Guide

Cos’è un dominio internet

Stai per avviare la tua attività online o creare un sito web, ma non ti sono chiari ancora alcuni concetti fondamentali? Non ti preoccupare, ti aiutiamo noi a partire dalle basi. Innanzitutto, ti spieghiamo cos’è un dominio.

Questa guida è dedicata alle persone che fino ad oggi non hanno avuto molta esperienza con il web, ma comunque vogliono mettersi in gioco e realizzare un sito web. Probabilmente anche tu sai effettuare una ricerca su Google, o gestire il tuo profilo Facebook, ma non hai mai avuto la necessità di conoscere il web da un punto di vista più tecnico. E sicuramente non sai ancora cos’è un dominio, cos’è un hosting, cos’è WordPress.

Niente paura! Con questo articolo scoprirai cos’è un dominio web e ti accorgerai che, con gli strumenti giusti e un po’ di buona volontà, anche tu sarai in grado di creare il tuo sito o blog, un passo alla volta.

Infine ricorda che se hai domande o hai bisogno di supporto puoi attivare immediatamente la nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita - inclusiva di 32 video del Corso WordPress - quando acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link. Abbiamo già aiutato migliaia di persone e possiamo aiutare rapidamente anche te.

Qui tutte le testimonianze

Cos’è un dominio

Prima di darti una definizione di dominio, devo spiegarti come vengono “conservati” i siti web.

Esistono dei computer chiamati server che sono gestiti da aziende chiamate hosting provider. Questi computer hanno grandi prestazioni e tanto spazio al loro interno, sono protetti dai più recenti sistemi di sicurezza, e vengono utilizzati per vari motivi. Esistono vari tipi di server, ma quelli che interessano a noi sono chiamati web server e hanno la funzione di ospitare siti web. Un hosting provider è quindi chi ospita vari siti internet, mettendo a disposizione i propri server. Ovviamente, i server sono raggiungibili da altri computer (o tablet, o smartphone), che vengono invece chiamati client.

Riassumendo questo primo passaggio: il PC che stai usando per leggere questa guida è un client, mentre il sito SOS WP è conservato all’interno di un server.

Ogni server è identificato da un codice numerico. Quando un sito internet viene archiviato all’interno di un server, viene identificato da un numero, chiamato indirizzo IP, ad esempio: 64.233.167.99.

Ma è già tanto se ci ricordiamo il nostro numero di cellulare, figuriamoci se dovessimo ricordarci l’indirizzo IP di ciascun sito che vogliamo visitare! E allora, proprio per renderci le cose più facili, sono stati creati i domini, ossia dei nomi che sostituiscono i numeri dell’indirizzo IP. Perciò, anziché digitare il numero, è sufficiente digitare il dominio per raggiungere il sito che desideriamo. Un po’ come facciamo con la rubrica del cellulare, associando i nomi ai numeri di telefono!

Il nome è sicuramente un modo più pratico per noi umani, ma i computer hanno necessità di continuare ad usare i numeri. Allora, grazie al cosiddetto sistema DNS, ogni volta che visitiamo un sito web viene effettuata una traduzione da domini a IP e viceversa. Il DNS, quindi, è un traduttore da numeri a parole, da indirizzi IP a domini. Così possiamo navigare in internet.

La risposta alla domanda “Che cos’è un dominio?”, perciò è questa: il dominio è il nome di uno spazio di internet ben preciso, come un sito web.

Dominio e hosting sono quindi le due cose essenziali che ti serviranno per creare un sito web. Infatti, spesso hosting e dominio possono essere acquistati insieme, grazie a servizi come SiteGround, VHosting, Serverplan.

Supporto WordPress e assistenza SEO con SOS WP

Come è strutturato un dominio

Ora che abbiamo capito che cos’è un dominio internet, scopriamo da quali elementi è costituito.

Osserva la barra dell’indirizzo del tuo browser, cioè la parte in cui puoi digitare. Tutto ciò che ci vedi scritto è l’URL, che contiene anche il dominio.

Struttura di un URL

Prima di tutto, nell’URL di questa pagina leggerai https://. Questo è il protocollo per la trasmissione delle informazioni via internet, il sistema che permette di far comunicare server e client. Il client chiede al server di mostrare una certa pagina, e il server la restituisce. HTTP e HTTPS (che è più sicuro) sono i protocolli usati per i siti web.

Dopo questa sigla, spesso trovi anche www, ma non sempre. WWW sta per World Wide Web, e all’inizio della diffusione di internet era obbligatorio usarlo. Adesso invece si può anche scegliere di usare un dominio senza WWW.

La parte successiva, finalmente, riguarda il dominio. In questa pagina, leggerai sos-wp.it, e questo è proprio il nostro dominio, che sarà seguito dal nome dell’articolo.

I domini possono essere di diversi livelli. Vediamo quali sono e a cosa servono.

Cos’è un dominio di primo livello

cos'è un dominio di primo livello

Il dominio di primo livello, o TLD (Top Level Domain), è quella parte che comunemente chiamiamo estensione. Esistono vari tipi di domini di primo livello:

  • domini di primo livello nazionali (.it, .es, .eu);
  • domini di primo livello generici (.com, .gov, .edu).

I domini nazionali identificano lo stato o il territorio di appartenenza e sono formati da due lettere.

I domini generici indicano invece organizzazioni o aziende. Alcuni possono essere usati liberamente (come il .com, che può essere usato da qualsiasi azienda), altri sono riservati per determinati enti (.gov, .edu).

Di recente, sono nati numerosissimi domini di primo livello, perciò la scelta è veramente vasta. Ti consiglio però di rimanere sempre sui classici .it o .com: sono più facili da ricordare e hanno una maggiore credibilità.

Cos’è un dominio di secondo livello

Il dominio di secondo livello è la parte che inventi tu: puoi scegliere un dominio che contiene il nome della tua azienda, il tuo nome e cognome, una parola di fantasia… Puoi utilizzare tutte le lettere dell’alfabeto inglese e i numeri da 0 a 9. È possibile anche usare il trattino (come sos-wp), ma non deve trovarsi né all’inizio né alla fine. Il dominio di secondo livello può avere una lunghezza che va da un minimo di 3 a un massimo di 63 caratteri.

Per comodità, si chiama dominio in generale l’insieme di dominio di secondo livello + dominio di primo livello. Dopo aver effettuato la registrazione di un dominio, questo rimane ad uso esclusivo del proprietario fino alla scadenza. Infatti, una volta acquistato, il dominio non sarà tuo per sempre, ma potrai rinnovarlo anno dopo anno, finché lo desideri.

Cos’è un dominio di terzo livello

Il dominio di terzo livello è conosciuto anche con il termine sottodominio e precede il dominio di secondo livello, da cui è separato con un punto. Un dominio di terzo livello usato spesso è, ad esempio, blog.

cos'è un dominio di terzo livello o sottodominio

Conclusione

Abbiamo finalmente chiarito cos’è un dominio, spiegando come funziona, a cosa serve e da quali parti è composto.

Hai già deciso quale sarà il dominio del tuo sito web?

Se hai ancora dei dubbi o vuoi aggiungere qualcosa, scrivici nei commenti.

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

0 COMMENTI
Commenta

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *