Guide

Creare pagine con il plugin WordPress Page Builder di SiteOrigin

Un WordPress page builder è uno strumento che ti permette di costruire una pagina organizzando i vari elementi che la compongono in righe e colonne, come in una griglia. Lo hai mai usato? Vediamo come funziona.

WordPress Page Builder

Lo strumento che ti presento oggi è un page builder veramente interessante. Si tratta del plugin WordPress Page Builder di SiteOrigin.

Un plugin WordPress Page Builder ti permette di creare in maniera semplice e precisa pagine responsive con un layout personalizzato. Se vuoi creare pagine statiche, come la pagina dei Contatti o quella del Chi Siamo, esso ti sarà di grande aiuto.

Molti temi WordPress hanno questo tipo di funzionalità già inclusa. Uno dei più diffusi è Visual Composer di WPBakery, che è possibile anche acquistare separatamente al costo di $46.

Trovi tutte le informazioni sul Visual Composer qui.

Se nel tuo tema questa funzionalità non è presente, puoi provare ad utilizzare il plugin WordPress Page Builder di Site Origin. È completamente gratuito e molto apprezzato dagli utenti di WordPress, con oltre un milione di download.

Iniziamo a vedere come funziona questo strumento.

Se dovessi avere domande o avere bisogno di un supporto professionale, puoi attivare oggi stesso la nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita - inclusiva di 32 video del Corso WordPress - quando acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link. Migliaia di persone si sono già affidate a noi e possiamo aiutare rapidamente anche te.

Qui tutte le testimonianze

Configurare il WordPress Page Builder di SiteOrigin

Come per tutti i plugin, la prima cosa che devi fare è installare ed attivare lo strumento.

Una volta completata l’installazione, naviga in Impostazioni > SiteOrigin Page Builder, dove troverai alcune opzioni generali su cui lavorare per configurare lo strumento.

Ecco le principali:

  • Generale > Tipi di notifiche: WordPress Page Builder è perfetto per creare pagine, ma, da questa voce, puoi selezionare la voce Articoli se vuoi utilizzarlo anche per scrivere gli articoli.
  • Widget > Widget suggeriti:WordPress Page Builder utilizza i widget come elementi della pagina. Attivalo per mostrare i suggerimenti sui widget da inserire.
  • Layout > Layout di risposta: spuntando la casella, le pagine create con Page Builder saranno responsive, ossia verranno visualizzate perfettamente su dispositivi di qualsiasi dimensione. Puoi anche impostare per quali dimensioni dovrà avvenire il passaggio da versione desktop a versione mobile.
  • Contenuto > Copia Contenuto: selezionando questa voce, i contenuti creati con Page Builder saranno disponibili anche nell’Editor tradizionale di WordPress.
Scopri il nostro Corso WordPress, Corso HTML, Corso SEO, Corso CSS e altri corsi per creare il tuo sito web - 2

Usare il plugin WordPress Page Builder per creare pagine e articoli

Abbiamo configurato le impostazioni di base del plugin. Ora iniziamo ad usarlo per creare le nostre pagine.

Se crei una nuova pagina, noterai subito che è apparsa un’altra tab: accanto a Visuale e Testo, troverai Page Builder. Selezionando questa voce, attiverai la nuova funzione.

WordPress Page Builder - Nuova tab del plugin Page Builder nell'editor WordPress

Potrai tornare all’editor classico cliccando su Revert to editor.

WordPress Page Builder - Pulsante Torna all'editor nel plugin page builder

Riga

Iniziamo a creare la griglia nella quale posizionare gli elementi, o widget: clicca Aggiungi riga per aggiungere una riga alla pagina.

La riga può avere da una a dodici colonne, della larghezza che desideri. Nel menu “Colonne con un rapporto di…” troverai le varie opzioni per le loro dimensioni e proporzioni, oppure puoi trascinare i lati delle colonne per stabilirne la larghezza.

Sulla destra avrai la sezione Stili della riga, con varie impostazioni. Da Caratteristiche, potrai aggiungere classi CSS o applicare stili CSS personalizzati.

Da Layout, invece, puoi impostare il margine, il gutter (lo spazio tra le colonne) e il padding.

Infine, lavorando sulle opzioni disponibili nella sezione Design, puoi personalizzare lo sfondo della riga con un colore o un’immagine.

In qualunque momento puoi modificare, cancellare o duplicare una riga cliccando l’icona a forma di chiave inglese in alto a destra. Le righe possono inoltre essere trascinate e posizionate dove preferisci.

Widget

Adesso passiamo a inserire i widget, i contenuti veri e propri.

Clicca Aggiungi widget per visualizzare quelli disponibili. Ecco una selezione di quelli secondo me più interessanti:

  • Testo – Con questo widget aggiungerai un campo di testo con l’editore classico WordPress, nel quale inserire contenuti di testo, immagini, file media e codice HTML.
  • SiteOrigin Image – Inserisce un’immagine e permette di impostare diverse personalizzazioni, come le dimensioni, l’allineamento, e l’URL se vogliamo farla diventare un link.
  • Immagine – Inserisce un’immagine semplice. A differenza del widget precedente, non permette di personalizzarla.
  • Galleria – Se vuoi mostrare più di un’immagine, puoi usare questo widget. Configurare una gallery è molto semplice: inserisci gli ID delle immagini che vuoi includere, imposta le dimensioni delle singole foto, il numero di colonne da visualizzare e la destinazione di eventuali link.
  • Video – Utilissimo per incorporare un video da YouTube, Vimeo o altri provider video, o per inserirne uno dalla tua libreria media.
  • Layout Builder – Da questa sezione, puoi aggiungere un altro layout builder all’interno della pagina. Otterrai quindi una sezione in qui inserire altre righe e colonne.
  • SiteOrigin Button – Usando questo widget puoi aggiungere un pulsante sulla tua pagina con, ovviamente, un URL di destinazione personalizzato.
  • SiteOrigin Price Table – Da qui, inserirai una tabella dei prezzi, utilissimo per le pagine di vendita.
  • SiteOrigin Post Carousel. Questo widget mostra un carosello dei post. Puoi visualizzarli in base alla categoria, all’autore o ad altri parametri. Una funzionalità molto utile nelle homepage statiche in cui si vuole mostrare comunque un richiamo al blog.
  • SiteOrigin Google Maps. Con questo widget sarà facilissimo inserire una mappa di Google nella tua pagina.

Nota! I widget con la dicitura “SiteOrigin” saranno disponibili nel Page Builder solo se avrai installato SiteOrigin Widgets Bundle.

Aggiungere i widget con il WordPress Page Builder

Dopo averlo installato, vai su Plugin > SiteOrigin Widget e seleziona i widget che vuoi attivare.

Oltre che all’interno del Page Builder, i widget possono anche essere aggiunti alle sidebar in Aspetto > Widget.

Quelli di cui abbiamo parlato sono solo alcuni degli innumerevoli widget che Page Builder mette a disposizione. Ti consiglio di creare una pagina di prova e testare tutte le funzionalità, così da scoprire tutti gli elementi di questo utile plugin.

Come le righe, i widget possono essere trascinati in un’altra posizione, duplicati o eliminati.

Inoltre, tutti gli elementi possono essere personalizzati con margini, sfondi, CSS custom eccetera.

Per comprendere meglio il funzionamento di Page Builder by SiteOrigin (in particolare, la funzionaità drag-and-drop), guarda il video di presentazione ufficiale incorporato qui sotto.

Prebuilt Layout

Ora siamo giunti al punto in cui hai creato un buon layout, su una pagina o su un articolo, e vuoi replicarlo in altre pagine. Come fare? È molto semplice: clicca su Layouts e vai su Clona: Pagine oppure Clona: Articoli.

Storia

Se hai necessità di tornare indietro nelle modifiche che hai effettuato, cliccando su Storia puoi visualizzare una cronologia delle varie versioni della tua pagina, compresa una loro anteprima.

Live Editor

Molti utenti di WordPress amano vedere le proprie modifiche in tempo reale. Per questo Page Builder ha creato la funzionalità Live Editor, da cui selezionare e modificare i singoli elementi direttamente sulla pagina di anteprima. Questa pagina sarà molto simile al pannello Personalizza.

Page Builder funzionerà con il mio tema?

Il plugin WordPress Page Builder è compatibile con la maggior parte dei temi WordPress. Prima di installarlo, ti consiglio comunque di verificare che il template che stai utilizzando (soprattutto se è premium) non abbia già funzionalità integrate per la costruzione dinamica delle pagine.

In questo caso, ti sconsiglio di installare Page Builder poiché potrebbe creare conflitti, non funzionare correttamente o creare malfunzionamenti nel tuo tema.

Se vuoi utilizzare WordPress Page Builder e cerchi un tema perfettamente compatibile (e anche gratuito), dai un’occhiata ai temi sviluppati sempre da SiteOrigin.

In genere, questi template hanno un look molto semplice, ma sono decisamente funzionali e ben visibili su tutti i dispositivi.

Conclusione

Oggi ti ho parlato del plugin WordPress Page Builder, uno strumento estremamente utile e dalle innumerevoli funzionalità, ottimo per creare pagine dal layout accattivante, senza dover scrivere una riga di codice.

Il tuo tema ha già integrato uno strumento di questo tipo o ne usi uno alternativo?

Ritieni che sia utile o preferisci la configurazione classica delle pagine WordPress?

Come sempre, per domande, commenti, suggerimenti ed idee, ti invito a lasciare il tuo messaggio qui sotto.

NOTA: Questa guida è stata pubblicata originariamente nell’Aprile 2015 ed è stata completamente riscritta e aggiornata per accuratezza e comprensibilità.

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

41 COMMENTI
Commenta
  1. jasmine

    Ciao Andrea, non ho capito bene se è possibile creare una homepage dinamica con Page Builder. Vorrei creare una homepage dove vengono visualizzati gli ultimi articoli scritti nel blog, ma voglio rendere creativa la mia homepage con questo plugin. E’ possibile farlo? grazie infinite! Colgo l’occasione per congratularmi per la vostra assistenza prioritaria perché mi avete salvato in diversi casi, sempre precisi e affidabili. Grazie a voi ho sistemato il blog per la GDPR senza problemi. Vi sto consigliando a tutti!

    Rispondi
  2. fate

    Ciao Andrea
    Come si fa a togliere la scritta in inglese dal lente di grandomento della ricerca. Cioè mi spiego meglio se cerco una parole esempio che non c’è mi viene fuori la scritta in inglese “Sorry but nothing mached your search terms. Please try again”. Vorrei che tutta questa scritta uscisse in italiano.

    Rispondi
  3. stefania de liguoro

    Ciao Andrea, buongiorno. Leggevo con interesse il tuo articolo. Io sono una neofita nell’uso di wordpress. Tuttavia con il dovuto smanettare ho compreso abbastanza e ho messo su il sito internet. Tuttavia ieri sono incorsa in uno spiacevole errore al quale non riesco a porre rimedio. Mi spiego. Premessa: nella costruzione della mia homepage, lavoro molto sia col Backend editor, sia col frontend editor (wpbakery page builder), tuttavia a seguito di un qualche errore, che non ho ancora compreso quale esso sia, se passo in modalità frontend editor mi sparisce il corpo del sito su cui poter lavorare e mi appare solo il main menù ed il footer menù.
    Come potrei fare per fare in modo da poter tornare a lavorare sl corpo del sito col wpbakery page builder?
    Ti ringrazio anticipatamente,
    Stefania

    Rispondi
  4. Maryloni

    Ciao Andrea, grazie per l’articolo, avrei bisogno di chiederti, come mai ogni volta che creo una pagina con questo plugin non riesco a farlo in altre lingue, nel senso, ho la pagina in italiano, quando voglio tradurre in inglese, cambia la lingua anche quella di italiano. Sapresti aiutarmi? Grazie

    Rispondi
  5. Mario

    Ciao Andrea,
    ho installato il plugin “Page Builder” ma va in conflitto con un altro plugin “Responsive Lightbox – Lightcase”. E’ possibile risolvere questa cosa in qualche modo?
    Grazie!

    Rispondi
  6. Fabrizio

    Ciao Andrea e grazie per i tuoi articoli.
    Ho bisogno di aiuto, sto cercando un semplice plugin per wp che mi permetta di aggiungere in un certo punto dell’articolo delle colonne, 2, 3, 4 o più colonne, dove devo inserire dei prodotti, Testo + link immagine di Amazon, così da dare una formattazione meno disordinata.

    Rispondi
  7. Elisa

    Ciao Andrea, volevo sapere se questo plungin è compatibile con genesis framework. Io non sono molto a favore dei page builder però quando realizzo i siti a volte ho la necessità di dividere in colonne il contenuto della pagina. Di solito tramite l’editor inserisco dei div, ma se il cliente deve metterci le mani evito. Hai qualche suggerimento in merito? Cioè esiste qualche plugin che mi permetta di usare del codice html e al tempo stesso permetta al mio cliente di modificare i testi senza creare casini cancellando parti di codice? O l’unica soluzione è usare un page builder? Grazie, spero di essermi spiegata bene!

    Rispondi
  8. sonia

    Ciao Andrea, vorrei cambiare la home del mio sito che è legata al tema. Ho già apportato modifiche al codice ma non so qual’è il sistema più pratico per crearne i contenuti. Posso solo creare pagine widget da inserire nelle sidebar del tema? Ho provato con Live Composer ma non funziona l’editing del testo. grazie!

    Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *