Come aprire un negozio online

Immagine avatar per Andrea Di Rocco

di Andrea Di Rocco Aggiornato il

Come aprire un negozio online

Il tuo sogno è quello di aprire un negozio online ma non sai da dove partire?

Se vendere i tuoi prodotti e/o anche servizi (quando parlo di servizi intendo prodotti non fisici, ad esempio una consulenza nel settore in cui sei specializzato) in un sito ecommerce è l’obiettivo che ti sei prefissato di raggiungere da ora nei prossimi mesi, posso rassicurarti: non è un’impresa impossibile.

Ma è bene che tu sappia una primissima cosa: devi entrare in possesso delle giuste informazioni, perché, diciamoci la verità, il blablabla sul web ha un po’ stufato!

Voglio dire: se mi metto nei tuoi panni adesso, vorrei capire dalla A alla Z cosa bisogna fare per inaugurare un’attività di vendita online, senza troppe chiacchiere inutili, vorrei solo chiarezza e concretezza… giusto?

Non posso dirti che questa guida sarà la più completa mai scritta sull’argomento, tutto voglio fare fuorché prenderti in giro.

Posso assicurarti, però, che ho messo in campo tutta la mia esperienza per raccogliere le informazioni più importanti e concrete.

L’obiettivo è quello di fare appunto chiarezza nella tua mente, così da farti capire bene come aprire un negozio online.

In sostanza ti spiegherò come partire (quindi in primis parlerò di costi!), poi ti indicherò quali sono gli aspetti più importanti da curare nel tuo negozio virtuale per far sì che abbia la giusta visibilità (senza visibilità non vendi, sappilo), ti suggerirò come catturare l’attenzione del tuo utente fino a spingerlo ad acquistare, ti parlerò persino dell’implementazione dei pagamenti e anche delle spedizioni.

Tanta roba, insomma 🙂 Ma (eh, sì, c’è un ma…) devo avvisarti… “Non esistono e-commerce gratis e chi te lo dice ti sta truffando”.

I negozi online che vendono e che magari ti è capitato di ammirare sul web, sono tutte attività online per le quali è stato investito un certo budget ma soprattutto tempo per realizzarlo e poi anche migliorarlo.

In genere si crede che digitalizzare la vendita porti a risultati molto più grandi e soddisfacenti rispetto a quelli che potrebbe raggiungere un negozio fisico e, soprattutto, con meno soldi da spendere.

Non è proprio così… e voglio dimostrartelo.

Ora: quanto ti affascina solo l’idea di poter vendere un prodotto (o un servizio) su un e-commerce tutto tuo?

Tanto, vero?!?

Bene, allora rilassati, evita qualsiasi distrazione, chiedi di non essere disturbato (se sei a casa) e metti il telefono in modalità silenziosa giusto per cinque minuti, il tempo di leggere questo mio articolo, e ti assicuro che dopo avrai le idee molto più chiare e saprai finalmente cosa fare.

Non posso ancora suggerirti strategie di vendita online (ne potremmo parlare insieme in un secondo momento) perché non so verso quale direzione sei orientato e non conosco il tuo progetto, ma ti darò comunque una mano.

Sei pronto? Iniziamo.

Come aprire un negozio online: la guida completa

Come aprire un negozio online - la guida completa

Se vuoi aprire un negozio online, sicuramente non hai che l’imbarazzo della scelta tra le piattaforme destinate a questo scopo.

Le più diffuse sono sicuramente eBay, Amazon, Etsy, ma anche Facebook e Instagram.

Cosa vuol dire?

È molto semplice: anziché creare un sito ecommerce da zero, puoi vendere i tuoi prodotti (ma anche servizi su Facebook e Instagram in particolare) sulle piattaforme che ti ho citato.

Si chiamano marketplace perché sono una sorta di centri commerciali online già pronti, che ti offrono uno spazio tutto tuo dove vendere, devi semplicemente inserire i prodotti.

Come un vero e proprio mercato, infatti, ti permettono di aprire il tuo negozio al loro interno.

Chi effettua una ricerca per un particolare prodotto, visualizzerà diversi risultati, tra cui anche quello venduto da te.

Il vantaggio principale è appunto quello di sfruttare il loro traffico (immagina solo quante persone navigano su Amazon, eBay o Facebook!).

Ma ci sono grandi, grandissimi svantaggi: ad esempio se vuoi sfruttare questo tipo di commercio online, devi pagare una commissione per ogni vendita che riesci a concludere.

Inoltre, offrendo i tuoi prodotti su una piattaforma di terze parti, perdi completamente le informazioni sui tuoi consumatori, quindi se volessi creare un rapporto di fiducia con chi ha già acquistato il tuo prodotto, non potresti mai perché ritornerebbero su Amazon o eBay, non certo da te, perché appunto hai scelto di non creare un sito web, ma di affidarti ai marketplace.

Per non parlare del fatto che la concorrenza è veramente difficile da battere. Su questo tipo di piattaforme, hai ben pochi strumenti per poterti mettere in evidenza.

Tutto ciò che l’utente vedrà sarà un prodotto nel calderone di tanti altri prodotti molto simili.

Come fare quindi a differenziarti dagli altri?

Il tuo nome, il tuo brand, la tua identità nessuno la conoscerebbe… inquietante, vero?

Certo, una cosa potrebbe non escludere l’altra, nel senso che potresti tranquillamente vendere sui marketplace e avere un sito e-commerce tutto tuo.

Quindi torniamo al punto di partenza: come creare un ecommerce?

La piattaforma, che ti consiglio di utilizzare, è sicuramente WordPress!

Ma cos’è WordPress?

Ma cos’è WordPress?

Ci sarebbe tanto da dire e spiegare su questa piattaforma, ti invito a scoprire il suo mondo in un articolo guida dove spiego in maniera approfondita cos’è WordPress.

Ti basti sapere, in sintesi, che WordPress è un CMS open source, dove CMS sta per Content Management System.

Si tratta di uno strumento facile da utilizzare per chi non ha conoscenze tecniche di programmazione e che serve per la gestione dei contenuti di siti web, come appunto la creazione di un negozio on-line.

Open source, invece, significa in termini molto semplici che è accessibile pubblicamente: chiunque può vederlo, modificarlo e distribuirlo a seconda delle proprie esigenze, per migliorarlo in ogni sua singola funzione.

E, soprattutto, devi sapere la cosa più importante: WordPress è gratuito!

Ora, quello che devi sapere è che il CMS è installato su un server web ed il server web è una specie di computer che offre tanti servizi, al quale possono accedere altri computer, come ad esempio il tuo.

Ti rimando ad un articolo molto chiaro, nel quale spiego appunto cos’è un server in termini molto semplici e comprensibili.

Ti consiglio di leggerlo perché, se vuoi lanciarti nel mondo online, devi conoscere determinati concetti, per fare la scelta più giusta riguardo la tua attività.

Ricapitolando:

  1. WordPress è il CMS gratuito che ti ho consigliato per creare il tuo negozio online (considera che è il più utilizzato al mondo!);
  2. il CMS si installa su un server web, un computer collegato alla rete al quale gli utenti possono accedere grazie al proprio browser (Chrome, Safari ecc.).

Quindi ciò che ti occorre adesso è avere indicazioni su quale server scegliere.

Considera che il server è anche chiamato host, che significa “padrone di casa”, ed ecco perché si parla di servizio di hosting quando ci riferiamo a uno spazio in cui conservare ogni singolo tassello del tuo sito web.

Quindi quale server web (detto anche servizio di hosting) scegliere?

La prima cosa da fare è quindi scegliere l’hosting giusto per il tuo shop online.

In questa fase è facile aiutarti: scegli Serverplan o SiteGround.

Entrambi garantiscono prestazioni eccellenti, un altissimo livello di sicurezza e un supporto tecnico sempre disponibile, anche in italiano.

SiteGround offre un servizio di hosting ottimizzati proprio per chi vuole aprire un eCommerce, grazie ai suoi piani hosting WooCommerce.

Ma anche i piani di Serverplan sono perfetti per utilizzare WordPress con WooCommerce.

Ma spieghiamo il tutto più chiaramente.

Innanzitutto: cos’è WooCommerce?

Innanzitutto - cos’è WooCommerce

È un plugin di WordPress, ovvero un programma che permette di migliorare e completare le funzionalità del CMS.

Quindi con WooCommerce (sempre gratuito!) potrai aprire il tuo negozio online e caricare i prodotti che vuoi vendere; è considerato il programma più semplice e facile da utilizzare, non a caso è il più utilizzato al mondo per creare ecommerce.

SiteGround ti offre quindi lo spazio web per aprire il tuo negozio online, ma avrai in più WooCommerce già installato.

E come se non bastasse, SiteGround installa per te anche la cosiddetta facciata del negozio, ovvero la sua vetrina, la parte estetica, che in gergo tecnico si chiama Storefront.

Storefront è il tema disegnato e sviluppato dai programmatori di WooCommerce, può essere personalizzato nell’aspetto e nei colori secondo i tuoi personali gusti estetici.

Tutto molto figo, vero?

Quindi, ricapitolando ancora, con SiteGround avrai tutto ciò che ti occorre per aprire il tuo negozio online:

  1. spazio web dove esisterà il tuo negozio online
  2. WordPress già installato nello spazio web
  3. WooCommerce già installato, il plugin di WordPress per creare il tuo negozio online
  4. Storefront già installato, ovvero la parte grafica del tuo negozio online, che potrai in un secondo momento personalizzare a tuo piacimento.

È tutto spiegato qui nella pagina di SiteGround.

Se invece preferisci scegliere Serverplan, non preoccuparti perché potrai ugualmente ottenere tutto questo.

Installare WooCommerce è semplicissimo e troverai ulteriori informazioni fra poco.

Allora andiamo più nel dettaglio e scopriamo materialmente cosa devi fare, quali step devi seguire per aprire il tuo negozio online.

1. Aprire un negozio online: impegnati nello studio degli strumenti che permettono di iniziare l’attività

aprire un negozio online con WooCommerce

WordPress è il numero uno perché ti permette di guadagnare online e gestire un negozio online in totale autonomia, grazie a WooCommerce e alle sue estensioni gratuite e a pagamento, senza bisogno di ricorrere ad uno sviluppatore per modificare o aggiornare i tuoi prodotti.

Detto questo, WooCommerce è uno strumento che ha centinaia di opzioni e che, per essere utilizzato al meglio, richiede un po’ di pratica ma è di sicuro l’ideale se vuoi aprire un negozio online ecommerce.

Il bello di WooCommerce è che ti consente di vendere qualsiasi tipo di prodotto:

Insomma puoi vendere di tutto e di più.

Non farti spaventare: trovi risorse di ogni tipo sul web, a partire dal sito di WooCommerce, e anche noi abbiamo un’utilissima guida per creare un eCommerce.

E non solo!

Perché abbiamo pensato per te anche una splendida risorsa: il video corso WordPress, dove trovi un modulo che ti guiderà passo per passo nella realizzazione del tuo shop online.

Visita la pagina per scoprire tutti i nostri corsi.

Dovrai solamente metterci un po’ di impegno e dedicare delle ore allo studio di WordPress: i risultati che otterrai saranno grandiosi.

Esistono anche altri interessanti plugin che ti permettono di realizzare un eCommerce con facilità, anche se non hanno tutte le funzionalità incluse in WooCommerce.

Dipende da quello che vuoi ottenere: a volte una soluzione più semplice può essere più adatta rispetto a uno strumento più completo.

Leggi la nostra guida sugli strumenti per creare un negozio online, potresti trovare qualcosa che fa al caso tuo.

In ogni caso, nella stragrande maggioranza dei casi, WooCommerce è la soluzione ideale.

Se poi dovessi incontrare dei problemi nella gestione del tuo eCommerce, ci siamo sempre noi, pronti ad aiutarti attraverso l’Assistenza WordPress.

E se non pensi che realizzare il tuo sito in autonomia faccia per te, contattaci e pensiamo a tutto noi!

2. Aprire attività online: gli eCommerce sono business

Aprire attività online - gli eCommerce sono business

Per aprire un negozio online, dovrai gestire la contabilità come per qualunque altro business.

Prima di cominciare con la tua attività, ti consiglio di rivolgerti al tuo commercialista di fiducia o alla Camera di Commercio della tua città per maggiori informazioni.

In linea molto generale, possiamo illustrarti brevemente il quadro della situazione.

Sono previsti diversi costi per chi intende aprire un negozio online, che riguardano non solo le spese di gestione (come dominio e hosting), ma anche gli obblighi fiscali.

Solo un bravo commercialista saprà dirti esattamente quante tasse si pagano per aprire un negozio online, che dipendono innanzitutto dal codice Ateco dell’azienda (il codice che identifica il tipo di attività) e dal fatturato (che sarà minimo perché sei all’inizio).

Bisognerà poi valutare i costi fissi della partita IVA, quantificare le spese deducibili e i contributi previdenziali.

La domanda che inizialmente tutti si pongono è se per aprire un negozio online sia necessario aprire la partita IVA.

Possiamo dirti con certezza che la partita IVA deve essere aperta se l’attività è continuativa e non saltuaria.

Forse hai sentito parlare che è obbligatoria se superi i 5000 euro: non è proprio così.

Indipendentemente da quanto guadagni, se l’attività di vendita online è continuativa, ossia tutti i mesi hai un ricavo, allora dovrai aprire la partita IVA.

Se invece vendi un prodotto ogni tanto e, quindi, la tua attività è saltuaria, non è necessaria la partita IVA.

Ripeto, quindi, di consultare un commercialista per conoscere tutte le informazioni corrette per la gestione della tua nuova attività.

Se intanto vuoi farti un’idea di come funzionino partita IVA e lavoro online, quali siano gli obblighi previsti e come gestire un’attività sul web, guarda l’intervista a Ivan Fichera, ti potrà chiarire qualche dubbio.

3. Inserisci immagini di qualità

Inserisci immagini di qualità

Uno dei fattori determinanti nel successo di uno shop online sono le immagini dei prodotti.

Dal momento che i potenziali clienti non possono toccare e vedere i prodotti dal vivo, è fondamentale che le fotografie siano di ottima qualità e che mostrino tutti i dettagli importanti.

La fotografia non è però un talento che tutti hanno: per scattare foto per il web, bisogna sapere come usare la luce giusta, come creare una bella composizione (o comunque usare uno sfondo adeguato) e come fare eventuali ritocchi con il computer.

Serve anche una certa attrezzatura, oltre ad una fotocamera di qualità. Potresti aver bisogno di lampade e treppiedi.

Valuta anche l’uso di una light box, una sorta di scatola di stoffa bianca usata per fotografare gli oggetti senza si creino delle ombre.

Non è obbligatorio scattare fotografie con questa strumentazione, ma di certo ti permetterà di ottenere risultati molto professionali.

Suggerimento! Quando si vedono prodotti online, talvolta si ha difficoltà a far capire la loro reale dimensione.

Se ti è possibile, aiuta l’utente fotografando il prodotto insieme a qualcosa di cui tutti conoscono le dimensioni. Per esempio, se vendi gioielli, includi una fotografia del gioiello indossato.

Allo stesso modo, se vendi complementi d’arredo fai uno scatto all’oggetto in una vera stanza, piuttosto che solo su uno sfondo bianco.

Se vuoi aprire un negozio online con un catalogo molto vasto, inizia a pensare con attenzione a come realizzerai le foto.

Un’altra osservazione da non trascurare: le immagini sono anche uno degli elementi più “pesanti” di una pagina web, nel senso che la dimensione del file incide notevolmente sui tempi di caricamento delle pagine.

Utilizza degli strumenti di ottimizzazione delle immagini per aumentare la velocità del tuo sito.

4. Scrivi buone descrizioni dei prodotti e testi delle pagine

Scrivi buone descrizioni dei prodotti e testi delle pagine

Oltre alle foto, i prodotti hanno anche bisogno di descrizioni.

Queste dovranno, ovviamente, includere tutte le informazioni necessarie all’utente per valutare se fare un acquisto o meno.

Per esempio: misure, composizione, informazioni sulla manutenzione di un prodotto, eccetera.

Anche in questo caso, prima di aprire un negozio online valuta con attenzione se sarai in grado di scrivere tutte le descrizioni personalmente, oppure se hai le risorse per rivolgerti ad un copywriter esterno.

Infatti, non dovrai solamente scrivere una descrizione, ma dovrai anche farlo in ottica SEO, se vuoi essere rintracciabile nel web.

Una semplice lista delle caratteristiche del prodotto non ti aiuterà di certo a migliorare il tuo posizionamento, né a convincere il cliente ad acquistare quel prodotto.

La scheda tecnica è certamente molto importante, specialmente per determinate tipologie di negozi online, ma ci sono altri fattori fondamentali.

Per esempio, come può il tuo prodotto risolvere il problema del cliente?

E perché lo risolve ancora meglio di altri prodotti simili?

Inserisci, all’interno della descrizione, anche dei passaggi “emozionali”, cioè che siano in grado di suscitare delle emozioni.

Ad esempio, per descrivere un divano comodo e confortevole, evoca nella mente del lettore l’immagine di una rilassante serata davanti alla TV con la famiglia.

Le sensazioni positive evocate verranno associate al tuo prodotto, aumentando le probabilità di acquisto.

La creazione dei contenuti è un passaggio al quale prestare la giusta attenzione se non vuoi commettere degli errori che penalizzano il posizionamento sui motori di ricerca.

Oltre alle descrizioni dei prodotti, dovrai creare anche i testi per le pagine del sito: Chi Siamo, Termini & Condizioni, Privacy Policy, eccetera.

5. Come aprire un negozio online usando un metodo di pagamento sicuro

PayPal Business per aprire un negozio online

Il sistema di pagamento è una componente essenziale di un negozio online!

Se sei agli inizi, PayPal è probabilmente la scelta migliore: si tratta infatti di un circuito sicuro, riconosciuto a livello globale e che permette di avere una facile gestione di tutti i pagamenti in entrata.

Al momento di aprire un negozio online, suggerisco di creare un account PayPal Business, il tipo di account offerto da PayPal per le aziende.

Come tutti gli altri sistemi di pagamento online, applica però una commissione su ciascuna vendita.

Anche in questo caso, ti consiglio di leggere con attenzione tutti i dettagli sul servizio di pagamento scelto e di includere eventuali costi nel tuo budget.

Cerca però di offrire diversi sistemi di pagamento. Non tutti potrebbero trovare PayPal una soluzione ideale per i pagamenti online.

Molti utenti preferiscono effettuare bonifici o pagare in contrassegno.

Un altro sistema che sta riscontrando un grande successo è Stripe, che ti permette di pagare direttamente sul sito, senza mai abbandonarlo (come invece avviene con PayPal).

Stripe è un sistema molto sicuro e affidabile. Anche in questo caso, per utilizzarlo ci sono delle commissioni.

6. Scegli il servizio di spedizioni più conveniente

Scegli il servizio di spedizioni più conveniente

Le spedizioni sono sempre una nota dolente per chi intende aprire un negozio online.

Soprattutto se vendi prodotti di costo medio-basso, la spedizione può incidere notevolmente sull’importo totale addebitato al cliente.

Assicurati quindi di valutare i servizi offerti dai vari corrieri e scegliere quello che ha il migliore rapporto qualità/prezzo.

7. Organizza le spedizioni

Se vendi prodotti fisici, è ovvio che dovrai fisicamente processare l’ordine, cioè preparare il pacco da spedire e consegnarlo al corriere (a meno che il tuo non sia un negozio in dropshipping).

Detto questo, è importante che ci sia sempre una persona pronta a gestire gli ordini entro un paio di giorni dal pagamento del cliente.

Inoltre, se le cose vanno come si spera, questo potrebbe diventare un lavoro piuttosto impegnativo.

È giusto iniziare in piccolo, però presta attenzione a non lasciare il tuo negozio “scoperto” quando sei lontano dal tuo magazzino per periodi prolungati.

Come aprire un negozio online utilizzando WordPress?

Basta installare WP e il plugin WooCommerce per iniziare subito a caricare i propri prodotti e aprire un’attività online.

Quali prodotti si possono vendere in un negozio online?

Qualunque cosa in pratica. WooCommerce permette infatti di vendere prodotti fisici, servizi standard, prodotti in affiliazione e prodotti digitali.

Quanto costa aprire un negozio online?

Ci sono diversi costi da sostenere per avviare un’attività online. Un negozio online equivale a tutti gli effetti ad un vero e proprio negozio, quindi sempre meglio rivolgersi prima ad un bravo commercialista.

Occorre aprire partita IVA per aprire un negozio online?

Se l’attività è continuativa e non saltuaria, si, è necessario.

Conclusione

Queste sono solo alcune delle cose da sapere prima di aprire un negozio online; senza dubbio, non sono tutte.

Sono però importanti e ti permetteranno di avere una buona panoramica sulle varie attività da svolgere per avviare il tuo eCommerce.

Abbiamo raccolto un’interessante testimonianza sulla realizzazione e il successo di un eCommerce.

Ti invito a leggere l’intervista che ci svela alcuni trucchi per il successo di uno shop online.

Tu hai già avviato un negozio online?

Quali sono state le difficoltà più grosse e le cose che avresti voluto sapere prima di iniziare?

Parliamone nei commenti qui sotto al post.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
6Commenti
Lascia un commento
  1. Immagine avatar per PIERCARLO
    PIERCARLO

    Buongiorno, ho letto i vostri articoli e gli argomenti sul sito sos-wp.it; li trovo molto interessanti.
    Ho un sito della mia attività di rivendita materiali per la ristorazione e pulizia, il sito è stato fatto da altra società ma non sono molto soddisfatto, vorrei quindi imparare la tecnica, come qui ho letto, per modificare le parti che non mi piacciono e aggiungere nuove funzionalità e fare un sito piu bello che sappia attirare il pubblico. grazie per le informazione che vorrete passarmi per eventuali corsi

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ciao Piercarlo! SOS WP offre percorsi di formazione in modalità 1 a 1 ed anche video corsi, per insegnarti a gestire il tuo sito web in piena autonomia. Per saperne di più, puoi fissare una call con noi da questo link https://sos-wp.it/assistenza-wordpress/. Un saluto e a presto!

  2. Immagine avatar per paolo
    paolo

    Ottimo articolo, io ho aperto un negozio on line anni fa con il servizio Galatea Power ma vedo in questo articolo tutte le buone pratiche che ho usato in quel servizio.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Bene Paolo 🙂 Il tuo negozio è ancora online? Ne hai creati altri nel frattempo? Un saluto!

    2. Immagine avatar per Simostyle
      Simostyle

      Ciao ho da poco aperto un ecommmerce… Grazie anche ai tuoi consigli… Continua così complimenti..

    3. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Grazie e complimenti a te, continua a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *