Guide

Come creare un blog: la guida completa per creare un blog di successo

Benvenuto nella guida completa e gratuita su come creare un blog con WordPress… in completa autonomia! Dal nome del dominio, al tema e allo sviluppo, non perdere i nostri preziosi consigli per il tuo nuovo sito web.

Creare un blog

Se vuoi imparare come creare un blog in WordPress e portarlo al successo sei appena atterrato sulla guida giusta. Segui questa guida passo passo per creare il blog dei tuoi sogni.

Sono Andrea Di Rocco, il fondatore di SOS WP e ho scritto questo corso proprio per condividere la mia esperienza nel mondo dei blog. Oggi, infatti, SOS WP conta più di 180 mila visite da circa 120 mila utenti unici ogni mese :)

Come è successo a me, anche tu hai l’opportunità di creare un blog su un argomento che ti appassiona e di cui sei esperto.

Per aiutarti, ti guiderò passo passo in tutto ciò di cui hai bisogno per creare un blog e lanciare la tua nuova attività online utile sia per guadagnare su internet che per divulgare la tua conoscenza, opinioni ed esperienze.

Cosa imparerai grazie a questa guida su come creare un blog?

Come hai già sicuramente capito, ci saranno sia indicazioni strategiche che tecniche in quanto è importante sapere come usare WordPress. La parte tecnica parte da un elemento fondamentale per la creazione di un blog: lo spazio hosting e la scelta del tema.

Io e il mio Team abbiamo scelto da tanti anni SiteGround perché rispecchia perfettamente le nostre esigenze e fornisce un servizio caratterizzato da performance elevate, sicurezza e supporto veloce e preciso in italiano.

Ed è la prima scelta! Dopo ne dovrai fare altre.

Mi raccomando, armati di tanta pazienza e sana ostinazione: i risultati arriveranno prima di quanto pensi. Creare un blog non è una cosa da poco, anzi, richiede costanza e passione.

Hai altre domande? Hai bisogno di un supporto professionale? Attiva subito la nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita. E in più, se acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link, in regalo 32 video del nostro Corso WordPress, il più venduto di sempre.

Qui tutte le testimonianze

Come creare un blog: indice di tutte le lezioni

#1 Individuare una nicchia in cui creare il tuo blog

Il primo passo in assoluto per creare un blog di successo è trovare l’argomento che tratterà. In altre parole, devi decidere di cosa parlerà il tuo blog.

Dalle ricette di cucina vegana alle mete turistiche alternative, dallo sport al trading online: individua una nicchia non ancora inflazionata, in cui potrai crescere e ottenere successo. Nel cercarla, tieni a mente queste sei regole fondamentali:

  1. Deve essere una nicchia che ti appassiona e/o per cui nutri un genuino interesse.
  2. Scegli un campo in cui puoi ritenerti un esperto e in cui hai sviluppato un’esperienza che possa aggiungere valore al tuo blog.
  3. A ogni sito serve un target, quindi seleziona un argomento che sia utile a un cospicuo numero di persone.
  4. Evita le mode passeggere, perché – udite udite – prima o poi passano. Tra dieci anni invece il tuo blog dovrà essere ancora attuale.
  5. Se vuoi creare un blog di successo e monetizzarlo, devi pensare a diverse opportunità commerciali, con molti prodotti e servizi correlati.
  6. Questa nicchia deve prestarsi a eventuali collaborazioni con altri blog e siti web.

Scegliere già la tua nicchia è prematuro, quindi inizia col selezionarne 5 possibili. Potrai quindi procedere ad una prima cernita degli argomenti che vorrai trattare nel web. Questo step è fondamentale soprattutto se vuoi riuscire a guadagnare con un blog.

#2 Ricerca dei contenuti attorno ai quali creare gli articoli del tuo blog

Ora hai 5 argomenti candidati per aprire un blog.

Ma come puoi arrivare ad uno solo? Innanzitutto mettendo le nicchie che hai trovato sotto il microscopio.

Ovvero, devi analizzare ciascuna nicchia e capire qual è il potenziale che nasconde.

Ricerca i contenuti che trattano e analizza la concorrenza già esistente in tale campo. Questo è il modo migliore per farti un’idea di quali contenuti potrai pubblicare e se c’è effettivamente spazio per te.

Sì, spazio. Creare un blog che riceve visitatori dai motori di ricerca e altri canali richiede comunque la preenza di uno spazio, di un buco nel mercato che puoi andare a colmare.

Devi pensare alla possibilità di avere sempre un margine di miglioramento e poca competitività, oppure degli elementi distintivi davvero validi!

#3 Ricerca delle parole chiave

Se vuoi diventare un blogger abituati a sentire parlare di “parole chiave” fino allo sfinimento.

Anzi, inizia a considerare le keyword come i tuoi Minions: un esercito di piccoli aiutanti a cui spetta il lavoro sporco.

Scegliere le parole chiave giuste vuol dire avere visibilità sui motori di ricerca. Ciò significa “sopravvivenza” per il tuo blog; un aspetto essenziale da non dimenticare mai.

Utilizza Google AdWords e Google Trend per ricercare le keyword più importanti per ognuna delle tue nicchie. Nel farlo, controlla anche quelle utilizzate dai siti concorrenti (ovvero quelli che compaiono ai primi posti in una SERP, la pagina dei risultati di ricerca Google).

“E come valuto i risultati di AdWords, Andrea?”

Semplice: Google Analytics ti dà – gratuitamente – tutta la struttura statistica per capire quali keyword portano traffico e quali generano una conversione.

Altri tool possono essere SeoZoom super utile per l’Italia oppure SemRush (entrambi sono a pagamento!). Non iniziare a creare un blog senza aver prima preso visione dei volumi di ricerca altrimenti rischi di fare un buco nell’acqua.

#4 Scegliere gli argomenti centrali del tuo blog

Finalmente ci sei: è ora di incoronare il vincitore e passare alla creazione del blog. Qual è la nicchia che ha superato a pieni voti i test fatti finora?

Sul gradino più alto del podio deve esserci l’argomento che si è dimostrato più ricco di contenuti e di spunti, più versatile e più incline a essere monetizzato, e quello con il pubblico più ampio.

Scegli con cura, perché attorno a questa nicchia girerà tutta la tua attività.

Come creare un blog professionale da zero in autonomia

#5 Definire la struttura di navigazione del tuo blog

Adesso passiamo dalla fase preliminare e teorica, a quella tecnica. Infatti è arrivato il momento di dare una forma a quella che finora è stata un’idea. E ovviamente sarebbe inutile cominciare a creare un blog da zero senza avere prima fatto un po’ di sana pianificazione!

Dopo aver scelto l’argomento, per realizzare un blog è necessario pensare alla sua struttura vera e propria e quindi disegnare un menu di navigazione che risulti intuitivo, funzionale e completo.

Assistenza WordPress rapida e veloce con SOS WP

Chiediti quali pagine servono al tuo blog/sito (e quali no), considerando che ciascun blog ha bisogno di una home, una pagina di presentazione (chi siamo), una pagina con i contatti, la pagina in cui vengono pubblicati gli articoli (può anche essere la stessa home) e, in caso tu li abbia, una pagina dedicata ai servizi che offri. Tutto questo per presentarti al meglio al tuo pubblico e invogliare gli utenti a rimanere sul tuo sito web.

#6 Scegliere il nome per il tuo blog

Scegliere un dominio per creare un blog

Hai già pensato a come chiamare il tuo blog? Adesso è il momento di farlo.

Il nome è un biglietto da visita importantissimo, che funziona da catalizzatore per gli utenti interessati al tuo argomento. Per questo, assicurati che sia il più breve possibile, facile da ricordare, leggere e pronunciare ed accattivante per il tuo target.

Cerca di essere intelligente nella tua scelta, optando per un nome che riesca a far capire chi sei senza essere criptico, ma che allo stesso tempo susciti interesse e curiosità.

Insomma, un nome chiaro ma con una personalità, anche perché questo ti aiuterà a creare un blog con molta più passione e determinazione.

#7 Dove acquistare dominio e spazio hosting

Per creare un blog usando WordPress è necessario aver fatto la registrazione dominio e hosting, proprio come spiego in questo video.

Moltissime persone mi hanno chiesto “Andrea, qual è il miglior sito per acquistare hosting e dominio?”.

Se anche a te questa domanda sta frullando per la testa…

Keep Calm e continua a leggere!

Ci sono 3 siti che consiglio.

Ma solo un hosting è quello a cui ho deciso di affidare senza dubbio il mio sito SOS WP:

SiteGround

Come creare un blog su Hosting WordPress

Certo, anche GoDaddy e BlueHost sono affidabili ed efficienti nel loro servizio, ma grazie a SiteGround e il suo team di oltre 400 esperti ho trovato qualcosa di più. E avere la certezza di un supporto valido è un fattore critico quando vuoi cominciare a creare un blog di successo.

Professionalità, Performance e Passione sono le 3P del loro successo.

Se ti capita di avere un problema, non sei solo: avrai assistenza in italiano. Se vuoi un hosting performante, non perdere l’occasione: avrai anche il dominio gratis per un anno.

Le offerte dei 3 provider sono numerose, devi solo trovare e scegliere quella più adatta alle tue esigenze.

Se sceglierai SiteGround (sì lui, il migliore fornitore al mondo per hosting e domini) e lo acquisti attraverso il nostro link (clicca per vedere), avrai diritto alla nostra assistenza prioritaria ed anche l’accesso completo a tutto il mio video corso sui Fondamentali di WordPress.

Guarda qui per maggiori dettagli: https://sos-wp.it/assistenza-prioritaria/

Io e tutti gli esperti di WordPress su SOS WP risponderemo ad ogni tua domanda in meno di 1 ora nei giorni lavorativi! Ovviamente, in italiano!

Quando ti sarai deciso, procedi con l’acquisto in 2 semplici step:

  1. Inserisci il tuo nome dominio (il nome del tuo blog che comparirà nell’URL)
  2. Entra nel tuo cPanel e installa WordPress. (Nella guida “Come installare WordPress” te lo spiego per bene)

#8 Come scegliere e installare il tema WordPress giusto

Come creare un blog con il tema WordPress adatto

Una delle funzionalità più importanti di WordPress è proprio la possibilità di usare un tema a tua scelta. Di temi WordPress ce ne sono di tutti i tipi, gratuiti o a pagamento.

Inizialmente troverai il tema WordPress di default dell’anno, ma puoi cambiarlo per rendere il tuo blog ancora più speciale. Non posso dirti io quale scegliere, ma è mio compito fornirti delle linee guida.

Per creare un blog scegli un tema semplice e intuitivo, con un design immediato e minimalista (less is more). Assicurati inoltre che sia compatibile con l’ultima versione di WordPress e che l’autore stia continuando ad aggiornarlo.

Una volta installato (Aspetto -> Temi -> Aggiungi Nuovo), puoi personalizzarlo con i colori del tuo blog e con i widget che preferisci.

Non affrettare la scelta del tema. Infatti, questo passaggio è fondamentale per sviluppare un blog che possa crescere ed avere successo nel lungo termine.

#9 Creare un sito web

Ricordi che qualche passaggio fa ti ho detto di pensare alla struttura del tuo sito? Bene, adesso puoi crearla fisicamente e proseguire nel percorso su come diventare blogger.

Dalla tua bacheca di WordPress puoi aggiungere le pagine nuove (Pagine -> Aggiungi Nuovo), creando così automaticamente le sezioni e il menu di navigazione del tuo blog.

Naturalmente puoi anche specificare la gerarchia tra le tue pagine web, ovvero scegliere un genitore e delle sottopagine.

Infine, ogni tema ha diversi modelli di pagina che ti possono aiutare a dare una struttura ben precisa. Per esempio per i contatti, per i servizi e così via.

Ricorda inoltre che avere delle buone basi di HTML e CSS possono veramente darti una marci in più.

Come creare un blog dai contenuti curati

#10 Trovare le immagini per il tuo blog

Nel creare un blog con WordPress probabilmente avrai bisogno di inserire delle immagini. Come il banner della home o uno sfondo.

Esistono diverse banche immagini da cui scaricare le foto per il tuo blog.

Questi sono i migliori siti a pagamento:

  • istockphoto
  • dreamstime
  • bigstockphoto.com
  • shutterstock
  • fotolia
  • gettyimages

Mentre questi sono quelli gratuiti che ti consiglio:

  • flickr
  • pixabay
  • wikipedia commons
  • everystockphoto
  • 500px
  • freepik

Occhio alle immagini che scegli: devono essere appropriate, non scegliere quelle troppo utilizzate e fai in modo che vi sia sempre un legame fra esse e i tuoi contenuti (oltre a verificare che licenze e copyright ti permettano di usarle nelle modalità che desideri).

#11 Ottimizzare la SEO del tuo blog

Per creare un blog e portarlo al successo è fondamentale spendere del tempo sulla SEO (Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca) come spiego anche in questa guida sui 50 consigli SEO per WordPress. L’ottimizzazione di un sito web, oggi, è ciò che fa girare il Web, compiacendo Google.

E se Google è felice, siamo tutti felici :-)

Come creare un blog ottimizzato per la SEO

La SEO on-page e on-site consiste nell’applicare alcuni accorgimenti che renderanno il tuo blog più visibile ai motori di ricerca e quindi gli faranno scalare i risultati delle SERP (pagine dei risultati di ricerca).

Come fare? Inizia a usare le parole chiave giuste nel modo corretto facendo uso del keyword planner di Google. Solo in questo modo potrai diventare blogger, con tutte le carte in regola per scalare i motori di ricerca ed avere sempre più traffico.

Scegli una parola chiave primaria (quella giusta, con buon volume di ricerca!) e inseriscila:

  • nell’URL
  • nel titolo (H1 della pagina) e nei sottotitoli (H2, H3… H6)
  • nel primo paragrafo del testo (frase di apertura)… e altre volte sempre nel corpo principale, non troppo spesso però!
  • nel testo ALT (alternativo) delle immagini

Scegli anche 2 o 3 parole chiave correlate e ricordati di inserirle in maniera logica ed omogenea.

Infine, scrivi sempre articoli di almeno 700/800 parole!

Non sottovalutare la SEO: contatta il nostro team e inizia a studiare le basi dell’ottimizzazione per i motori di ricerca!

#12 Impaginare gli articoli

Adesso che sai quali sono gli elementi che compongono un articolo, devi capire come organizzarli.

In questo consiste l’impaginazione degli articoli.

Partiamo dal titolo e dai sottotitoli. In questo caso ricorda sempre di applicare la giusta gerarchia, assegnando a ciascun titolo (con il comando apposito) una posizione tra H1, H2, H3 e così via.

Il corpo del testo deve essere diviso in paragrafi di massimo due o tre periodi, ciascuno dei quali deve comunicare un messaggio.

Utilizza la giusta formattazione del testo e alterna tipologia di struttura con degli articoli a elenco, che sono sempre efficaci perché molto facili da scansionare velocemente.

Inserisci un’immagine all’inizio dell’articolo e poi una per ogni H2 o paragrafo importante.

Infine, non dimenticare che è sempre bene inserire link interni con le giuste ancore. Questi link permettono di “trattenere” e “intrattenere” maggiormente l’utente sul sito, migliorando quindi le sue statistiche.

#13 Come scrivere velocemente i tuoi articoli

Hai difficoltà a stare dietro alla giusta frequenza con cui dovresti pubblicare gli articoli sul tuo blog? Niente panico, con le mie regole potrai scriverne 5 in meno di 5 ore.

  1. Scrivi di ciò che ti appassiona: più sei interessato a un argomento più facile sarà parlarne a profusione.
  2. Cerca sempre nuove ispirazioni, girando per il Web e salvandoti idee per titoli futuri.
  3. Utilizza dei titoli standardizzati, delle formule efficaci che non ti facciano perdere troppo tempo.
  4. Prima di iniziare a scrivere, prepara una scaletta da seguire.
  5. Rileggi sempre, essere veloci non vuol dire scrivere male.

Come creare un blog che riceve molti visitatori dai motori di ricerca e da altri canali

#14 Monitorare le visite del tuo sito web con Google Analytics

Come creare un blog e monitorare la performance

Desideri sapere come se la cava il tuo blog? Puoi monitorare le visite del tuo sito web utilizzando Google Analytics.

Si tratta di uno strumento in grado di fornire statistiche dettagliate sulle visite che stai ricevendo. Quanto dettagliate? Tanto da poter vedere chi visita il tuo blog, come interagisce con esso, da dove arriva e quando ci capita.

Per poterlo sfruttare appieno è necessario installare Google Analytics sul tuo blog, manualmente (dal sito di Google) o attraverso un plug-in dedicato.

Ti consiglio di collegare il tuo sito a Google Analytics quanto prima. Infatti, questo strumento è in grado di tracciare i dati solo dal momento in cui viene attivato (non avrai quindi accesso ai dati relativi al periodo prima dell’installazione).

#15 La SEO off-site

Prima abbiamo parlato della SEO on-site, ma ora voglio presentarti anche “sua sorella”: la SEO off-site.

La prima è quella un po’ nerd, a cui piace starsene per i fatti suoi senza interagire, mentre questa è la SEO più estroversa e socievole. Lei è felice quando può uscire e fare casino in giro per il Web.

Un casino ordinato, s’intende.

La SEO off-site agisce su due canali principali: la condivisione degli articoli sui social network e il link building. Del primo abbiamo già parlato, mentre il secondo consiste nel costruire una rete di link che rimandano al tuo blog.

In altre parole, devi fare in modo che altri siti web e blog inseriscano nei propri contenuti un link a un tuo articolo o a una tua pagina web.

Può essere molto efficace fare guest blogging, ovvero scrivere per altri blog facendoti conoscere, oppure proporre a dei tuoi colleghi uno scambio di link (se hai difficoltà, contatta i nostri esperti di ottimizzazione).

L’importante è che siano sempre link che partono da siti web di qualità e “do-follow”.

Non farti intimorire dalla SEO. Come ho già detto, per sviluppare un blog di discreto successo è necessario conoscerne le basi.

#16 L’importanza di creare rapporti con gli utenti

Creare un blog significa rivolgersi a degli interlocutori: i tuoi utenti.

Sono loro l’ossigeno della tua attività e per questo è bene coltivare i rapporti con loro.

Come interagire con loro? Attraverso chat, email, newsletter, commenti (ad es. in fondo agli articoli o nei canali social), domande, sondaggi, forum… ma anche ringraziamenti, perchè no!

Tra i benefici principali nel creare rapporti con gli utenti potrai aumentare la popolarità del tuo blog, ricevere dei feedback da usare come fonte di miglioramento, trasformarli in clienti, creare una lista di contatti e stringere nuove amicizie(mi è successo più di una volta!).

#17 Creare una fanpage su Facebook

Creare un blog di successo e promuoverlo su Facebook

Ho citato più volte l’uso dei canali social. In particolare Facebook merita una menzione di riguardo. Principalmente perché si tratta del social network più utilizzato in Italia.

Oltre ad aprire un blog, è importante creare una Fanpage di Facebook dedicata ad esso. Qui potrai condividere il link dei tuoi nuovi articoli, comunicare le novità ai tuoi utenti e socializzare con loro.

Una volta creata, promuovi la tua Fanpage gratis, invitando gli utenti a mettere like, oppure a pagamento, attraverso lo strumento apposito di Facebook.

#18 Ottenere condivisioni sui social

Creare un blog e pubblicare i primi articoli non è il punto di arrivo. Anzi, è solo l’inizio del lavoro di un blogger!

Infatti le probabilità che il primo post pubblicato sul blog raggiunga il target senza una spintarella sono piuttosto scarse. Occorre farlo diventare virale, ottenendo condivisioni sui social network.

Se vuoi creare un blog popolare, utilizza tutti gli strumenti a tua disposizione, da Facebook a pagamento, alla tua newsletter. Puoi anche condividere un tuo articolo in risposta a un problema (Yahoo Answers) o a un altro articolo.

Mi raccomando però, cerca sempre di inserire il link a un tuo contenuto con cautela, senza mai scadere nello spam.

#19 Promuovere i tuoi post con Facebook

A questo punto dovresti essere riuscito a creare un blog completo, riempiendolo di articoli interessanti.

Se hai seguito i miei consigli precedenti, avrai anche aperto la tua Fanpage su Facebook, in cui pubblicare post con il link ai tuoi contenuti.

Adesso diamo una mano a questi post, promuovendo i tuoi articoli con Facebook a pagamento.

Per alcuni, il solo suono della parola “pagamento” è blasfemia pura. In realtà, basta un investimento iniziale davvero minimo (puoi cominciare con 4 euro), con la possibilità di ottenere ottimi risultati.

In questo modo, Facebook individuerà utenti potenzialmente interessati al tuo blog e inserirà la pubblicità dei tuoi post nella loro bacheca.

#20 L’importanza della newsletter

La newsletter può essere uno strumento utilissimo per comunicare con i tuoi utenti, bussando direttamente alla loro porta.

Ecco perché devi creare una mailing list più ampia possibile. Più contatti hai, più persone riceveranno il tuo messaggio e saranno aggiornate sulla tua attività.

Impostandola bene, la tua newsletter si rivelerà un alleato valido, capace di accrescere sia il traffico sul tuo blog che la tua reputazione (un blog con newsletter risulta sempre più professionale).

Inoltre, in previsione di sviluppare con il tempo l’aspetto commerciale e monetizzabile del tuo blog, ti servirà a promuovere i tuoi servizi e prodotti. Proprio come faccio io su SOS WP.

#21 Siti per creare e inviare newsletter

Creare un blog dotato di newsletter è più semplice di quanto tu possa immaginare. Basta affidarsi a uno dei siti per creare e inviare newsletter.

I migliori sono:

Su queste piattaforme puoi creare la tua newsletter, personalizzarla e deciderne la frequenza. Tutto questo senza bisogno di avere competenze informatiche.

Ricorda infine di promuovere la newsletter sul tuo blog. Cosa significa? Devi inserire un form di sottoscrizione in una parte visibile della tua home, sottolineando i vantaggi per chi la riceve.

Ti consiglio di iniziare a creare la tua lista di contatti appena sei pronto ad aprire il tuo blog. L’email marketing è uno strumento potentissimo. Pensa che ci sono persone che creano blog solo al fine di raccogliere indirizzi email per poi promuovere i propri servizi e prodotti.

Come creare un blog per guadagnare online

Sono sicuro che stavi aspettando questa parte con trepidazione. E come biasimarti? Io stesso ho fondato SOS WP con l’obiettivo di trasformarlo in un’attività proficua.

#22 Come guadagnare con il tuo sito web

Hai investito nel tuo blog ore e ore di lavoro, ed è legittimo, quando i tempi sono maturi, voler monetizzare tutta questa energia. Come?

  • Offrendo dei servizi freemium, ovvero contenuti inizialmente gratuiti e poi a pagamento.
  • Pubblicando e vendendo eBook che trattino l’argomento del tuo blog.
  • Con la pubblicità e le affiliazioni.
  • Aprendo un eCommerce.
  • Servizi, come creazione blog, creazione siti, eccetera.

#23 AB testing e Conversion Marketing

Se vuoi ottenere dei risultati concreti con il tuo blog, devi verificare costantemente che i tuoi visitatori vivano un’esperienza ottimale sul tuo sito. Solo così rimarranno a lungo, torneranno e cliccheranno dove vuoi tu.

Ogni “click” è una conversione, e proprio di questo si occupa il Conversion Marketing: fare in modo che le conversioni dei tuoi utenti aumentino.

Per assicurarti che la tua interfaccia riesca a incanalare gli utenti verso un’azione sperata, puoi utilizzare l’AB testing.

Questa pratica consiste nel provare contemporaneamente due strade diverse (per esempio due home o due banner) e vedere quale si rivela la più efficace.

#24 Aumentare le vendite con la chat sul tuo sito

Visitare un sito che offre un servizio di assistenza live via chat trasmette tutto un altro livello di professionalità. In un certo senso ti senti più tranquillo.

Ecco perché suggerisco sempre di creare un blog con una chat.

Oltre a conferire un aspetto più professionale, ti permette di interagire con i tuoi utenti in modo diretto, aumentando le chance di una vendita.

LiveChat e LiveHelp sono i plugin che ti consiglio per installare una chat su WordPress: ne parlo in questo post dedicato a come acquisire nuovi clienti sul tuo sito con un semplice plugin.

Come creare un blog: ultimi approfondimenti

#25 I migliori plugin per WordPress

Uno dei motivi per cui mi piace tanto WordPress è la ricchezza di plugin che offre. Per ogni categoria ci sono dei software che possono aiutarti a migliorare la funzionalità del tuo sito.

Dalla SEO (con Yoast SEO) alla sicurezza, installa quelli che possono servirti di più.

Leggi la mia lista completa dei 100 migliori plugin per WordPress. Usando WordPress, potrai scegliere di sviluppare un blog su qualunque argomento e, con grande probabilità, trovare gli strumenti giusti per sfruttarlo al meglio.

#26 Espandere il tuo business con l’aiuto dei freelancer

Arriverà un momento in cui, semplicemente, avrai troppe cose da fare. O almeno è ciò che ti auguro, perché vorrà dire che va tutto a gonfie vele.

Dopo tutta la fatica che hai fatto nel creare un blog, chi te lo fa fare di mettere in gioco la qualità dei contenuti cercando di fare tutto tu?

Affidati a dei professionisti freelance per gli aspetti di cui non sei un esperto o per quelli che richiedono tempo che non hai. Migliorerai esponenzialmente la professionalità del tuo lavoro e ottimizzerai di gran lunga i tempi.

Conclusione

Eccoci qui, alla fine della guida, ma all’inizio del tuo percorso verso il successo.

Ti sei diplomato: hai imparato come creare un blog e adesso sei pronto per diventare un blogger vero e proprio!

Metti in pratica tutto quello che hai letto per avere un supporto concreto ogni volta che ne avrai bisogno: potrai approfondire ogni punto di cui abbiamo parlato finora.

Hai qualche consiglio?

Lascia un commento qui sotto!

Continua a seguirci e utilizza gli articoli di SOS WP per creare un blog di successo e far crescere tua attività online.

NOTA: Questa guida è stata pubblicata originariamente nel Febbraio 2016 ed è stata completamente riscritta e aggiornata per accuratezza e comprensibilità.

 

Registrare un dominio e uno servizio di hosting WordPress con SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

24 COMMENTI
Commenta
  1. Franco De Biase

    Bell’articolo che illumina gli orizzonti.
    Una domanda: nella scelta dell’argomento principe del blog qualora lo stesso sia trattato a livello regionale e/o nazionale cambia di molto la possibilità di monetizzazione futura ?

    Rispondi
  2. Maria Grazia

    Ciao a tutti e complimenti per la guida molto completa. La mia domanda è : nell’aprile un blog, nel primo articolo é buona norma fare una sorta di articolo di benvenuto introducendo di cosa si occuperà il blog?? Grazie mille e attendo vostra risposta

    Rispondi
    • Team

      Ciao Maria Grazia, puoi creare una pagina come “chi sono” o “benvenuti” in modo che i visitatori possano avere notizie sull’argomento principale del blog, inserendo tale pagina come link nel menu principale. In questo modo sarà sempre possibile per i tuoi utenti cliccarci sopra, in qualsiasi momento. Grazie dei complimenti, continua a seguirci!

      Rispondi
  3. Alessandra

    Devo dire che anche per me che vorrei iniziare ad approcciarmi a questo mondo, l’articolo è davvero ottimo ed esaustivo!
    Mi chiedevo se per caso il vostro team di professionisti supportasse anche l’intera creazione di un blog da zero…

    Rispondi
  4. Donatella Palese

    Ho letto un bel po’ di articoli sull’argomento ma devo dire che nessuno ha soddisfatto le mie aspettative come questa guida in formato PDF! Ho dato una prima lettura, assolutamente da stampare e tenere a portata di mano per qualsiasi dubbio… perché ha veramente una risposta per ogni domanda!

    Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *