Guide

La differenza tra Blogger e WordPress

WordPress e Blogger sono tra le piattaforme più diffuse per la creazione di un sito web. Se anche tu hai difficoltà nella scelta, leggi questa guida in cui troverai sia pro che i contro di entrambe.

differenze tra Blogger e WordPress

Sono tanti gli utenti che mi chiedono: “Qual è la differenza tra Blogger e WordPress?”, “Qual è la piattaforma migliore per creare un blog di successo, che sia flessibile e facile da gestire?”, “Per diventare blogger famosi, è meglio usare Blogger o WordPress?”.

Ho scritto questo post per rispondere a tali richieste, ed anche per sottolineare un concetto basilare.

Nessuna scelta può essere fatta in termini “assoluti”. Ossia, non posso dire “X è meglio di Y” e stop. Bisogna sempre valutare le necessità che ognuno ha, quali funzionalità servono a un determinato blog.

Solo in base a questo potrai scegliere la piattaforma che è realmente migliore per te, ovvero che risponde perfettamente alle tue esigenze. Non affrettare la fase di progettazione, in quanto è assolutamente determinante per il successo del tuo progetto online.

Detto questo, passiamo adesso ad analizzare nel dettaglio le specifiche caratteristiche e le differenze tra Blogger e WordPress, le piattaforme di blogging più utilizzate e più richieste, elencando i pro e i contro di ciascuna.

In questo modo per te sarà più semplice orientarti sulla scelta da prendere.

Ma, se cambi idea in corso d’opera, sappi che puoi trasferire il tuo sito Blogger su WordPress importando tutti i tuoi contenuti.

La differenza fra Blogger e WordPress in termini di hosting

Prima di andare avanti è bene fare una distinzione tra un sito hosted e uno self hosted.

Nel caso del sito hosted, non hai bisogno di sottoscrivere un piano hosting, ossia di acquistare uno spazio web a parte, e poi inserirvi il tuo sito. Infatti, la piattaforma ti fornisce questo spazio, però non ne avrai il pieno controllo. Non potrai, quindi, accedere a tutti i file del tuo sito, né modificarli: potrai solamente gestirlo con delle limitazioni.

Nel caso dei blog self hosted, invece, il sito risiede su un server privato per il quale paghi una cifra mensile o annuale.

Entrambe le piattaforme di cui stiamo parlando offrono una versione gratuita hosted. Solo WordPress, però, offre anche una versione self hosted, che rimane comunque gratuita, per tutte quelle persone che vogliono avere maggiore autonomia e godere di molte più funzionalità. Potrai quindi acquistare uno spazio web e installarci WordPress, mantenendo il pieno accesso a tutti i tuoi file.

Per siti che vogliono avere subito elevate prestazioni e raggiungere un più vasto pubblico nel breve periodo, ricordo che vi sono dei provider ottimizzati per ospitare uno spazio web realizzato con WordPress, come SiteGround (l’hosting di SOS WP).

Conosciamo adesso più nel dettaglio Blogger e WordPress.

Blogger

La piattaforma Blogger nacque nel 1999 da una piccola società americana. Quello che partì come un progetto amatoriale, ben presto divenne tanto celebre, che la società venne acquistata da Google, attuale proprietario.

Con gli anni e con l’aggiunta di nuove funzionalità si è giunti al numero record di 20 milioni di blog creati con Blogger.

Il segreto di questo successo? È facile e intuitiva da utilizzare e non richiede conoscenze di programmazione.

Blogger permette anche a chi non ha nozioni tecniche di realizzare il proprio semplice blog. Non sono disponibili funzionalità particolari né una grafica molto elaborata, ma permette di gestire le funzioni base di un blog.

Supporto WordPress e assistenza SEO con SOS WP

WordPress

WordPress è una piattaforma di blogging gratuita introdotta nel 2003 ed è stata senza dubbio uno degli eventi più rivoluzionari sul web, dopo l’avvento di Google e dei social.

WordPress è un CMS, acronimo che sta per Content Management System, ovvero un sistema di gestione dei contenuti, che ti permette di creare un blog o un sito e di gestirlo senza dover avere necessariamente conoscenze di programmazione.

Tra le principali differenza tra Blogger e WordPress, quella fondamentale sta nel fatto che WordPress è una piattaforma Open Source, cioè una risorsa in continua evoluzione. La community mondiale lavora ogni giorno per migliorarla e renderla ancora più funzionale, anche se gratuita.

È una piattaforma efficiente e intuitiva, ma la sua vera forza sta nella flessibilità con cui può essere personalizzata la versione .org attraverso plugin, widget e temi professionali. Non serve padroneggiare i linguaggi di programmazione web per poter creare un sito professionale utilizzando WordPress.org. Chiunque può diventare blogger grazie alle semplicissime funzioni per creare le pagine, i post e tutti gli elementi che compongono un sito.

Per saperne di più, puoi consultare anche la nostra guida WordPress.

Creare un blog con Blogger

Blogger

Adesso vediamo quali sono i pro e i contro di questa piattaforma per creare il tuo blog.

Pro:

  • è completamente gratuita;
  • caratteristiche social integrate;
  • puoi utilizzare programmi 3rd party o temi già fatti sulla piattaforma;
  • lo spam è filtrato da Google.

Contro:

  • solo 1 GB di storage;
  • le immagini devono essere caricate attraverso piattaforme esterne, come Picasa;
  • non possiedi veramente il tuo blog;
  • non è possibile espanderne le funzionalità attraverso l’inserimento di plugin;
  • è difficile da ottimizzare in chiave SEO.

Vediamo adesso le differenze tra Blogger e WordPress, nella sua versione gratuita .com. Questa versione è quella che più somiglia a Blogger.

Creare un Blog con WordPress.com

wordpress.com

Versione hosted (sconsigliata da noi!)

Abbiamo visto che WordPress ha due versioni: WordPress.org e WordPress.com, rispettivamente quella hosted e quella self hosted.

WordPress.com è la versione gratuita, in cui il tuo sito viene ospitato sul server di WordPress chiamato Automattic.

Vediamo i lati positivi e negativi di questa piattaforma.

Pro:

  • è gratuita e molto semplice da impostare;
  • tutti i lavori di mantenimento come impostazione, aggiornamenti, spam, backup, sicurezza e molto altro sono gestite da WordPress.com.

Contro:

  • ci sono più di 200 temi gratuiti tra cui scegliere per il tuo sito, ma non è possibile caricarne uno diverso da quelli che offre la libreria;
  • non puoi utilizzare plugin, quindi non puoi aggiungere funzionalità come eCommerce, ottimizzazione SEO, area membri o altro;
  • non sei proprietario del blog;
  • non ti è permesso utilizzare piattaforme pubblicitarie come AdSense, Chitika, Amazon o altri, per inserire banner sul tuo sito;
  • per poter visualizzare delle pubblicità devi pagare un compenso annuo.

Le differenze tra Blogger e WordPress aumentano notevolmente se consideriamo la versione .org. Vediamo nel dettaglio quali funzionalità offre.

Creare un blog con WordPress.org

Differenze tra Blogger e WordPress - la Bacheca

Versione Self-hosted (quella consigliata da tutti, noi in primis!)

Questa versione di WordPress è senz’altro quella che offre maggiori funzionalità rispetto alle altre due piattaforme che ho citato sopra.

Potrai accedere a migliaia di temi, plugin, widget e molto altro ancora per personalizzare al massimo il tuo sito in termini di funzionalità e aspetto.

Potrai creare il tuo blog o sito in pochi e semplici passi, ed ottenere comunque un sito professionale. Grazie al nostro video corso WordPress, imparerai a usare questo potente strumento in maniera semplice e pratica.

Se vuoi utilizzare questa versione di WordPress devi registrare un tuo dominio ed ospitare il sito su uno spazio server a tua scelta.

Se invece l’hai già acquistato, potresti aver bisogno di trasferire il tuo dominio presso un nuovo provider.

Vediamo quali sono i pro e i contro della piattaforma.

Pro:

  1. sei il proprietario a tutti gli effetti del tuo blog e hai pieno controllo su di esso;
  2. potrai installare qualsiasi tema o plugin, anche quelli che non vengono proposti da WordPress.org;
  3. è SEO friendly;
  4. ci vogliono pochi minuti per impostare il tuo blog;
  5. completa gestione del codice;
  6. possibilità di utilizzare piattaforme pubblicitarie;
  7. il nome del tuo sito non verrà seguito da “WordPress.com” nell’URL;

Contro:

  1. devi acquistare un dominio e uno spazio web;
  2. devi impegnarti un minimo per diventare autonomo nel gestire le funzionalità del tuo sito web, ma con la nostra Assistenza Prioritaria gratuita sarà per te come avere un webmaster sempre al tuo fianco!

Conclusione

In questo articolo ti ho evidenziato le principali differenze tra Blogger e WordPress, ossia le principali piattaforme di blogging.

Sicuramente la scelta di un sito self-hosted è la più consigliata per chi necessita di maggiori funzionalità e desidera aggiungere nuove caratteristiche all’aspetto e all’organizzazione del proprio sito.

Inizialmente può essere più comodo utilizzare una piattaforma gratuita, successivamente sarà inevitabile optare per un provider a pagamento se vorrai prestazioni e opzioni di personalizzazione sempre più elevate.

Fai la tua scelta, valutando i pro e i contro che ti ho elencato.

Quale di queste piattaforme hai deciso di utilizzare per il tuo blog?

Ti basta utilizzare le funzioni base di una piattaforma hosted, oppure cerchi qualcosa di più personalizzabile?

Se hai qualche dubbio o vuoi farmi qualche domanda scrivimi o utilizza il box dei commenti qui sotto.

La differenza tra Blogger e WordPress
5 (100%) 3 votes

NOTA: Questa guida è stata aggiornata il

Acquistare un dominio e un hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

66 COMMENTI
Commenta
  1. Paolo

    Buongiorno la mia situazione è questa…
    Ho avuto esperienze passate con siti e blog ma per me è stato difficile gestirli pienamente. Ho chiesto per siti wordpress professionali e mi hanno chiesto 1500 euro. La cifra per me è al momento e provvisoriamente onerosa. Conosco i principi base. Chiedo: andrebbe bene un blog worpress? Quale tipo mi consigliate? E’ possibile in un momento successivo trasferire i contenuti ad un sito professionale? Grazie

    Rispondi
  2. Giorgio Càeran

    In questi giorni ho ricevuto un’e-mail da parte di Google, sostenendo la loro decisione di chiudere la versione consumer di Google+ a partire dal 2 aprile 2019, a causa del suo scarso utilizzo. In pratica gli account Google+ e tutte le pagine Google+ che sono state create saranno chiuse iniziando dapprima a eliminare i contenuti degli account Google+ consumer. Ebbene, del mio profilo Google+ mi lascia indifferente la sua chiusura, però ho ben sei Blog-Blogger e non so se questi siano considerati “pagine Google+” e quindi saranno eliminati. Secondo voi saranno cancellati? Mi dispiacerebbe parecchio, anche perché uno dei miei Blog l’ho creato nell’agosto 2010 e ci ho messo tanto impegno.
    Inoltre mi piacerebbe sapere se sia possibile modificare i Blog-Blogger in WordPress.org? Insomma, è possibile trasferire tutto, direttamente da Blog-Blogger a WordPress (versione Self-hosted)?
    Grazie,
    Giorgio Càeran

    Rispondi
    • Team

      Ciao Giorgio, su Blogger non sappiamo risponderti in modo sicuro (ci occupiamo esclusivamente di WordPress.org) anche se non crediamo che i blog collegati alla piattaforma saranno cancellati! Invece, certo che è possibile trasferire il blog da Blogger a WordPress.org, anzi possiamo aiutarti noi attraverso la nostra Assistenza WordPress Prioritaria. Leggi la nostra guida, noi rimaniamo a disposizione per ogni domanda, un saluto e a presto!

      Rispondi
  3. Ros

    Ho appena fatto un account su WordPress e uno su blogger. Ho visto che su WordPress si possono leggere anche gli altri blog. Su blogger non è possibile farlo o sono io che non ho visto bene?

    Rispondi
  4. Alessandra

    Ciao, sono Alessandra. Ho un blog su blogger e in effetti è tutto molto semplice. Tuttavia incontro un problema, ossia in molti mi dicono di tentare invano a lasciare commenti. Se ho ben capito, sono autorizzati a commentare solo gli iscritti a google+. È così o io devo cambiare qualcosa nelle impostazioni? Grazie. Ps spero di essere riuscita a spiegarmi.

    Rispondi
    • Team

      Ciao Alessandra, sì, sono i limiti previsti dalla piattaforma :( Perché non passi a WordPress.org? Con altrettanta semplicità, avresti più libertà e tante funzionalità in più.. pensaci!

      Rispondi
      • Alessandra

        Ci sto pensando. Onestamente il mio timore è di trovarmi in un “ambiente” che non so usare e di perdere i vecchi lettori. Non ho molto tempo da dedicare al blog, quindi necessito di soluzioni rapide. Ma in questi giorni cercherò di farmi un’idea più chiara di tutto. Intanto vi ringrazio per la risposta.

        Rispondi
        • Howl

          Alessandra
          su Blogger, per far sì che chiunque possa commentare sul tuo blog, senza aver nessun tipo di profilo, basta che vai in
          Impostazioni / Post, commenti e condivisione / Chi può inserire commenti? -> Chiunque (inclusi gli utenti anonimi)

          Rispondi
  5. Angelo

    Ciao,
    Vorrei iniziare a diventare diciamo più popolare sui social e creare un “mio” spazio per poter aiutare e consigliare le persone sia sul vestirsi e sia confrontandoci tutti insieme, per poter poi avere un mio brand.
    Sono un ragazzo che piace e vuole fare tutto passo per passo il mio nuovo percorso.
    Ho tante idee ma sono ancora alle prima armi e sto cercando di imparare tutto quello che offre internet.
    Cosa mi consigliate? E chi può aiutarmi nel mio nuovo cammino?
    Grazie tante

    Rispondi