Cosa è e come funziona il cPanel

cosa è e come funziona il cpanel

Nella guida di oggi approfondiremo cosa è e come funziona il cPanel. Il termine cPanel forse non ti dice nulla. Si tratta però dello strumento che puoi usare per gestire alcuni degli aspetti più importanti del tuo sito web. Qualche esempio? Dominio, caselle di posta email e database. Clicca qui per vedere una demo del cPanel.

Se hai sottoscritto un piano di hosting presso uno dei provider più validi (SiteGround, GoDaddy, ecc) molto probabilmente hai accesso a questo strumento.

Vediamo quindi come utilizzarlo: non aspettiamo oltre.

Come funziona il cPanel: caratteristiche generali

Iniziamo vedendo le caratteristiche generali di questo strumento, e come ottimizzarle al meglio.

Tema

La prima cosa che ti consiglio di fare quando accedi a cPanel è assicurarti che sia impostato come tema principale “paper_lantern”. Questo è il template sicuramente più moderno tra i due disponibili (l’alternativa è il classico x3, dall’aspetto più datato).

In testa alla schermata dovresti vedere un menu a tendina. Qui, seleziona “paper_lantern”. Il tema paper_lantern è anche chiamato Basic, mentre quello x3 è anche chiamato retro.

Nota

Alcuni hosting provider usano una versione proprietaria del cPanel. Cioè, una versione che è stata personalizzata – sia in termini di funzionalità che di look – per le loro esigenze. Se questo è il caso del tuo hosting provider, non ti preoccupare. Potrai comunque trovare tutte le funzionalità di cui hai bisogno.

Lingua

La seconda cosa che suggerisco di fare è cambiare la lingua da inglese ad italiano (ovviamente, se l’italiano non è già la lingua principale).

In alto a destra, dovresti vedere il nome del tuo account cPanel e, cliccandoci sopra, un menu a tendina. Qui, seleziona Modifica lingua (o change language) per passare dall’inglese all’italiano – ci sono anche tante altre lingue disponibili.

Struttura

Torniamo ora alla home del cPanel e vediamo come è organizzato.

Per prima cosa, sulla sinistra vedi una colonna dove sono riportate alcune statistiche relative al tuo account. Come: utilizzo della memoria, numero di account email creati, numero di account FTP, numero di database, eccetera.

La parte centrale è invece quella che userai più spesso. Infatti, qui trovi tutte le applicazioni utili per la configurazione e la gestione del tuo sito, dei domini, degli account email, eccetera.

Per cercare un’applicazione “al volo” puoi usare la barra di ricerca che si trova in alto.

Suggerimento

Tenendo cliccato il mouse sulle intestazioni delle varie sezioni, puoi trascinare quest’ultime ed ordinarle nel modo per te più funzionale.

Ora che conosci la struttura e le opzioni base, vediamo come funziona il cPanel.

Come forse hai già intuito, all’interno di cPanel sono disponibili decine di applicazioni. In questa guida, esploreremo quelle che probabilmente userai più frequentemente.

Come funziona il cPanel per la gestione dei domini

La prima sezione che approfondiamo è quella chiamata “Domini”.

Qui trovi gli strumenti essenziali per collegare i domini che hai registrato al tuo spazio server.

Domini aggiuntivi

Quando sottoscrivi uno spazio hosting, per default questo viene associato ad un dominio (spesso la registrazione del dominio e dello spazio hosting avviene allo stesso momento).

Se però hai registrato più domini e vuoi aggiungere uno di questi al tuo spazio server, dovrai usare questa funzionalità.

Semplicemente, nel campo “nome nuovo dominio” digita il dominio che vuoi aggiungere ed assegna ad esso una sotto-directory (nel campo “radice documento”).

cpanel domini aggiuntivi

Sottodomini

Oltre ad aggiungere domini che hai già registrato, attraverso il cPanel puoi anche creare sottodomini per domini che hai già aggiunto al cPanel (cioè, domini del tipo sottodominio.example.com).

Anche in questo caso, ti basterà compilare i campi che vedi sulla pagina e cliccare “Crea” (sempre da questa schermata, puoi anche modificare i sottodomini già creati).

cpanel sottodomini

Reindirizzamenti

All’interno di reindirizzamenti puoi creare le cosiddette redirezioni. Cioè, fare in modo che quando un utente prova a visitare un url, esso sia portato automaticamente su un altro dominio.

Questo potrebbe esserti molto utile se hai registrato uno stesso dominio con diverse estensioni e vuoi che queste siano tutte attive e puntino allo stesso sito.

cpanel reindirizzamento

Configurazione e gestione delle caselle di posta

La seconda cosa che sicuramente vorrai fare quando registri un dominio e sottoscrivi un piano di hosting è creare un indirizzo email associato al tuo account.

Puoi creare e gestire le caselle di posta attraverso gli strumenti che si trovano nella sezione e-mail del tuo cPanel.

Account

Qui è da dove puoi creare e gestire gli account di posta. Nella schermata che si apre, ti basta digitare utente, selezionare il dominio, impostare la password e il gioco è fatto!

Puoi anche assegnare una quota (cioè, lo spazio) ad ogni account email. Quando lo spazio di una casella di posta è quasi esaurito, puoi rivedere la quota assegnata a seconda delle tue esigenze.

Suggerimento

Se non hai preso nota dell’URL per accedere alla tua casella di posta dal browser, accedi a questa pagina, scorri verso il basso e clicca “Altro” in corrispondenza dell’indirizzo di posta che vuoi usare. Qui, clicca “Accedi a webmail”.

cpanel aggiunta account email

Server di inoltro

Se hai creato diversi indirizzi di posta e vuoi che i messaggi inviati ad un indirizzo siano inoltrati anche ad altri, usa la funzionalità “Server di inoltro”.

Qui puoi aggiungere server di inoltro (per inoltrare le email da una casella di posta ad un’altra) ed anche aggiungere server di inoltro dominio (per inoltrare tutte le email ricevute su un dominio ad un altro).

come funziona il cpanel per inoltro email

Gestione dei database

Questa sezione include alcuni strumenti molto importanti del cPanel. Nello specifico, sono quelli relativi alla gestione del database.

Se non lo sai, il database è la parte del tuo sito WordPress dove si trovano tutti i contenuti, gli utenti, le password, i commenti, eccetera. E’ quindi molto importante!

In generale, non dovresti aver bisogno di lavorare direttamente sul database. Se però ti interessa approfondire queste funzionalità, gli strumenti più utili senza dubbio sono:

Database MySQL

Su questa pagina puoi fare tre cose molto importanti:

  • creare nuovi database
  • creare nuovi utenti database
  • assegnare gli utenti ai database

phpMyAdmin

Se sai come lavorare su database MySQL, puoi farlo dal cPanel cliccando phpMyAdmin. Ovviamente, ti consiglio di lavorare su queste pagine solo se sai esattamente cosa stai facendo. Anche un solo errore potrebbe infatti compromettere del tutto il tuo sito!

Gestione dei file

Vediamo ora come funziona il cPanel per la gestione dei file del tuo sito (cioè, i file dell’installazione WordPress, dei template, dei plugin, eccetera). Trovi questi strumenti nella sezione chiamata, appunto, “file”.

Gestione File (anche conosciuto come File Manager)

Questo è uno strumento molto utile per lavorare sui file: caricarli, cancellarli, modificarli, eccetera.

Quando clicchi su Gestione File si aprirà una schermata dove troverai la struttura di tutte le directory che costituiscono il tuo sito.

Anche in questo caso, fai modifiche solo se sai esattamente cosa stai facendo. Ciò che fai usando questo strumento non è reversibile!

Account FTP

Se sei un utente esperto e vuoi  gestire i file del tuo sito attraverso un FTP client (per esempio, Filezilla) avrai bisogno di un account FTP.

Puoi creare e gestire gli account FTP proprio da questa pagina.

Impara come aggiungere temi e plugin via FTP!

Connessioni FTP

Probabilmente non userai questo strumento molto spesso, però ti può essere utile sapere che qui è da dove puoi monitorare le connessioni FTP attive in qualsiasi momento.

Backup

Ogni volta che si effettua un aggiornamento o l’installazione di un nuovo template o plugin è consigliabile generare un backup del sito.

Alcuni hosting provider offrono un servizio per la generazione automatica di backup. Se però vuoi farli manualmente, puoi cliccare “Backup” all’interno del tuo cPanel.

Da questa schermata puoi scegliere se effettuare Backup completi (database + tutti i file) o parziali. Puoi anche ripristinare copie di backup generate precedentemente.

Backup guidato

Questo strumento serve a scaricare/ripristinare backup del tuo sito in modo guidato. Lo strumento ti guida attraverso tre passaggi ed è molto semplice da usare.

cpanel backup guidato per imparare come funziona il cPanel

L’ App Installer del cPanel

Infine, vediamo le applicazioni per l’installazione guidata di software come WordPress, ma anche Drupal, Joomla, eccetera.

All’interno del mio cPanel è offerto Softaculous, però un’altra applicazione molto comune è Fantastico. Altri hosting provider offrono applicazioni proprietarie.

Cliccando su uno dei software disponibili, potrai effettuarne l’installazione in modo guidato su uno dei domini che hai aggiunto al tuo cPanel.

cpanel app installer

Conclusione

Siamo arrivati alla fine. Oggi hai imparato che cos’è e come funziona il cPanel. Come ho scritto nella guida, il cPanel ha tanti altri strumenti ed applicazioni. In questo post ho approfondito solo quelli che ritengo essere più importanti; se però ti interessa, ti consiglio di navigare all’interno del tuo cPanel e testare anche le altre funzionalità.

Ora, ti passo la parola: sapevi già come funziona il cPanel? Hai scoperto funzionalità che non conoscevi? Il tuo hosting provider offre questo strumento, oppure un altro pannello di controllo? Come sempre, per dubbi, domande e suggerimenti, ti invito a lasciare i tuoi commenti qui sotto al post.

Chiara Buzzi

Chiara Buzzi

Chiara è una blogger a tempo pieno. Esperta di content marketing, aiuta imprenditori e liberi professionisti a sfruttare la rete per promuovere online la loro attività. Quando non sta lavorando sul web, Chiara ama leggere riviste e cucinare, ed ha una strana ossessione per tutto ciò che riguarda il mondo del beauty.

[PROMO LIMITATA] 50% SU HOSTING SITEGROUND + ASSISTENZA SOS WP GRATIS

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
13 commenti
  1. dice:

    Buongiorno! Ho trovato molto utile l’articolo ma avrei qualche domanda da porre: ho un dominio creato in wordpress e appunto da CPanel posso creare un sottodominio ma oltre al nome del sottodominio, si chiede anche il nome di una cartella “document Root” sarà la cartella dove mettere tutti file di joomla per inserire il sito? Ammettendo che la risposta sia affermativa tramite FTP vado a caricare Joomla e poi nella URL miosito.estensione/nomesottodominio inizio la vera e propria installazione di Joomla dove mi chiederà il DB. Ne creo uno nuovo in MySql®Databases dove vedo già uno che è quello del dominio principale in wordpress? Ho un po’ paura di far danni al dominio principale e vorrei essere sicura di quello che faccio…intanto grazie in anticipo!

    Rispondi
      • dice:

        Perchè temo di far danni e da autodidatta mi sembra di rischiare meno di compromettere quello che c’è già nel sito principale…e poi vorrei utilizzare un tema con i dati d’esempio così faccio prima a popolarlo visto che ho poco tempo! Ma quello che ho spiegato che farei è sbagliato? Macchinoso lo è ma non importa…Grazie intanto!

        Rispondi
        • dice:

          Ciao Cristina, parli di tema, che è una cosa diversa dal CMS come WordPress, o Joomla..
          Il cPanel ti permette di installare una applicazione (come Joomla, anche) direttamente su un sottodominio, con un solo click. Quindi, lo trovo più facile e meno rischioso di operare via FTP come stai cercando di fare, specie se sei una beginner.

          Rispondi
          • dice:

            Scusa forse mi sono espressa male ma ho l’abbonamento a un sito che si chiama YooTheme e dà la possibilità di scaricare il pacchetto completo di dati d’esempio e con altri siti ho sempre fatto così senza incasinarmi troppo…perchè ti ripeto avendo il sito principale in WordPress ho paura che si sovrascriva qualcosa o di non vedere qualche cosa da flaggare che comprometta tutto…quindi da beginner di CPanel mi sembrava più semplice…ma se dici che rischio…

            Rispondi
  2. dice:

    ciao,
    avendo un piano GrowBig su siteground (con 1 dominio già esistente), se volessi aggiungere un nuovo sito, dovrei pagare nuovamente o posso utilizzare lo stesso spazio?
    Mi spiego meglio, o almeno ci provo, adesso ho un sito http://www.ilmionome.com se volessi creare ed aggiungere un altro sito http://www.iltuonome.com al mio cpanel, dovrei pagare nuovamente o sarebbe già compreso nel pacchetto che ho acquistato in precedenza al momento dell’iscrizione.
    Anche io sto iniziando ora e vorrei capire come poter gestire( creare) altri siti…ma non capisco come si fa, da questa guida (devo essere sincero), non ho avuto un grande aiuto…ed è la prima volta che mi capita con voi.
    Ma è probabile che il problema sia il mio.
    Comunque grazie per il supporto che date con queste guide, sono utilissime.

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Alex, ti rispondo subito. L’unica cosa che dovrai pagare è la REGISTRAZIONE del nuovo dominio, che puoi fare su SiteGround o su altro registrar. Collegare tale dominio ad un nuovo sito sarà gratuito con il piano GrowBig: puoi infatti costruire un sito diverso, per ogni dominio aggiunto, anche esternamente, al piano.
      Spero di esserti stato di aiuto, rimango a disposizione se hai ulteriore domande :)
      Un saluto!

      Rispondi
  3. dice:

    Buongiorno
    Magari la domanda è banale e la risposta scontata, ma mi sto avventurando or ora in questo mondo.
    Se ho capito cPanel è uno strumento legato allo spazio server utilizzato per il sito.
    Per cui per capire se c’è, se è compreso nei servizi acquistati, se si può avere ecc, va richiesto all’azienda che fornisce il servizio di hosting per il sito.
    Grazie e complimenti davvero

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *