I migliori strumenti offerti da Google

Tantissimi utenti di SOS WP ci chiedono: “come posso conoscere e utilizzare i migliori strumenti offerti da Google per incrementare le prestazioni del mio sito web?”

Google è il più grande e potente motore di ricerca del mondo e i suoi strumenti per webmaster e web marketer sono diventati sempre più indispensabili per ognuno di noi.

Perciò… che tu sia un nuovo webmaster praticante o un nuovo arrivato (benvenuto!), ecco per te l’elenco completo dei migliori strumenti di Google più amati e usati dal Team di SOS WP.

IMPORTANTE: se vuoi sapere come sfruttarli al meglio, come salire sui motori di ricerca e attrarre sempre più traffico, prenota fin d’ora la tua chiamata gratuita con il nostro consulente SEO.

Questi sono gli strumenti migliori offerti da Google

Google Analytics

Migliori strumenti di Google - Google Analytics - Screenshot

Google Analytics probabilmente è uno degli strumenti di Google più efficaci e utilizzati dai webmaster del mondo. Ti dà informazioni indispensabili per migliorare il tuo sito, ad esempio:

  • le demografiche: verrai a contatto con i dati demografici della tua audience, inclusa la localizzazione geografica e la lingua.
  • Le risorse del traffico: vedere come e da dove sono arrivati i tuoi visitatori.
  • Il coinvolgimento sociale: potrai vedere da quali canali di socializzazione digitale provengono le tue visite e come interagiscono con gli eventuali plugin social che hai installato sul tuo sito.
  • Fare il punto dei tuoi obiettivi: potrai, infatti, impostare gli obiettivi su Google Analytics, che possono essere un acquisto, un’iscrizione alla newsletter, il download di un freemium (un servizio esclusivo concesso gratuitamente) e molto altro ancora…
  • La tecnologia utilizzata: potrai scoprire con quale browser, sistema operativo e dispositivo hanno utilizzato i tuoi visitatori per visualizzare il tuo sito web.
  • I contenuti migliori del tuo sito: potrai anche scoprire quali argomenti piacciono di più alla tua audience, attraverso i dati del tempo medio sulla pagina per ogni pagina del tuo sito e del numero di visualizzazioni.

È impensabile non utilizzare questa risorsa gratuita, quindi ti consiglio di iniziare a utilizzarla da subito.

Google PageSpeed Insights

Google PageSpeed Insights

Google PageSpeed Insights è uno strumento molto utile e immediato, ideato dal colosso dei motori di ricerca web, per testare la velocità di caricamento della tua pagina web. Dopo aver inserito il tuo url, ti basta cliccare sul pulsante “Analizza” per ricevere un rapporto molto dettagliato sulle prestazioni del tuo sito.

Nel rapporto troverai anche una lista di suggerimenti per migliorare il tuo sito, organizzata secondo le priorità seguendo un codice colore a “semaforo”:

  • rosso: migliorie da implementare il prima possibile
  • arancione: migliorie consigliate
  • verde: punti di forza della tua pagina

Potrai anche effettuare un test per valutare la compatibilità del tuo sito con i dispositivi mobili (Smartphones, tablet etc.) con il “Mobile-Friendly Test”.

Esistono vari strumenti per testare le prestazioni di WordPress, ti forniamo spiegazioni e una lista nella guida: “I migliori strumenti per testare le prestazioni di WordPress

Google Search Console

Google Search Console

Google Search Console è un altro prodotto gratuito di Google che ti fornisce un grande quantitativo di dati significativi per chi ha un sito web. Soprattutto se hai già impostato sul tuo sito Analytics, sarà molto facile aggiungere anche questo strumento, che ti darà informazioni su:

  • la “salute” del tuo sito: errori, URL bloccati, malware,…
  • Penalizzazioni da parte di Google: con l’introduzione dell’aggiornamento “Penguin”, Google ha fortemente penalizzato i siti che non rispettano le linee guide del colosso dei motori di ricerca.
  • I dati di configurazione sul web: link, cambiamenti di indirizzo, parametri per gli URL…
  • I dati sul traffico: demografiche della tua audience, link interni, backlinks… e
  • L’ottimizzazione del tuo sito: suggerimenti per migliorare il codice, la tua sitemap e molto altro ancora…

Per cominciare a usare la Search Console, come ho spiegato in un’altra guida, devi verificare la proprietà del tuo sito.

Google Trends

Google Trends

Con Google Trends, un altro tra gli strumenti offerti da Google, potrai comparare diverse parole chiave per vedere quanto sono ricercate dagli utenti. È possibile mettere a confronto fino a 5 query diverse (separandole con una virgola) e vedere così la loro popolarità sia su scala geografica che temporale.

Dal 2012, Google Insights è stato inglobato all’interno di Google Trends, per questo motivo oggi ritroviamo in questo nuovo strumento, caratteristiche appartenenti al vecchio tool.

Potrai, infatti, ricercare gli andamenti delle parole chiave che più preferisci attraverso la sezione “Explore Trends” e allo stesso tempo vedere gli argomenti, le storie e gli articoli più popolari nel web.

Google AdWords per le Parole Chiave

Ricerca parole chiave keyword planner

Oltre a essere un ottimo strumento per individuare le parole chiave da puntare nella tua campagna pubblicitaria, è perfetto anche quando vuoi fare un’attenta ricerca di mercato per scovare una nicchia profittevole, ma anche dei domini. Infatti per ogni parola che inserisci, Google AdWords Strumento per le parole chiave ti riporta una serie di idee e di varianti intorno ad essa, dandoti informazioni come: le ricerche mensili globali o locali, la concorrenza, il trend annuale e il CPC (costo per click).

Nel nostro tutorial puoi leggere in dettaglio come usare il Keyword Planner.

Google AdWords per la Pubblicità

Google AdWords

Vediamo un’importante risorsa che è tra i migliori strumenti offerti da Google. Se non stai ricevendo abbastanza traffico organico (ovvero, il traffico indipendente da campagne a pagamento) o vorresti invece potenziarlo portando sempre più visitatori sul tuo sito, dovresti prendere in considerazione una campagna pubblicitaria con Google AdWords.

Puntando le giuste parole chiave, porterai traffico targhettizzato sul tuo sito e le conversioni saranno pari o supereranno i costi della tua campagna. Tutto questo dovrà necessariamente essere preceduto da un’attenta analisi delle parole chiave, condotta usando lo strumento di cui abbiamo parlato al punto precedente.

Google AdSense tra i migliori strumenti offerti da Google

AdSense

Se il tuo sito è ben avviato e riceve un moderato flusso di traffico, perchè non cominciare a guadagnare con AdSense? Questo strumento infatti ti permette di guadagnare dai click o dalle impressioni degli annunci che posizionerai in aree dedicate del tuo sito. Farlo è semplicissimo.

Ti basterà infatti iscriverti gratuitamente al programma AdSense e il suo software selezionerà gli inserzionisti che meglio si adattano al contesto del tuo sito, o meglio, alla nicchia che stai trattando. Ovviamente i guadagni dipendono dalla quantità dei visitatori e dall’argomento del tuo sito web.

Google Alerts

Google Alerts

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie, citazioni o altro riguardante il tuo brand, allora Google Alerts fa proprio al caso tuo! Ti basterà infatti inserire un argomento, una nicchia o il sito di un tuo concorrente e decidere di riceverne gli aggiornamenti e le ultime notizie tramite email o RSS feed. Si tratta di un ottimo modo per tenere sotto controllo la concorrenza, ma anche la reputazione del tuo sito o brand.

Google Drive & Google docs

Google Docs

Con più di 800.000.000 di utenti attivi Google Drive domina anche il mercato degli strumenti collaborativi e dell’archiviazione sul cloud. Questo strumento ti permette di archiviare online il tuo contenuto (ben 15 Gb di spazio disponibile completamente gratuito) risparmiando spazio prezioso sul tuo hard disk o sulle schede di memoria dei tuoi dispositivi mobili.

Google Drive rappresenta anche un’ottima scelta per mettere in sicurezza i backup dei nostri preziosi siti WordPress.

Per migliorare ancora di più l’utilità di questo strumento, Google ci offre anche “Google docs” potenti strumenti per la produttività facilmente raggiungibili dal tuo browser. Google docs ti fornisce: un foglio elettronico (simile a Word), un foglio di calcolo elettronico (simile a Excel) e strumenti per la creazione di presentazioni e sondaggi. Questi servizi sono gratuiti e sono in competizione con la famosa suite di programmi della Microsoft, “Office”.

Da non sottovalutare, soprattutto per chi lavora in remoto, il fatto che tutti gli elementi di “Google Docs” sono pronti per il lavoro cooperativo in tempo reale e online. Questo significa che non avrai più bisogno di mandare in giro file in allegato ai tuoi collaboratori, ti basterà condividere un link per potere lavorare insieme! Provare per credere.

Conclusione

Ci sono tantissime risorse che puoi utilizzare per migliorare le prestazioni del tuo sito e lavorare da remoto con diversi collaboratori: la maggior parte di quelle presentate in questa guida hanno anche il vantaggio di essere strumenti offerti da Google gratuitamente.

Stai già utilizzando gli strumenti offerti da Google? Ce ne sono altri che vorresti suggerire? Utilizza la casella qui sotto per condividere la tua esperienza e continueremo a commentarli insieme.

Per approfondire gli argomenti trattati da questa guida, ci sono tantissime altre guide disponibili nel sito di SOS WP e con la nostra Assistenza Prioritaria Gratuita puoi sempre contare su indicazioni precise e veloci su come localizzare la risorsa giusta: attivala subito o avvia la chat.

G
M
T
Detect language
Afrikaans
Albanian
Arabic
Armenian
Azerbaijani
Basque
Belarusian
Bengali
Bosnian
Bulgarian
Catalan
Cebuano
Chichewa
Chinese (Simplified)
Chinese (Traditional)
Croatian
Czech
Danish
Dutch
English
Esperanto
Estonian
Filipino
Finnish
French
Galician
Georgian
German
Greek
Gujarati
Haitian Creole
Hausa
Hebrew
Hindi
Hmong
Hungarian
Icelandic
Igbo
Indonesian
Irish
Italian
Japanese
Javanese
Kannada
Kazakh
Khmer
Korean
Lao
Latin
Latvian
Lithuanian
Macedonian
Malagasy
Malay
Malayalam
Maltese
Maori
Marathi
Mongolian
Myanmar (Burmese)
Nepali
Norwegian
Persian
Polish
Portuguese
Punjabi
Romanian
Russian
Serbian
Sesotho
Sinhala
Slovak
Slovenian
Somali
Spanish
Sundanese
Swahili
Swedish
Tajik
Tamil
Telugu
Thai
Turkish
Ukrainian
Urdu
Uzbek
Vietnamese
Welsh
Yiddish
Yoruba
Zulu
Afrikaans
Albanian
Arabic
Armenian
Azerbaijani
Basque
Belarusian
Bengali
Bosnian
Bulgarian
Catalan
Cebuano
Chichewa
Chinese (Simplified)
Chinese (Traditional)
Croatian
Czech
Danish
Dutch
English
Esperanto
Estonian
Filipino
Finnish
French
Galician
Georgian
German
Greek
Gujarati
Haitian Creole
Hausa
Hebrew
Hindi
Hmong
Hungarian
Icelandic
Igbo
Indonesian
Irish
Italian
Japanese
Javanese
Kannada
Kazakh
Khmer
Korean
Lao
Latin
Latvian
Lithuanian
Macedonian
Malagasy
Malay
Malayalam
Maltese
Maori
Marathi
Mongolian
Myanmar (Burmese)
Nepali
Norwegian
Persian
Polish
Portuguese
Punjabi
Romanian
Russian
Serbian
Sesotho
Sinhala
Slovak
Slovenian
Somali
Spanish
Sundanese
Swahili
Swedish
Tajik
Tamil
Telugu
Thai
Turkish
Ukrainian
Urdu
Uzbek
Vietnamese
Welsh
Yiddish
Yoruba
Zulu
Text-to-speech function is limited to 100 characters
G
M
T
Detect language
Afrikaans
Albanian
Arabic
Armenian
Azerbaijani
Basque
Belarusian
Bengali
Bosnian
Bulgarian
Catalan
Cebuano
Chichewa
Chinese (Simplified)
Chinese (Traditional)
Croatian
Czech
Danish
Dutch
English
Esperanto
Estonian
Filipino
Finnish
French
Galician
Georgian
German
Greek
Gujarati
Haitian Creole
Hausa
Hebrew
Hindi
Hmong
Hungarian
Icelandic
Igbo
Indonesian
Irish
Italian
Japanese
Javanese
Kannada
Kazakh
Khmer
Korean
Lao
Latin
Latvian
Lithuanian
Macedonian
Malagasy
Malay
Malayalam
Maltese
Maori
Marathi
Mongolian
Myanmar (Burmese)
Nepali
Norwegian
Persian
Polish
Portuguese
Punjabi
Romanian
Russian
Serbian
Sesotho
Sinhala
Slovak
Slovenian
Somali
Spanish
Sundanese
Swahili
Swedish
Tajik
Tamil
Telugu
Thai
Turkish
Ukrainian
Urdu
Uzbek
Vietnamese
Welsh
Yiddish
Yoruba
Zulu
Afrikaans
Albanian
Arabic
Armenian
Azerbaijani
Basque
Belarusian
Bengali
Bosnian
Bulgarian
Catalan
Cebuano
Chichewa
Chinese (Simplified)
Chinese (Traditional)
Croatian
Czech
Danish
Dutch
English
Esperanto
Estonian
Filipino
Finnish
French
Galician
Georgian
German
Greek
Gujarati
Haitian Creole
Hausa
Hebrew
Hindi
Hmong
Hungarian
Icelandic
Igbo
Indonesian
Irish
Italian
Japanese
Javanese
Kannada
Kazakh
Khmer
Korean
Lao
Latin
Latvian
Lithuanian
Macedonian
Malagasy
Malay
Malayalam
Maltese
Maori
Marathi
Mongolian
Myanmar (Burmese)
Nepali
Norwegian
Persian
Polish
Portuguese
Punjabi
Romanian
Russian
Serbian
Sesotho
Sinhala
Slovak
Slovenian
Somali
Spanish
Sundanese
Swahili
Swedish
Tajik
Tamil
Telugu
Thai
Turkish
Ukrainian
Urdu
Uzbek
Vietnamese
Welsh
Yiddish
Yoruba
Zulu
Text-to-speech function is limited to 100 characters

Altre guide della stessa
categoria

16 COMMENTI
Commenta
  1. sonia

    Ciao Andrea,
    da poco webmaster Tools mi segnala: Il tuo sito non ha tag hreflang. Il mio sito non è multilingua e il dominio è associato alla destinazione Italia. Da cosa può esser generato l’errore? C’è qualcosa che posso fare per risolverlo? Grazie!

    Rispondi
  2. giulia_soswp

    Ciao Niguli, sì hai ragione, grazie per avercelo segnalato su questo articolo, che adesso provvedo ad aggiornare subito.

    Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *