8 cose da fare per promuovere il tuo ultimo articolo

come promuovere ultimo post

Vuoi promuovere il tuo blog e quindi desideri che i tuoi articoli siano sempre più letti e condivisi? In questo articolo vedremo quali strategie adottare per promuovere adeguatamente i tuoi post, e ricevere sempre più traffico.

Assicurati di seguire gli step che ti elenco, perché se li seguirai vedrai fin da subito migliorare la diffusione dei tuoi contenuti sul web, per diventare blogger di successo.

Gli 8 passaggi necessari per promuovere il tuo articolo

 #1. Rileggilo

Per prima cosa, rileggi il tuo articolo. Controlla soprattutto che non manchino immagini esplicative e che i link siano tutti funzionanti. Valuta se è scorrevole, immediato nella sua comprensione e senza errori ortografici. Se i periodi sono troppo lunghi, prova a spezzarli in frasi più brevi.

#2. Ottimizzalo

Se non hai svolto prima questa fase, ti consiglio di farlo subito! Se non sai come, o vorresti avere delle dritte in più ti consigliamo di leggere le basi su come ottimizzare i tuoi articoli per i motori di ricerca.

L’ottimizzazione è quel procedimento attraverso il quale il tuo post è editato appositamente per essere meglio tracciato dai motori di ricerca.

Altrimenti, finirai per perdere quelle preziose visite provenienti dal traffico organico. Fortunatamente se utilizzi WordPress hai a disposizione degli strumenti che ti aiuteranno a lavorare sui tuoi contenuti in tale ottica a partire dalla loro stesura, risparmiando tempo prezioso.

#3. Promuovilo sui Social Network

promuovere ultimo articolo sui social network

I social network sono degli ottimi canali per promuovere i tuoi contenuti.

Ti consigliamo di scrivere dei titoli accattivanti e di mettere uno shorten link, ovvero un link accorciato, che può facilmente rientrare nei canoni di lunghezza, ad esempio dei tweets.

Esponi e promuovi senza problemi i tuoi contenuti su:

  • La tua Fanpage su Facebook: assicurati di aggiungere una descrizione interessante e di scegliere un’immagine esplicativa dell’argomento dell’articolo;
  • Sul tuo profilo Twitter: massimizza gli effetti del tuo tweet aggiungendo degli hashtag (#) sulle parole chiave del titolo e della breve descrizione che gli darai all’articolo.
  • Google Plus: condividilo sulla tua pagina brand con le cerchie che più si addicono all’argomento dell’articolo e chiedi loro di lasciare un feedback! Puoi anche trasferire l’intero articolo sulla tua pagina e farti conoscere così dal popolo di Google Plus!

Un consiglio: Se hai molti account social da seguire Hootsuite è la soluzione adatta. Questo strumento ti fornisce una dashboard dalla quale puoi gestire e condividere su diversi account.

#4. Fai un po’ di comment marketing, davvero utile se vuoi diventare blogger di successo

Incuriosire le persone è fondamentale per spingerle a leggere il tuo post, e perché no, a visitare il tuo blog se quest’ultimo è stato di loro interesse.

In questa fase, è importante andare su vari blog e lasciare dei commenti, con il link al tuo blog, per cominciare ad interagire e a conoscere altri blogger,  come altre persone interessate alla tua nicchia.

Devi iniziare a costruire una community intorno al tuo blog.

Ovviamente questo obiettivo non si raggiunge in poco tempo, serve infatti una attività costante di commenting e di partecipazione su blog inerenti alla tua nicchia.

Oltre ai commenti, è di fondamentale importanza partecipare sui forum più importanti e iniziare anche qui a confrontarti con altre persone e blogger come te.

Per fare tutto ciò e per essere riconosciuto di volta in volta, ti consigliamo di crearti un tuo Gravatar!

Se non sai come farlo leggi il nostro articolo su cosa sono i gravatar e perché dovresti iniziare ad utilizzarli.

#5. Postalo sui migliori aggregatori di notizie

In questa fase ti consigliamo di cercare degli aggregatori di notizie, iscriverti e promuovere il tuo articolo.

Non postare i tuoi articoli su aggregatori qualsiasi, ma soltanto su quelli che:

  • Trattano argomenti inerenti alla tua nicchia;
  • Hanno una buona posizione sui motori di ricerca, e una ottima reputazione.

Vedrai che questa procedura ti gioverà molto.

#6. Cerca persone a cui serve quello che hai scritto

come promuvere il tuo ultimo articolo

Spesso noi blogger ci dimentichiamo che lo scopo principale del nostro articolo è quello di fornire informazioni utili a tutte quelle persone che ne hanno bisogno.

Anche nella fase di promozione, andare incontro a queste persone è fondamentale per costruirti una reputazione.

Le persone infatti si ricorderanno dell’aiuto ricevuto e magari verranno sul tuo blog e decideranno di seguirlo per i contenuti di qualità che offri regolarmente.

Ma come puoi fare tutto ciò? Beh puoi farlo attraverso:

  • Forum: sono i luoghi migliori, dove le persone chiedono aiuto, si confrontano e si scambiano informazioni. Trova delle domande e richieste inerenti all’argomento del tuo articolo e fornisci loro una breve soluzione, mettendo il link al tuo articolo per maggiori informazioni
  • Commenti su altri blog: lascia un commento se trovi domande aperte.
  • Twitter: programmi come Tweetdeck e ImboxQ ti aiutano ad essere avvisato ogni volta che viene inserita una determinata parola chiave, tra le domande che vengono fatte su Twitter.

In questo modo sarai sempre pronto a rispondere, a dare informazioni e a consigliare il tuo articolo.

#7. Invialo alla tua mailing list

Mail Chimp per promozione articolo tramite newsletter

Se hai una mailing list, invia il tuo articolo alle persone invitandole a continuare a leggerlo sul tuo blog. Se non hai una mailing list e vuoi costruirtene una ti consigliamo di leggere quali sono i migliori siti per creare e gestire la tua Newsletter, dove troverai una serie di soluzioni per crearne una, anche a costo zero.

#8. Chiedi ad altri blogger di promuoverlo!

L’amicizia è fondamentale nella vita, come nel blogging. Se hai una serie di blogger fidati con i quali scambiarti condivisioni e favori, chiedi loro di promuovere il tuo articolo in cambio dello stesso favore in futuro. Potrai, quindi, usufruire di una indiretta e gratuita pubblicità, e alimentare in questo modo il traffico della tua piattaforma.

Scrivere articoli per la SEO e coinvolgenti allo stesso tempo è possibile, se sai come fare.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto come e dove promuovere il tuo nuovo articolo, per ottenere visite e riconoscimenti per il contenuto di qualità che hai pubblicato. Hai imparato anche nozioni utili su come diventare blogger di successo.

Questo processo appena descritto a lungo termine porterà molti frutti, e ti permetterà inoltre di mantenere i risultati nel tempo.

In questo modo, infatti, ti farai conoscere sempre di più dalla tua audience e dai blogger che scrivono nella tua nicchia.

Quali strategie applichi per promuovere il tuo ultimo post? Condividi con noi la tua esperienza, lasciandoci un commento nel box qui sotto.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!
Andrea Di Rocco

Latest posts by Andrea Di Rocco (see all)


PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
17 commenti
  1. dice:

    Ciao, grazie per l’ articolo (molto utile). Ti volevo chiedere che intendi per aggregatori di notizie? Potresti farmi un esempio concreto? Se hai due secondi dai un’ occhiata al mio blog, aperto pochi giorni fa dopo averne chiuso un altro: finoalnovantesimo.com

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Primo,
      gli aggregatori di news non sono altro che sono delle piattaforme, che veicolano le notizie provenientu da altri siti.
      Nella maggior parte, ciò viene effettuato attraverso i feed RSS. Appena possibile, vado a dare una occhiata al tuo blog ;-)

      Rispondi
  2. dice:

    Oltre al fatto che l’articolo è interessante, mi hai fatto aggiungere tre link all’elenco lettura. Ma perchè non vuoi farmi staccare gli occhi dal display? :D

    Rispondi
  3. dice:

    Faccio praticamente tutto quello che hai suggerito, ma secondo te in quanto tempo si vedono i frutti? Ho un blog da poco più di 5 mesi, si tratta di Volpi che Camminano sul Ghiaccio su http://www.elenaferro.it e ho poche decine di visitatori al giorno… Abbiamo dati statistici? Tempi medi per valutare se sono nella direzione giusta? Magari ci scrivi un articolo… ;) Grazie comunque per il tuo lavoro!

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Elena,
      stai utilizzando lo strumento Google Analytics per seguire l’andamento delle visite sul tuo sito web?
      Ciò è fondamentale per capire come sta andando il traffico del sito, e come intervenire per incrementarlo.
      Un saluto!

      Rispondi
  4. dice:

    Grazie, ottime informazioni, proverò a vedere cosa riuscirò a fare. Non mi reputo un blogger, faccio altro nella vita, ma la passione per lo svapo mi sta portando anche a cimentarmi in esperienze nuove come questa. Granzie ancora, Arrivederci

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Antonio!
      Grazie mille per il tuo commento, fammi sapere come prosegue la tua nuova avventura di blogger ;-)!

      Rispondi
    • dice:

      Ciao Guido,
      gli aggregatori di notizie sono delle piattaforme che ti permettono di rimanere aggiornato su un argomento di tuo interesse (ad esempio, “calcio”).
      Un esempio possono essere Scoop.it e Feedly.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

      Rispondi
  5. dice:

    Ciao Andrea,
    ho letto il tuo articolo è l’ho trovato molto interessante ma non sono d’accordo su una cosa. Al punto #3 consigli di accorciare i link per condivisione sui social network. A mio avviso questa pratica potrebbe essere “dannosa” in quanto gli utenti che navigano sui social network preferiscono sapere dove stanno andando prima di fare click su un link. E’ sempre meglio mantenere un grado di trasparenza verso i nostri lettori in modo da rassicurarli inconsciamente.
    Tu cosa ne pensi?

    Raffaele Spadafora
    http://minitricksmarketing (dot) blogspot (dot) it

    Rispondi
  6. dice:

    Complimenti per l’articolo Giulia :) Ho trovato tutto interessante e ottimo, tranne il punto 5.
    Dopo Penguin e Panda, gli aggregatori di notizie (Reddit, Diggita) portano solamente a penalizzazioni da parte di Google, quindi è una pratica sconveniente.
    L’unico modo per attirare traffico dagli aggregatori evitando la penalizzazione, è quello di trovarne uno con link nofollow, in modo che gli utenti possano raggiungere il tuo Blog ed a Google non interessi quel tipo di link.

    Continua così :D

    Mio Blog ( http://far-web.com/blog/ ) – Programmazione, Internet e Computer.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *