Guide

Microformati: cosa sono e come usarli per ottenere maggiore visibilità

Se ne hai sentito parlare e non sai cosa sono è tempo di approfondire l’argomento. Molti non conoscono questo strumento che se usato bene può dare davvero un aiuto all’indicizzazione della tua pagina da parte dei motori di ricerca.

Con l’avvento del Web 2.0 nell’ormai lontano 2004, termini oscuri come “Microformati” entrarono nel gergo Web.

Con l’avvento del Web 2.0 nell’ormai lontano 2004, termini oscuri come “Microformati” entrarono nel gergo Web. Se ne hai sentito parlare e non sai cosa sono è tempo di approfondire l’argomento. Molti non conoscono questo strumento che se usato bene può dare davvero un aiuto all’indicizzazione della tua pagina da parte dei motori di ricerca.

Il nostro amato WordPress come sempre ci viene in aiuto, con temi e plugin che fanno buon uso dei microformati.

Con questo articolo cercheremo di spiegarti cosa sono i Microformati, quali vantaggi offrono e come puoi usarli per arricchire il tuo contenuto e renderlo più visibile e comprensibile per i motori di ricerca.

A seconda del tuo livello tecnico e conoscenze di programmazione questo argomento può diventare facilmente complesso, noi lo tratteremo in maniera generale e forniremo spunti per ulteriori approfondimenti.

Bene ora armiamoci di pazienza ed attenzione ed iniziamo a chiederci: cosa sono i Microformati?

Cosa sono i microformati?

I Microformati permettono ai programmi di leggere alcune informazioni su di una pagina web senza forzare cambi di design del contenuto che renderebbero la visualizzazione poco piacevole per noi umani. Aggiungono semantica a markup HTML generico in modo tale che i programmi possono comprendere il significato di parti specifiche di contenuto web che è normalmente ottimizzato per la comprensione umana.

Ti stiamo confondendo vero? Ecco un esempio: una pagina web che mostra il profilo di un utente potrebbe usare Microformati per rendere più facile l’estrazione di informazioni da parte di un programma.

Ti stai chiedendo perchè un programma dovrebbe leggere queste informazioni? Mettiamo caso che tu vuoi creare una lista contatti o aggiornare la tua agenda, grazie ai Microformati un programma può identificare solo le informazioni rilevanti ed estrarre soltanto quelle. Pensa a quanti copia-incolla può farti risparmiare! Tutto tempo guadagnato per leggere le nostre guide su https://sos-wp.it/ ed investire su te stesso.

I Microformati non vengono dal nulla, non sono un nuovo linguaggio ma norme generalmente riconosciute di organizzazione delle informazioni che sono state adattate al linguaggio del Web. In sostanza: concepite prima per l’uomo poi adattate per le “macchine” (programmi, etc.) in modo tale da essere non solo leggibili dalle macchine ma anche comprensibili e riconoscibili.

Come potrai immaginare ne esistono davvero tanti, a partire da informazioni chiave come: contatti, luoghi, eventi, fino ad arrivare a informazioni più specifiche come recensioni, curriculum vitae, vini etc.

Un esempio pratico, anche se fatto tramite codice ma che tutti possono capire è il seguente:

Per esempio, si consideri l’informazione sui contatti:

 <div>
 <div>Pinco Pallino</div>
 <div>Ristorante La forchetta</div>
 <div>02-123-1234</div>
 <a href="http://esempio.it/" target="_blank" >http://esempio.it/</a>
 </div>

Usando il microformato hCard, diventa:

 <div class="vcard">
 <div class="fn">Pinco Pallino</div>
 <div class="org"> Ristorante La forchetta</div>
 <div class="tel">02-123-1234</div>
 <a class="url" href="http://esempio.it/">http://esempio.it/</a>
 </div>

Come avrai notato, il nome formale (fn), l’organizzazione (org), il numero telefonico (tel) e l’ url del sito sono stati identificati usando delle specifiche classi; l’intero codice è inoltre incluso in un elemento con l’attributo:

class="vcard"

Questo codice permette a un programma, come il plugin di un browser, di analizzare queste informazioni e passarle ad altre applicazioni, come rubriche ed elenchi di contatti.

Esempi di Microformati

h-entry è un semplice microformato usato per contenuto che viene pubblicato in vari luoghi contemporaneamente, per episodi e che ha date di pubblicazione. Viene usato, per esempio, nei blog.

<article class="h-entry">
 <h1 class="p-name">Microformats are amazing</h1>
 <p>Published by <a class="p-author h-card" href="http://example.com">W. Developer</a>
 on <time class="dt-published" datetime="2013-06-13 12:00:00">13<sup>th</sup> June 2013</time></p>
 
 <p class="p-summary">In which I extoll the virtues of using microformats.</p>
 
 <div class="e-content">
 <p>Blah blah blah</p>
 </div>
</article>

h-event è utilizzato invece per eventi sul web, sia come lista di annunci o come singole pagine.

<div class="h-event">
 <h1 class="p-name">Microformats Meetup</h1>
 <p>From 
 <time class="dt-start" datetime="2013-06-30 12:00">30<sup>th</sup> June 2013, 12:00</time>
 to <time class="dt-end" datetime="2013-06-30 18:00">18:00</time>
 at <span class="p-location">Some bar in SF</span></p>
 <p class="p-summary">Get together and discuss all things microformats-related.</p>
</div>

h-card è ottimo per pubblicare informazioni riguardo persone o organizzazioni sul web.

<p class="h-card">
 <img class="u-photo" src="https://example.org/photo.png" alt="" />
 <a class="p-name u-url" href="http://example.org">Joe Bloggs</a>
 <a class="u-email" href="mailto:joebloggs@example.com">joebloggs@example.com</a>, 
 <span class="p-street-address">17 Austerstræti</span>
 <span class="p-locality">Reykjavík</span>
 <span class="p-country-name">Iceland</span>
</p>

h-resume viene usato per pubblicare Curriculum Vitae sul web.

<div class="h-resume">
 <span class="p-name">
 <a class="p-contact h-card" href="http://example.org">
 <img src="https://example.org/photo.png" alt="" />
 Joe Bloggs
 </a>
 resume
 </span>
 
 <p class="p-summary">Joe is a top-notch llama farmer with a degree in <span class="p-skill">Llama husbandry</span> and a thirst to produce the finest wool known to man</p>
</div>

h-review è uno strumento ideale per standardizzare le informazioni contenute all’interno di recensioni e pubblicarle sul web.

<div class="h-review">
 <h1 class="p-name">Microformats: is structured data worth it?</h1>
 
 <blockquote>
 <a class="p-item h-item" href="http://microformats.org">Microformats</a> are the simplest way to publish structured data on the web.
 </blockquote>
 
 <p>
 <data class="p-rating" value="5">★★★★★</data>
 Published <time class="dt-published" datetime="2013-06-12 12:00:00">12<sup>th</sup> June 2013</time>
 by <a class="p-author h-card" href="http://example.com">Joe Bloggs</a>.
 </p>
 
 <div class="e-content">
 <p>Yes, microformats are undoubtedly great. They are the simplest way to markup structured data in HTML and reap the benefits thereof, including using your web page as your API by automatic conversion to JSON. The alternatives of microdata/schema and RDFa are much more work, require more markup, and are more complicated (harder to get right, more likely to break).</p>
 </div>
</div>

Come usare i microformati per ottenere maggiore visibilità?

Come avrai capito, i Microformati ti permettono di pubblicare informazioni sul web seguendo degli standard che rendono la navigazione e la ricerca di informazioni più facili per gli utenti e l’indicizzazione più semplice per le macchine. Per esempio, Google può usare le informazioni dai Microformati per mostrare nei risultati di ricerca informazioni molto più fedeli ad accurate riguardo la tua pagina.

Senza Microformati, molto probabilmente il risultato mostrato da Google sarebbe giusto il titolo, descrizione e del testo magari preso a caso dalla tua pagina. Se per esempio gestisci il sito di un ristorante e hai usato i Microformati per strutturare le informazioni, Google capirà cosa mostrare automaticamente, come recensioni, orari di apertura etc. In genere questo significa più traffico e più click per il tuo contenuto web.

Esistono per WordPress plugin che fanno buon uso dei Microformati, di seguito ti proponiamo degli esempi.

All In One Schema Rich Snippets

All in One Schema.org Rich Snippets

All In One Schema Rich Snippets ti permette di trarre vantaggio dai microformati creandoRich Snippet” un breve riassunto della tua pagina nei risultati di ricerca di Google, Yahoo, Bing ed in alcuni casi nel “Feed” di Facebook, mostrandolo in un formato ben organizzato, leggibile, con valutazioni, foto autore etc. Con più di 70.000 installazioni e 4,5 stelle di valutazione è sicuramente tra i plugin più popolari.

Rich Contact Widget

Rich Contact Widget

Rich Contact Widget usa microformati per organizzare i contatti sulla tua pagina web, in modo tale che vengano usati dai risultati dei motori di ricerca. Ti aiuta a mostrare in maniera corretta informazioni riguardo all’autore, alla tua attività, insieme a una mappa sotto il link al tuo sito nei risultati dei motori di ricerca. Con più di 8.000 installazioni e 4,5 stelle di valutazione è ben apprezzato dalla Community WordPress.

WP Customer Reviews

WP Customer Reviews - plugin per recensioni

Se vuoi avere una pagina dedicata alle recensioni generate dai tuoi utenti, con le informazioni ben strutturate e di facile lettura per umani e “macchine”, WP Customer Reviews fa al caso tuo. Potrai impostare una pagina specifica dove ricevere testimonianze dai clienti sulla tua attività o permetter loro di scrivere una recensione su un prodotto. Le recensioni vengono mostrate ai visitatori in un formato leggibile e piacevole, ma i motori di ricerca le vedranno con il microformato Schema.org. Con oltre 60,000 installazioni e 4,5 stelle di valutazione è un plugin apprezzato e tra i più popolari.

Scopri i migliori plugin per implementare il markup Schema.org sul tuo sito WordPress.

Conclusione

In questa guida abbiamo parlato di cosa sono i Microformati e di come possono essere usati per migliorare l’indicizzazione della tua pagina nei motori di ricerca e migliorare i risultati di ricerca. Alcuni tipi di attività possono trarre maggiore giovamento dai Microformati, per esempio se pubblichi articoli, recensioni, prodotti, luoghi, orari di apertura o eventi, questo strumento va approfondito e potresti trarne grande beneficio.

Hai mai utilizzato Microformati? Hai utilizzato uno dei plugin WordPress citati? Pensi che sia più opportuno parlare di dati strutturati?

Come al solito, ti aspettiamo nei commenti!

Altre guide della stessa
categoria

0 COMMENTI
Commenta

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *