Creare un blog in WordPress

Creare Blog Wordpress

Vuoi creare un blog in WordPress? Sei arrivato sulla pagina giusta. In questa guida troverai tutte le istruzioni necessarie per:

  • acquistare dominio, hosting ed installare WordPress,
  • scegliere il tema più adatto al tuo sito,
  • installare gli strumenti essenziali per l’ottimo funzionamento di un blog,
  • ottimizzare il tuo blog così da avviare la tua avventura sul web con il piede giusto
  • diventare un blogger agguerrito, e pronto a conquistare la rete

Ora che sai di cosa parleremo, non ci resta che iniziare. Ma prima è bene capire cosa si deve per forza di cose pagare e cosa invece si può ottenere gratis in questa fase.

Infatti, vedrai che con WordPress e i nostri consigli potrai facilmente creare il tuo blog ed anche siti vetrina o eCommerce per iniziare subito a vendere online, ma sarai obbligato a spendere poche decine di euro per avere uno spazio web, ovvero: un servizio hosting che ospiterà il tuo progetto web. Anche se potrai ottenere il tuo dominio web gratis, o scegliere il tema grafico del tuo sito web tra quelli proposti gratuitamente da WordPress, il provider – detto anche hosting – sarà l’unico requisito essenziale che dovrai pagare, e in questo articolo ti consigliamo i migliori hosting economici e non solo.

Inutile dire che non abbiamo solo scelto i servizi hosting più economici ma anche i migliori attualmente in uso.

Sei pronto per creare un blog WordPress?

Sono tante le persone che creano un blog, lavorano per giorni sul design e sulla configurazione del tema, e poi lo abbandonano dopo un paio di post.

Spesso, questo succede per mancanza di motivazione, di idee o, semplicemente, di tempo.

Ti consiglio quindi di identificare bene:

  • Il brand ed il messaggio del tuo blog. Quale sarà il look del tuo sito, lo stile di comunicazione, il messaggio che vuoi trasmettere?
  • I primi post che scriverai. Quando si gestisce un blog per molto tempo, talvolta ci si ritrova ad essere a corto di idee. Per validare la tua idea ed essere sicuro di avere contenuti sufficienti per sostenere il blog nei primi mesi di esistenza, scrivi una lista di 50 titoli.

Fatte queste cose, sei pronto per passare alla pratica.

WordPress.com o WordPress.org?

Uno degli errori commessi più spesso da chi vuole creare un blog in WordPress è registrare il proprio sito su piattaforma .com, invece che usare la versione .org.

La versione .com di WordPress è completamente diversa dalla .org.

La prima non prevede l’acquisto di un piano di hosting. I siti sono infatti ospitati sui server di WordPress (per questo motivo è detta “hosted“). Ciò pone delle limitazioni notevoli alle modifiche e personalizzazioni che si possono fare al proprio sito.

L’alternativa è la versione .org – di cui parlano tutte le guide presenti qui su SOS-Wordpress. La versione .org è di fatto un software gratuito che può essere scaricato ed installato sul proprio spazio server. Non ci sono poi limitazioni riguardo a ciò che si può fare sul proprio sito.

Questa guida si riferisce alla versione .org di WordPress. Se vuoi approfondire ulteriormente questo argomento e le differenze tra le due versioni, ti consiglio di leggere la guida “Conosci le differenze tra WordPress.com e WordPress.org?”. Puoi anche guardare la video introduzione del nostro video corso WordPress gratuito per avere maggiori idee.

Bene, ora siamo pronti per iniziare e creare il tuo blog in WordPress!

Di cosa avrai bisogno per creare un blog in WordPress

Sono tre gli elementi fondamentali di cui avrai bisogno:

  • Dominio
  • Piano di hosting
  • Tema
Suggerimento

Se scegli SiteGround, il migliore fornitore di domini e hosting al mondo in questo momento, un dominio è gratis per sempre!

Come vedi, alcune delle cose che servono per creare un blog WordPress non sono gratuite. Quindi, quanto ti costerà avviare il tuo sito? Nella maggior parte dei casi, il primo anno costa tra i 130 ed i 140 euro. Per un’analisi dettagliata dei costi, ti rimando alla guida su quanto costa creare un sito da soli in WordPress.

Scegli il nome del tuo sito

La prima cosa che devi fare è scegliere il nome per il tuo sito.

Ti ricordo che per realizzare un sito web, ti serve sia il dominio, che lo spazio hosting.

Definizione

Il dominio è l’indirizzo web (anche chiamato URL: unique resource locator) che l’utente digita nella barra di navigazione del browser per raggiungere il tuo sito. Il dominio di SOS WordPress è https://sos-wp.it. Registrare un dominio serve a garantire che solo tu possa utilizzarlo, associandolo allo spazio server su cui si trovano i file ed il database del tuo sito.

La scelta di nome e dominio è molto importante. Cambiare dominio quando il sito è già avviato è infatti piuttosto complicato e potrebbe avere ripercussioni a livello di posizionamento sui motori di ricerca. Rifletti quindi con attenzione sul nome che vuoi dare al tuo sito – sarà una costante della tua presenza online per gli anni a venire.

Cerca di scegliere un nome che sia:

  • Facile da ricordare,
  • Facile da scrivere,
  • Soprattutto, che rispecchi il tuo brand o quello che vuoi comunicare con il tuo sito.

Inoltre, ti consiglio di registrare:

  • un “top-level-domain”, cioè, come l’estensione .com
  • un dominio con estensione localizzata. Quindi, se ti rivolgi ad un pubblico italiano, con estensione .it.

L’estensione di dominio non incide sull’indicizzazione del sito ad esso collegato sui motori di ricerca, ma una estensione più diffusa permette che possa essere ricordato più facilmente.

Negli ultimi tempi, i siti che vendono domini cercano di spingere anche estensioni  più particolari, come .online, .company, .website, eccetera. Se il budget a disposizione te lo permette e le estensioni disponibili ti piacciono, registrare più domini non nuoce. Ti consiglio però di avere come priorità la registrazione del dominio con estensione “top-level” e quello localizzato.

Registra il dominio scelto, e sottoscrivi il piano di hosting più adatto al tuo sito

Per creare un blog in WordPress avrai bisogno di piano di hosting che ti permetterà anche di registrare il dominio precedentemente scelto. Molto probabilmente, inizierai con un server condiviso: ti sarà cioè assegnato uno spazio all’interno di un server dove si trovano anche altri siti (gli utenti però non lo sapranno. Ovviamente loro vedranno solo il tuo sito).

Definizione

Un server è un computer all’interno del quale si trovano i file ed il database che costituiscono il tuo blog. Quando un utente cerca di visitare uno specifico URL, viene inviata una richiesta al server che “risponde” con i file – cioè, la pagine web – richiesti dal browser dell’utente.

Come per la registrazione dei domini, esistono centinaia di siti dove sottoscrivere un piano di hosting. Si tratta di una scelta importante, e ti consiglio vivamente di scegliere un fornitore valido.

Per SOS-WordPress, ho scelto SiteGround, a nostro parere il miglior provider al mondo in questo momento: sia per la potenza dei server (in modo da garantire un eccellente tempo di caricamento alle pagine del tuo sito web), che per il supporto e la sicurezza.

Installa WordPress gratis ed in pochi click

Bene, arrivato a questo punto, avrai speso solo poche decine di euro e da qui in poi sei pronto per operare e creare il tuo blog gratis con WordPress. Per prima cosa dovresti avere dominio ed accesso al piano di hosting.

Se hai scelto un provider come SiteGround, Bluehost, GoDaddy, eccetera, probabilmente hai accesso ad un pannello di controllo chiamato cPanel. Da qui puoi gestire moltissimi aspetti del tuo sito web, ed anche installare WordPress!

Nella maggior parte dei casi, è presente un’applicazione per l’installazione guidata di WordPress con pochi click. Una spesso disponibile è “Quick Install”, mentre su altri provider è presente “Fantastico”. A volte trovi direttamente l’icona di WordPress per avviare il processo.

Qui sotto trovi un video tutorial su come prendere hosting e dominio, e installare WordPress su SiteGround.

Come installare WordPress Video

Se acquisti SiteGround attraverso il nostro link avrai diritto alla nostra Assistenza Prioritaria via email GRATIS. Compila il form dopo l’acquisto e sfrutta il nostro servizio.

Scegli il tema perfetto per il tuo blog

Siamo arrivati ad un altro passo molto importante per chi vuole creare un blog in WordPress: la scelta del tema.

Definizione

Il tema (o template) serve a dare la veste grafica al tuo sito WordPress. Quando installi la piattaforma, viene automaticamente installato uno dei temi default. Cambiando template potrai cambiare completamente il look del tuo blog. I temi di ultima generazione includono anche funzionalità extra rispetto a quelle già previste dalla piattaforma.

Esistono temi WordPress per tutte le esigenze e per tutti i budget.

Per prima cosa, dovrai scegliere se acquistare un tema gratuito o premium. Senza dubbio, sono disponibili temi gratuiti validi. Nella maggior parte dei casi, questi però hanno funzionalità molto limitate rispetto ai template premium.

Se scegli di usare un tema gratuito, assicurati che sia mantenuto dallo sviluppatore e che sia aggiornato regolarmente. Inoltre, usa solo temi presenti all’interno del repository ufficiale WordPress. Questi template sono infatti validati dal team di sviluppo della piattaforma.

Che tu scelga un tema premium o un tema gratuito, segui queste linee guida:

  • Seleziona un tema che sia compatibile con l’ultima versione di WordPress e che abbia un buon numero di download
  • Assicurati che il tema abbia un layout responsive. Cioè, che sia perfettamente visibile su schermi di varie dimensioni (mobile e tablet inclusi)
  • Che sia compatibile con gli strumenti che vuoi usare. Mi spiego meglio: se vuoi creare un blog in WordPress multilingua, probabilmente userai WPML. Se prevedi di aggiungere funzionalità e-commerce, probabilmente installerai WooCommerce. Se vuoi creare una sezione forum, probabilmente installerai bbPress. Sicuramente non è possibile prevedere tutte le funzionalità che vorrai implementare sul tuo sito, però se hai già qualche idea in mente, scegli un tema che sia compatibile con gli strumenti necessari per implementarle.
  • Se il tema che ti piace è “SEO-optimized” (cioè, ottimizzato in chiave SEO per l’indicizzazione sui motori di ricerca) ancora meglio!
Suggerimento

quando guardi le anteprime dei temi, non farti influenzare troppo da colori e font. Nella stragrande maggioranza dei temi premium questi possono essere modificati a tuo piacimento (anche in alcuni temi gratuiti, però in questo caso le opzioni disponibili sono più limitate). Piuttosto, concentrati sul look generale del template, sul layout, sugli elementi grafici come bottoni ed icone e, come ho detto prima, su qualunque funzionalità aggiuntiva che potrebbe esserti utile.

Se sei indeciso su quale template scegliere, ecco i miei suggerimenti:

  • Per creare un blog in WordPress dove vuoi solo ed esclusivamente scrivere post (sul quale non vuoi quindi implementare funzionalità più complesse, puoi dare un’occhiata ai temi suggeriti in questa guida sui migliori temi per blogging. Come alternative gratuite, ti consiglio senza dubbio i temi default WordPress: come twentyfifteen, twentyfourteen, twentythirteen, eccetera. Li trovi sul sito ufficiale WordPress (e li puoi cercare ed installare direttamente anche dalla Bacheca del tuo sito).
  • Se vuoi creare un blog dove pubblicherai articoli molto frequentemente, potrebbe anche interessarti un layout in stile magazine. In questo caso ti potrebbero piacere Sahifa o Newspaper. Come alternativa gratuita, ti consiglio Hueman.
  • Se vuoi un tema che ti garantisca una performance ottimale e che sia interamente ottimizzato in chiave SEO, dai un’occhiata ai template di MyThemeShop. Non sono i temi dal design più moderno disponibili online, però a livello di performance sono veramente imbattibili.
  • Infine, se il tuo obiettivo è quello di iniziare con un blog ma espandere il tuo sito velocemente, la scelta migliore potrebbe essere un tema multifunzionale. Come Enfold (installato anche su SOS WordPress) o Avada.

Scelto il tema per il tuo blog, è arrivato il momento di installarlo.

Installa il tema WordPress

Se scegli un tema gratuito dalla directory ufficiale WordPress, puoi navigare in Aspetto > Temi e cercare il template che hai scelto direttamente dalla tua Bacheca (prima di installarlo, puoi anche testarlo usando la funzionalità anteprima).

Se invece hai acquistato un tema premium, dopo il pagamento ti sarà dato accesso ad una pagina di download dalla quale scaricare la cartella .zip che contiene i file del template.

Accedi ora al tuo sito WordPress e naviga in Aspetto > Temi. Quindi, clicca Carica Tema. Qui potrai caricare la cartella .zip, che sarà automaticamente estratta.

aggiungi tema wordpress

Nota

Se il caricamento del tema non va a buon fine, probabilmente stai cercando di caricare la cartella. Prova ad estrarre la cartella che hai scaricato sul tuo PC. All’interno, troverai altre cartelle. Quella che devi caricare sul tuo sito WordPress è la cartella chiamata come il tuo tema. Per esempio, se tu stessi installando il tema Enfold, dovresti caricare solo la cartella .zip chiamata Enfold.he tipo.

Caricato il tema, devi solo attivarlo! Fatto questo sei pronto per iniziare a lavorare sulle varie opzioni di configurazione.

Crea il tema child (opzionale)

Questo è un passaggio facoltativo ma consigliato. Saltarlo non limiterà in alcun modo l’utilizzo del tuo blog o di WordPress. Se però hai un minimo di conoscenze tecniche o il supporto di una persona che può aiutarti, ti consiglio di provare a creare un tema child per il tuo blog.

Definizione

Un tema child è una specie di fotocopia del tema che hai installato ed attivato sul tuo sito, alla quale saranno applicate tutte le modifiche e personalizzazioni. Un tema child è utile perché garantisce che tutte le modifiche fatte non vadano sovra-scritte quando si fanno aggiornamenti del tema “genitore”.

Questo passaggio è un po’ più tecnico rispetto a quelli descritti fino a questo punto, ti rimando quindi alla guida sui temi child.

Lavora sulle impostazioni

Per prima cosa, ti consiglio di lavorare sulle impostazioni default WordPress.

Impostazioni Generali

Su questa pagina, assicurati che il titolo ed il motto del tuo sito siano corretti (su molti template, questi sono infatti visualizzati sul sito online).

Qui puoi anche controllare che l’email dell’account Amministratore sia corretta. Infine, a fondo pagina puoi cambiare la lingua dell’installazione WordPress – se quando hai installato la piattaforma era disponibile solo l’inglese, da qui puoi selezionare “Italiano” come lingua principale del tuo sito.

Lettura

Qui puoi configurare la visualizzazione dei post nel blog e sulla home. Se vuoi creare un blog in WordPress “classico”, molto probabilmente vuoi che sulla homepage siano mostrati gli ultimi post in ordine cronologico.

Su questa pagina, assicurati quindi che in corrispondenza alla voce “La pagina iniziale mostra:” sia selezionata l’opzione “Gli ultimi articoli”.

Sempre su questa schermata, puoi anche configurare quanti articoli visualizzare per pagina.

Discussione

Qui è dove puoi lavorare sulle impostazioni relative alla sezione commenti del tuo blog. All’inizio, ti consiglio di lasciare i commenti aperti a tutti. Attiva però le notifiche, così da essere certo di non perdertene neanche uno ed eventualmente cancellare quelli spam prontamente.

Permalink

Questa pagina è molto importante. Assicurati di lavorare su queste opzioni prima di scrivere ed iniziare a condividere i tuoi post.

L’opzione predefinita per i permalink non è quella ottimale in termini di SEO. Ti consiglio quindi di selezionare l’opzione “Nome Articolo”, così che nell’url dei tuoi post sia visualizzato il titolo del post.

struttura permalink

Se ti interessa approfondire questo argomento, ti rimando alla guida dedicata su come ottimizzare i permalink del tuo sito WordPress.

Configura il tema ed usa il pannello “Personalizza”

Ogni tema ha delle opzioni diverse e un modo personalizzato per configurarle. Di solito, le opzioni del tema si trovano però in una categoria a parte all’interno della sezione “Aspetto”.

Trovi anche diverse opzioni all’interno del pannello Personalizza (dalla Bacheca, in Aspetto > Personalizza).

Qui troverai diverse tab. Una importante è quella chiamata Identità del sito, dove trovi di nuovo i campi con il titolo ed il motto del tuo blog, e dove puoi caricare l’immagine favicon.

Definizione

Il favicon è la piccola icona che appare nella tab dei motori di ricerca. A partire dalla versione 4.3 di WordPress è possibile configurare questa icona dal pannello “Personalizza”, caricando un’immagine di dimensioni 512px X 512px.

Se hai difficoltà nella configurazione del tema che hai scelto, puoi rivolgerti direttamente allo sviluppatore che lo ha creato. Se hai acquistato un tema premium, avrai accesso ad un vero e proprio portale di supporto, su Themeforest o sul sito dello sviluppatore stesso. Se invece hai scaricato uno dei temi gratuiti disponibili all’interno della directory WordPress, potrai lasciare le tue richieste di supporto all’interno dell’area forum dedicata al template che hai scelto.

Sei veramente pronto per avviare un blog? Scopri le 100 cose da sapere prima di creare una sito WordPress.

Installa i plugin

Il tema è la veste grafica del tuo blog WordPress. Le funzionalità “extra” sono implementate attraverso i plugin. Come per i temi, ci sono plugin per tutte le esigenze – gratuiti e premium.

Ecco una lista dei plugin essenziali che non possono mancare sul tuo blog:

  • Akismet. Questo plugin è talmente importante che la maggior parte degli hosting provider lo includono nel pacchetto di installazione di WordPress stesso. Per verificare se è già stato installato, naviga in Plugin > Plugin Installati. Se non c’è, installalo navigando in Plugin > Aggiungi Nuovo. Puoi cercarlo direttamente all’interno della directory WordPress. Akismet serve a proteggere il tuo sito dallo spam, bloccando i commenti sospetti.
  • WordPress SEO by Yoast. SEO sta per Search Engine Optimization. Questo termine si riferisce a tutte le attività volte ad ottimizzare il tuo sito in modo che sia indicizzato al meglio sui motori di ricerca – facendo salire di posizione le tue pagine e dando ad esse maggiore visibilità. WordPress SEO by Yoast è un plugin che permette di ottimmizare il tuo blog in modo molto semplice, guidandoti nell’inserimento delle parole chiave,  creando la sitemap, eccetera. Anche in questo caso ti rimando alla guida dedicata.
  • Un plugin social. Blogging e social network vanno di pari passo. I social sono senza dubbio tra gli strumenti più importanti per la promozione del tuo sito. Assicurati quindi che in fondo ad ogni tuo post siano presenti i link di condivisione. Un ottimo plugin per aggiungerli è Shareaholic, ma ce ne sono anche tanti altri.
  • Uno strumento per collegare il blog alla newsletter. Qualunque esperto di marketing ti consiglierebbe di iniziare fin dal primo post a raccogliere gli indirizzi email dei tuoi follower attraverso la newsletter. Molto probabilmente, inizierai con MailChimp (del tutto gratuito fino a 2000 iscritti). Per collegare il tuo account MailChimp al blog hai bisogno di un plugin, su questa guida trovi quelli migliori, testati e recensiti da Chiara.

Questi plugin sono essenziali; ce ne sono poi tanti altri che potrebbero esserti utili o meno. Per andare sul sicuro ed installare solo quelli più validi, ti consiglio di leggere la guida sui 100 migliori plugin WordPress.

Infine, se vuoi che – mentre il tuo sito è in costruzione – sia visualizzata una pagina “In Manutenzione” o “Coming Soon”, puoi installare uno dei plugin per mettere il tuo sito in manutenzione.

Configurato il tema ed installati i plugin, sei pronto per partire con la scrittura dei post! Come vedi, creare un blog in WordPress non è troppo complicato. Se comunque ti trovi in difficoltà, puoi sempre lasciare un commento qui sotto e saremo felici di aiutarti.

Nota

Quando cerchi ed installi i plugin migliori per il tuo sito, non farti prendere troppo dall’entusiasmo. Come regola generale è infatti meglio mantenere il numero di plugin installati sotto ai 15. Questo serve a limitare la possibilità che ci siano errori e problemi di compatibilità in futuro, oltre a non appesantire troppo il server.

 

Collega Analytics

Assicurati che il tuo blog sia in qualche modo collegato a Google Analytics, che ti permette di monitorare i livelli di traffico ed interazioni (per prima cosa, devi quindi creare un account su Google Analytics – puoi farlo con qualunque indirizzo email gmail).

Molti temi hanno un campo dove è incollare il codice di tracciamento Analytics. Questa è l’opzione più semplice!

Se il tuo tema non offre questa funzionalità non disperare. Puoi installare il plugin Google Analytics by Yoast (sì, è lo stesso sviluppatore del plugin per la SEO).

Google Analytics By Yoast

Alcuni consigli utili per diventare blogger di successo

Come ho scritto all’inizio di questa guida, per quanto riguarda la scelta del tema non farti influenzare troppo dai colori e dai font che vedi sulla demo – entrambe le cose sono personalizzabili!

Moltissimi temi premium includono una funzionalità per cambiare il font. Se quello che usi non ce l’ha, puoi in ogni caso usare il plugin Easy Google Fonts per cambiare il carattere dei testi.

Se invece vuoi modificare i colori, ci sono diverse opzioni.

Per prima cosa, controlla se può essere fatto direttamente dalle pagine di configurazione del tema: la stragrande maggioranza dei template – sia premium che gratuiti – includono questa opzione.

In alternativa, puoi lavorare direttamente sui codici css. Se hai creato un tema child, puoi fare le modifiche all’interno del file style.css. Infatti, queste non andranno sovrascritte (quindi, perse) dagli aggiornamenti del tema genitore. Se invece non hai creato il tema child, puoi scrivere i tuoi codici CSS usando il plugin Simple Custom CSS. Questo strumento aiuta infatti a preservare le modifiche anche quando vengono fatti aggiornamenti.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione sono le immagini. Non c’è dubbio che avere un blog ricco di immagini, grandi e di buona qualità, sia esteticamente molto attraente. Bisogna però prestare attenzione anche alla performance del sito, evitando di lasciare gli utenti ad aspettare un tempo infinito prima che le pagine siano caricate. A questo proposito, ti consiglio di leggere la guida su come ottimizzare le immagini per WordPress.

Un altro accorgimento che ti consiglio di adottare fin dall’inizio, è il caching. Gli strumenti di caching, come WP Super Cache, servono a creare una copia statica delle pagine del tuo sito. Quando un utente prova a visitare una delle tue pagine, viene mostrata questa copia, che carica molto più velocemente rispetto alle “procedura standard”. E’ una buona idea ottimizzare la performance del tuo sito fin dall’inizio!

Conclusione

Arrivato a questo punto, dovresti sapere come creare un blog in WordPress senza troppe esitazioni. Ti consiglio di non affrettare i passaggi descritti sopra: scegliere un hosting provider valido ed un tema di qualità sono scelte importanti che influenzeranno la performance del tuo blog nel tempo.

Non mi resta che augurarti buon lavoro. Per qualunque domanda o dubbio, ricorda che puoi sempre lasciare un commento qui sotto. Ti risponderemo al più presto.

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea, il webmaster di SOS WordPress. La mia missione è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!
Andrea Di Rocco

Latest posts by Andrea Di Rocco (see all)


PROMOZIONE HOSTING WORDPRESS SITEGROUND

SiteGround - Miglior hosting per Wordpress
47 commenti
  1. dice:

    Bella guida, grazie. Per un superprincipiante come me è davvero illuminante.
    Io ho bisogno di creare un blog in cui qualunque visitatore possa inserire le proprie foto.
    Con wordpress è possibile?
    Grazie ancora

    Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea, ho una domanda da farti: parlando di WordPress.com, facendo il passaggio dal piano gratis a quello premium, rinnovandosi ogni anno l’abbonamento si rinnovano anche i 13 GB di spazio disponibile per i media? Grazie.

    Rispondi
  3. dice:

    Buongiorno a tutti,

    Ho aperto un sito internet 2 giorni fa. Sono alle primissime armi e per farlo ho dovuto seguire molto i passi consigliati su questo blog e su altri blog che trattano argomenti worpress.
    Ho cercato di seguire i consigli dati nei tuoi vari articoli per quanto riguarda la personalizzazione del blog, aspetti seo, plugin, ecc.

    Mi piacerebbe ricevere qualche feedback. Considerate che il blog è ancora agli inzi e ha pochissimi articoli ma… che ne pensate?

    Non so se posso scrivere l’indirizzo del blog qui…
    Si tratta di http://www.smartwearable.it

    Cosa ne pensi Andrea?
    Se ci fossero degli aspetti sui quali posso migliorare e tu volessi farmeli notare te ne sarei veramente grato :)

    E veramente complimenti per l’articolo.

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Mario,
      bene, mi sembra che stai focalizzando adeguatamente l’argomento del blog, che mi sembra anche ben navigabile.
      Inserisci magari in menu una pagina per presentare il sito e te, implementa i collegamenti ai social.
      Per avere due giorni, vai bene, continua così!
      Buon lavoro, e tiemmi aggiornato ;-)

      Rispondi
    • dice:

      Ciao Patrizio.
      puoi inserire nel menu una voce che è collegata alla pagina blog.
      Ho risposto alla tua domanda? Fammi sapere, un saluto!

      Rispondi
      • dice:

        Grazie ma ho risolto. Ho creato una categoria nella quale ho aggiunto tutti gli articoli. Nel caso mio si chiama ‘blog’ e i due articoli scritti li ho assegnati alla medesima categoria. Poi ho aperto il menù ed aggiunto il banner categoria denominato blog. Perfetto!
        Grazie

        Rispondi
  4. dice:

    Ciao Scusa il disturbo ma se io volessi togliere la scritta Theme by Mytemeshop
    cosa devo fare?
    Grazie mille e complimenti

    Rispondi
  5. dice:

    Ciao

    ho installato in locale wordpress su Mac utilizzato XAMPP..
    ma nel momento in cui cerco di importare delle immagini mi compare questo avviso:
    Impossibile creare la directory wp-content/uploads/2015/12. Verifica che la directory madre sia scrivibile dal server!

    da cosa dipende

    Grazie mille

    Rispondi
  6. dice:

    Una domanda a cui stranamente non ho trovato risposta nonostante le tante informazioni che ci sono nel vostro prezioso blog: come posso modificare la mail di registrazione a wp.com. Sto tentando ma non riesco :-(

    Rispondi
  7. dice:

    Ciao!
    Anzitutto grazie per la spiegazione e i consigli che sembrano, a prima occhiata, chiari ad uno che è impedito in materia come me!
    Ho voluto precisare di non essere un genio dell’argomento così da pararmi nel caso in cui certe mie domande saranno sicuramente elementari. Insomma, ti ho avvisato.

    Quello che vorrei fare è passare da blogger ad wordpress e più o meno ho capito come si fa a trasferire il blog presistente nella nuova piattaforma. Ora, so che wordpress ha sia una versione .com ed una .org (credo di aver capito così in un altro sito, ma dal tuo pezzo mi è venuto il dubbio se sia davvero così), la prima è assolutamente gratuita ma ha delle limitazioni. Non che a me serva chissà che cosa, cioè a grafica sono davvero un somaro per cui mi andrebbero sicuramente bene le possibilità limitate offerte dalla versione gratuita e non quelle premium. L’unica cosa è che non so se potrei installarvi plugin quali diskus

    Sembre se non ho capito male per la versione org mi serve un mio dominio e dovrei affrontare la procedura che hai qui descritto ed ho una domanda in proposito:
    -quale versione di Siteground dovrei acquistare in caso? Cioè come faccio a capire di quanto spazio in GB avrei bisogno per il mio sito? Nel senso, come faccio a valutare il peso attuale del mio blog e quindi immaginare quale sia la scelta migliore?

    Ripeto che parli con un’analfabeta!
    Grazie in anticipo per la tua disponibilità

    Rispondi
    • dice:

      Ah una cosa, personalmente non mi interessa di guadagnare con il blog (non so neanche come funzionerebbe a dire il vero), lo preciso nel caso ti andasse di consigliarmi tra la versione org e com di wordpress

      Rispondi
    • dice:

      Ciao!
      Per approfondire meglio la differenza tra wordpress.org e. com, vai a questo post: https://sos-wp.it/conosci-le-differenze-tra-wordpress-com-e-wordpress-org/.
      Per quanto riguarda Siteground, trovi più info qui: https://sos-wp.it/siteground-wordpress-hosting/.
      In ogni caso, per iniziare, ti consiglio il piano StartUp che va benissimo per traferire un blog da Blogger.
      Spero di esserti stato di aiuto, in bocca al lupo per il tuo progetto web!

      Rispondi
      • dice:

        Posso esprimere un’ultimissima difficoltà poi ti lascio in pace?
        Tanto per iniziare a provare mi sono iscritto a wordpress.com e ho iniziato la procedura epr il trasferimento da blogger, tuttavia mi dice che è possibile importare file fino a 15 MB, il mio blog ormai è sopra i 70. Ho provato comunque ma infatti segnala il caricamento ma poi non succede niente.
        C’è un modo per aggirare la cosa o la versione gratuita me la posso proprio dimenticare?

        Rispondi
  8. dice:

    Ciao Andrea, su tuo consiglio acquistato il tuo corso e subito dopo anche Enfold. Il corso è molto interessante, e il thema, con i tuoi consigli, è veramente semplice da gestire; quindi grazie. In merito a W3 Total Cache cercando dal sito il plugin, arrivato alla voce del programma tramite il segno ? spiegano che è stato sospeso perché ci sono incompatibilità varie. Questo avviene quando si cerca il plugin dal pannello di WordPress, mentre dal link che tu fornisci non sono segnalati problemi. Grazie

    Rispondi
    • dice:

      Sono entrato nel pannello di configurazione del mio wordpress, un click sulla voce plugin e poi “aggiungi nuovo”. Da qui sono arrivato alla pagina dove sono in evidenza tutti i plugin segnalati,raccomandati ecc. Da qui ho cercato w3… il quale è comparso per primo. Non c’è il bottone “installa adesso e neanche maggiori dettagli”. E’ strano perché nel sito wp…org non è specificato niente. Prova ma dal pannello interno a wordpress. Spero di essere stato utile. un cordiale saluto

      Rispondi
  9. dice:

    Ciao Domenico,
    Grazie per la tua richiesta; non conosciamo questo tema, tuttavia, se vuoi provarlo, dal sito di presentazione sembra essere buono.
    Se hai altre domande non esitare a scriverci ;-)

    Rispondi
  10. dice:

    Ciao Andrea stavo navigando in rete per prendere per la creazione di un sito web che da la possibilità di vedere un livestreaming e di poter interagire con una sua chat dedicata.

    Ho trovato questo tema: http://livetheme.tv/

    Secondo te è adatto?
    Grazie

    Rispondi
  11. dice:

    Ciao Andrea stavo navigando in rete per prendere per la creazione di un sito web che da la possibilità di vedere un livestreaming e di poter interagire con una sua chat dedicata.

    Ho trovato questo tema: http://livetheme.tv/

    Secondo te è adatto?
    Grazie

    Rispondi
  12. dice:

    Ciao Andrea, siamo uno studio fotografico e vorremmo, come fanno i nostri colleghi, avere un nome per il sito e un nome diverso per il blog, come possiamo fare?

    Sto per ordinare il tuo video corso, ma non so se anche lì viene spiegato…

    Ti metto un esempio: http://www.katiequinndavies[.]com.au

    Se puoi rispondermi grazie mille!

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Patrizia,
      Grazie per la tua richiesta.
      Ti prego di aggiungere il mio ID Skype (TEAM-SOS) tra i tuoi contatti e possiamo parlarne via chat o a voce per individuare la soluzione migliore.
      A presto!

      Rispondi
  13. dice:

    Volevo segnalare http://www.stoom.it/
    Nella sezione yblog puoi creare un blog gratuitamente. Puoi postare le tue opinioni, foto, video e mp3 con i tuoi amici o con tutti o con nessuno.
    Inoltre è possibile scaricare i video in molti formati (flv , mp4, webm, 3gp ) o solo l’audio in formato mp3.

    Rispondi
  14. dice:

    E’ possibile avere delle fonti sul fatto che Google indicizza meglio un sito in WordPress rispetto alle altre piattaforme? Grazie mille!

    Rispondi
  15. dice:

    utilissimo :-)

    una curiosità: wordpress permette di registrare il proprio blog scegliendo “wordpress.com” quindi un indirizzo gratuito.
    Se abbiamo creato così il nostro blog, possiamo trasformalo in “.com” ad esempio, seguendo i passi riportati nell’articolo oppure dobbiamo ricominciare dall’inizio?
    grazie mille!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *