Guide

Ottimizzare la SEO del tuo blog

Per creare un blog e portarlo al successo è fondamentale spendere del tempo sulla SEO (Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca). L’ottimizzazione di un sito web, oggi, è ciò che fa girare il Web, compiacendo Google.

Ottimizzare la SEO del tuo Blog

Lezione 11 di 30 del corso gratis su come creare un blog

Con questa lezione affrontiamo la SEO on-page e on-site, ovvero come ottimizzare la SEO del tuo blog. Questo significa migliorare il posizionamento di articoli e pagine del tuo blog per essere indicizzato sui motori di ricerca e apparire tra i primi risultati.

Che cos’è la SEO

La SEO o Search Engine Optimization consiste nell’ottimizzare i contenuti, le pagine e la struttura di un sito web attraverso una serie di interventi e strategie, in modo da aumentare la quantità e la qualità di traffico che ricevi attraverso i risultati organici dei motori di ricerca. Questo permette al tuo blog di classificarsi ai primi posti nei risultati delle SERP, ovvero delle pagine dei risultati create da Google e dagli altri motori, ogni volta che qualcuno avvia la ricerca di una determinata parola o frase.

Se vuoi avvalerti subito di un Esperto SEO, in grado di rispondere a tutte le tue domande e di insegnarti come far salire alle prime posizioni di Google il tuo sito web, prenota fin da ora la tua call gratuita.

Poi, torna a questa guida.

Periodicamente i motori di ricerca effettuano l’indicizzazione di tutti i siti online, ovvero inseriscono nella propria “biblioteca” tutte le informazioni e i contenuti di ciascun sito, così da includerlo tra i risultati delle proprie SERP. Questo processo viene eseguito attraverso degli spider (o robot), che perlustrano il tuo blog raccogliendo ogni dato. Imparare come ottimizzare la SEO del tuo blog farà in modo che questi software riconoscano i tuoi contenuti come utili e quindi gli diano più rilevanza.

Ecco perché oggi, nell’era di Google, il cosiddetto “approccio SEO” è un elemento vitale per creare un blog di successo. Ogni sito che si rispetti è concepito e strutturato in modo da favorirne l’ottimizzazione, e così anche i suoi contenuti.

Dai contenuti alla struttura e all’organizzazione degli elementi, esistono diversi modi per ottimizzare un articolo, di cui adesso vedremo i più importanti.

Se oltre alla lezione vuoi salvarti una lista di facili tecniche che suggeriscono come ottimizzare la SEO del tuo blog, leggi i nostri 50 Consigli di SEO per WordPress e se non lo hai ancora fatto, ti consiglio di iscriverti al nostro gruppo Facebook TUTTO SEO, dove potrai entrare in contatto con una community intera pronta a rispondere alle tue domande sulla SEO.

seo-lezione-11

Come ottimizzare la SEO del tuo blog: SEO On-Page e SEO On-Site

La SEO on-page e On-Site è ciò che puoi fare sul tuo sito web, nelle singole pagine web e negli articoli del tuo blog perché ottengano risultati migliori nei motori di ricerca.

Lo strumento più importante, quando si parla di SEO di un articolo, sono le parole chiave, ovvero quei termini che gli utenti inseriscono nei motori di ricerca per ottenere un determinato risultato. Come abbiamo già visto nella lezione sulle parole chiave, esistono modi ben precisi per trovare le keyword più efficaci per il tuo sito web, come ad esempio il Keyword Planner di Google AdWords.

Tuttavia non basta trovare le keyword giuste, ma occorre utilizzare le parole chiave con il criterio giusto. Ecco come ottimizzare la SEO del tuo blog. Prendiamo in considerazione, ad esempio, un articolo su WordPress:

  • URL: è sempre meglio utilizzare URL chiari e brevi, ma non è tutto. Occorre inserire la parola chiave nell’URL.
  • Titolo e sottotitoli: è fondamentale che il titolo dell’articolo contenga la parola chiave. Se scrivi un articolo sulla ricetta di una torta nuziale, il titolo dovrà contenere le parole ‘ricetta torta nuziale’, ad esempio ‘Ricetta per torta nuziale fai-da-te’. Utilizza poi la parola chiave almeno in un sottotitolo nel corso dell’articolo.
  • Apertura dell’articolo: è importante usare la parola chiave all’interno della prima frase dell’articolo, ancora meglio se all’inizio.
  • Densità: ripeti la parola chiave nell’articolo una volta ogni 100 parole, facendo in modo che sia ben inserita e contestualizzata. Un uso casuale delle parole chiave non è mai visto di buon occhio dai motori di ricerca e compromette la qualità del contenuto.
  • ALT: sta per alternativo e si riferisce al testo attribuito alle immagini. Anche qui è opportuno inserire le parole chiave.
  • Articoli connessi: usa le parole chiave anche nei contenuti che puntano all’articolo interessato.
  • Variare è meglio: non usare sempre la stessa keyword ma cerca di inserire anche le sue varianti più affini ed efficaci.
  • Lunghezza dell’articolo: cerca di scrivere articoli di almeno 1200-1500 parole in modo da ottimizzarli al massimo.

Prima regola: qualità

Tutte queste tecniche, quando applicate, devono confluire in una regola fondamentale: i contenuti del tuo blog devono essere di alta qualità e originali. Si tratta del mantra primario per creare un blog di successo. Prescindendo da questa regola, non esiste keyword o trucco che possa salvare il tuo sito.

seo-regoleGoogle vuole infatti constatare che i tuoi contenuti siano innanzitutto utili agli utenti che li leggono. Per questo, un ottimo approccio nel creare un contenuto è pensare sempre che non stai scrivendo per i motori di ricerca ma per i tuoi utenti. Punta a scrivere contenuti di qualità e, nel farlo, tieni a mente le regole SEO indicate sopra.

Gli articoli impiegano poco tempo per essere indicizzati dai motori di ricerca, mentre ci vuol molto di più perché possano posizionarsi. Perché tu possa vedere i primi risultati passeranno dunque dai 3 ai 6 mesi, ma nel frattempo è importante che tu continui a scrivere molti contenuti di qualità.

La SEO è solo uno degli elementi che fanno di un articolo un ottimo articolo. Vuoi scoprire quali sono gli altri? Tenendo conto di quanto imparato qui, segui la prossima lezione in cui ti spiegherò come scrivere un articolo per il tuo blog.

Se poi vuoi proprio conoscere tutte le strategie per far salire il tuo sito web, allora puoi anche iscriverti a TUTTO SEO cliccando qui: ogni settimana video gratuiti formativi e interviste sulla SEO.

Vota questa guida

NOTA: Questa guida è stata aggiornata il

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

2 COMMENTI
Commenta
    • Team

      Grazie a te Piergiorgio per il tuo commento! Proprio oggi siamo arrivati alla 600esima guida pubblicata, un bellissimo traguardo. Continua a seguirci!

      Rispondi

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *