Come ottimizzare i permalink del tuo sito WordPress

Aggiornato il da | 42 commenti | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Come ottimizzare i permalink del tuo sito WordPress

Vuoi ottimizzare i permalink?

Questa è una delle prime cose da fare se stai creando un tuo sito WordPress e vuoi cominciare a curarne l’aspetto SEO.

Modificare la struttura permalink equivale a modificare tutti i link del tuo blog, perciò è un’operazione da compiere con molta cautela.

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Per questo se non hai molta esperienza in questo ambito, ti consiglio di leggere prima la mia guida su cosa sono i permalink.

Se sei motivato ad apprendere tutte le tecniche per ottimizzare il tuo sito web, ti consiglio di raggiungerci nel nostro gruppo Facebook TUTTO SEO, dove ogni settimana troverai lezioni gratuite sul tema SEO.

Se hai un sito già avviato, chiediti più e più volte se è una procedura veramente necessaria e, se decidi di procedere, presta moltissima attenzione a tutti i passaggi da effettuare per non incorrere in alcuna problematica relativa al posizionamento delle tue pagine.

Se vuoi subito un Esperto SEO a tua disposizione, approfitta della nostra offerta e prendi subito appuntamento per una chiamata gratuita. Potrai scoprire come raggiungere i migliori risultati sui motori di ricerca.

Poi, ritorna a questa guida.

Come prima cosa, andiamo a vedere quali sono le strutture consigliate per ottimizzare i permalink del tuo sito.

Vediamo quindi tutti i passaggi necessari, per permettere questa ottimizzazione.

come ottimizzare i permalink: permalink da non utilizzare

Quali strutture permalink è consigliabile evitare?

La struttura di default usata su WordPress è ?p=<postid> che, in termini di SEO, sicuramente non è la più efficace.

Contiene, infatti, valori numerici che non hanno alcun senso e valore sia agli occhi dei tuoi utenti che a quelli (assai attenti!) dei motori di ricerca.

Chiediti anche se le strutture che includono la data siano la scelta migliore per ottimizzare i permalink del tuo sito.

Per esempio, vedendo che un articolo è stato scritto 2-3 anni fa, probabilmente un utente non cliccherà il tuo link ma cercherà una fonte più recente, considerando che magari il contenuto non è più attuale.

Quindi, le strutture URL contenenti la data possono diminuire il numero di visite al tuo sito. Inoltre, non arrecano alcun vantaggio in termini di SEO.

Questo è un aspetto da valutare attentamente, specie se il contenuto del tuo sito non è legato a stagioni o date particolari, ma include guide e informazioni sempre valide.

Quali strutture permalink scegliere per ottimizzare meglio i tuoi post e pagine?

Se vuoi ottimizzare i permalink del tuo sito, le strutture da scegliere sono sicuramente /post-name/, che indica solo il titolo del tuo post, o /category/post-name/, che invece mostra anche la categoria.

Queste sono consigliate da molti esperti SEO, tra cui Joost de Valk del plugin Yoast.

Ci sono poi vari modi di impostare l’URL in modo che non venga mostrato “category” nelle pagine categoria, o che appaia un’altra dicitura.

Matt Cutts, ingegnere di Google capo del servizio anti SPAM, predilige la struttura /post-name/.

Questa infatti genera infatti URL brevi, leggibili e facili da ricordare per gli utenti.

Soprattutto, i tuoi articoli saranno sempre attuali e indicheranno sia ai navigatori della rete che ai motori di ricerca gli argomenti che tratti e che vuoi condividere dalla tua piattaforma.

Se decidi di optare per la struttura dei permalink che include la categoria, ci sono due elementi a cui fare attenzione.

Per prima cosa, devi assicurarti che la categoria e lo slug del post restino brevi, altrimenti finirai per avere un URL complicato e lungo.

Questo non ti porterà alcun vantaggio in termini di SEO e potrebbe peggiorare l’esperienza degli utenti.

Alcuni visitatori potrebbero percepire come spam gli URL troppo ricchi di parole chiave.

Dovrai inoltre, assicurarti di scegliere una sola categoria per ciascun post.

Per quanto riguarda le impostazioni dei permalink e le categorie, ci sono vari modi di gestirle e ti consiglio di approfondire l’argomento.

Come impostare la struttura per ottimizzare i permalink

Se sei ancora nella fase di creazione del tuo sito WordPress, selezionare la struttura permalink che preferisci è facilissimo.

Accedi alla tua Bacheca, vai su Impostazioni > Permalink.

impostazioni permalink WordPress

Se scegli di usare la struttura /post-name/ puoi selezionare direttamente l’impostazione Nome articolo disponibile sul pannello di controllo.

Se invece vuoi includere anche la categoria, devi selezionare Struttura Personalizzata ed inserire questa dicitura /%category%/%postname%/.

Salva le impostazioni e la tua struttura permalink è aggiornata.

Quando pubblichi un articolo puoi infine rimuovere le parole non strettamente necessarie, come articoli, congiunzioni e pronomi dallo slug.

In questo modo accorcerai l’URL senza rimuovere le parole chiave utili per la SEO e per gli utenti. Se utilizzi Yoast SEO, il plugin lo farà in automatico.

Un’altra cosa a cui devi pensare è se vuoi utilizzare www oppure no. Vuoi che il tuo sito appaia come esempio.it oppure www.esempio.it?

Assicurati che la versione dell’URL che preferisci appaia in modo corretto su WordPress sotto Impostazioni > Generali.

Ottimizzare i permalink - URL

Spero che tu abbia già installato un certificato SSL per il tuo sito, quindi mi auguro che tu stia utilizzando HTTPS!

Assicurati, quindi, che il prefisso https sia correttamente inserito nell’URL.

Controlla poi che l’URL sia impostata correttamente anche nella Search Console di Google.

Per farlo, vai su Impostazioni sito e poi su Dominio preferito.

Cosa fare se hai un sito già avviato?

Se invece hai un sito già avviato e decidi di cambiare struttura per ottimizzare i permalink del tuo sito, devi prestare maggiore attenzione.

Per evitare problemi relativi al posizionamento delle tue pagine e errori 404, dovrai infatti andare a lavorare sul file .htaccess del tuo sito per impostare dei redirect.

Proprio Joost de Valk ne parla in un articolo sul cambio dei permalink.

Si tratta di una procedura delicata che richiede tempo e molta attenzione, ma che è essenziale seguire per evitare penalizzazioni sui motori di ricerca.

In entrambi i casi, ricordati di aggiornare i link interni tra le tue pagine.

Non farlo, creerà errori 404, e contribuirà a farti perdere autorevolezza.

Se hai già questo problema, ti consiglio di fare uso dei plugin WordPress per gestire la pagina 404 dalla configurazione immediata e semplice.

Conclusione

In questo post ti ho spiegato quali sono le strutture di permalink che puoi scegliere per il tuo sito WordPress.

Ti ho anche indicato quale sia quello da preferire per ottenere i migliori risultati.

Hai scelto la struttura per ottimizzare i permalink del tuo sito?

Tu quale utilizzi?

Lascia un commento per farmelo sapere!

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

  1. Immagine avatar per Salvatore
    Salvatore

    Grazie, ho risolto il problema con il vostro aiuto, ma ora ne ho un’altro. Nel permalink della soluzione di affitto tipo (http://villinomaria.it/rooms/villino-maria-single/) vorrei togliere “rooms”. Come devo fare? Sicuramente è un problema collegato al tema wp che ho caricato, ma non riesco a risolverlo.
    Grazie anticipatamente.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Salvatore, che tema stai utilizzando?

    2. Immagine avatar per Salvatore
      Salvatore

      solaz

    3. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Dovresti contattare il supporto del tema in questo caso, lo hai già fatto?

  2. Immagine avatar per Salvatore
    Salvatore

    Come posso togliere “blog” da questo permalink: villinomaria.it/blog/gallery

    1. Immagine avatar per Salvatore
      Salvatore

      Dimenticavo la parola “blog” risulta già impostata nel pemalink.

    2. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao, stai usando WordPress Multisite?

    3. Immagine avatar per Salvatore
      Salvatore

      si

    4. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Salvatore, devi andare sulla struttura dei permalink e selezionare /%postname%/. Quindi, segui le indicazioni di questa guida, anche se è in inglese ci appare piuttosto chiara. Un saluto e buon lavoro!

  3. Immagine avatar per Domenico
    Domenico

    Ciao Andrea, ho cambiato piattaforma da blogspot a wordpress e contemporaneamente anche nome dominio. Ho seguito la procedura per il reindirizzamento tutto è andato bene.
    Nel blog su blogspot i permalink sono del tipo anno/mese/nomepost.
    Nel blog nuovo su wordpress i permalink sono del tipo /nomepost
    Problema!
    Ho notato navigando sul nuovo sito con i post del vecchio, che per i permalink interni agli articoli visto la struttura differente cliccandoci sopra non trovano l’articolo, come posso risolvere?
    Spero di essere stato chiaro.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Domenico, devi eseguire un redirect, ti consiglio di dare una occhiata a questa guida. Un saluto!

  4. Immagine avatar per robites9
    robites9

    Buongiorno,
    Il sito dell’azienda con cui collaboro ha un sito WP con tema custom.
    Ora io dovrei fare alcune landing page utilizzando WP con un tema premium, tipo Enfold/Avada.

    Avrei pensato di creare una nuova installazione di WP in una nuova cartella chiamata ad esempio “landing” nel modo seguente:

    http://www.mio-dominio.com/landing/pagina_01
    http://www.mio-dominio.com/landing/pagina_02
    http://www.mio-dominio.com/landing/pagina_03

    Vorrei però fare in modo di nascondere nella url delle varie pagine il nome della cartella /landing ottenendo il seguente risultato:
    http://www.mio-dominio.com/pagina_01
    http://www.mio-dominio.com/pagina_02
    http://www.mio-dominio.com/pagina_03

    Qual’è il modo migliore per procedere?

    Grazie mille

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao, una soluzione potrebbe essere quella di usare questo plugin. Fai una prova 🙂

    2. Immagine avatar per robites9
      robites9

      Grazie per la risposta.
      In alternativa all’utilizzo del plug-in,
      non è possibile inserire un redirect in .htaccess?
      E se sì, in quale modo?

      grazie

    3. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      In tal caso, puoi usare un comodo tool che ci offre Yoast SEO.

  5. Immagine avatar per Sonia Bresciani
    Sonia Bresciani

    Pongo una domanda dopo aver cercato in numerosi siti/manuali wordpress:
    a cosa serve il CAMPO Slug di wordpress (che trovo per esempio accedendo in “modifica rapida”) dato che lo slug è modificabile direttamente dal campo Permalink? Posso considerarlo una sorta di “lucchetto” alla modifica del Permalink, utile nei casi in cui modifico l’headline della pagina/articolo successivamente alla pubblicazione?
    Il contenuto del campo Slug dovrebbe coincidere con l’estensione del Permalink eppure su un sito ho trovato diverse pagine – originate da clonazione e poi pubblicate – che avevano uno Slug lunghissimo molto diverso dalla rispettiva parte di Permalink. In questo caso vedo che posso CANCELLARE il contenuto perchè copierà l’estensione del permalink, dopo l’Aggiorna. Mentre se lo MODIFICO fa cambiare il permalink. (Ripeto mi riferisco all’utilità del CAMPO slug, non all’omonima parte finale del campo permalink)

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Sonia, lo slug è la parte finale dell’URL, che viene generato automaticamente da WP solitamente in base al titolo che gli si assegna la prima volta. Quando poi farai delle modifiche, lo slug non cambierà. quindi, in sintesi, il campo slug e la parte finale del permalink sono la stessa cosa. Consigliamo di usare slug brevi, eliminando articoli e preposizioni (praticamente in stile telegramma) e contenenti parole chiave. Un saluto, continua a seguirci!

    2. Immagine avatar per Sonia
      Sonia

      grazie per la risposta.
      Eppure sembra che il campo abbia proprio una sua funzione:
      • Quando una nuova pagina/articolo è in stato di BOZZA il campo Slug è vuoto benché il Permalink sia completo: dominio/titolo-della-pagina
      •Quando PUBBLICO la pagina/articolo il campo Slug assume la parte finale del Permalink e se vario il contenuto del campo Slug, cambia, dopo aggiornamento, anche il Permalink e viceversa.
      •Se a una pagina pubblicata cambio il titolo headline H1 e aggiorno, il Permalink giustamente non cambia, salvo un’eccezione….

      e qui interviene quello che io chiamo la “funzione lucchetto”:
      1) se il campo slug è pieno (uguale alla parte finale del permalink) è garantita l’immodificabilità del permalink anche se cambio l’H1 della pagina
      2) se svuoto il campo Slug, il Permalink ri-assume il nuovo headlineH1 dopo aggiornamento e compila analogamente il campo Slug.

      Quindi un campo Slug pieno dovrebbe impedire modifiche di un permalink indicizzato anche se si cambia l’H1.

      Comunque non mi spiego perché ho trovato pagine pubblicate il cui campo Slug differisce dalla parte finale del Permalink

    3. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Dove visualizzi questo campo Slug? Su “modifica rapida” oppure nel riquadro di Yoast?

    4. Immagine avatar per Sonia Bresciani
      Sonia Bresciani

      In “modifica rapida” si vede, come pure in “modifica” completa subito sopra l’elenco delle revisioni di pagina (almeno nel mio template)

    5. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Quale tema stai usando?

    6. Immagine avatar per Sonia Bresciani
      Sonia Bresciani

      Rispondo qui perché l’ultima domanda non ha il link:

      sto usando Twenty SeventeenVersione: 2.2, ma ricordo che il campo slug si vedeva anche con altri temi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*