Come scegliere un dominio efficace per il tuo sito web

Scegliere un dominio per il tuo nuovo sito

Scegliere un dominio web e acquistarlo è come decidere di sposarsi.

Una volta che decidi il tuo dominio, il tuo sito verrà conosciuto con quel nome, e intendo esattamente quel nome.

Se a un certo punto, dopo che il tuo sito è già avviato, cambi idea e decidi di utilizzare un altro dominio, anche cambiare una sola lettera confonderà gli utenti.

Ti consiglio, dunque, di riflettere bene su questa scelta, e in questo articolo ti darò dei suggerimenti su tutto quello che devi considerare nella scelta del dominio.

Creare un sito web, così come creare un blog, comporta un grande investimento di tempo e denaro, perciò devi assicurarti che il dominio scelto rappresenti al meglio ciò di cui tratterai.

La scelta del dominio ha un impatto sia nel modo in cui i tuoi visitatori ti percepiranno, sia nel modo in cui i motori di ricerca prenderanno in considerazione il tuo sito.

Ma facciamo una precisazione su quest’ultimo punto.

Non mi riferisco alla presenza o meno di parole chiave nel nome di dominio.

Solo in passato Google tendeva ad analizzare le parole usate nel dominio per poi verificare se ci fosse una corrispondenza con la query dell’utente.

Adesso non è più così, perché i motori di ricerca si concentrano su altri aspetti e vanno alla ricerca di parole chiave all’interno del contenuto della pagina.

L’URL continua comunque ad avere una certa importanza sotto il punto di vista delle keyword, in particolare per quanto riguarda lo slug.

Lo slug è la parte che compare dopo il dominio e contrassegna la pagina.

Qui è importante che le keyword siano presenti per identificare fin da subito quale sia l’argomento trattato.

In ogni caso, è sicuramente utile usare le parole chiave all’interno del dominio, poiché aiuterà i tuoi utenti a identificare il tuo sito con l’argomento in questione.

Il fatto che i motori di ricerca abbiano un certo interesse nei confronti del tuo domino ha a che fare soprattutto con la storia del dominio.

Prima che lo utilizzassi tu, era già stato usato in passato?

E qual era la reputazione di quel nome?

Anche l’estensione ha un certo valore.

Per esempio, c’è sicuramente una differenza tra un dominio .it e un dominio .fr.

Approfondiamo questo aspetto e anche molti altri, in modo che tu possa capire come scegliere un dominio efficace per la tua attività online.

Scegliere un dominio per il tuo sito web

Scegliere un dominio per il tuo sito web

Prima di iniziare, chiariamo esattamente che cos’è il dominio.

Il dominio è l’indirizzo del sito, nella forma (esempio) www.ilmiosito.it.

Attenzione, c’è differenza fra nome del sito e nome del dominio.

In questo articolo parliamo nello specifico di come scegliere un dominio web.

Il nome del tuo sito, ossia il titolo che vorrai dargli, può anche essere diverso.

Per esempio, il mio blog ha il dominio sos-wp.it (col trattino) e il nome del sito è SOS WP (senza trattino), che coincide con il mio brand.

Nulla mi vieterebbe, però, di scegliere come nome del sito qualcosa del tipo “Pronto Soccorso WordPress”.

Quindi, è sicuramente meglio che ci sia una certa corrispondenza fra la scelta del nome del sito e la scelta del dominio, ma effettivamente non si tratta della stessa cosa.

Chiarito questo aspetto, possiamo andare avanti.

Per realizzare un sito, dovrai scegliere un dominio e acquistare un piano hosting, ovvero lo spazio “fisico” dove risiederanno i suoi file.

Se vuoi registrare subito il tuo dominio per WordPress e sottoscrivere un piano hosting, guarda la mia video guida su come installare WordPress.

Prima di andare su ServerPlan, SiteGround o qualunque altro provider di domini ecco cosa devi sapere.

1. Devi scegliere un dominio che spieghi di cosa tratti il sito

Devi scegliere un dominio che spieghi di cosa tratti il sito

Pensa in estrema sintesi…

Se tratta di argomenti riguardanti i cuccioli di Labrador per esempio, il dominio non deve essere www.animalichepassione.it, ma piuttosto www.cucciolidilabrador.it.

Un nome di dominio troppo generico potrebbe non comunicare con chiarezza ciò di cui ti occupi.

Al contrario, un nome troppo specifico potrebbe allontanare persone interessate a diversi aspetti del tuo settore, perché non hanno capito che possono ugualmente rivolgerti a te.

Verifica se il dominio è disponibile, altrimenti puoi provare altre versioni, tipo, riprendendo l’esempio fatto sopra:

www.cucciolilabrador.it
www.cuccioli-labrador.it
www.icucciolidilabrador.it

2. Se non hai un marchio forte, scegli un nome descrittivo

Scegliere un dominio che rappresenti un brand (aziendale o personale) anche all’inizio dell’attività è un terno al lotto.

Se questa è la tua decisione, dovrai essere molto abile nelle attività di marketing per far conoscere il tuo marchio offline ma anche online attraverso altri canali, ad esempio sui social o tramite la pubblicità.

Se stai cominciando con la tua attività e ancora non sei molto conosciuto, non serve a molto usare il tuo brand come dominio.

Non servirà a farti conoscere e il tuo dominio non spiegherà quale sia il tuo settore.

Decidi quindi cosa ti conviene fare:

  • potrai usare il tuo marchio, ma accetta che il dominio non comunicherà quale sia il tuo settore, almeno all’inizio;
  • potrai scegliere un dominio che descriva il tema che tratti in modo tale che le persone possano capire subito la tua nicchia di mercato (come con i cuccioli di labrador).

3. Ricorda che i motori di ricerca prendono in considerazione il dominio

Ricorda che i motori di ricerca prendono in considerazione il dominio

Come già accennato all’inizio, il dominio interessa a Google non tanto per quanto riguarda le keyword, bensì per altri dettagli.

Questa tendenza a non prendere in considerazione le parole chiave in un dominio si è già palesata da qualche anno a questa parte, ma di recente John Mueller l’ha confermato in un’intervista sul canale YouTube Google Search Central.

Questo discorso vale anche per quanto riguarda le nuove estensioni, come .shop, .jobs, .agency.

Secondo ciò che afferma Google, non c’è una possibilità di posizionarsi meglio per le offerte di lavoro se usi un dominio .jobs rispetto all’uso di un semplice .it.

Ha invece un certo valore l’uso dell’estensione per quanto riguarda l’area geografica.

Se ti rivolgi ad un pubblico prevalentemente francese, non usare il .it, bensì il .fr.

Per i motori di ricerca è inoltre importante la reputazione di un dominio.

Se qualcun altro in passato ha utilizzato il dominio da te scelto, ma ne ha fatto un pessimo uso, ad esempio tramite attività di spam, potresti avere difficoltà ad ottenere buoni risultati.

Per maggiori informazioni su questo aspetto, leggi il Punto 8.

Se vuoi sapere cos’è la SEO, prendi un po’ di tempo e leggi i miei 50 consigli SEO per chi parte da zero.

4. Nome del sito per vendere online: se puoi scegli il .com

Nome del sito per vendere online - se puoi scegli il com

Oltre al nome del tuo dominio, devi scegliere un dominio di primo livello, ossia l’estensione.

Il .com è l’estensione più popolare del web.

Chiaramente indica la parola “Commercio”, quindi è sicuramente l’estensione ideale per comunicare ai tuoi utenti che sul tuo sito ci sono dei prodotti in vendita.

Se usi il .com insieme alle parole chiave che descrivono il tuo settore, il messaggio che comunichi è “Io vendo XYZ!”

Ad oggi, sono disponibili tantissime altre estensioni nate apposta per chi vende online.

Puoi quindi scegliere un dominio efficace utilizzando queste estensioni:

  • .biz o .business – entrambi sono indicati per le aziende e il commercio;
  • .buy – esprime chiaramente il fatto che su questo sito si compra qualcosa;
  • .shop e .store – ideali per un eCommerce, poiché indicano che si tratta di un negozio.

5. Scegli un dominio breve e diretto

scegliere un dominio

sos-wp.it è un dominio breve e diretto.

Ti comunica che su questo sito ti aiutiamo con WordPress.

Avrei potuto scegliere www.comeusarewordpressdazeroperprincipianti.it ma come già avrai capito… non è il caso di usare domini lunghi, illeggibili e difficili da ricordare.

Ricorda: meglio essere breve e andare dritto al punto.

Ti consiglio anche di evitare i giochi di parole.

Possono causare confusione o non essere compresi da tutti.

Un esempio è la situazione in cui una parola del dominio termina con la stessa lettera della parola successiva.

Come fare in questi casi?

Mantenere le due vocali?

Oppure lasciarne solo una?

E inoltre, gli utenti riusciranno a ricordare facilmente se c’era una sola vocale oppure due?

Il mio consiglio è di evitare, se possibile, che si verifichino tali situazioni.

6. Come scegliere un dominio efficace: opta per un nome dominio facile da scrivere

Come scegliere un dominio efficace: opta per un nome dominio facile da scrivere

Se i tuoi visitatori troveranno il tuo sito interessante e utile, ci sono ottime possibilità che vorranno tornarci.

Mettili allora in condizione di poterlo fare in qualsiasi momento, non solo ricordando il tuo nome ma anche usando un nome facile da scrivere.

Quante volte ti capita di sentire il dominio di un sito, e al momento di digitarlo ti ritrovi a pensare “Sì, ma… come si scrive?”

Evita quindi che i tuoi potenziali visitatori si facciano troppe domande.

Ricorda, inoltre, che non è possibile utilizzare simboli all’interno del dominio.

Sono ammessi, infatti, solo i caratteri alfanumerici e il trattino.

Questo significa che potrai utilizzare solamente le lettere e i numeri.

Per quanto riguarda il trattino, puoi usarlo a patto che non compaia né all’inizio né alla fine.

7. Meglio it o com? Dipende

Come detto sopra, scegliere un dominio con estensione .com è utile ma, se operi principalmente in Italia, va benissimo anche il .it.

Queste estensioni non solo trasmettono maggiore professionalità, ma permettono anche agli utenti di raggiungere il tuo sito più facilmente.

Infatti, è probabile che i tuoi utenti memorizzino il nome del tuo blog e non prestino molta attenzione all’estensione.

Quando vorranno tornare sul tuo sito, potranno digitare il tuo nome, provare ad aggiungere l’estensione .com o .it, e troveranno le tue pagine senza dover fare troppe ricerche!

8. Wayback Machine: prima di comprare il dominio per sito web usa questo tool

Wayback Machine

Prima di acquistare un dominio per sito web è sempre buona regola fare un controllo su Wayback Machine.

Usando questo strumento, basta inserire il dominio che hai scelto sulla pagina web per verificare che in passato questo nome non sia stato usato per ospitare contenuti offensivi o inappropriati.

Se è così, è consigliabile evitare di usare questo dominio.

Per usare questo servizio, digita il dominio nel campo di ricerca e premi invio.

Vedrai una timeline e un calendario.

Seleziona prima di tutto un anno, poi scegli dal calendario una data nella quale compare un cerchio colorato.

Significa che in questa data è stato fatto uno screenshot interattivo del sito.

Clicca sull’orario per visualizzare la schermata.

Puoi anche navigare all’interno del sito e cliccare sui link.

9. Ragiona a lungo termine

Se vuoi creare un sito di successo che resisterà con il passare del tempo, è meglio scegliere un dominio forte, che non sia legato ai trend momentanei.

Assicurati che anche fra 10 anni il tuo dominio sarà ben riconoscibile e attuale.

Usare parole che facciano riferimento a una moda attualmente molto diffusa, potrebbe sembrarti una buona strategia per catturare l’attenzione.

Ma riflettici bene, al momento in cui questa moda passerà, il tuo dominio sembrerà antiquato e obsoleto.

10. L’oro è nella nicchia

A meno che tu non sia un magnate del business con milioni di euro di budget a disposizione da spendere in pubblicità, mantieni fede alla linea del buon web marketer.

Punta una nicchia e conquistala.

Se tratti di passeggini per bambini dai 2 ai 3 anni, evita di acquistare un dominio generico e mantieniti all’interno del tuo contesto.

Un esempio? www.passegginiperbimbi.com

11. Dominio plurale o singolare?

Fa poca differenza se il tuo dominio targhetizza la tua nicchia usando un plurale al posto del singolare.

Quindi se uno dei due è già preso, opta per l’opposto. Ma occhio al copyright!

Per accertarti di non scegliere un dominio che violi i diritti di un marchio, consulta il sito tmdn.org.

Basterà inserire il nome da te scelto per effettuare una ricerca a livello internazionale e verificare se si tratta di un marchio registrato.

12. Gli articoli non servono

Evita di acquistare domini includendo gli articoli (il, lo, la, i, gli, le).

Questi non servono al fine dell’indicizzazione dei motori di ricerca e allungano il dominio, causando talvolta anche un po’ di confusione.

Se puoi evitali. Ripeto, sono inutili.

Mantienili solamente se fanno parte del brand o hanno un significato particolare.

Ad esempio, alcuni nomi di quotidiani italiani hanno l’articolo “il” davanti (Il Sole 24 ore), di conseguenza, ha senso che esso sia incluso nel nome del dominio (ilsole24ore.com).

13. Comprare dominio: fallo per almeno 3 anni!

Comprare dominio - fallo per almeno 3 anni

I motori di ricerca sanno per quanto tempo il tuo dominio è registrato.

Se lo acquisti per un anno dai l’impressione che non sei qui per restare e quindi non dai un’immagine autorevole del tuo sito (psicologia folle dei motori di ricerca).

Scegli con attenzione il tuo nome WWW.

E mi raccomando di comprare un dominio sempre per almeno 3 anni.

Se incontri delle difficoltà o hai bisogno del nostro consiglio, contattaci attraverso la nostra Assistenza WordPress.

14. Se hai un nome unico, acquista tutte le sue varianti

Se hai scelto un dominio dal nome unico e vuoi assicurarti che nessuno possa creare un sito su un dominio vagamente simile al tuo… acquista tutte le varianti di quel nome e tutte le estensioni.

Certo, forse proprio tutte è un po’ esagerato, considerato che ormai i domini di primo livello sono centinaia, però almeno assicurati di registrare sia il .it che il .com.

Difendi il tuo dominio bloccando le strade di accesso alla tua nicchia ad altri potenziali contendenti.

15. Se sei a corto di idee… fatti suggerire!

Se sei molto indeciso e l’unica cosa che ti è chiara è solo l’argomento del tuo sito, fatti aiutare dagli strumenti online.

Esistono, infatti, dei siti come Lean Domain Search o Bustaname che permettono di generare automaticamente un dominio, partendo dalle keyword inserite da te.

Magari dai risultati di questi strumenti non troverai il nome perfetto, ma potresti prendere spunto per il nome adatto a te.

Anche Namecheap offre un pratico strumento per aiutarti a scegliere il dominio.

Basterà attivare la Beast mode e selezionare le modalità di trasformazione delle parole da te inserite.

Per esempio, attivando Append suffix/prefix verranno generati dei suggerimenti includendo anche l’aggiunta di prefissi o suffissi alla parola da te inserita.

16. Trademark: proteggi l’unicità del tuo marchio

Trademark - proteggi l’unicità del tuo marchio

Sempre se hai un nome unico che non vuoi che venga usato da altri, assicurati di registrare subito il trademark del tuo sito.

Per prima cosa, come suggerito al paragrafo 11, assicurati che non esista già un marchio registrato con quel nome, o uno molto simile che potrebbe causare confusione.

Trovi tutte le informazioni su come registrare un marchio in Italia sulla pagina Marchi del sito del MISE.

17. Pensa alla tua audience

Quando scegli il tuo dominio pensa a chi verrà a trovarti.

Cosa si aspettano di trovarci?

Chi saranno i tuoi visitatori tipo?

Che età hanno?

Prendi in considerazione anche la psicologia dei tuoi utenti prima di scegliere il nome del tuo sito!

Per esempio, se ti rivolgi ad un pubblico molto giovane, e l’argomento trattato non è particolarmente serio, puoi utilizzare termini comuni nello slang dei ragazzi.

18. Pensa ai Social Networks

Cerca di vedere come potrebbe apparire il tuo dominio quando il tuo sito viene condiviso sui canali social.

In questo modo avrai una linea di massima da seguire per favorire la diffusione dei tuoi contenuti.

Fa un’escursione su Facebook, Twitter e Google Plus e controlla dove appare il dominio di altri siti.

Quindi, usa la console Google per modificare temporaneamente l’HTML cambiando il dominio visualizzato.

Come si fa?

Usando Google Chrome, fai doppio click sulla pagina web e seleziona Ispeziona Elemento.

A quel punto modifica nell’HTML l’indirizzo del sito che hai trovato inserendo il tuo.

Per maggiori informazioni su come lavorare con i codici HTML, dai un’occhiata al modulo HTML video corso WordPress.

Studia con attenzione come si vede il tuo potenziale dominio e scegli quello che ha un impatto visivo maggiore.

Per esempio, nell’immagine qui sotto ho sostituito SOS WP sia nel titolo della pagina che nel nome utente, con un nome di prova:

esempio modifica html console google

19) Scelta dominio con o senza trattini?

Molto si può dire sull’utilizzo dei trattini (sos-wp.it per esempio) all’interno del dominio.

A mio giudizio, cosi come di altri web master, non c’è differenza fra un sito che il trattino e uno che non la ha.

Nel caso di sos-wp.it ho trovato che il trattino aiutasse la comprensione dell’obiettivo del sito: aiutare le persone che vogliono usare WordPress.

Di sicuro, però, usare troppi trattini può essere fastidioso.

Evita forme come il-mio-nuovo-sito.it.

Un trattino per separare due parole può aiutare, ma troppi trattini diventano difficili da digitare e creano confusione e disordine.

20. Come scegliere un dominio efficace con o senza numeri

Anche sull’utilizzo dei numeri nel dominio, no problem!

Basta che siano rilevanti al tuo marchio e/o a quello che i tuoi utenti si aspettano di trovare.

Non ci sono limitazioni o penalizzazioni da parte dei motori di ricerca per i siti web che usano i numeri.

Inoltre, potrebbero aiutare a trasmettere un messaggio.

Pensa per esempio alla formula “123 + parola chiave”.

Potrebbe esprimere immediatezza nel raggiungere un obiettivo o nell’offrire un servizio.

Il numero 100 può indicare abbondanza. Il numero 101 indica qualcosa di più dell’abbondanza.

Evita magari il numero 404… è il codice di errore delle pagine non trovate, potrebbe far pensare che il tuo sito non esiste!

Come vedi da questi semplici esempi, anche i numeri hanno un significato, quindi cerca di usarne uno che rafforzi il messaggio che intendi comunicare.

21. Nome dominio: vietato copiare!

Scegliere un dominio troppo simile a un altro già esistente potrebbe essere l’errore più grave.

Stai attento a non utilizzare un nome simile a quello di un tuo concorrente per cercare di rubargli mercato.

Se si tratta di un marchio registrato, di cui abbiamo già parlato sopra, potresti finire in tribunale e dover pagare ricchi salassi.

Anche se non si tratta di un trademark, evita comunque di utilizzarlo.

Rischi di fare la figura del concorrente sleale e la tua reputazione di sicuro non ne gioverebbe.

Gioca pulito e punta a quello che i tuoi utenti stanno cercando.

22. Pensa al look, anche sul nome

Anche un dominio ha la sua estetica.

Chiediti come si vede quando è scritto su un browser.

Fai dei tentativi scrivendo sulla barra di ricerca del tuo browser il dominio che vorresti acquistare.

In questo modo sarai sicuro che il modo in cui il tuo dominio si presenta… sarà davvero accattivante!

Pensa anche all’aspetto del tuo dominio quando dovrai creare le email personalizzate.

Come scegliere un dominio efficace per un sito?

Ci sono una serie di particolari a cui fare attenzione: forza del marchio, inerenza al target e al prodotto, facilità di scrittura, brevità e un look dallo stile inconfondibile.

Nome dominio con o senza trattini e numeri?

Non c’è differenza fra un sito che il trattino e uno che non la ha e anche per i numeri non ci sono limitazioni o penalizzazioni da parte dei motori di ricerca per i siti web che usano i numeri.

Meglio it o com?

Dipende. .it e .com trasmettono una maggiore professionalità e consentono agli utenti di raggiungere il sito più facilmente

Nome dominio e audience, c’è un collegamento?

Sì, in certo senso per scegliere il nome di un sito bisogna anche pensare alla psicologia dei propri utenti.

Conclusione

Hai scelto il dominio per il tuo sito web?

Forse hai pensato a più di un nome e adesso devi fare una selezione.

Verifica subito se i domini che ti sono venuti in mente sono disponibili.

Negli ultimi 5 anni ho acquistato oltre 50 domini, di cui parecchi tramite SiteGround.

La maggior parte non li ho mai usati perché non rispettavano le caratteristiche descritte in questi 22 punti.

Come al solito, sbagliando si impara.

Ti svelo un segreto: in realtà, io ho una vera e propria mania di acquisto compulsivo di domini, non posso farci nulla!

Ho l’abitudine di comprare un dominio ogni volta che me ne viene in mente uno interessante, così mi assicuro che rimanga in mio possesso finché non posso dedicarmi alla creazione del sito web.

Ti assicuro che mi è capitato, infatti, di scegliere dei bellissimi domini, accertarmi che fossero liberi, e poi rimandare l’acquisto.

Sai cos’è successo?

Beh, nel giro di pochi giorni ci aveva già pensato qualcun altro, e mi ha anticipato.

Se stai per avviare un’attività online e ti viene in mente un dominio con tutte queste caratteristiche, non esitare e acquistalo subito.

Anche se ancora non sei pronto a creare il tuo sito.

Approfitta delle offerte che trovi su ServerPlan, GoDaddy o su Namecheap.

Spesso trovi domini a costi estremamente bassi, addirittura a meno di un Euro.

Se sarai più furbo di me, ti risparmierai qualche centinaio di euro e andrai dritto al punto acquistando un dominio chiaro, esplicito e memorabile.

E poi può essere un buon metodo per far crescere la tua motivazione: se hai già il dominio, in qualche modo sai di aver già iniziato la tua attività online, quindi sarai spinto ad andare avanti e realizzare il tuo progetto.

Hai già trovato un dominio efficace, hai già un pezzettino di vittoria in tasca.

Vuoi qualche consiglio in più?

Hai qualche suggerimento che ti piacerebbe condividere?

Commenta nel box qui sotto.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
114Commenti
Lascia un commento
  1. Immagine avatar per daniela
    daniela

    Grazie per le info – direi esaustive.
    posiederle consa ne pensa?..
    sto scegliendo un dominio per un a start up di maglie in cashmere

    lei cosa ne pensa… :
    1 nome cognome + cashmere.com
    2 nome cognome. com?

    grazie!
    d

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Daniela, aggiungere la parola cachmere può rafforzare l’immagine del prodotto. Evita però di creare un dominio eccessivamente lungo. Un’alternativa può essere semplicemente cognome + cachmere. Grazie a te, continua a seguirci!

  2. Immagine avatar per davide
    davide

    Buongiorno, ottimo articolo, che ne pensate della & ? o è meglio sostituirla con una semplice e ? grazie

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Davide, è possibile utilizzare solo caratteri alfanumerici, ossia lettere e numeri, e l’unico simbolo consentito è il trattino (-). Non puoi quindi utilizzare la &. Un saluto!

  3. Immagine avatar per Doatella Palese
    Doatella Palese

    Ciao ragazzi,
    nel momento in cui le estensioni principali sono occupate… cosa ne pensate del .biz?

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao, meglio per siti ecommerce o comunque legati al mondo del business. Un saluto e buon lavoro!

  4. Immagine avatar per Federico
    Federico

    Complimenti articolo completo ed esaustivo pur essendo anziano mi hai dato la forza di provarci e se avrò bisogno mi permetterò di disturbarti. Grazie.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ottimo Federico, grazie del tuo feedback!

  5. Immagine avatar per Mario
    Mario

    Ciao.
    Grazie mille per i tuoi consigli. Sono illuminanti.
    A tal proposito, sto pensando di aprire un sito e sto valutando tre soluzioni (compatibili con o domini già utilizzati) per la scelta del dominio. Le opzioni sono le seguenti:

    www.ematologo.info
    www.milanoematologo.it
    www.ematologo.milano.it

    Vorrei sapere se da un punto di vista di posizionamento e di SEO, l’estensione .info e quella .milano.it e .it si equivalgano. Inoltre laddove dovessi optare per un generico ematologo.info una eventuale pagina ematologo.info/milano si posizionerebbe al pari di milanoematologo.it o ematologo.milano.it in una ricerca con keyword “ematologo Milano” al pari di contenuti e ottimizzazione seo della pagina stessa.
    Sperando di non aver abusato della tua disponibilità ti saluto e ti ringrazio ancora.
    Mario

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Mario! Il dominio di tipo geografico come milano.it è un importante segnale di localizzazione per i motori di ricerca ma anche per gli utenti, che tenderanno a riconoscere all’istante il luogo in cui ti trovi. Ovviamente è solo una piccolissima parte di tutto il puzzle che compone la SEO di un sito web, quindi i vantaggi non si vedono se tutto il resto non è ottimizzato. Un saluto e buon lavoro!

  6. Immagine avatar per Alessia
    Alessia

    Buongiorno!
    Molti complimenti per il sito e gli articoli, davvero ben fatti e illuminanti.
    Mi sto avventurando nella creazione del mio sito personale per promuovere l’attività di libera professionista.
    Ho avuto un’idea per il nome, che non volevo fosse nomecognome.it ma qualcosa di più creativo. Mettiamo che il nome trovato che vorrei “bloccare” sia http://www.alfa-beta.it. Ho verificato online se esistesse qualcosa di simile e ho trovato un sito (che si occupa di tutt’altro, di giochi per bambini) che corrisponde al sito http://www.alfabeta.eu e che ha la c del copyright in home page. Se io registrassi il mio sito con il trattino, con ovviamente loghi e contenuti completamente diversi e inerenti la mia professione, potrei avere problemi? Chiedo prima di procedere….grazie mille!
    Alessia

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Alessia, non siamo legali ma riteniamo che la c del copyright si riferisca ai contenuti e comunque non indichi per forza un marchio registrato, quindi alpha-beta con il trattino pensiamo possa essere utilizzato. Un saluto!

  7. Immagine avatar per Chiara
    Chiara

    Ciao,
    complimenti per l’articolo e per il sito!
    Ho un dubbio quasi uguale a quello di un utente a cui avete già risposto, cioè se sia il caso di usare un dominio in inglese se più avanti ci si vuole rivolgere anche a un pubblico straniero. Voi consigliate il dominio in italiano e poi di reindirizzare verso la pagina in lingua straniera; però visto quanto deve essere complesso gestire un sito multilingue non so se è una buona idea per un principiante perché non saprei da che parte cominciare. 
    Pensate che usare un dominio inglese per un pubblico, almeno all’inizio, soprattutto italiano possa influire negativamente sulla SEO? Infatti il dominio, inglese, non mi aiuterebbe a posizionare il sito per le parole chiave, italiane.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Chiara, un ottimo plugin come WPML potrà permetterti di avere un sito multilingua facilmente gestibile, ANCHE usando due domini. Leggi in merito la nostra guida dedicata, un saluto!

    2. Immagine avatar per Chiara
      Chiara

      Perfetto, grazie mille!

  8. Immagine avatar per Deborah
    Deborah

    Salve,
    articolo molto esaustivo…
    vorrei acquistare un dominio per un blog italiano, ma sia .it che .com sono presi.
    Cosa ne pensate dell’estensione .eu?
    Questa potrebbe inficiare sulla SEO e quindi sulla SERP?

  9. Immagine avatar per sandro
    sandro

    Complimenti per i consigli, scritti in modo semplice e conciso, facilmente comprensibile anche da neofiti del settore.
    Avrei una domanda per quanto riguarda l’estensione dei domini.
    Le opzioni da voi suggerite sono essenzialmente due: .it e .com
    Sto pensando di creare un sito informativo (anche se inizialmente potrei definirlo un blog, per poi ampliarlo). L’estensione .it del dominio a cui sto pensando è già preso (da un blog in disuso che tratta tutt’altro). L’estensione .com non mi piace per via della sua origine (commercial), che sarebbe anche in contrasto coi temi di cui tratterò.
    Stavo pensando all’estensione .info
    Qual’è la vostra opinione su quella estensione? Potrebbe penalizzarmi in qualche modo (seo, credibilità…)?
    Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Sandro, non vediamo una implicazione negativa della estensione scelta sulla SEO, specie se si tratterà di un blog divulgativo. Quindi, procedi pure, ricordandoti che puoi anche ottenere la nostra Assistenza WordPress. Grazie dei complimenti, un saluto e a presto!

  10. Immagine avatar per KARL@KARL
    KARL@KARL

    Ottimi e preziosi suggerimenti! 😉

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie dell’apprezzamento, continua a seguirci!

  11. Immagine avatar per Giacomo D
    Giacomo D

    Ciao, ho registrato il mio dominio come “giacomodenanni.it”. Mi chiedevo, era meglio se avessi fatto “www.giacomodenanni.it” o l’elemento “www” è indifferente? Purtroppo non sono un tecnico in materia ed ho ancora molto da imparare…
    Grazie dell’aiuto!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giacomo, l’elemento www è indifferente, non ha impatto né a livello di prestazioni del sito né a livello di SEO. Un saluto e buon lavoro, continua a seguirci!

  12. Immagine avatar per Paola
    Paola

    Ciao Andrea. Per il mio primo blog ho pensato a un dominio.online che però su Siteground non c’è, quindi pensavo di acquistare il solo dominio su Aruba e poi collegarlo a Siteground con WordPress. Non so però se acquistarlo con gestione dns oppure con redirect oppure senza queste 2 cose che non so bene cosa siano. Altra domanda che volevo fare è: come sarà l’indirizzo email offerto da Siteground? Grazie per la tua risposta che spero arrivi presto!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Paola, assicurati che il dominio abbia la gestione DNS. Consulta questa guida https://sos-wp.it/gestire-dominio-www/ oppure richiedi il nostro supporto per il puntamento del dominio su SiteGround, attraverso la nostra Assistenza WordPress. Un saluto e a presto!

  13. Immagine avatar per Davide
    Davide

    Buongiorno! Innanzitutto complimenti per gli ottimi e utili articoli. Volevo avere una piccola informazione, se possibile: se io creo un sito/blog wordpress con dominio gratuito, giusto per fare una prova e cercare di capire meglio almeno i principi base, poi posso farlo diventare un sito vero e proprio (a pagamento ovviamente)?
    Purtroppo non ho la minima idea di come funzionino queste cose e sono piuttosto ignorante in materia, quindi chiedo scusa se ho sbagliato i termini, ma spero si sia almeno capito ciò che intendo, grazie.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Davide, grazie dei complimenti 🙂 Puoi creare un blog gratuito con WordPress.com, ricorda però che la versione senza limiti di WordPress (quella di cui parliamo in questo sito, per intenderci..) è WordPress.org: anche passando ad un piano premium di WordPress.com (quindi a pagamento) non potresti fare tante cose che puoi fare con WordPress.org. Per saperne di più, consigliamo di leggere questa guida. Noi rimaniamo a disposizione per ogni domanda, un saluto e a presto.

  14. Immagine avatar per Andrea
    Andrea

    Scelta Dominio Personale, ho notato che mettere il cognome davanti al nome è poco utilizzato, c’è una ragione in particolare?
    Es. rossimarco.com
    fattorialberto.it

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Andrea, diciamo che è meno usuale mettere il cognome prima del nome e di conseguenza non risulta quindi un dominio user friendly. Anche per l’indicizzazione dello stesso sarà più facile inserire prima il nome e poi il cognome.

  15. Immagine avatar per Mariana
    Mariana

    Ciao, articolo molto interessante, grazie dei preziosi consigli.
    Sto per acquistare un dominio, ho già scelto il nome ma mi chiedevo se è meglio avere il www davanti al dominio o no?
    Grazie mille!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Mariana! Per i motori di ricerca non fa differenza, diciamo che è più una scelta legata ad un gusto personale che non modifica le funzionalità del sito e il modo in cui viene visto dai crawler. Facci sapere cosa sceglierai, buon lavoro 🙂

  16. Immagine avatar per giusy
    giusy

    Ciao ho letto questo interessantissimo articolo… vorrei aprire un blog su un argomento che mi sta particolarmente a cuore e stavo cercando un nome appropriato… per questo motivo volevo cercare delle parole chiave…solo che quando vado per utilizzare l’apposito strumento di google adwords mi chiede il nome del sito per accedere alle funzioni… io lo vorrei usare proprio per trovare parole chiavi o suggerimenti da inserire le nome quindi il sito ancora non esiste!… c’è qualche altro strumento che posso utilizzare? grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giusy leggi la nostra guida su come usare il Keyword Planner. Ti ricordo anche che puoi richiedere l’aiuto dei nostri esperti tramite l’Assistenza WordPress https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/ 🙂

  17. Immagine avatar per Liliana
    Liliana

    Ciao, articolo (e sito) molto utile. Vorrei chiederti un consiglio: cosa ne pensi di domini con due lettere uguali di seguito? mi spiego meglio: se volessi un dominio con una frase del tipo “giochi in classe”, sarebbe meglio scrivere giochiinclasse.it o elidere una i e scrivere giochinclasse.it?
    Grazie in anticipo della risposta!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Liliana, consideriamo migliore la seconda soluzione, più corta. Un saluto!

  18. Immagine avatar per Cesarina Vespa
    Cesarina Vespa

    Splendido articolo.
    Una curiosita’.
    Leggevo che spesso e’ considerato di piu’ valore un dominio meno immediato ma con .it che uno molto piu’ facile da ricordare ma per esempio.club ;
    esempio:
    investireadesso.it
    investire.club
    Avrei detto il contario….cosa ne pensa?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Cesarina, .it è una estensione molto diffusa e ormai facilissima da ricordare, e perciò è da preferire soprattutto se il sito è rivolto ad un pubblico italiano. Grazie del tuo commento!

  19. Immagine avatar per Emanuele
    Emanuele

    Ciao Andrea, ti ringrazio della pubblicazione di questa guida, sintetica e mirata! Mi è servita per trarre alcuni spunti prima di aprire il mio dominio.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ottimo Emanuele, grazie del tuo commento. Continua a seguirci, tante nuove guide in arrivo.

  20. Immagine avatar per valeria
    valeria

    Ciao!… una domanda molto generale, senza grandi pretese.
    Per raggiungere il pubblico francese, c’è moltissima differenza tra un dominio tipo

    www.miodominio.fr

    e

    www.miodominio-fr.com

    Lo chiedo perché non è più disponibile la prima opzione e posso invece avere la seconda.
    Se nelle pagine della versione francese del sito, le parole chiave saranno in francese… forse non c’è una gigantesca differenza. Oppure è moltissimo meglio il .fr (a parte le parole chiave, ovviamente)?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Valeria, Google non “legge” le estensioni. Non credo sia di particolare aiuto la seconda opzione, mi limiterei al “semplice” .com. Ovviamente, senza conoscere il caso specifico, e il target del dominio, non possiamo dire di più.

  21. Immagine avatar per Simone
    Simone

    Salve, per una piccola azienda che si chiama “kalos – servizi per la bellezza” è consigliabile kalos-servizi.it o serviziperlabellezza.it? Quale dei due nomi funziona meglio?
    Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Simone, direi di preferire il dominio che ha il nome “kalos” che identifica l’azienda. Un saluto!

  22. Immagine avatar per Daniele Viola
    Daniele Viola

    grazie per l’articolo concordo su molte cose …

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie del tuo commento!

  23. Immagine avatar per Andrea
    Andrea

    Ciao Andrea,
    mi complimento prima di tutto per il tuo ottimo sito, chiaro e coinciso.
    Volevo chiederti gentilmente, invece di tutto questo, cioè acquistare un dominio, si potrebbe usare il web server Apache, aprendo le relative porte e altri accorgimenti, sarebbe tutto gratuito, vero?
    Ti ringrazio dell’attenzione
    Ciao

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Andrea, non puoi realizzare un sito in questo modo, perché per mettere online un sito non serve solo un webserver locale ma molto altro.. altrimenti non ci sarebbero i provider, visto che nessuno avrebbe bisogno di loro!

    2. Immagine avatar per Andrea
      Andrea

      Grazie della tua celere risposta.
      Volevo dire che comunque è fattibile se si vuole solo far vedere una semplice sito.
      Grazie ancora

    3. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao, non è possibile nemmeno per un sito semplicissimo.. dovresti comunque attivare una LAN, e la trasmissione dei dati richiede una certa ampiezza di banda!

    4. Immagine avatar per Andrea
      Andrea

      Grazie di nuovo.

  24. Immagine avatar per Claudio
    Claudio

    Ciao! Per un sito rivolto al mercato estero è meglio scegliere un nome inglese?
    si può usare la congiunzione and? Per es. Cheeseandmeat.com? Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Claudio, per una utenza internazionale è meglio un nome inglese. Puoi usare senza problemi la congiunzione”and”. Contatta i nostri esperti se dovessi avere bisogno di supporto https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/ A presto!

  25. Immagine avatar per Eleonora
    Eleonora

    Ciao! Grazie per l’articolo! Volevo farti una domanda: ho avuto una idea molto bella per il dominio del mio sito, ma .It e .Con sono già occupati. È libero .Net . Io sono libera professionista ed il sito mi serve per descrivere la mia attività. Mi hanno consigliato di cercare un altro dominio, che sia .It. tu cosa mi consigli? Grazie mille!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Eleonora, non credo sia troppo penalizzante usare il .net, se il dominio prescelto risponde ai requisiti indicati nella guida. Il .it è diciamo “necessario” per brand e marchi direttamente ispirati al Made in Italy, e non credo sia il tuo caso.

  26. Immagine avatar per Emily
    Emily

    Ciao e complimenti per l’articolo. Ho un consiglio da chiederti. Mio cognato deve fare il sito della sua azienda di consulenza e servizi per le aziende. Il nomeazienda.it non è più disponibile così come nomeaziendasrl.it . A questo punto io gli ho consigliato di scegliere nomeaziendaservizi.it. ma il suo informatico hli ha consiiato nomeaziendasrls.it. secondo me così si distrae l’utente. Tu cosa consigli?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Salve Emily, puoi anche aggiungere un trattino “-” nel nome di dominio, piuttosto che inserire srls.
      Perché non ne parli con il nostro SEO Specialist? Compila il modulo su questo link.
      Rimaniamo a disposizione, un saluto!

  27. Immagine avatar per Alex
    Alex

    Ciao Andrea, quando parli di nome dominim tu scrivi nel forum;

    ……ma piuttosto cucciolidilabrador.it. Se questo nome non è disponibile puoi provare altre versioni, tipo:

    cucciolilabrador.it
    cuccioli-labrador.it
    icucciolidilabrador.it

    Secondo te pensi che aggiungere o togliere una lettera o due al nome del dominio lo posso fare o potrei avere problemi riguardo al copyright ? Posso evitare i problemi di copyright?

    Grazie per l’aiuto

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Alex, eviti problemi nel copyright se non inserisci nel dominio un marchio registrato. Questo non può essere fatto, in ogni caso. Un saluto!

    2. Immagine avatar per Alex
      Alex

      Non ho capito scusami. Ad esempio su internet ci sta già il dominio
      http://www.cucciolibelli.com che si avvicina a quello che voglio scrivere anche io. Se dovessi scrivere e registrare il mio come http://www.icucciolibelli.com, rispetto copyright? o no? Grazie

    3. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Se “cucciolibelli” NON è un marchio registrato, rispetti il copyright.

  28. Immagine avatar per Francesco
    Francesco

    Ciao Andrea! Ho letto con molto interesse il tuo articolo sulla scelta del dominio (grazie per aver condiviso la tua esperienza!), e siccome mi trovo a doverne acquistare uno per un mio cliente, mi sono chiesto: dato che “esteticamente” il dominio più attraente potrebbe essere quello del nome dell’attività “www.nomeattivita.it” (che è un salone di parrucchieri e barber shop a Milano), ma che ai fini della ricerca sarebbe meglio un dominio del tipo “www.parrucchierebarbershopmilano.it”, sarebbe intelligente secondo te acquistare il dominio “www.parrucchierebarbershopmilano.it” come hosting su sui creare il sito, e invece “www.nomeattivita.it” come dominio redirect da utilizzare ad esempio su bigliettini da visita, post sui social e quant’altro?
    Riguardo quest’ultimo punto relativo al link redirect postato ad esempio sui social vorrei chiederti, il dominio hosting principale acquisirebbe una link popularity anche se nel post scrivo quello associato al redirect oppure no?
    Grazie ancora per il tuo articolo e grazie in anticipo per il tuo sicuramente prezioso consiglio!! 🙂
    F

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Francesco,
      visto che sito deve essere creato, ritengo sia meglio focalizzarci su un solo dominio. Va bene anche se non metti il nome della città nel dominio, il sito potrà indicizzarsi ugualmente. Perché non contatti il nostro Consulente SEO da qui https://sos-wp.it/servizi-web/consulenza-seo/, per avere indicazioni utili a riguardo? Un saluto!

  29. Immagine avatar per Alfredo
    Alfredo

    Ciao Andrea, felice di avert trovato il tuo sito!
    Prima di aprire il mio sito, volevo chiederti se c’è un modo per evitare che il nome, cognome e indirizzo del titolare del dominio appaiano a terzi, visto che attraverso determinati e gratuiti servizi su internet, si possono visualizzare tranquillamente. Lo dico per un discorso di privacy. Sono molto curioso per la tua risposta, in cui confido tantissimo!
    Grazie!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Alfredo, basterà acquistare presso il provider la Whois privacy, che permette di oscurare alla rete i dati dell’intestatario del dominio. Su SiteGround possiamo dirti noi come procedere e come ottenere questo servizio in maniera facile e sicura, segui le istruzioni per attivare la nostra Assistenza WordPress https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/, e ti assistiamo noi in tutto. Un saluto!

    2. Immagine avatar per Paolo
      Paolo

      Mi interessa molto questo argomento del whois privato.
      Dovrei fare un rinnovo di un domino che sto utilizzando. Attualmente è privato, ma dal prossimo rinnovo sto valutando se metterlo pubblico. Ho letto infatti che il profilo privato può dare problemi lato SEO. E’ vero?
      Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità.

    3. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Paolo, non vi è una correlazione diretta fra i due fattori. Ovvero, non è un fattore penalizzante secondo Google: https://therankmachine.com/whois-data-impacts-seo/. Un saluto!

  30. Immagine avatar per Antonio
    Antonio

    Ciao! Grazie mille dell’articolo, molto utile!
    Vorrei creare un sito web ma sono davvero un “esordiente”, quindi avrei una domanda: se il dominio a cui ho pensato, con l’estensione .com è già stato acquistato e vedo però che è parcheggiato su godaddy e il sito è assolutamente vuoto, cosa consigli di fare? Usare semplicemente un’altra estensione? Oppure comprare quel dominio (non ho idea di come si faccia nè quanto possa costare)?

    Grazie mille

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Antonio, puoi tentare di comprare quel dominio che vedi come “occupato” e non utilizzato. Consiglio comunque di provare a registrarlo con altra estensione, iniziando a creare il sito web il prima possibile. Richiedi la nostra Assistenza WordPress per maggiore supporto. Un saluto!

  31. Immagine avatar per Fabio
    Fabio

    Ciao! Grazie per la guida fantastica. Avrei da chiederti una perplessità. Ai fini del SEO soprattutto e dell’indicizzazione etc.. credi che il nome del dominio ex ” animaliefauna.it” e il nome effettivo del sito, debbano essere uguali? Nel mio esempio dovrei chiamarlo quindi “per forza” “animali e fauna” oppure potrei sceglierne un’altro (che non si discosti dall’argomento) come solo “fauna”, “animali”, “flora e fauna” etc ?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Fabio, no, non per forza deve essere identico, ma consiglio che contenga una keyword fondamentale e che è meglio sia contenuta anche nel dominio.Vanno bene quindi gli esempi che mi hai fatto. Un saluto!

  32. Immagine avatar per Giovanni
    Giovanni

    Ciao e complimenti per il post. Avrei una domanda. Mi sto accingendo a scegliere il nome di un sito che vorrei pubblicare. All’inizio il portale sarà rivolto ad un pubblico Italiano ma in ottica futura, dato che riguarda il turismo, i contenuti saranno rivolti anche a persone di altre nazionalità . In questo caso è consigliabile orientarsi verso un nome di dominio con termini in Italiano oppure sarebbe meglio adoperare già dall’inizio un nome di dominio con termini in Inglese?

    Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giovanni,
      parti subito con il nome italiano, eventualmente dopo farai un redirect per la, o le versioni, in altre lingue del sito. Ricordati che puoi sfruttare la nostra Assistenza WordPress: https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/. Richiedila al più presto!

  33. Immagine avatar per Giovanna
    Giovanna

    Buongiorno Andrea, avrei una domanda sull’estensione da usare. Attualmente stiamo rifacendo il nostro sito internet che ha l’estensione .it ed il nome dell’azienda, noi desideriamo ampliare le vendita all’estero e ci è stato detto che l’estensione .it rende il sito poco visibile all’estero. Purtroppo le estensioni .com e .net sono già occupate ed il nome è esattamente uguale al nostro (si occupano di tutt’altro).
    Hai qualche suggerimento? Posso essere visibile anche con .it?
    Grazie mille

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giovanna, certo, puoi essere visibile anche con il .it.
      Le estensioni non vengono “lette” dal motore di ricerca, potrete indicizzare il sito anche sul mercato estero con opportuni accorgimenti.
      Richiedi un appuntamento con il nostro SEO Specialist: https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/. Un saluto!

  34. Immagine avatar per Michele
    Michele

    Ciao Andrea, ho trovato molto interessante la questione del “backorder” (punto 19) ma non ho trovato questa funzionalità su Siteground come menzionavi. Potresti darmi maggiori indicazioni in merito?
    Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Michele, contatta direttamente il servizio di SiteGround, per avere maggiori info. Un saluto!

  35. Immagine avatar per Giovanni
    Giovanni

    Ciao.
    Ho intenzione di aprire un blog dove pubblicare articoli.
    Oltre che in lingua italiana vorrei pubblicarne anche in inglese.
    Sono quindi dubbioso su quale estensione scegliere per il mio dominio.
    .it ? .com ? .net ?
    So che se voglio solo affacciarmi ad un pubblico italiano è opportuno scegliere l’estensione .it
    Ma volendo rivolgermi anche ad un pubblico straniero ?
    Quale estensione mi consiglia?
    Grazie.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Salve Giovanni,
      io ti consiglio un .it, anche se vuoi rivolgerti ad un pubblico internazionale. A quanto ho capito, inizierai a pubblicare articoli in lingua italiana, e poi ti estenderai con l’inglese, giusto?

    2. Immagine avatar per Giovanni
      Giovanni

      Beh avevo pensato di iniziare subito a scrivere anche in inglese ossia per ogni articolo in italiano fare anche la corrispondente versione in inglese.
      Quindi un .it può andare ?
      Grazie e complimenti per il sito e la disponibilità.

    3. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giovanni, sì, va benissimo il .it.
      Grazie a te dei complimenti, continua a seguirci!
      Se dovessi avere bisogno di aiuto, contatta il nostro servizio di Assistenza WordPress. Un saluto!

    4. Immagine avatar per Giovanni
      Giovanni

      Ciao Andrea.
      Un’ultima cosa…
      Il domino che sceglierò apparirà con l’estensione finale di wordpress ?
      Esempio :

      www.miosito.wordpress.it
    5. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Giovanni, assolutamente no! Avrai un dominio di secondo livello, ovvero nella forma

      www.ilmiosito.it

      Guarda questo video, per vedere come prendere hosting e dominio, e installare WordPress con un solo click.
      Un saluto!

  36. Immagine avatar per Clara Lopez
    Clara Lopez

    Ciao Andrea,
    grazie per l’utilissimo post. Sono italiana e lavoro dell’Italia pur lavorando in stragrande maggioranza con clienti svizzeri. Nel mio caso avrebbe senso usare “.ch” al posto di it o com? È una decisione che potrebbe darmi problemi?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Clara,
      ti consiglio di prendere ambedue le estensioni, e farle puntare sul medesimo sito.
      Un saluto!

  37. Immagine avatar per igor
    igor

    ciao
    on line ci sono tantissime offerte per acquistare un dominio, anche a prezzi veramente bassissimi. Come posso fare per valutare quale soluzione è la migliore? dietro a prezzi così bassi cosa si nasconde?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Igor,
      hai la nostra guida per orientarti. Abbiamo testato tantissimi fornitori, e abbiamo inserito nella lista solo i migliori.
      Un saluto!

  38. Immagine avatar per FRANCESCA
    FRANCESCA

    Ciao Andrea. Grazie infinite per i tuoi articoli chiari ed illuminanti che sto spulciando uno ad uno.
    Sto trasferendo il mio blog da W.com a WordPress.org con dominio preesistente.
    Leggevo che il .com è consigliato per chi ha un e-commerce.
    Il mio è un blog personale, ma una anno fa che io ricordi, all’acquisto del dominio era disponibile esclusivamente il .com e non il .it.
    Una domanda: è preferibile mantenere tutto come da origini o acquistare ex novo il dominio .it e in questo caso è fattibile o creerebbe problemi in sede di migrazione?
    Grazie infinite

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Francesca,
      per i motori di ricerca non fa alcuna differenza avere un .it o un .com
      Scegli quindi di prendere il .it solo se è meglio per te, non avrai alcun problema con la migrazione del sito. Un saluto!

  39. Immagine avatar per Stefano Puddu
    Stefano Puddu

    Ciao Andrea,
    complimenti per l’articolo, consigli utilissimi.
    Qual’è la via migliore per assicurarmi di registrare subito il trademark del mio sito nel caso ne abbia la necessità?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Stefano,
      dovrai andare qui: https://euipo.europa.eu/ohimportal/it/.
      Un saluto, e grazie per i complimenti 😉

  40. Immagine avatar per Silvia
    Silvia

    Ciao Andrea,
    sto divorando tutti i tuoi utilissimi consigli e ti ringrazio per tutto il lavoro che fai.
    Ho un grosso dubbio e ti chiedo cortesemente un parere.
    Sto sviluppando un blog e nel dominio cito nome e cognome di un personaggio di una serie televisiva.
    Poniamo ad esempio che io abbia preso spunto da un personaggio di Beautiful, esempio Brooke Logan, e che io apra un blog che si chiama “adorobrookelogan.com”.
    Secondo te lo posso fare o potrei avere problemi riguardo al copyright di Beautiful? Posso citare il personaggio di una serie nel mio dominio senza incorrere in problemi?
    Ti ringrazio moltissimo per il tuo lavoro,
    Silvia

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Silvia,
      se il personaggio è fittizzio, ovvero non “reale” non dovresti avere problemi.
      Se però tale personaggio è registrato sotto un copyright potresti incappare in qualche inconveniente. Non posso quindi darti una risposta univoca, sarebbe meglio evitare o storpiare un po’ il nome del personaggio, in modo che sia riconoscibile ma non immediatamemte identificabile a rigor di legge.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

  41. Immagine avatar per Valerio
    Valerio

    Ciao Andrea,
    prima di tutto complimenti per il tuo blog e per le tue spiegazioni che sono sempre chiare e pertinenti. Volevo chiederti: se in un blog si parla di prodotti di una grande azienda è lecito a livello di copyright inserire nel nome del sito il nome dell’azienda più altre parole che spieghino di cosa tratta il blog.
    Tipo nome azienda+recensioni.it o nome azienda+mondo.it eccetra.
    Grazie!!!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Valerio,
      non vedo niente di ostativo in ciò che dici, direi che puoi procedere tranquillamente.
      Un saluto e grazie per i complimenti!

    2. Immagine avatar per Totò
      Totò

      Ciao.
      Ho letto che marchi anche se preceduti o seguiti da un altra parola sia illecito per via del copyright.
      Lei è sicuro della risposta?

      Mi piacerebbe aprire un blog dove si parla di notizie ed informazioni di un noto marchio. Mi chiedo questo: è sicuro al 100% utilizzare un marchio seguito da altre parole, per un dominio? Posso utilizzare immagini relative ad un dato prodotto, prese nel web? Immagino la copertina o varie foto dimostrative.. Non essendo un giornalista non potrò possedere immagini scattate di mio pugno.

      Grazie Signore.
      Saluti.

    3. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Totò, una cosa è il dominio e una cosa sono i contenuti. Quindi potresti a nostro avviso trattare del marchio e dei suoi prodotti, fornendo consigli e recensioni. Stai parlando del dominio o dei contenuti del blog?

    4. Immagine avatar per Totò
      Totò

      Ciao.
      Mi scusi ma non sono molto pratico su questo argomento..

      Parlo di entrambi. Se si può usare il nome di un noto brand come dominio e dove poter reperire immagini di un determinato prodotto, da usare come contenuto, senza imbattersi nel copyright.

      Effettivamente, di siti con un noto brand nel dominio ne esistono molti .. ma ho letto del contrario.

      Esiste davvero molta confusione. Anche per quanto riguarda le immagini.
      So dove scaricare immagini di tipo generale ma immagini di un determinato prodotto?

      Se mi aiutate ve ne sarò grato, perché non trovo risposta da nessuna parte.

      Grazie.

    5. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao, ciò che dici va stabilito caso per caso. Bisogna vedere se lo specifico brand ha imposto particolari restrizioni per l’utilizzo del marchio.

  42. Immagine avatar per amos
    amos

    Ciao Andrea,
    il punto 17 non l ho capito molto bene, anzi per niente..
    “Poi su Google Chrome, fai doppio click e seleziona Ispeziona Elemento. ”
    che significa? devo aprire il sito e poi cè da qualche parte ispeziona elemento??
    scusami ma non riesco a capire..
    Amos

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Mi riferisco alla estensione di Chrome che ti permette di ispezionare ogni elemento web, ricavando il codice css e html che lo contraddistingue.

  43. Immagine avatar per Enzo
    Enzo

    salve
    esiste qualche sito dove acquistare un dominio che ti permetta di
    creare il nome inserendo un punto
    ad esempio

    www.pincopallino2.0.com

    ho provato su quelli indicati da te e anche su aruba ma per il momento
    non mi danno tutti errore
    grazie in anticipo per qualsiasi tipo di risposta

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Salve Enzo,
      l’inserimendo di un “.” è vietato nei domini di secondo livello.
      Eventualmente, puoi inserire un trattino per separare due parole.
      Un saluto!

    2. Immagine avatar per Enzo
      Enzo

      a ok grazie

  44. Immagine avatar per Ylenia
    Ylenia

    Ciao 🙂 ti volevo fare una domanda…mi attira molto il mercato che c’è su flippa.com e tutti mi consigliano di utilizzare wordpress, ma non capisco certe cose. Tutti mi dicono di fare un bel sito, con una bella idea, acquistare le visite e dopo una settimana circa rivenderlo…non so se questo è il posto adatto dove fare questa domanda, e se non lo fosse mi scuso, ma possibile che sia così “facile”? Insomma chi acquista il sito vorrà un minimo di certezze immagino…sbaglio? Grazie anticipatamente 🙂

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Ylenia,
      beh, non credo proprio che un sito (per quanto possa essere ben fatto) possa essere costruito e rivenduto con profitto nel giro di poche settimane.
      Ricevere tante visite è un obiettivo molto comune, e non si realizza su due piedi.
      Insomma, non è così “facile”. Diffida di chi ti promette guadagno e successo, ottenibile nel giro di poco tempo!
      Ti consiglio di realizzare il tuo sito con WordPress, e se vuoi guadagnare attraverso di esso ci sono tante vie da percorrere. Hai mai pensato al mercato delle affiliazioni? Leggi questa guida https://sos-wp.it/come-guadagnare-con-affiliazioni/.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

  45. Immagine avatar per Andrea
    Andrea

    Se vuoi nascondere i dati del tuo dominio è necessario attivare il whois privato, è importante sapere che per il dominio .it non è possibile nascondere il nome ed il cognome mentre per il dominio .eu non è possibile nascondere alcun dato.
    Per le altre estensioni invece, attivando il whois privato, verranno nascosti tutti i dati.

  46. Immagine avatar per Francesco
    Francesco

    Credo che quando si effettua la registrazione di un dominio su un hosting wordpress o per altro cms, ma in ogni caso in generale, bisogna tenere conto che il nome possa essere ricordato facilmente dall’utente.
    Questo non servirà forse per la seo, ma sicuramente darà forza al brand online.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Certo Francesco,
      il nome deve sicuramente essere ricordato con facilità, ed immediato nell’esprimere l’argomento del sito/blog.
      Grazie del tuo commento!

  47. Immagine avatar per Cristal
    Cristal

    Ciao, volevo capire ma perché quando cerco Google Adwords, invece di venir fuori il pannello di ricerca parole chiave, mi vien fuori la possibilità di pubblicare un annuncio su Google?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Cristal
      è una schermata di default, che ovviamente ti apre alla possibilità di creare pubblicità su Google in base a certe parole chiave.
      Prova ad andare su: https://adwords.google.it/KeywordPlanner.
      Un saluto!

  48. Immagine avatar per Ato
    Ato

    Vorrei alcune informazioni sul numero 15.. come si fa? ha un costo?

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao,
      si, la registrazione ha un costo, ma ti protegge in caso di furto del tuo trademark.

  49. Immagine avatar per pilotto
    pilotto

    Raggiona, 1g 🙂

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie per la segnalazione! Abbiamo corretto la svista 😉

  50. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
    Andrea Di Rocco

    Ciao Deborah, l’estensione .eu è buona, ma dato che già ci sono il .com e .it occupati, consigliamo di visitarli e vedere se non sia il caso di cambiare proprio il dominio, nel caso che identifichi già un brand esistente e riconosciuto. Un saluto, facci sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *