Come creare un blog da zero

Aggiornato il da | 48 commenti | Disclaimer I nostri contenuti sono supportati dai lettori. Questo significa che se clicchi su uno dei link ai servizi che raccomandiamo e poi effettui un acquisto, è possibile che ci venga accreditata una commissione. È così che finanziamo questo sito web, lo manteniamo attivo e ti forniamo continuamente le informazioni più affidabili.

Come creare un blog

Se vuoi imparare come creare un blog da zero, questa è la guida che stavi cercando!

Creare un blog è un ottimo modo per trasformare le tue passioni e competenze in un vero e proprio business: può essere divertente e gratificante, e perfino una buona fonte di reddito.

Per creare un blog da zero devi seguire 5 passi:

  1. Scegliere l’argomento e il taglio del blog,
  2. Registrare il tuo nome dominio e uno spazio hosting,
  3. Installare il CMS di WordPress,
  4. Creare la struttura del blog con pagine, menu di navigazione e sidebar,
  5. Scrivere e pubblicare i tuoi articoli.

Mettiti a tuo agio, questa guida è un vero e proprio corso su come creare un blog e ti guiderò con gran piacere attraverso ogni singolo passaggio.

Indice dei contenuti
Visualizza altro

Cosa serve per creare un blog?

Vuoi sapere come creare un blog personale per coltivare le tue passioni? Oppure ti interessa come creare un blog aziendale per promuovere il tuo business?

Per creare un blog ti servono 7 componenti chiave:

  1. Il nome di dominio: è l’indirizzo www del tuo blog; è il modo in cui le persone ti troveranno su internet.
  2. Lo spazio hosting: è utilizzato per contenere tutti i file che compongono il tuo sito web. Una buona azienda di hosting dovrebbe offrire un supporto clienti di qualità e caratteristiche di sicurezza come firewall e backup.
  3. Il CMS (Content Management System) WordPress: è una piattaforma open source, gratuita, di cui avrai bisogno per creare un blog di successo con un sacco di opzioni fantastiche per la personalizzazione del design e altre opzioni utili. Considera che è utilizzato dalla maggior parte dei siti web di tutto il mondo, e senza bisogno di avere competenze di programmazione!
  4. I temi (o template): costituiscono la veste grafica che determinerà l’aspetto del tuo blog. Ci sono molti temi tra cui scegliere e si possono trovare sia quelli gratuiti che quelli premium. Assicuratevi solo che il tema WordPress che scegliete abbia le caratteristiche di cui avete bisogno e che sia mobile-responsive (cioè che abbia un bell’aspetto su tutti i dispositivi).
  5. I plugin: sono software aggiuntivi che estendono le funzionalità di WordPress e possono aggiungere cose come i social network, moduli di contatto, funzioni di sicurezza e altro. Esistono migliaia di plugin, gratuiti e a pagamento.
  6. I servizi di analisi del traffico: per analizzare blog e siti web, molte persone usano Google Analytics, che traccia quante persone visitano le loro pagine e quali contenuti stanno leggendo. Questi dati sono incredibilmente preziosi per capire cosa il tuo pubblico vuole e ha bisogno da te.
  7. Il contenuto: è la parte più importante di qualsiasi blog di successo. È necessario produrre regolarmente articoli di alta qualità che sono interessanti, di valore e rilevanti per il tuo pubblico.

Quando avrai tutti questi componenti al loro posto, sarai pronto per iniziare a fare blogging!

Un’altra risorsa utile che ti consiglio di tenere a portata di mano fin da subito è il mio corso WordPress.

Che cos’è un blog?

Un blog è una raccolta di articoli. Questi articoli, anche chiamati post, sono dei testi scritti direttamente da te o da qualcun altro che lo fa per te.

Nel tuo blog puoi pubblicare molti tipi diversi di articoli:

  • articoli che spiegano come fare qualcosa (una guida pratica, un tutorial, una procedura step-by-step…),
  • articoli di pensieri e opinioni,
  • classifiche e recensioni,
  • racconti,
  • ricette…

Insomma, tutto quello che può essere raccontato e spiegato per mezzo di testo, audio e video, può diventare un articolo del tuo blog.

Che differenza c’è tra un blog e un sito web?

Che differenza c'è tra un blog e un sito web?

Un blog è un tipo di sito web tipicamente usato per condividere pensieri e idee su un argomento specifico con un pubblico di lettori.

I siti web sono generalmente utilizzati per mostrare informazioni su un business o un’organizzazione, mentre i blog possono essere utilizzati sia per scopi commerciali che personali.

Un blog viene aggiornato regolarmente con nuovi articoli, mentre un sito web può rimanere pressoché immutato nel tempo.

Il blog serve a creare dei contenuti che rispondano a precise domande che riguardano il tuo settore e che interessano al tuo pubblico di riferimento. Ti permette di migliorare la visibilità del tuo sito, perché puoi posizionarti per tante parole chiave con ogni articolo, e fa crescere la popolarità del tuo brand.

Ecco perché ti consiglio di creare un blog anche se hai già un sito web. Aprire un blog allnel tuo sito ti permetterà di ottenere risultati migliori in termini di visibilità e traffico.

Le varie tipologie di sito web

Ci sono molti tipi diversi di siti web, ognuno con il proprio obiettivo. Alcuni dei tipi più comuni includono:

  • il sito web di tipo e-commerce permette alle persone di acquistare prodotti e servizi online. Di solito è presente un catalogo di articoli tra cui scegliere, così come un sistema di pagamento online;
  • il sito web informativo ha lo scopo di condividere informazioni con il pubblico, come articoli di notizie, recensioni di prodotti o contenuti educativi;
  • il sito web aziendale è usato dalle aziende per promuovere i loro prodotti o servizi. Viene anche chiamato “sito vetrina”, perché rappresenta una vetrina virtuale di un negozio o un’attività. Può fornire dettagli sulle persone che lavorano nell’azienda, come la loro biografia, i titoli di lavoro e i dati di contatto;
  • il sito web personale è usato per condividere informazioni personali, come hobby e passioni, o foto e video dell’autore.

In tutte queste tipologie di sito web puoi creare un blog per migliorare la tua visibilità e ottenere più clienti.

Le varie tipologie di blog

Esistono però anche tanti tipi diversi di blog, per esempio:

  1. blog personale, usato per condividere i propri pensieri e idee con il mondo. Ha spesso uno stile personale e può contenere foto, video e soprattutto articoli su vari argomenti;
  2. business blog, usato dalle aziende per condividere informazioni sul proprio business e per affiancare il sito web aziendale;
  3. blog di notizie, per condividere articoli di news con il pubblico. Spesso il layout è simile a un sito web di notizie tradizionali, e può usare strumenti come i feed RSS per aiutare i lettori a stare al passo con le ultime novità;
  4. blog di nicchia, focalizzato su un argomento specifico, per esempio la cucina o la moda. Chi sceglie di aprire un blog di questo tipo potrebbe soffermarsi su un aspetto molto specifico dell’argomento.

Ora che abbiamo chiarito per bene che cos’è un blog, devi prendere una decisione, prima di passare alle attività coinvolte nella sua creazione, e cioè…

Di cosa vuoi parlare nel tuo blog?

Mini guida alla scelta dell’argomento del tuo blog

Come scegliere l'argomento del tuo blog

Aprire un blog su argomenti che conosci molto bene ti permetterà di dimostrare le tue competenze e diventare un punto di riferimento per le persone che hanno un interesse di qualsiasi tipo in quel settore.

  • Buona/cattiva notizia numero 1: puoi creare un blog aziendale o personale su qualsiasi argomento desideri, ma alcuni argomenti hanno poco seguito.
  • Buona/cattiva notizia numero 2: se scegli un argomento molto popolare, dovrai vedertela con un bel po’ di concorrenza, ma potresti raggiungere risultati straordinari.

I fashion blog, per esempio, hanno avuto un grandissimo successo e ne sono nati a tonnellate negli ultimi anni.

Se decidi di creare un fashion blog adesso, sappi che dovrai vedertela con competitor del calibro di Chiara Ferragni! Dipende tutto dalle tue ambizioni: vuoi diventare un influencer di grande fama, oppure hai obiettivi più modesti?

In ogni caso, potresti sempre concentrarti su un aspetto specifico dell’argomento, un settore più di nicchia, con meno seguito ma con maggiori probabilità di successo.

Questa scelta influenzerà la maggior parte delle tue scelte successive, compreso il dominio e il tema WordPress che userai.

Se vuoi scoprire come creare un blog di successo che generi traffico, contatti e vendite, allora sei nel posto giusto.

In questa sezione, ti guiderò attraverso i sei passi per scegliere un argomento per il tuo blog.

Quindi scopriamo quali sono!

I 7 passi per scegliere l’argomento del blog

  1. Fai una lista di tutti gli argomenti in cui ti senti “forte”, includi passioni, interessi e competenze di qualsiasi tipo.
  2. Se hai bisogno di qualche idea, controlla la mia lista di 100 argomenti per creare un blog di successo.
  3. Metti in ordine le voci della tua lista iniziando da quelle che sono più interessanti per te.
  4. Fai un po’ di ricerche sul web e sui social media per scoprire quali altri blog esistono già che trattano questi argomenti.
  5. Scopri quali tipologie di blog hanno più successo in questi settori (blog personale, di notizie ecc.).
  6. Visita anche i profili social degli altri blogger e vedi se hanno un buon seguito.
  7. Ragiona su quali potrebbero essere le strategie di guadagno che ti possono portare risultati reali.

Tieni presente che l’argomento che scegli può essere interessante anche solo per poche centinaia di persone (a meno che il tuo obiettivo non sia effettivamente dare del filo da torcere a Chiara Ferragni…).

L’importante è che sia abbastanza ricercato per collocare anche il tuo blog all’interno di questa nicchia.

Tuttavia, dovrai essere abbastanza informato (o capace di trovare informazioni aggiornate) per essere in grado di posizionarti come un riferimento in quell’area.

Ecco fatto! Questi sono i sette passi per scegliere l’argomento del tuo blog in modo da raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Se stai cercando maggiori dettagli, assicurati di leggere gli altri nostri post sul blog. Abbiamo tutto, da come comprare l’hosting e un nome di dominio, a come usare Elementor per creare pagine e pubblicare articoli.

Quanto costa aprire un blog?

Quanto costa aprire un blog

Dal momento stesso in cui hai iniziato a pensare di creare un blog, di sicuro ti sei posto la domanda: ma quanto costa fare un blog?

Molto probabilmente qualcuno ti ha detto che puoi aprire un blog gratis.

Sarà vero?

Lascia che ti dia un consiglio da esperto: con un blog gratis sarà dura raggiungere il successo che meriti.

I servizi che ti permettono di aprire un blog gratis purtroppo mancano di funzionalità essenziali che riguardano sicurezza, SEO, gestione del sito, analisi del traffico… E sto parlando di strumenti importantissimi per qualsiasi blogger.

Inoltre, i blog gratis hanno tipicamente livelli di traffico molto bassi, il che rende difficile guadagnare con un blog.

Pertanto, se hai intenzione di creare un blog per avviare un’ attività seria, è decisamente meglio investire in un servizio di hosting e nome di dominio a pagamento.

Questi servizi possono essere acquistati per pochi euro al mese, e valgono bene l’investimento.

Quindi quanto costa creare un blog?

Per iniziare a creare un blog in totale autonomia, il costo è intorno ai 100€. Questo costo include l’acquisto per un anno di un servizio hosting di buona qualità e l’uso di un tema gratis per WordPress. Se deciderai di utilizzare un tema premium, il costo può aumentare di circa 50€.

Avrai così accesso a tutti gli strumenti di cui hai bisogno per ottenere un blog di successo.

In questa guida ti aiuterò a scegliere fra i migliori hosting su cui creare il tuo blog e ti spiegherò quali servizi usare per realizzarlo mantenendo il tuo budget il più basso possibile.

Ma quindi aprire un blog gratis è proprio impossibile?

Impossibile no, ma fortemente sconsigliato. Va comunque bene se vuoi semplicemente aprire un blog personale da condividere con amici e parenti.

In questo caso, forse ha poco senso per te continuare a leggere questa guida.

Anzi, continua a leggere ugualmente, forse riesco a farti cambiare idea!

Come scegliere il nome di dominio del tuo blog

Creare un blog personale o aziendale

Avendo stabilito l’argomento, puoi pensare alla scelta del nome e del dominio del tuo blog.

Quindi inizia a pensare al nome, cioè al titolo del tuo blog, poi pensa specificamente alla scelta del dominio che è strettamente correlata al brand che vuoi creare.

Per creare il tuo brand segui questi consigli:

  • una parola inventata o una combinazione di parole che abbia a che fare con il tuo modo di lavorare;
  • un’allitterazione (es., BrandBooster);
  • un gioco di parole in tema con il settore;
  • semplicemente nome e cognome (personal branding).

Usare nomi inventati o lontani dal tuo settore è una scelta di marketing.

Creare un blog con un marchio forte fin da subito è una bella sfida.

Devi preventivare un periodo di tempo in cui lavorare duramente per assicurarti che la corrispondenza nome-prodotto sia costruita.

Scegli il dominio

Il prossimo passo è scegliere un nome di dominio. Il dominio può essere uguale al nome del tuo blog, o leggermente diverso.

Per esempio, nel dominio puoi eliminare gli articoli e aggiungere un trattino.

Decidi anche quale estensione usare, come .it o .com.

Alcune estensioni, d’altra parte, sono state costruite per scopi specifici. Per esempio, l’estensione .blog è stata sviluppata in particolare per chi vuole creare un blog.

Fai una lista dei migliori domini che ti vengono in mente, poi vai su GoDaddy o Namecheap per vedere se sono liberi.

Se per caso sono già presi, puoi controllare i suggerimenti automatici che questi servizi ti mettono a disposizione.

Guida in 11 passaggi per creare un blog di successo

11 passi da seguire per creare un blog

È il momento di capire come creare un blog di successo, funzionale, veloce, attraente e interessante, che sia capace di generare traffico, lead e vendite…

Come creare un blog in 11 passaggi:

  1. Registrare dominio e spazio hosting;
  2. Installare certificato SSL sul dominio;
  3. Installare WordPress;
  4. Configurare correttamente il tuo blog;
  5. Installare un tema per il blog;
  6. Installare Elementor;
  7. Creare le pagine essenziali del blog;
  8. Creare il menu di navigazione;
  9. Pubblicare un articolo + Categorie e Tags;
  10. Ottimizzare il sito;
  11. Pubblicare il blog.

Come puoi vedere, la lista è ampia. Di conseguenza, ti consiglio vivamente di mettere questo articolo tra i preferiti e di tornarci spesso.

Se in qualsiasi momento ti rendi conto che creare un blog per te è più complicato del previsto, o se vuoi creare un blog professionale di alta qualità, contattaci e ti aiuteremo a realizzare il tuo progetto!

1. Registrare dominio e spazio hosting per creare il tuo blog

Per iniziare a creare un blog, devi prima avere un posto dove costruirlo – e quel posto si chiama hosting.

Come ti ho già spiegato, ma preferisco ricordartelo, lascia perdere tutti quei servizi che ti promettono di creare un blog gratis. I motivi li conosci già.

Ci sono molti siti dove puoi comprare l’hosting, ma alcuni sono migliori di altri. Infatti, alcuni host garantiscono maggiore sicurezza, velocità e prestazioni, e hanno un servizio di assistenza eccezionale.

Ecco perché ti offrirò 3 soluzioni qui sotto per acquistare l’hosting perfetto per creare il tuo blog. Scegli quello che ti soddisfa di più e segui le istruzioni passo dopo passo.

Serverplan

Hosting WordPress Serverplan

Serverplan è una grande opzione per creare un blog professionale appoggiandosi ad un hosting italiano, e questo significa avere data center in Italia e un’eccellente assistenza nella nostra lingua.

Offrono domini gratuiti per sempre, rendendolo un’opzione conveniente per la creazione di un blog.

Ecco come acquistare il tuo piano hosting su Serverplan:

  1. Vai sul sito di Serverplan;
  2. Dalla voce Web Hosting del menu, scegli il servizio Hosting WordPress;
Scegli piano hosting Serverplan WordPress
  1. Seleziona il piano Startup cliccando su Ordina;
Ordina piano hosting Serverplan Startup
  1. Inserisci il nome di dominio da te scelto;
  2. Aggiungi al carrello;
  3. Clicca su Hai un codice promo? e inserisci il codice SOSWP per avere subito il 20% di sconto!
Applica sconto 20% su Serverplan
  1. Clicca su Convalida, poi su Continua;
  2. Crea il tuo account Serverplan inserendo nome utente e una password sicura;
  3. Concludi l’acquisto.

Riceverai una email con tutti i dettagli del tuo piano, inclusi link e password per accedere alla tua area utente e al pannello di gestione del tuo spazio web.

SiteGround

SiteGround opinioni - Opinioni eccellenti

SiteGround è uno dei migliori servizi di web hosting per blogger ed è uno dei miei preferiti. Lascia che ti spieghi come è facile iniziare con SiteGround!

Prima di tutto, si ottiene un nome di dominio gratuito per il primo anno quando ci si iscrive a SiteGround. Questo è un grande incentivo per iniziare e ci sono molte estensioni diverse disponibili (.com, .net, ecc.).

Inoltre, ricevi anche uno sconto fino al 69% sul tuo piano di hosting, che è piuttosto sorprendente.

SiteGround ha data center in Europa, USA, Australia e Singapore, quindi è perfetto per creare un blog che si rivolge non solo a un pubblico italiano ma anche internazionale.

In più, gli stabilimenti sono alimentati al 100% da energie rinnovabili.

Per acquistare un piano hosting con SiteGround:

  1. Vai sul sito di SiteGround;
  2. Seleziona WordPress Hosting;
  3. Scegli il piano StartUp cliccando su Acquista;
Scegli il piano StartUp cliccando su Acquista
  1. Seleziona Registra un nuovo dominio e inserisci il nome di dominio da te scelto, poi scegli l’estensione;
  1. Compila il modulo di registrazione con i tuoi dati;
  2. Completa il pagamento.

Anche in questo caso, riceverai una email con tutti i dati di accesso al tuo spazio web.

VHosting

Migliori hosting italiani: Vhosting

Vhosting è una fantastica alternativa per chi cerca un hosting veloce ed efficiente. Per il primo anno, il dominio è incluso nel prezzo, e il servizio di supporto è eccellente.

I data center di VHosting sono in Italia e Germania e sono anch’essi 100% green.

Per acquistare un piano con VHosting:

  1. Vai sul sito di VHosting;
  2. Seleziona Hosting WordPress;
Scegli hosting WordPress VHosting
  1. Scegli il piano WordPress Veloce 01;
Acquista piano Vhosting WordPress Veloce 01
  1. Assicurati che sia selezionato Voglio acquistare un nuovo dominio e inserisci il nome di dominio da te scelto, poi seleziona l’estensione;
Scegli il tuo dominio Vhosting
  1. Lascia disattivati gli altri servizi proposti e clicca su Continua;
  2. Inserisci i dati del registrante dominio e successivamente i dati per la creazione del tuo account VHosting;
  3. Accetta le condizioni del servizio e completa l’ordine.

VHosting ti invierà una email per informarti dell’avvenuta registrazione e comunicarti i dati di accesso al pannello di gestione del tuo spazio web.

Passo 1: Acquistare l’hosting e il dominio… fatto!

Il lavoro è appena iniziato ma…

Ti senti già un po’ blogger?

Ora è il momento di impostare alcuni parametri cruciali nell’area web.

Cominciamo…

2. Installare il certificato SSL sul tuo dominio

Installare il certificato SSL per il tuo blog

Installare un certificato SSL è il primo passo importantissimo per rendere sicuro il tuo blog.

Questa impostazione cripterà tutti i dati trasmessi, proteggendoli da malintenzionati che cercano di rubare informazioni personali.

Il certificato SSL può essere attivato dall’area clienti del tuo hosting, a cui si può accedere utilizzando il nome utente e la password che hai ricevuto nella tua e-mail quando lo hai acquistato.

La maggior parte degli hosting WordPress di buona qualità include questo servizio gratuitamente nei propri piani.

Per utilizzare l’HTTP sicuro sull’hosting Serverplan o VHosting, è necessario accedere al cPanel. Se invece hai scelto SiteGround, dovrai accedere al SiteTools.

cPanel e Site Tools sono dei comodi pannelli di gestione dell’hosting, molto amati dai blogger di tutto il mondo, che offrono tante opzioni utili, come la creazione di indirizzi email con il tuo nome di dominio o la gestione dei tuoi backup.

Ecco le istruzioni su come creare un blog sicuro fin dal primo giorno.

Come attivare il certificato SSL su cPanel:

  1. Entra nel tuo cPanel;
  2. Vai nella sezione Sicurezza;
  3. Clicca sull’icona SSL/TLS Status;
Attivare SSL su CPanel
  1. Clicca sul pulsante Run Auto SSL.
Certificato ssl - manuale

…e questo è tutto.

Il certificato SSL si attiverà in automatico sul tuo sito.

Come attivare il certificato SSL su SiteGround:

  1. Entra nella tua area utente;
  2. Vai su Websites;
  3. Clicca sul pulsante Site Tools;
  4. Dal menu sulla sinistra, entra nella sezione Sicurezza > Gestione SSL;
  5. Clicca sul menu a tendina in corrispondenza del tuo nome di dominio;
  6. Qui seleziona il tipo di SSL da installare: scegli Let’s Encrypt;
Come attivare il certificato SSL su SiteGround
  1. Conferma la scelta e in pochi istanti il tuo certificato SSL sarà installato;
  2. Infine, dal menu a sinistra vai su Forzatura HTTPS e attiva il selettore per il tuo dominio.

3. Installare WordPress

Installare WordPress per creare un blog

In questa sezione ti mostrerò come installare il Content Management System WordPress sul tuo hosting. Se vuoi una guida dettagliata, basta leggere la mia guida completa su come installare WordPress.

Fai attenzione: in questa guida sto parlando di come creare un blog con WordPress versione .org.

WordPress.com può essere utilizzato per creare un blog gratis, ma le funzionalità sono limitate e ti sconsiglio di utilizzarlo poiché i risultati saranno poco professionali.

Userò il cPanel di Serverplan e VHosting nell’esempio qui sotto, poi passeremo all’esempio con SiteGround.

Installare WordPress su cPanel

Per installare WordPress su cPanel con Serverplan, scorri fino alla sezione Web Application e clicca sull’icona di WordPress.

Come installare WordPress con cPanel

Con VHosting, scorri fino a Software e servizi, seleziona Softaculous apps installer e clicca sull’icona di WordPress.

Seleziona il pulsante Installa questa applicazione dalla schermata che appare dopo aver cliccato su una di queste icone.

Vedrai alcuni dati da compilare come il nome di dominio con http/https e con o senza www, il percorso (lascialo vuoto) e la sezione delle impostazioni.

Installare WordPress su cPanel

Ti consiglio di creare un utente con uno username e una password sicuri per accedere alla Dashboard di WordPress.

Inserisci inoltre un indirizzo email a cui hai sempre accesso, poiché ti servirà in caso di recupero della password.

Impostazioni di installazione WordPress su cPanel

Scorri fino a Impostazioni avanzate e lascia che vengano gestite automaticamente.

Dopo di che, clicca su Installa. In pochi minuti, WordPress sarà installato.

Installare WordPress su SiteGround

Se hai scelto l’hosting SiteGround, WordPress può essere facilmente installato dalla tua area utente. Ecco tutti i passaggi.

Nel menu a sinistra, fra le varie funzionalità troverai la voce WordPress: aprila e clicca su Installa e gestisci.

Installare WordPress su SiteGround

Seleziona solo WordPress, quindi non selezionare l’opzione che installa anche WooCommerce.

(Questa opzione serve a creare un sito web di tipo e-commerce, ma puoi attivarla in futuro se dovessi averne bisogno).

Ora troverai un modulo da compilare. Ci sarà il tuo dominio e dovrai scegliere un percorso per l’installazione. Lascia questo campo impostato su Cartella principale, altrimenti installerai WordPress in una sottocartella.

Dovrai poi scegliere un nome utente e una password per l’utente che avrà accesso alla Dashboard di WordPress. Assicurati di usare un nome utente e una password sicuri!

Poi inserisci il tuo indirizzo email e lascia disattivate le caselle Installa con WordPress Starter e Installa WordPress Multisite.

Clicca su Installa e aspetta qualche minuto.

Ora che WordPress è installato correttamente, configuriamo le impostazioni principali.

4. Configura le impostazioni generali del tuo blog

Configurare correttamente il tuo blog

Dopo l’installazione, ti verranno mostrati i link per visitare il tuo sito e accedere alla Dashboard di WordPress (area di amministrazione del sito), dopo di che potrai accedere al tuo account.

Se hai chiuso la finestra dopo l’installazione, puoi vedere il tuo sito digitando il nome di dominio nella barra degli indirizzi del tuo browser .

Per entrare nella dashboard di WordPress, digita /wp-login.php dopo il dominio.

Login alla bacheca di WordPress

Sarai portato a una schermata di accesso dove inserirai il nome utente e la password di WordPress che hai selezionato durante la configurazione.

Se vuoi creare un blog con WordPress, la prima cosa che devi fare è configurare il nome del blog e le impostazioni generali.

Configurare il nome del blog e le impostazioni generali

Configura le impostazioni generali di WordPress

Nella schermata Impostazioni > Generali, puoi riempire i campi Titolo del sito e Motto con il nome e il sottotitolo del tuo blog.

Puoi anche scegliere la lingua del tuo sito e il suo fuso orario.

Assicurati che le voci Indirizzo WordPress (URL) e Indirizzo sito (URL) abbiano la “S” in https. Se vedi che manca, aggiungila.

Poi abilita la casella Scoraggiare i motori di ricerca dall’indicizzare questo sito, in modo che il tuo blog rimanga nascosto.

Quando il tuo blog sarà pronto, potrai dire a Google di indicizzare le tue pagine e renderle ricercabili.

Per ora, è meglio che nessuno ti trovi visto che il tuo blog è ancora in fase di costruzione.

Configurare i permalink

Impostazioni permalink WordPress

Questa impostazione farà in modo che gli URL degli articoli siano costruiti a partire dal titolo dell’articolo, senza includere categorie o date.

Configurare i permalink è un passo importante nell’impostazione del tuo blog.

Assicurati di farlo ora, prima di pubblicare qualsiasi articolo, in modo che i tuoi URL siano puliti e facili da capire.

Il modo migliore per impostare i permalink è questo:

  • Vai in Impostazioni > Permalink;
  • Seleziona l’opzione Nome articolo;
  • Salva le modifiche.

Configurare i commenti

configurazione commenti del blog

È facile configurare la gestione dei commenti sul tuo blog con WordPress.

Nelle impostazioni di pubblicazione predefinite, è possibile controllare come i commenti sono consentiti sugli articoli e come funzionano i pingback e i trackback.

Sotto Commenti, è possibile selezionare più recente per mostrare i nuovi commenti più in alto.

Puoi anche impostare di ricevere un’e-mail quando qualcuno lascia un commento e approvare i commenti manualmente per ridurre lo spam.

Dai un’occhiata alle altre impostazioni per personalizzare ulteriormente la gestione dei commenti sul tuo blog.

Salva quindi le tue modifiche e vai avanti.

5. Installare un tema per il blog (Hello + Elementor)

Installare Hello Elementor Theme per creare un blog

Ora che hai scoperto i primi dettagli su come creare un blog WordPress, potresti essere sopraffatto da tutte le diverse scelte che devi fare.

Una delle decisioni più importanti è quale tema usare per il tuo blog.

In questo capitolo, ti mostrerò come installare il tema WordPress Hello Theme e poi imparerai come usare Elementor Page Builder con esso.

Il tema Hello è una grande opzione per aiutare i principianti a creare un blog professionale perché è molto facile da usare e lavora alla perfezione con Elementor Page Builder.

Inoltre, è un tema molto minimale che può essere facilmente personalizzato per adattarsi alle tue esigenze.

Per installare il tema Hello, segui questi passaggi:

  1. In primo luogo, vai alla tua dashboard di WordPress e seleziona Aspetto > Temi;
  2. Quindi fai clic sul pulsante Aggiungi nuovo;
Aggiungi nuovo tema WordPress
  1. Digita “Hello” nel campo di ricerca e trova il tema Hello Elementor nei risultati;
  2. Clicca su Installa e poi su Attiva quando ha finito.
Installa tema Hello

Ora che il tuo tema è installato, puoi iniziare a personalizzarlo per adattarlo alle tue esigenze!

6. Installare Elementor

Installare Elementor per creare un blog

Elementor è un plugin WordPress che ti permette di creare pagine e post da zero con semplicità usando il sistema drag-and-drop.

È perfetto per creare blog e siti web in autonomia, senza bisogno di competenze di programmazione o di design, per questo lo troverai straordinario se sei un principiante.

Se vuoi saperne di più e padroneggiare alla perfezione questo page builder, ti consiglio di leggere la mia guida completa su come usare Elementor.

Come installare Elementor:

Come installare Elementor

Vediamo quindi come creare un blog con Elementor. Installa il page builder in questo modo:

  • Vai alla sezione Plugin in WordPress e clicca su Aggiungi Nuovo;
  • Digita “Elementor” nel campo di ricerca, trova Elementor Website builder nei risultati, poi clicca su Installa;
  • Quando ha finito di installare, attivalo cliccando su Attiva;

Se vuoi usare Elementor in versione gratuita, fermati qui; altrimenti, continua al prossimo passo.

Per utilizzare Elementor PRO ($49/anno), che consigliamo in quanto ha più caratteristiche ed è più adatto per un progetto serio, vai sul sito Elementor.com e segui queste istruzioni:

  1. Acquista il piano Essential (licenza per un sito web);
  2. Una volta che hai il plugin, salvalo sul computer e accedi alla Dashboard di WordPress;
  3. Nella sezione Plugin, aggiungi un nuovo plugin e carica il file zip che hai appena salvato, cliccando su Carica Plugin;
Carica nuovo plugin
  1. Dopo il caricamento, attiva il plugin e collegati al tuo account Elementor cliccando su Elementor > License > Connect&Activate;
  2. La tua licenza è ora attiva e puoi iniziare a creare pagine con Elementor Pro.

Ricorda che hai sempre bisogno del plugin WordPress gratuito Elementor per far funzionare anche la versione premium. Lasciali sempre entrambi installati e attivi.

7. Come creare un blog con l’aiuto di Elementor: le pagine principali

Crea le pagine principali del tuo blog

Ora hai tutto l’occorrente per cominciare a creare il tuo blog.

Per prima cosa, bisogna creare le pagine che costituiscono la struttura di tutto il sito.

Per creare una nuova pagina del tuo blog con Elementor, segui queste istruzioni:

  1. Vai su Pagine > Aggiungi pagina dal menu di WordPress;
  2. Scrivi un titolo per la pagina, poi clicca su Modifica con Elementor;
  3. Sulla sinistra, troverai tutti gli elementi che puoi inserire al suo interno, che si chiamano widget. Qui troverai, ad esempio:
    • blocchi di testo,
    • immagini,
    • timer,
    • flipbox,
    • blocchi per i social media,
    • gallerie fotografiche,
    • mappe di Google
    • e molto altro.
  4. Scegli il widget da inserire e aggiungilo alla pagina;
  5. Se vuoi, lo puoi spostare in un’altra posizione.
Scopri Elementor

Crea dunque le seguenti pagine per il tuo blog:

  • Home page – serve per introdurre il tuo blog, devi quindi riassumere di cosa parli e invogliare i lettori a consultarlo;
  • Chi sono (o Chi siamo, se lavori in un team) – parla di te e della tua storia;
  • Prodotti / Servizi – descrive le caratteristiche di ciò che vendi;
  • Contatti – dove inserirai tutte le informazioni necessarie per contattarti;
  • Quando hai terminato, ricorda di salvare le modifiche cliccando su Pubblica.

Quando inizierai a fare pratica, vedrai che riuscirai a creare un blog professionale e di grande impatto visivo grazie alle funzionalità di Elementor.

Per completare la struttura delle pagine del tuo sito, hai bisogno anche di altri elementi, oltre ai contenuti, e cioè di:

  • header – la parte in alto in cui si trovano logo e menu;
  • footer – la parte in basso con informazioni sull’attività e link utili;
  • sidebar – la barra laterale con link e call to action.

Come creare header e footer con Elementor:

crea header con Elementor
  • Per creare un’intestazione, vai su Template e crea un elemento cliccando su Nuovo. Seleziona Testata per crearla;
  • Per creare un footer, vai su Template e crea un elemento cliccando su Nuovo. Seleziona Piè di pagina per crearlo;
  • Clicca su Crea Template;
  • Scegli uno dei tanti modelli disponibili;
  • Clicca su Inserisci.

Come creare una sidebar con Elementor:

  • Vai su Theme builder;
  • Seleziona Pagina per creare una barra laterale da usare su tutte le pagine;
  • Aggiungi una nuova sezione scegliendo quelle con la barra laterale a sinistra o a destra;
  • Nello spazio dedicato alla barra laterale, inserisci tutti gli elementi che vuoi far apparire in essa;
  • Nello spazio dedicato al contenuto , inserisci il widget Post content;
  • Quando salvi la pagina, scegli Pagina e Tutti;
  • In questo modo la barra laterale apparirà su tutte le pagine.

Come inserire il logo del tuo blog con WordPress:

Seleziona logo del sito
  • Per inserire il logo del tuo blog, nella bacheca di WordPress, vai su Aspetto > Personalizza;
  • Vai su Nome del sito;
  • Clicca su Seleziona il logo e carica la tua immagine;
  • Poi clicca su Seleziona l’icona del sito per inserire la favicon. La favicon è il simbolo che appare nella barra del titolo nei browser e viene visualizzato anche nella lista dei preferiti salvati dall’utente.

Il tuo blog sta iniziando a prendere forma!

Impostare la pagina home e la pagina blog con WordPress

Impostazioni home blog
  • Nella sezione La tua homepage mostra, seleziona una pagina statica;
  • Scegli la tua Home page dal menu a tendina;
  • Sotto Pagina articoli, scegli la tua pagina Blog dal menu a tendina;
  • Scegli quanti articoli mostrare nella pagina del blog;
  • Sotto Per ogni articolo nel feed, includi, scegli Riassunto;
  • Salva le modifiche.

8. Creare il menu di navigazione di un blog con WordPress

Crea il menu del tuo blog

Se hai appena iniziato a creare un blog WordPress, una delle prime cose che dovrai fare è creare un menu di navigazione.

Questo definirà la struttura principale del tuo blog e renderà facile per le persone trovare quello che stanno cercando.

Per prima cosa, vai su Aspetto > Menu.

Poi, clicca su Crea nuovo menu e dagli un titolo, come “Main Menu”.

Ora, clicca sul pulsante Crea Menu.

Creare sito web - il menu

Per aggiungere pagine al menu del tuo blog, seleziona Mostra tutto dall’elenco delle pagine sulla sinistra.

Poi, seleziona le pagine che vuoi aggiungere e clicca sul pulsante Aggiungi al menu.

Puoi trascinare le pagine per ordinarle come vuoi, e se vuoi creare un sottomenu, basta trascinare una pagina leggermente a destra.

Nella sezione Impostazioni del menu, assicurati che la casella Menu principale sia abilitata.

Infine, salva le tue modifiche.

Seguendo questi semplici passi, puoi creare un menu di navigazione che aiuterà i tuoi visitatori a navigare nel tuo blog con facilità.

Ricorda di ordinare le voci del menu in base all’importanza e lascia la voce Contatti per ultima.

Questa è una pratica utilizzata dalla maggior parte dei blog e dei siti web ed è ormai considerata uno standard.

Segui la regola e renderai più facile e intuitiva la navigazione sul tuo blog.

9. Pubblicare un articolo e creare categorie e tag

Pubblicare un articolo per il tuo blog

Adesso è il momento della creazione di un articolo per il tuo blog.

Per farlo, vai su Articoli > Aggiungi nuovo dal menu sul lato sinistro della tua bacheca, o vai sulla barra degli strumenti in alto (la barra superiore) e clicca su + Nuovo.

Inserisci un titolo per il tuo articolo, e poi aggiungi alcuni blocchi per testare la funzionalità. I blocchi sono gli elementi costitutivi del tuo articolo – possono essere paragrafi, immagini, liste, ecc.

Per aggiungere un blocco, clicca sul simbolo “+” all’interno della pagina e scorri tutto l’elenco cliccando su Sfoglia tutto.

Crea il primo articolo del tuo blog

Quando selezioni un blocco, puoi cambiare il suo aspetto utilizzando le opzioni nella barra laterale che apparirà.

Una volta aggiunti alcuni blocchi, vai alla scheda Articolo nella barra laterale.

Qui troverai le opzioni di pubblicazione dell’articolo.

Opzioni di pubblicazione

Opzioni di pubblicazione dell'articolo

Le opzioni più importanti sono la visibilità (pubblica, privata, protetta da password) e la pubblicazione (immediatamente, scegli una data nel passato, o imposta la pubblicazione automatica se scegli una data futura).

Qui puoi anche modificare il permalink (o meglio, lo slug, cioè la parte finale dell’URL).

Questa sezione ti permette di creare una nuova categoria o un nuovo tag o di scegliere fra quelli già esistenti.

Le immagini in primo piano sono una parte importante del tuo blog – sono ciò che le persone vedono quando sfogliano i tuoi articoli, vengono mostrate anche negli archivi e compaiono nelle condivisioni sui social media.

Usa immagini sempre sullo stesso stile, possibilmente creale tu stesso, in modo da diventare fin da subito riconoscibile e dare un’identità al tuo brand.

Per aggiungere un’immagine in primo piano, vai alla sezione Immagine in evidenza nella barra laterale e seleziona un’immagine dal tuo computer o dalla libreria multimediale di WordPress.

Il campo Riassunto è importante perché è quello che le persone vedranno quando visualizzeranno i post del tuo blog sulla home page, sulla pagina blog e sulla pagina delle categorie.

Dovrebbe essere un breve riassunto dell’articolo che invoglia le persone a leggere di più.

Puoi anche disabilitare i commenti e i pingback/trackback per i singoli articoli, se lo desideri.

Quando hai finito, clicca su Pubblica e il tuo articolo sarà live!

Ora sei un blogger a tutti gli effetti, congratulazioni!

Ricorda, puoi sempre tornare e modificare i tuoi articoli più tardi se vuoi fare dei cambiamenti.

10. Aprire un blog ottimizzato per la SEO e posizionarlo sui motori di ricerca

Come ottimizzare il blog per la SEO

Se hai appena iniziato a creare un blog WordPress e vuoi essere sicuro di fare tutto il possibile per ottimizzarlo per la SEO, allora comincia fin da subito.

In questo capitolo, ti mostrerò:

  • come trovare le parole chiave su cui puntare,
  • come pianificare le tue pubblicazioni,
  • come utilizzare Rank Math per migliorare la SEO dei tuoi contenuti,
  • e come assicurarti che il tuo blog sia bello su tutti i dispositivi.

Quindi cominciamo!

Ricerca delle parole chiave

Per prima cosa, dovresti aprire un blog che abbia già delle solide basi SEO su cui farlo crescere.

Comincia quindi usando uno strumento come SEOZoom per trovare le parole chiave che vengono cercate su Google e che sono collegate al tuo argomento.

Ricordati di avviare la ricerca dal punto di vista delle persone che navigano su Google, anziché dal tuo, cioè da esperto del settore.

Per esempio, chi fa la ricerca sul web potrebbe usare termini meno tecnici rispetto a quelli che useresti tu.

Per scegliere le keyword usa come guida questi importanti parametri:

  • volume di traffico (quante ricerche vengono effettuate al mese);
  • keyword difficulty (se è bassa, hai più probabilità di successo);
  • stagionalità (in quali mesi dell’anno le ricerche aumentano o diminuiscono).

Una volta che hai alcune parole chiave, crea un piano editoriale per programmare quando pubblicherai gli articoli sul tuo blog.

Come creare un piano editoriale

Come creare un piano editoriale

Creare un blog a partire da un piano editoriale è molto importante per un blog di successo.

Avendo un programma di contenuti pianificati, sarai in grado di avere una migliore idea di ciò che scriverai e quando.

Questo ti aiuterà a rimanere in pista e ad essere un blogger più organizzato.

Per creare un piano editoriale, il primo passo è stilare un elenco delle keyword che potrebbero determinare:

  • un maggior volume di traffico,
  • un maggiore interesse,
  • e quindi che possono essere utilizzate per scrivere articoli particolarmente approfonditi.

Questi articoli saranno i tuoi “cornerstone”, cioè contenuti più elaborati che faranno da pilastro all’intera struttura del tuo blog.

Questo tipo di articolo è particolarmente importante per migliorare la SEO del tuo blog.

Quando scrivi un articolo pilastro, assicurati di includere un alto volume di parole chiave rilevanti, così come i link a fonti esterne (affidabili) che possono sostenere i tuoi argomenti.

Inoltre, assicurati di assegnare la giusta categoria al tuo articolo e prendi appunti su tutte le tue ricerche, in modo da poterli utilizzare negli articoli futuri.

Ora crea un file Excel (o Google Sheets) su cui andrai a inserire, nella riga delle intestazioni, i seguenti titoli:

  • Data di pubblicazione;
  • Titolo dell’articolo;
  • Keyword principale;
  • Keyword correlate;
  • Ispirazione – link di pagine web da cui prendere ispirazione;
  • Fonti – link a eventuali fonti che possono supportare le tue argomentazioni (dati statistici, interviste ad esperti, ricerche ecc.);
  • Categoria – la categoria dell’articolo;
  • Cornerstone – indica se può diventare un articolo pilastro;
  • Note – lascia una colonna per le note e gli appunti, che saranno sempre utili.

Adesso compila la tabella inserendo tutti i dati.

Per prima cosa, dovrai decidere quanto spesso intendi pubblicare un nuovo articolo.

Valuta bene quanto tempo hai da dedicare al tuo blog.

Non è necessario pubblicare fin da subito un articolo al giorno, puoi pubblicare anche una, due o tre volte alla settimana. L’importante è che tu sia costante e che ti organizzi con un po’ di anticipo.

Ti suggerisco di programmare il piano editoriale per tre mesi, quindi di iniziare a scrivere il più possibile, in modo da avere due/quattro settimane di articoli già pronti in anticipo.

Installa Rank Math sul tuo blog

Quando sei pronto a scrivere il tuo articolo, installa il plugin WordPress Rank Math.

Puoi farlo andando su Plugin > Aggiungi nuovo nella tua Dashboard di WordPress, quindi cerca “Rank Math”.

Installalo e attivalo, poi segui la procedura guidata per configurarlo.

Ti consiglio di leggere la guida Rank Math per maggiori dettagli su come usare questo straordinario software open source per la SEO.

Analisi SEO on-page

Quando scrivi i contenuti, assicurati di utilizzare la sezione Rank Math per puntare a una o più delle parole chiave che hai identificato in precedenza.

Rank Math ti darà suggerimenti su come migliorare articoli e pagine del tuo blog da una prospettiva SEO. È uno strumento molto affidabile, quindi segui i suoi consigli!

Come creare un blog responsive e veloce

Tuttavia, la SEO è fatta di molto più di semplici parole chiave.

Assicurati che il tuo sito sia anche sicuro, veloce e che abbia un bell’aspetto su tutti i dispositivi.

Devi sapere che la maggior parte del traffico sui siti web solitamente arriva proprio da dispositivi mobili, ed è per questo che Google dà molta più importanza alle versioni mobile che alle versioni desktop.

Sia WordPress che Elementor hanno funzioni che ti permettono di vedere in anteprima come appariranno i tuoi contenuti su diversi dispositivi.

Ti suggerisco comunque di effettuare dei test su dispositivi “reali” per maggiore affidabilità.

Esegui anche dei test di velocità delle tue pagine web usando strumenti come PageSpeed Insight oppure GTmetrix.

Oltre ad analizzare il tuo sito, ti suggeriranno come migliorare le prestazioni.

Seguire questi consigli ti aiuterà a creare un blog WordPress ottimizzato, veloce e responsive, e quindi a migliorare il tuo posizionamento SEO nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

11. Come pubblicare il blog online

Come pubblicare il blog online

Ora hai imparato come creare un blog da zero con WordPress e ti sarai accorto che è più facile di quanto si potrebbe pensare, ma richiede un po’ di tempo e di lavoro.

Quando sei pronto, pubblica gli articoli utilizzando il pulsante Pubblica nella barra del menu in alto di WordPress o cliccando su Pubblica sotto le pagine in Elementor.

Infine, vai in Impostazioni > Lettura e deseleziona la voce per scoraggiare i motori di ricerca.

Congratulazioni – hai creato un blog!

Ora è il momento di iniziare a pubblicare contenuti e attrarre traffico.

Come promuovere il tuo blog

Come promuovere il tuo blog

Se hai appena creato un blog, il primo ordine del giorno è quello di promuoverlo in modo da poter iniziare a costruire un pubblico, far crescere il tuo marchio o il tuo personal branding e ottenere un guadagno.

Uno dei modi più veloci ed efficaci per farlo è l’uso di annunci pubblicitari a pagamento, ma sappi che i risultati possono essere molto variabili.

Un’opzione migliore è quella di utilizzare i social media, che ti permettono di raggiungere un gran numero di persone.

Tuttavia, devi scoprire quali social network preferisce il tuo pubblico di riferimento.

Puoi anche promuovere il tuo blog facendo guest blogging sui siti di altre persone.

Il tuo articolo sarà pubblicato sul blog di un altro blogger con un link al tuo sito.

Infine, l’email marketing è un ottimo modo per rimanere in contatto con i tuoi lettori e ricordare loro del tuo blog.

Poni le basi per guadagnare con un blog sfruttando l’inbound marketing

Promuovere il blog con l'inbound marketing

La maggior parte delle persone che hanno deciso di creare un blog, lo hanno fatto per ottenere un qualche guadagno, ma in realtà pochi di loro stanno davvero facendo soldi.

Perché accade questo?

Perché nessuno gli ha insegnato a farlo per bene!

I blogger che hanno successo trasformano il blogging in una strategia di inbound marketing, il che significa che non si limitano a scrivere articoli e sperare per il meglio.

Promuovono attivamente il loro blog con attività di social media marketing e partecipano alle comunità online per guidare il traffico verso il loro sito.

Una volta che il tuo blog è attivo e funzionante è importante creare contenuti di alta qualità che piacciano al tuo pubblico di riferimento.

Se ci metti il duro lavoro e rimani concentrato sui tuoi obiettivi, puoi seriamente iniziare a guadagnare con un blog.

Inizia oggi stesso a costruirti un posto nella mente del lettore.

Quando qualcuno visita il tuo blog per la prima volta, è improbabile che si ricordi di te, perciò devi fare qualcosa di memorabile.

Se cominci a sfruttare i social media e le newsletter e costruisci dei rapporti con altri blogger, presto vedrai dei risultati.

Promuovi il tuo blog usando uno di questi metodi e sarai sulla buona strada per costruire un pubblico!

Ricordati anche di attivare due importanti servizi gratuiti di Google che ti aiutano a monitorare costantemente il tuo sito:

  • Google Analytics – per sapere quanti visitatori visitano il tuo blog, quali articoli e pagine leggono, quanto tempo trascorrono ecc.;
  • Google Search Console – per sapere invece come Google vede il tuo blog, se tue le pagine sono correttamente indicizzate, e per scoprire eventuali problemi.

Come guadagnare con un blog: le strategie vincenti

Come guadagnare con un blog

Per guadagnare con un blog puoi sfruttare diverse strategie e in questa sezione ti parlerò di quelle più efficaci:

  • la pubblicità,
  • le affiliazioni,
  • le recensioni e gli articoli sponsorizzati,
  • la vendita di prodotti online,
  • e infine la lead generation per ottenere risultati ottimali.

Quando hai deciso di impegnarti seriamente per creare un blog da zero e tutto da solo, hai sicuramente riflettuto sulle opportunità di guadagno che l’attività di blogging possa offrire.

Hai pensato solo alla pubblicità o anche a qualcosa di diverso?

Credere che l’unico modo per guadagnare con un blog sia soltanto la pubblicità è completamente sbagliato.

In realtà, monetizzare un blog con la pubblicità è solo una delle tante possibilità di guadagno e sinceramente non è neanche una delle più efficaci.

Cominciamo da questo metodo e poi scopriamo insieme qualche altra idea interessante.

Come sfruttare la pubblicità per guadagnare con un blog

Monetizzare un blog con la pubblicità

Uno dei modi principali per fare soldi con un blog è attraverso la pubblicità.

Tuttavia, al fine di rendere la pubblicità una valida fonte di reddito, è necessario avere una certa quantità di traffico che arriva al tuo blog.

Una volta che hai costruito un seguito e hai iniziato a generare traffico, puoi iscriverti a vari reti pubblicitarie per poter inserire annunci sul tuo blog.

La piattaforma pubblicitaria per eccellenza è Google Adsense, ma ne esistono anche altre.

Per essere approvato ad entrare a far parte della rete Adsense, il tuo blog deve soddisfare alcuni criteri, come avere una quantità minima di traffico e avere almeno sei mesi di vita.

Dovrai anche avere un contenuto di qualità che sia rilevante per il pubblico che stai cercando di raggiungere.

Su Google Adsense, ma anche su altre reti pubblicitarie, avrai diversi tipi di annunci tra cui scegliere.

I più comuni sono i banner, che sono annunci rettangolari che appaiono nella parte superiore o inferiore di un articolo del blog, e gli annunci di testo, che sono brevi frammenti di testo che appaiono accanto ad altri contenuti sulla pagina.

Puoi anche scegliere tra gli annunci pop-up, che si aprono in una nuova finestra quando la pagina viene caricata, e gli annunci interstiziali, che sono annunci che occupano l’intero schermo.

Usare troppi annunci potrebbe essere fastidioso per alcune persone, e questo comporterebbe perdita di traffico. Perciò, fidati della vecchia regola: pochi ma buoni!

Usare le affiliazioni per monetizzare il tuo blog

Usare le affiliazioni per monetizzare il tuo blog

Un programma di affiliazione è una collaborazione fra aziende e blogger o influencer per promuovere prodotti e servizi.

In cambio della promozione di questi prodotti, il blogger o l’influencer riceve una commissione su tutte le vendite che risultano dalla loro promozione.

Per diventare un affiliato, devi prima iscriverti a un programma di affiliazione.

Questo di solito può essere fatto attraverso il sito web del brand o attraverso una rete di affiliazione come Commission Junction o Shareasale.

Una volta che ti sei iscritto, riceverai un ID di monitoraggio unico che puoi usare per tracciare ciascuna vendita avvenuta con successo tramite il passaggio dal tuo blog.

Quando qualcuno clicca su uno dei tuoi link di affiliazione e fa un acquisto, riceverai quindi una commissione sulla vendita.

Guadagna col tuo blog diventando sponsor

Un terzo modo per monetizzare il tuo blog è diventare uno sponsor.

Con questo sistema, un brand o un’azienda paga i blogger per promuovere un certo prodotto o servizio sul loro blog.

Per diventare uno sponsor, dovrai contattare il brand o l’azienda con cui vuoi lavorare. Puoi farlo inviando loro un’email o contattandoli sui social media.

Una volta che l’approvazione ha avuto successo, dovrai creare un contratto di sponsorizzazione che delinei i termini della partnership.

Questo includerà accordi come la quantità di denaro che ti verrà pagata, quanto durerà la sponsorizzazione e che tipo di promozione fornirai.

Il rapporto tra lo sponsor e il brand può anche includere la pubblicazione di articoli sponsorizzati.

I post sponsorizzati sono articoli scritti dal blogger, ma sono pagati dal brand che viene pubblicizzato.

Le recensioni e gli articoli sponsorizzati possono essere un ottimo modo per fare soldi, ma è importante ricordare che dovrebbero sempre essere onesti.

Inoltre, promuovi solo prodotti che per te sono veramente adatti al tuo blog e ai tuoi lettori.

Affianca un e-commerce al tuo blog e vendi i tuoi prodotti

Guadagnare con un ecommerce nel blog

Anche la vendita di prodotti online, che siano fisici o digitali, è un ottimo modo per guadagnare con un blog.

Pensi che un e-commerce possa trarre vantaggio da un blog?

Esattamente!

Tante persone che creano un negozio online decidono di affiancare un blog al proprio sito, con lo scopo di promuovere il prodotto.

Altre invece partono con l’idea del blog per poi vendere dei prodotti e guadagnare.

Ci sono diverse ragioni per cui dovresti considerare l’aggiunta di un e-commerce al tuo blog.

Oltre a permetterti di vendere e quindi guadagnare, un e-commerce può aiutarti ad aumentare il traffico e promuovere il tuo blog.

Scrivere articoli sul tuo blog che includono link ai tuoi prodotti aumenterà il traffico sul tuo sito e farai aumentare le possibilità di vendere.

Inoltre, un e-commerce può anche aiutarti a costruire un rapporto più forte con il tuo pubblico.

Puoi offrire loro sconti esclusivi o dare loro l’opportunità di acquistare prodotti direttamente dal tuo blog.

Lo strumento migliore per la creazione di un sito e-commerce è il plugin WordPress WooCommerce, di cui ho scritto una guida approfondita e dettagliata.

È perfetto per la vendita di prodotti fisici oppure virtuali, e puoi mettere in pratica idee di business originali e interessanti: un infoprodotto, un video corso, un ebook, contenuti speciali e approfonditi, e perfino servizi e consulenze online.

Sfrutta la lead generation per ottenere contatti e clienti

Un altro modo per creare un blog di successo e guadagnare con costanza è attraverso la lead generation.

Creare un blog ha senso solo se prevedi di impegnarti abbastanza per questa attività.

La lead generation è il processo di raccolta dei dati di potenziali clienti, come il loro nome e indirizzo e-mail, al fine di vendere loro un prodotto o servizio.

Un modo per generare lead è quello di creare un freebie, cioè un prodotto gratuito come un ebook o un corso, e offrirlo ai tuoi lettori in cambio dei loro dati di contatto.

È anche possibile utilizzare lead magnets, che sono immagini o video che si aggiungono ai post del tuo blog e incentivano le persone a lasciarti i loro contatti.

Infine, è possibile utilizzare uno strumento come Hello Bar per raccogliere indirizzi e-mail dai tuoi lettori.

Ma come usare tutti questi indirizzi email che hai raccolto?

Innanzitutto, per la creazione di una mailing list a cui inviare la tua newsletter periodica.

Le persone che la riceveranno si ricorderanno così di te e del tuo blog, torneranno a visitare il tuo sito (e quindi il traffico aumenta), e pian piano puoi introdurli all’interno di un funnel, una sorta di percorso che li guida a diventare tuoi clienti.

Conclusione

Aprire un blog da zero e gestirlo è un vero e proprio lavoro. Come un qualsiasi altro lavoro, quindi, richiede tanto impegno per raggiungere il successo.

Oltre a creare un blog e pubblicarlo, serve anche tanto impegno per produrre costantemente contenuti interessanti e utili, per promuoverlo, per aumentare il traffico e per ottenere clienti.

Ecco perché è necessario avere un piano di lavoro ben organizzato e programmare tutte le attività da svolgere.

Il modo migliore per cominciare è scaricare la nostra Checklist Prelancio per blog.

Questa lista di controllo ti aiuterà ad assicurarti che il tuo blog sia pronto per il successo e copre tutte le aree chiave che devi considerare prima di pubblicare il tuo primo articolo.

Quindi cosa stai aspettando? Scarica subito la lista di controllo e inizia a creare un blog di successo oggi stesso!

Checklist pre-lancio di SOS WP per siti WordPress

Guide correlate che ti potrebbero interessare:

Domande? Lascia un commento!

  1. Immagine avatar per Mirco S
    Mirco S

    Grazie mille per questa guida davvero molto utile e interessante.

    Ho trovato gli 11 passi per creare un blog molto chiari e facili da seguire.

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ottimo Mirco, grazie del tuo riscontro positivo. Continua a seguirci, tante nuove guide sono in arrivo!

  2. Immagine avatar per andrea bernardini
    andrea bernardini

    Super dettagliato. OTTIMO +++++

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie mille Andrea, mi fa davvero piacere. Ci leggiamo presto!

  3. Immagine avatar per Krisztina
    Krisztina

    Caro Andrea. Non saprei come farei senza dei tuoi preziosi post .
    Grazie

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie del tuo apprezzamento, da parte di Andrea e di tutto il nostro team.

  4. Immagine avatar per Miriam
    Miriam

    Ciao! Ho letto con interesse il tuo articolo. Posso chiederti quindi un consiglio? Ho aperto qualche mese fa un blog con Joomla. Ma ho fatto l account free e quindi la parte analitica non la posso visualizzare. Vorrei passare il tutto a WordPress. Mantenendo il blog free(per il momento), diciamo che i miei contenuti finiscono nel grande calderone che è il web. Ma tenendolo così, posso tenere traccia delle visualizzazioni che ha il mio blog e/o quali accorgimenti posso usare per renderlo più visibile (in termini Del, oltre a quelli già menzionati da te nell’articolo)?

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Miriam, cosa intendi esattamente con “blog free”? Se stai parlando del piano gratuito di WordPress.com, non è possibile avere report dettagliati delle visite. Con WordPress.org, invece, potrai collegare il tuo sito a Google Analytics e scoprire tutti i dettagli di come gli utenti navigano sul tuo sito (oltre ad avere innumerevoli altri vantaggi). Leggi le differenze fra WordPress.com e WordPress.org per saperne di più. Se hai altre domande, siamo a disposizione!

  5. Immagine avatar per Housam
    Housam

    Articolo molto interessante e super utile! Gestire un blog non è per niente un lavoro facile, e ci sono tante piccole cose che devono essere fatte con costanza, ma sicuramente le dritte di questo articolo sono un “must” per mantenere vivo un blog. Un saluto!

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie, speriamo che i nostri consigli ti aiutino a realizzare il tuo progetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*