21 cose da sapere prima di scegliere un dominio web

scelta-dominio-750x321

Scegliere un dominio e acquistarlo è come decidere di sposarsi.

E’ una decisione importante che merita un po’ d’attenzione. Infatti dal momento che hai deciso di investire tempo e denaro nella creazione di un sito, devi essere certo che il tuo dominio esprima in poche parole i contenuti che tratterai.

La scelta del dominio ha un impatto sia nel modo in cui i tuoi visitatori ti percepiranno, sia nel modo in cui i motori di ricerca prenderanno in considerazione il tuo sito.

Quindi, se vuoi scegliere ed acquistare il dominio giusto, ti suggerisco di leggere questa lista con molta attenzione e per ogni dubbio di scrivere le tue domande e osservazioni fra i commenti in fondo alla pagina.

Cosa devi tenere a mente prima di scegliere un dominio per il tuo sito web

Prima di andare su SiteGround, GoDaddy o qualunque altro provider di domini ecco cosa devi sapere:

1) Il dominio deve spiegare di cosa tratta il tuo sito

Pensa in estrema sintesi. Se tratti argomenti riguardanti i cuccioli di Labrador per esempio, il dominio non deve essere www.animalichepassione.it, ma piuttosto www.cucciolidilabrador.it. Se questo nome non è disponibile puoi provare altre versioni, tipo:
www.cucciolilabrador.it
www.cuccioli-labrador.it
www.icucciolidilabrador.it

2) Se non hai un marchio forte, scegli un nome descrittivo

A meno che tu non sia il proprietario di un marchio conosciuto, sarà difficile creare un brand dal nulla e spingerlo fuori puntando solamente sul dominio. Quindi se stai creando un sito intorno ad un concetto hai due opzioni:
A) Scegli un nome “Marchio” ed accetta il fatto che le persone all’inizio non capiranno chi sei dal dominio
B) Scegli un dominio che descriva il tema che tratti in modo tale che le persone possano capire subito la tua nicchia di mercato (come con i cuccioli di labrador)

Hai scelto il tuo dominio? Leggi quali sono i provider migliori dove acquistarlo.

3) Ricorda che i motori di ricerca prendono in considerazione il dominio

Quando si tratta di indicizzazione il dominio gioca un ruolo molto importante. Chiediti: “Come mi cercano i miei potenziali visitatori? Quali parole chiave userebbero all’interno di Google?” Dopodiché vai su Keyword Planner ed effettua un ricerca delle parole chiave per individuare quelle più utilizzate. Poi inseriscile nel tuo dominio. Se non hai idea di come cercare le parole chiave, ecco un video corso che ti mostra come si fa, o contatta il nostro SEO Specialist fissando un appuntamento da questa pagina: https://sos-wp.it/assistenza/appuntamento/.

4) Se vuoi vendere online, scegli il .com

.com è l’estensione più popolare del web. Chiaramente indica la parola Commercio quindi è sicuramente l’estensione ideale per comunicare ai tuoi utenti che sul tuo sito ci sono dei prodotti in vendita. Assegna il .com al tuo dominio ricco di parole chiave descrittive. D’altro canto se fai vendita online, perché non comunicarlo subito a chi viene a visitarti?

5) Scegli un dominio breve e diretto

cercare dominio

sos-wp.it è un dominio breve e diretto. Ti comunica che su questo sito ti aiutiamo con WordPress. Avrei potuto scegliere www.comeusarewordpressdazeroperprincipianti.it ma come già avrai capito… non è il caso usare domini lunghi, illeggibili e difficili da ricordare. Ricorda: meglio essere breve e andare dritto al punto.

6) Scegli un dominio facile da scrivere

Se i tuoi visitatori troveranno il tuo sito interessante e utile, ci sono ottime possibilità che vorranno tornarci. Scegli un nome che sia facile da scrivere, oltre che da ricordare. Pensa se il tuo sito preferito avesse un dominio tipo: www.xzbnah.com, non avresti goduto di molta fortuna.

7) Scegli un dominio con estensione .com o .it

Ove possibile, ti consiglio di scegliere un dominio con estensione .com o, se operi principalmente in Italia, .it. Queste estensioni non solo trasmettono maggiore professionalità, ma permettono anche agli utenti di raggiungere il tuo sito più facilmente.

Infatti, è probabile che i tuoi utenti memorizzino il nome del tuo blog e non prestino molta attenzione all’estensione. Quando vorranno tornare sul tuo sito, potranno digitare il tuo nome, provare a aggiungere l’estensione .com o .it e troveranno le tue pagine senza dover fare troppe ricerche!

8) Prima di acquistare un dominio per sito web usa Wayback Machine

Wayback Machine

Prima di acquistare un dominio per sito web è sempre buona regola fare un controllo su Wayback Machine. Usando questo strumento, basta inserire il dominio che hai scelto sulla pagina web per verificare che in passato questo nome non sia stato usato per ospitare contenuti offensivi o inappropriati. Se è così, è consigliabile evitare di usare questo dominio.

 9) Ragiona a lungo termine

Se vuoi creare un sito di successo che resisterà con il passare del tempo, prendi in considerazione la scelta di un dominio forte che non sia legato ai trend momentanei. Assicurati che anche fra 10 anni il tuo dominio sarà ben riconoscibile e attuale.

10) L’oro è nella nicchia

A meno che tu non sia un magnate del business con milioni di euro di budget a disposizione da spendere in pubblicità, mantieni fede alla linea del buon web marketer. Punta una nicchia e conquistala. Se tratti di passeggini per bambini dai 2 ai 3 anni, evita di acquistare un dominio generico e mantieniti all’interno del tuo contesto. Un esempio? www.passegginiperbimbi.com

11) Plurale o Singolare?

Fa poca differenza ai fini del SEO se il tuo dominio targetizza la tua nicchia usando un plurale al posto del singolare. Quindi se uno dei due è già preso, opta per l’opposto. Ma occhio al copyright!

12) Gli articoli non servono

Evita di acquistare domini includendo gli articoli (il, lo, la, i, gli, le). Questi non servono al fine dell’indicizzazione dei motori di ricerca e allungano il dominio. Se puoi evitali. Ripeto, sono inutili.

13) Acquista il dominio per almeno 3 anni

I motori di ricerca sanno per quanto tempo il tuo dominio è registrato. Se lo acquisti per un anno dai l’impressione che non sei qui per restare e quindi non dai un’immagine autorevole del tuo sito (psicologia folle dei motori di ricerca). Scegli con attenzione il tuo dominio, poi acquistalo per almeno 3 anni.

14) Se hai un nome unico, acquista tutte le sue varianti

Se hai scelto un dominio dal nome unico e vuoi assicurarti che nessuno possa creare un sito su un dominio vagamente simile al tuo… acquista tutte le varianti di quel nome e tutte le estensioni. Difendi il tuo dominio bloccando le strade di accesso alla tua nicchia ad altri potenziali contendenti.

15) Proteggi il tuo nome con un Trademark

Sempre se hai un nome unico che non vuoi che venga usato da altri, assicurati di registrare subito il trademark del tuo sito.

16) Pensa alla tua audience

Quando scegli il tuo dominio pensa a chi verrà a trovarti. Cosa si aspettano di trovarci. Chi saranno i tuoi visitatori tipo? Che età hanno? Prendi in considerazione anche la psicologia dei tuoi utenti prima di scegliere il nome del tuo sito!

17) Pensa ai Social Networks

Cerca di vedere come potrebbe apparire il tuo dominio quando il tuo sito viene condiviso sui canali social. In questo modo avrai una linea di massima da seguire per favorire la diffusione dei tuoi contenuti. Fa un’escursione su Facebook, Twitter e Google Plus e guarda come vengono mostrati i domini dei siti web che vengono condivisi. Poi su Google Chrome, fai doppio click e seleziona Ispeziona Elemento. A quel punto modifica da lì l’indirizzo del sito che hai trovato inserendo il tuo. Studia con attenzione come si vede e scegli quello che ha un impatto visivo maggiore.

18) Trattini, sì o no?

Molto si può dire sull’utilizzo dei trattini (sos-wp.it per esempio) all’interno del dominio. A mio giudizio, cosi come di altri web master, non c’è differenza fra un sito che il trattino e uno che non la ha. Nel caso di sos-wp.it ho trovato che il trattino aiutasse la comprensione dell’obiettivo del sito: aiutare le persone che vogliono usare WordPress.

19) Numeri, sì o no?

Anche sull’utilizzo dei numeri nel dominio, no problem! Basta che siano rilevanti al tuo Marchio e/o a quello che i tuoi utenti si aspettano di trovare. Non ci sono limitazioni o penalizzazioni da parte dei motori di ricerca per quei siti web che usano i numeri. I motori di ricerca valutano maggiormente quei domini per cosi dire invecchiati. Un po’ come il vino, più il dominio invecchia più è buono. Se ci riesci prova ad acquistare un dominio da un webmaster che non se ne cura più. Il modo migliore per farlo e usare Google per trovare il dominio che vuoi e poi andare su SiteGround ed effettuare un backorder. In questo modo, non appena il dominio scade e non viene rinnovato, diventa automaticamente il tuo.

IMPORTANTE:  se acquisti SiteGround attraverso il nostro link https://siteground.com/go/soswp, avrai diritto alla nostra assistenza prioritaria via email GRATIS, come indicato qui: https://sos-wp.it/assistenza-prioritaria/pre-registrazione//pre-registrazione/

20) Non copiare il nome di un altro

Potrebbe essere l’errore più grave. Stai attento a non utilizzare un nome simile a quello di un tuo concorrente per cercare di rubargli mercato. Potresti finire in tribunale e dover pagare ricchi salassi. Gioca pulito e punta a quello che i tuoi utenti stanno cercando.

21) Pensa al look, anche sul nome

Anche un dominio ha la sua estetica. Chiediti come si vede quando è scritto su un browser. Fai dei tentativi scrivendo sulla barra di ricerca del tuo browser il dominio che vorresti acquistare. In questo modo sarai sicuro che il modo in cui il tuo dominio si presenta…sarà davvero accattivante!

Conclusione

Negli ultimi 5 anni ho acquistato oltre 50 domini tramite GoDaddy e SiteGround. La maggior parte non li ho mai usati perché non servivano i 20 punti che ti ho appena presentato. Come al solito, sbagliando si impara.

Se sarai più furbo di me, ti risparmierai qualche centinaio di euro e andrai dritto al punto acquistando un dominio chiaro, esplicito e memorabile.

Vuoi qualche consiglio in più? Hai qualche suggerimento che ti piacerebbe condividere? Lascialo nel box qui sotto.

Consulenza SEO per Siti in WordPress

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!
Andrea Di Rocco

Latest posts by Andrea Di Rocco (see all)


PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
38 commenti
  1. dice:

    Buongiorno Andrea, avrei una domanda sull’estensione da usare. Attualmente stiamo rifacendo il nostro sito internet che ha l’estensione .it ed il nome dell’azienda, noi desideriamo ampliare le vendita all’estero e ci è stato detto che l’estensione .it rende il sito poco visibile all’estero. Purtroppo le estensioni .com e .net sono già occupate ed il nome è esattamente uguale al nostro (si occupano di tutt’altro).
    Hai qualche suggerimento? Posso essere visibile anche con .it?
    Grazie mille

    Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea, ho trovato molto interessante la questione del “backorder” (punto 19) ma non ho trovato questa funzionalità su Siteground come menzionavi. Potresti darmi maggiori indicazioni in merito?
    Grazie

    Rispondi
  3. dice:

    Ciao.
    Ho intenzione di aprire un blog dove pubblicare articoli.
    Oltre che in lingua italiana vorrei pubblicarne anche in inglese.
    Sono quindi dubbioso su quale estensione scegliere per il mio dominio.
    .it ? .com ? .net ?
    So che se voglio solo affacciarmi ad un pubblico italiano è opportuno scegliere l’estensione .it
    Ma volendo rivolgermi anche ad un pubblico straniero ?
    Quale estensione mi consiglia?
    Grazie.

    Rispondi
  4. dice:

    Ciao Andrea,
    grazie per l’utilissimo post. Sono italiana e lavoro dell’Italia pur lavorando in stragrande maggioranza con clienti svizzeri. Nel mio caso avrebbe senso usare “.ch” al posto di it o com? È una decisione che potrebbe darmi problemi?

    Rispondi
  5. dice:

    ciao
    on line ci sono tantissime offerte per acquistare un dominio, anche a prezzi veramente bassissimi. Come posso fare per valutare quale soluzione è la migliore? dietro a prezzi così bassi cosa si nasconde?

    Rispondi
  6. dice:

    Ciao Andrea. Grazie infinite per i tuoi articoli chiari ed illuminanti che sto spulciando uno ad uno.
    Sto trasferendo il mio blog da W.com a WordPress.org con dominio preesistente.
    Leggevo che il .com è consigliato per chi ha un e-commerce.
    Il mio è un blog personale, ma una anno fa che io ricordi, all’acquisto del dominio era disponibile esclusivamente il .com e non il .it.
    Una domanda: è preferibile mantenere tutto come da origini o acquistare ex novo il dominio .it e in questo caso è fattibile o creerebbe problemi in sede di migrazione?
    Grazie infinite

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Francesca,
      per i motori di ricerca non fa alcuna differenza avere un .it o un .com
      Scegli quindi di prendere il .it solo se è meglio per te, non avrai alcun problema con la migrazione del sito. Un saluto!

      Rispondi
  7. dice:

    Ciao Andrea,
    complimenti per l’articolo, consigli utilissimi.
    Qual’è la via migliore per assicurarmi di registrare subito il trademark del mio sito nel caso ne abbia la necessità?

    Rispondi
  8. dice:

    Ciao Andrea,
    sto divorando tutti i tuoi utilissimi consigli e ti ringrazio per tutto il lavoro che fai.
    Ho un grosso dubbio e ti chiedo cortesemente un parere.
    Sto sviluppando un blog e nel dominio cito nome e cognome di un personaggio di una serie televisiva.
    Poniamo ad esempio che io abbia preso spunto da un personaggio di Beautiful, esempio Brooke Logan, e che io apra un blog che si chiama “adorobrookelogan.com”.
    Secondo te lo posso fare o potrei avere problemi riguardo al copyright di Beautiful? Posso citare il personaggio di una serie nel mio dominio senza incorrere in problemi?
    Ti ringrazio moltissimo per il tuo lavoro,
    Silvia

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Silvia,
      se il personaggio è fittizzio, ovvero non “reale” non dovresti avere problemi.
      Se però tale personaggio è registrato sotto un copyright potresti incappare in qualche inconveniente. Non posso quindi darti una risposta univoca, sarebbe meglio evitare o storpiare un po’ il nome del personaggio, in modo che sia riconoscibile ma non immediatamemte identificabile a rigor di legge.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

      Rispondi
  9. dice:

    Ciao Andrea,
    prima di tutto complimenti per il tuo blog e per le tue spiegazioni che sono sempre chiare e pertinenti. Volevo chiederti: se in un blog si parla di prodotti di una grande azienda è lecito a livello di copyright inserire nel nome del sito il nome dell’azienda più altre parole che spieghino di cosa tratta il blog.
    Tipo nome azienda+recensioni.it o nome azienda+mondo.it eccetra.
    Grazie!!!

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Valerio,
      non vedo niente di ostativo in ciò che dici, direi che puoi procedere tranquillamente.
      Un saluto e grazie per i complimenti!

      Rispondi
  10. dice:

    Ciao Andrea,
    il punto 17 non l ho capito molto bene, anzi per niente..
    “Poi su Google Chrome, fai doppio click e seleziona Ispeziona Elemento. ”
    che significa? devo aprire il sito e poi cè da qualche parte ispeziona elemento??
    scusami ma non riesco a capire..
    Amos

    Rispondi
    • dice:

      Mi riferisco alla estensione di Chrome che ti permette di ispezionare ogni elemento web, ricavando il codice css e html che lo contraddistingue.

      Rispondi
  11. dice:

    salve
    esiste qualche sito dove acquistare un dominio che ti permetta di
    creare il nome inserendo un punto
    ad esempio http://www.pincopallino2.0.com
    ho provato su quelli indicati da te e anche su aruba ma per il momento
    non mi danno tutti errore
    grazie in anticipo per qualsiasi tipo di risposta

    Rispondi
  12. dice:

    Ciao :) ti volevo fare una domanda…mi attira molto il mercato che c’è su flippa.com e tutti mi consigliano di utilizzare wordpress, ma non capisco certe cose. Tutti mi dicono di fare un bel sito, con una bella idea, acquistare le visite e dopo una settimana circa rivenderlo…non so se questo è il posto adatto dove fare questa domanda, e se non lo fosse mi scuso, ma possibile che sia così “facile”? Insomma chi acquista il sito vorrà un minimo di certezze immagino…sbaglio? Grazie anticipatamente :)

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Ylenia,
      beh, non credo proprio che un sito (per quanto possa essere ben fatto) possa essere costruito e rivenduto con profitto nel giro di poche settimane.
      Ricevere tante visite è un obiettivo molto comune, e non si realizza su due piedi.
      Insomma, non è così “facile”. Diffida di chi ti promette guadagno e successo, ottenibile nel giro di poco tempo!
      Ti consiglio di realizzare il tuo sito con WordPress, e se vuoi guadagnare attraverso di esso ci sono tante vie da percorrere. Hai mai pensato al mercato delle affiliazioni? Ad esso ho dedicato un Video Corso su Webipedia.it, dagli una occhiata (è ancora in promozione!: https://webipedia.it/prodotto/corso-affiliate-marketing/.
      Spero di esserti stato di aiuto,
      Un saluto!

      Rispondi
  13. dice:

    Se vuoi nascondere i dati del tuo dominio è necessario attivare il whois privato, è importante sapere che per il dominio .it non è possibile nascondere il nome ed il cognome mentre per il dominio .eu non è possibile nascondere alcun dato.
    Per le altre estensioni invece, attivando il whois privato, verranno nascosti tutti i dati.

    Rispondi
  14. dice:

    Credo che quando si effettua la registrazione di un dominio su un hosting wordpress o per altro cms, ma in ogni caso in generale, bisogna tenere conto che il nome possa essere ricordato facilmente dall’utente.
    Questo non servirà forse per la seo, ma sicuramente darà forza al brand online.

    Rispondi
    • dice:

      Certo Francesco,
      il nome deve sicuramente essere ricordato con facilità, ed immediato nell’esprimere l’argomento del sito/blog.
      Grazie del tuo commento!

      Rispondi
  15. dice:

    Ciao, volevo capire ma perché quando cerco Google Adwords, invece di venir fuori il pannello di ricerca parole chiave, mi vien fuori la possibilità di pubblicare un annuncio su Google?

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *