Guide

Come aprire un negozio online

Se vuoi aprire un negozio online o ci stai pensando, non puoi perderti questa guida. Troverai quelle che sono le cose che non devono assolutamente mancare.

Cose da sapere prima di aprire un negozio online

Aprire un negozio online è un progetto non da poco. Direi paragonabile all’apertura di un negozio “tradizionale”.

Le cose da gestire sono veramente tante e, talvolta, non vengono tutte considerate dagli aspiranti negozianti.

In questa guida ho raccolto quelle secondo me più importanti per aprire un negozio online.

Domande? Dubbi? Perplessità? Niente paura!
La nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita è qui per te. E in più, se acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link, in esclusiva per te 32 video del nostro Corso WordPress, il più venduto di sempre.

Qui tutte le testimonianze

Aprire un negozio online: la guida completa

Se il tuo progetto è di aprire un negozio online, sicuramente non hai che l’imbarazzo della scelta tra le piattaforme destinate a questo scopo.

Le più diffuse sono sicuramente eBay, Amazon, Etsy, ma anche Facebook e Instagram. Se però vuoi essere indipendente, ovviamente anche stavolta ti suggerisco di usare WordPress!

1: Impegnati nello studio degli strumenti che permettono di aprire un negozio online

WordPress è il numero uno perché ti permette di guadagnare online e gestire un negozio online in totale autonomia, grazie a WooCommerce e alle sue estensioni gratuite e a pagamento, senza bisogno di ricorrere ad uno sviluppatore per modificare o aggiornare i tuoi prodotti.

aprire un negozio online con WooCommerce

Detto questo, WooCommerce è uno strumento che ha centinaia di opzioni e che, per essere utilizzato al meglio, richiede un po’ di pratica ma è di sicuro l’ideale se vuoi aprire un negozio online ecommerce.

Il bello di WooCommerce è che ti consente di vendere qualsiasi tipo di prodotto:

Insomma puoi vedere di tutto e di più.

Non farti spaventare: trovi risorse di ogni tipo sul web, a partire dal sito di WooCommerce, e anche noi abbiamo un’utilissima guida per creare un eCommerce.

E non solo! Perché abbiamo pensato per te anche una splendida risorsa: il video corso Creare un sito eCommerce, dove ti guidiamo passo per passo nella realizzazione del tuo shop online. Visita la pagina per scoprire tutti i nostri corsi.

Dovrai solamente metterci un po’ di impegno e dedicare delle ore allo studio di WordPress: i risultati che otterrai saranno grandiosi.

Se poi dovessi incontrare dei problemi nella gestione del tuo eCommerce, ci siamo sempre noi, pronti ad aiutarti attraverso l’Assistenza prioritaria. Attivala subito!

2: L’eCommerce è un business

Per aprire un negozio online, dovrai gestire la contabilità come per qualunque altro business.

Prima di cominciare con la tua attività, ti consiglio di rivolgerti al tuo commercialista di fiducia o alla Camera di Commercio della tua città per maggiori informazioni. In linea molto generale, possiamo illustrarti brevemente il quadro della situazione.

Sono previsti diversi costi per intende aprire un negozio online, che riguardano non solo le spese di gestione (come dominio e hosting), ma anche gli obblighi fiscali.

Solo un bravo commercialista saprà dirti esattamente quante tasse si pagano per aprire un negozio online, che dipendono innanzitutto dal codice Ateco dell’azienda (il codice che identifica il tipo di attività) e dal fatturato (che sarà minimo perché sei all’inizio). Bisognerà poi valutare i costi fissi della partita IVA, quantificare le spese deducibili e i contributi previdenziali.

La domanda che inizialmente tutti si pongono è se per aprire un negozio online sia necessario aprire la partita IVA. Possiamo dirti con certezza che la partita IVA deve essere aperta se l’attività è continuativa e non saltuaria. Forse hai sentito parlare che è obbligatoria se superi i 5000 euro: non è proprio così.

Indipendentemente da quanto guadagni, se l’attività di vendita online è continuativa, ossia tutti i mesi hai un ricavo, allora dovrai aprire la partita IVA. Se invece vendi un prodotto ogni tanto e, quindi, la tua attività è saltuaria, non è necessaria la partita IVA.

Il limite di 5000 euro di compensi serve a stabilire quando bisogna iscriversi alla gestione separata dell’INPS.

Assistenza WordPress e SEO con SOS WP

3: Inserisci immagini di qualità

Uno dei fattori determinanti nel successo di uno shop online sono le immagini dei prodotti. Dal momento che i potenziali clienti non possono toccare e vedere i prodotti dal vivo, è fondamentale che le fotografie siano di ottima qualità e che mostrino tutti i dettagli importanti.

La fotografia non è però un talento che tutti hanno: per scattare foto per il web, bisogna sapere come usare la luce giusta, come creare una bella composizione (o comunque usare uno sfondo adeguato) e come fare eventuali ritocchi con il computer.

Suggerimento! Quando si vedono prodotti online, talvolta si ha difficoltà a capirne la dimensione. Se ti è possibile, aiuta l’utente fotografando il prodotto insieme a qualcosa di cui tutti conoscono le dimensioni. Per esempio, se vendi gioielli, includi una fotografia del gioiello indossato. Allo stesso modo, se vendi complementi d’arredo fai uno scatto all’oggetto in una vera stanza, piuttosto che solo su uno sfondo bianco.

Se vuoi aprire un negozio online con un catalogo molto vasto, inizia a pensare con attenzione a come realizzerai le foto.

Un’altra osservazione da non trascurare: le immagini sono anche uno degli elementi più “pesanti” di una pagina web, nel senso che la dimensione del file incide notevolmente sui tempi di caricamento delle pagine. Utilizza degli strumenti di ottimizzazione delle immagini per aumentare la velocità del tuo sito.

4: Scrivi buone descrizioni dei prodotti e testi delle pagine

Oltre alle foto, i prodotti hanno anche bisogno di descrizioni. Queste dovranno, ovviamente, includere tutte le informazioni necessarie all’utente per valutare se fare un acquisto o meno. Per esempio: misure, composizione, informazioni sulla manutenzione di un prodotto, eccetera.

Anche in questo caso, prima di aprire un negozio online valuta con attenzione se sarai in grado di scrivere tutte le descrizioni personalmente, oppure se hai le risorse per rivolgerti ad un copywriter esterno. Infatti, non dovrai solamente scrivere una descrizione, ma dovrai anche farlo in ottica SEO, se vuoi essere rintracciabile nel web.

La creazione dei contenuti è un passaggio al quale prestare la giusta attenzione se non vuoi commettere degli errori che penalizzano il posizionamento sui motori di ricerca.

Oltre alle descrizioni dei prodotti, dovrai creare anche i testi per le pagine del sito: Chi Siamo, Termini & Condizioni, Privacy Policy, eccetera.

5: Usa un metodo di pagamento sicuro

Il sistema di pagamento è una componente essenziale di un negozio online! Se sei agli inizi, PayPal è probabilmente la scelta migliore: si tratta infatti di un circuito sicuro, riconosciuto a livello globale e che permette di avere una facile gestione di tutti i pagamenti in entrata.

Al momento di aprire un negozio online, suggerisco di creare un account PayPal Business, il tipo di account offerto da PayPal per le aziende. Come tutti gli altri sistemi di pagamento online, applica però una commissione su ciascuna vendita.

Anche in questo caso, ti consiglio di leggere con attenzione tutti i dettagli sul servizio di pagamento scelto e di includere eventuali costi nel tuo budget.

PayPal Business per aprire un negozio online

6: Scegli il servizio di spedizioni più conveniente

Le spedizioni sono sempre una nota dolente per chi intende aprire un negozio online. Soprattutto se vendi prodotti di costo medio-basso, la spedizione può incidere notevolmente sull’importo totale addebitato al cliente.

Assicurati quindi di valutare i servizi offerti dai vari corrieri e scegliere quello che ha il migliore rapporto qualità/prezzo.

7: Organizza le spedizioni

Se vendi prodotti fisici, è ovvio che dovrai fisicamente processare l’ordine, cioè preparare il pacco da spedire e consegnarlo al corriere. Detto questo, è importante che ci sia sempre una persona pronta a gestire gli ordini entro un paio di giorni dal pagamento del cliente.

Inoltre, se le cose vanno come si spera, questo potrebbe diventare un lavoro piuttosto impegnativo. È giusto iniziare in piccolo, però presta attenzione a non lasciare il tuo negozio “scoperto” quando sei lontano dal tuo magazzino per periodi prolungati.

Conclusione

Queste sono solo alcune delle cose da sapere prima di aprire un negozio online; senza dubbio, non sono tutte. Sono però importanti e ti permetteranno di avere una buona panoramica sulle varie attività da svolgere per avviare il tuo eCommerce.

Abbiamo raccolto un’interessante testimonianza sulla realizzazione e il successo di un eCommerce. Ti invito a leggere l’intervista che ci svela alcuni trucchi per il successo di uno shop online.

Tu hai già avviato un negozio online?

Quali sono state le difficoltà più grosse e le cose che avresti voluto sapere prima di iniziare?

Parliamone nei commenti qui sotto al post.

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

0 COMMENTI
Commenta

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *