo!
      Un saluto, fammi sapere come proseguirà il tuo progetto.

    4. nino

      ciao andrea come sempre molto gentile nelle tue risposte, stavo guardando il tema avada e volevo sapere se cè l’opzione x cambiare l’immagine favicon,potresti aiutarmi.

    5. Andrea Di Rocco

      Ciao Nino!
      Certamente, leggi la documentazione del tema.
      Ti ricordo che abbiamo creato un Video Corso WordPress, dedicato ai temi avanzati, e anche dunque ad Avada. Continua a seguirci 😉
      Un saluto!

    6. nino

      Ciao Andrea scusami se continuo a farti domande sui vari temi,non vorrei sbagliarmi sull’acquisto se scelgo il tema avada e istallo il plugin woocommerce disattivando la voce vendita online x usarlo solo da far vedere i prodotti posso inserire un numero illimitato di prodotti? oppure sono vincolato ad un certo numero,perche il mio catalogo e molto vasto grazie anticipatamente

    7. Andrea Di Rocco

      Ciao Nino,
      si puoi farlo.
      Un saluto!

  22. Alberto

    Salve, è possibile ricevere aiuto per creare una squeeze page su wordpress?
    Grazie anticipatamente

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Alberto!
      Scrivici a info@sos-wp.it, un saluto!

  23. Andrea Di Rocco

    Salve Sonia, ti consiglio di chiedere ulteriori delucidazioni a vhosting.
    Fammi sapere, un saluto!

  24. Serena

    Ciao Andrea,
    vorrei creare un form “registrati” in cui recuperare dati dei miei possibili clienti. Posso farlo attraverso wordpress?Come?
    grazie mille!

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Serena,
      puoi farlo con Contact Form 7, e integrarlo con un plugin del genere: https://wordpress.org/plugins/contact-form-7-to-database-extension/.
      Un saluto!

  25. Alessandro

    Ciao,
    guida interessante. Vorrei seguirla passo passo, ma ho un problema. Prima di trovarla ho provato, tanto per iniziare, direttamente dal portale wordpress.com, con un piano free, per capire di cosa si trattasse. L’unica cosa che ho fatto è stata acquistare il dominio direttamente dal portale. Quindi se ora utilizzassi siteground, o qualsiasi altro portale, non avrei a disposizione il dominio, perché l’ho già acquistato altrove. Ad occhio credo di avere 3 possibilità:
    1) ricomincio da capo su siteground con un altro dominio;
    2) provo a seguire la guida ma dall’interno di wordpress.com (sempre che sia possibile);
    3) provo ad utilizzare il dominio che ho acquistato su wordpress.com da un’altra parte, come siteground (sempre che sia possibile);

    sulle ipotesi 2 e 3 ho forti dubbi perché non ho idea di come fare, ed ho il sospetto che utilizzare wordpress.com con questa guida abbia dei limiti. Per esempio credo che non si possano installare temi esterni.
    per quanto riguarda l’utilizzo di un dominio comprato su wordpress, proprio non ho idea se sia utilizzabile da un’altra parte. Come mi consigli di procedere?

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Alessandro,
      wordpress.com ha tante limitazioni, come spiegato in questo post: https://sos-wp.it/differenza-wordpress-com-e-wordpress-org/.
      Ti consiglio di acquistare uno spazio hosting su Siteground, su cui potrai installare WordPress e iniziare a lavorare sul tuo nuovo sito web: https://sos-wp.it/installare-wordpress/.
      Nessun problema, potrai puntare il dominio già in tuo possesso su questo spazio:https://sos-wp.it/gestire-dominio-www/, ed anche (se lo desideri) importare i contenuti dal tuo blog di wordpress.com
      Fammi sapere se ti sono stato di aiuto, se hai altre domande sono qui!

  26. paola

    Ciao Andrea,
    ho provato attraverso Adsense ad inserire pubblicità al mio blog ma mi dice che WordPress non è abilitato
    posso risolvere in qualche modo?
    grazie mille
    Paola

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Paola,
      su wordpress.com non puoi inserire banner pubblicitari, al di fuori del circuito previsto da tale piattaforma.
      Leggi in questo post tutte le differenze tra wordpress.com e wordpress.org: https://sos-wp.it/differenza-wordpress-com-e-wordpress-org/.
      Spero di esserti stato di aiuto, un saluto!

  27. Francesco

    Ciao Andrea,

    Volevo chiederti se fosse possibile accedere e quindi modificare il codice di una singola pagina del sito generato con WordPress.

    Grazie,
    Francesco

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Francesco,
      certo, è possibile anche modificare il codice di una singola pagina generata da WordPress.
      Un saluto e grazie del tuo commento!

    2. Francesco

      Ciao Andrea,

      mi potresti indicare come fare?? scaricando in locale il sito con FileZilla??

      Grazie,
      Francesco

    3. Andrea Di Rocco

      Ciao Francesco,
      no, puoi lavorare anche in remoto.
      Un saluto!

    4. Francesco

      E ma come accedo alle pagine? Scusami ma sono nuovo in tal senso. Avresti una guida a riguardo?

      Grazie,
      Francesco

    5. Andrea Di Rocco

      Ciao Francesco,
      ti consiglio il mio Video Corso dedicato a come creare un sito web con WordPress.
      Potrai imparare passo passo tutti i passaggi fondamentali per realizzare come desideri il tuo sito web.
      Un saluto!

  28. Primo

    Ciao Andrea,
    perdonami, ho un po’ di problemi/dubbi col punto 11:
    1) premesso che non avevo creato la pagina Home del mio sito, ora che provo a farlo mi accorgo che è impossibile impostare il permalink come

    www.miosito.it

    mi si aggiunge sempre qualcosa, diventando ad es.

    www.miosito.it/home

    ;
    2) una volta risolto il problema precedente, io voglio che la mia pagina Home sia

    www.miosito.it

    , non ho capito una cosa: la mia pagina iniziale sarà identica alla mia pagina Blog? Su SOS WP non è così, e mi piace.
    3) in Aspetto > Personalizza mi trovo scritto: “il tuo tema supporta una pagina iniziale statica”. Bene, come si fa se io voglio pubblicare dei post nella pagina Blog e altri nella pagina News? Si può fare?
    Ti ringrazio in anticipo per la gentile e provvidenziale risposta che mi darai!

    1. Primo

      scusa ho usato come esempio un sito esistente! elimina pure quel link e metti un nome a caso, grazie ancora!

    2. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo,
      nessun problema, un saluto!

    3. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo!
      Sicuramente puoi decidere la pagina su cui far apparire i post. Se vuoi due pagine distinte, ma ambedue con articoli, devi fare in modo che ognuna punti a una specifica categoria di post, come mostrato in questo link.
      Puoi decidere poi quale sarà la “home” del tuo sito web, nelle impostazioni di lettura (reading settings).Puoi scegliere sia una pagina statica che dinamica come home.
      Hai letto questo post, su come ottimizzare i permalink?
      Un saluto!

    4. Primo

      Illuminante come al solito! 😉 Mi sono appena iscritto alla newsletter, ma se ho dei dubbi ti riscrivo! Grazie e buon lavoro.

    5. Andrea Di Rocco

      Grazie Primo della tua testimonianza.
      Continua a seguirci!

    6. Primo

      ps: cosa è il “Loop” di cui parla il link di Siteground?

    7. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo,
      il Loop è il codice che WordPress utilizza per visualizzare i post. Si trova nella index.php.
      Un saluto!

    8. Primo

      e per ID dellla categoria si intende il nome della categoria, non un codice, giusto?

    9. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo,
      l’ID della categoria è un numero, lo puoi ricavare per ogni categoria dal rispettivo pannello “categorie” della tua dashboard.
      Un saluto!

    10. Primo

      ho cercato ma trovo nessun numero 🙁

    11. Primo

      forse ho capito, l’ID si legge nell’url in basso, quando passi col mouse sopra al nome della categoria, giusto?

    12. Primo

      Andrea perdonami, io comunque non lo trovo quel codice indicato da Siteground nell’index.php del mio tema. Per oggi mi arrendo, sei stato gentilissimo. Ciao.

    13. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo,
      esatto!

    14. Primo

      … esattamente in quale stringa del mio index.php devo inserire ? thanks!

    15. Andrea Di Rocco

      Ciao Primo,
      Un altro link a cui puoi trovar info, e vedere dove inserire manualmente la stringa.
      Un saluto!

  29. sandra

    Ottimo articolo Andrea.. preciso e puntuale come si dice in termini scolastici!!! 😉

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Sandra,
      grazie mille del tuo commento, continua a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *