Perché Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress

Perché Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress

Un nostro utente ci ha chiesto se, e perché, è vero che Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress rispetto ad altre piattaforme. Ci sono due risposte principali a questa domanda, andiamo a vedere quali sono.

Come mai Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress

I codici HTML

I siti WordPress sono generalmente costruiti utilizzando codici HTML che sono coerenti e abbastanza semplici. Google riesce quindi a effettuare l’indicizzazione delle pagine con grande facilità e, spesso, in tempi molto ridotti rispetto a siti costruiti con codici HTML più complessi.

Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPres con l’aiuto dei plugin

Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress

Esistono diversi plugin WordPress che ti permettono di generare la sitemap del tuo sito automaticamente. Una volta creata la sitemap, potrai inserirla su Google Search Console e chiedere a Google di indicizzare il tuo sito.

Grazie a questi plugin WordPress, per esempio Google XML Sitemaps, il processo richiederà pochissimo tempo e tutte le tue pagine saranno indicizzate a velocità record!

È inoltre da ricordare che il plugin Google XML Sitemaps non funziona solamente per Google, ma aiuta anche gli altri motori di ricerca, come Yahoo, Ask e Bing.

Tieni in considerazione la SEO già da quando scegli il tema da utilizzare: molti di quelli disponibili sono ottimizzati per i motori di ricerca e ti assicurano un’ottima performance in termini di velocità del sito.

Accorgimenti per migliorare ulteriormente l’indicizzazione del tuo sito:

1.   Permalink: struttura e strategia

I Permalink” sono URL permanenti per le tue pagine web, post, categorie e archive di tag. Sono gli indirizzi web usati per “linkare” alla tua pagina o a tuoi specifici post. Usando impostazioni di base, un permalink é rappresentato da: http:// sos-wp-ftw.com/p?=17

La struttura del permalink nell’esempio appena mostrato, rende la vita difficile ai “crawler” utilizzati dai motori di ricerca per leggere ed indicizzare il tuo contenuto. Di conseguenza la tua strategia deve essere quella di “tenere buoni” i crawler e semplificargli la vita! Come effetto collaterale, anche i tuoi visitatori apprezzeranno la semplificazione e buona struttura dei permalink.

Fortunatamente il nostro amato WordPress, ci viene in contro permettendoci di personalizzare gli URL permalink per ogni post e pagina. Avere una chiara descrizione del contenuto della tua pagina e parole chiavi efficienti rende la struttura dei tuoi permalink effciente e di facile lettura per i crawler.

2.  Titoli SEO-friendly? Chiedi aiuto a All-in-One-SEO-Pack plugin

I tag titolo, o il titolo di un blog post é importantissimo per ottenere una migliore indicizzazione dai motori di ricerca. I tag titolo non solo descrivono al motore di ricerca il tuo contenuto ma rappresentano la prima impressione che avranno i tuoi utenti. Ti sará capitato di vedere tra i risultati di un motore di ricerca titoli sconclusionati… mettiti nei panni dei tuoi utenti e scegli bene!

I motori di ricerca si concentrano di piú sulle prime parole del titolo, di conseguenza usa le migliori parole chiavi in quest’area. Questo semplice accorgimento ti aiuterá con l’indicizzazione

WordPress ti permette di ottimizzare le tag titolo per la SEO utilizzando il plugin Yoast SEO. Consulta la nostra guida: https://sos-wp.it/come-ottimizzare-sito-con-seo-by-yoast/.

Questo ti aiuterá a creare tag titolo accativanti e ad ottenere una migliore indicizzazione nei motori di ricerca.

3. Crea descrizioni Meta vincenti

Una descrizione Meta é un brevo testo visibile sotto il link pagina, tra i risultati di ricerca forniti da Google. Fornisce un breve riassunto del tuo blog post o della tua pagina sia ai tuoi utenti che ai crawler usati dai motori di ricerca. Avere descrizioni Meta ottimizzate per il SEO e che sono accativanti, ti aiuterá ad avere migliore visibilitá tra i risultati dei motori di ricerca e ad ottenere piú click.

Con l’aiuto di plugin come Yoast SEO o All-in-One-SEO-Pack potrai creare descrizioni valide dal punto di vista SEO automaticamente.

4. Ottimizza le tue immagini per il SEO

Se vuoi attirare piú traffico, non puoi tralasciare l’ottimizzazione delle immagini. Creare testo che descrive bene le immagini (alt text) seguendo i principi SEO é essenziale. Con WordPress é molto facile aggiungere titoli ed “alt text” alle tue immagini.

Conclusione

È vero, Google indicizza meglio i siti costruiti in WordPress. Oltre ad alcune caratteristiche “strutturali” che abbiamo solo menzionato in questo articolo, il fattore determinante è sicuramente il fatto che WordPress offre molti strumenti che possono essere utilizzati per rendere il processo di indicizzazione facile, veloce e automatico.

Ottimizzare gli articoli in chiave SEO non significa, però, rinunciare a scrivere contenuto coinvolgente, anzi! In questa guida abbiamo parlato proprio di questo.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Consulenza SEO per Siti in WordPress

Andrea Di Rocco

Andrea Di Rocco

Ciao! Sono Andrea Di Rocco, il fondatore di SOS WP. La mia missione - insieme al mio Team - è di aiutarti a diventare autonomo nel creare il tuo sito web, posizionarti sui motori di ricerca e guadagnare online grazie al tuo progetto. Oltre a questo voglio far si che tu spenda il minor quantitativo di soldi e tempo mentre raggiungi i tuoi obiettivi sul web. Conosciamoci nell'area commenti di questo articolo!

6 commenti
  1. dice:

    Ciao Andrea,
    mi pare di capire che Yoast SEO è simile a Google XML sitemap. Se provo a installare entrambi wp mi avverte che il sito verrò rallentato tantissimo e le performance nell’indicizzazione potrebbero essere rallentate perché appunto i due plugin si “scontrano” (si può’ dire così’?). Allora ti chiedo: quale pensi sia meglio avere? Yoast SEO o Google XML?
    Con il primo personalmente, al momento, mi trovo bene. Ma non avendo mai provato Google XML non saprei se le performance potrebbero migliorare. Che ne pensi?

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Roberta,
      con Yoast SEO hai davvero un ottimo strumento a disposizione.
      Ti sconsiglio quindi di aggiungere altri plugin, in modo da non compromettere le prestazioni del tuo sito web.
      Spero di esserti stato di aiuto, grazie del tuo commento e continua a seguirci!

      Rispondi
  2. dice:

    Ciao Andrea ti volevo fare i complimenti.
    Sono molto utili i tuoi forum!!!Potrei chiederti qualche consiglio?
    Il sito web che ti ho elencato sopra è stato sviluppato con wordpress con dominio altervista è da circa più di un mese che ho fatto le varie operazioni sia con il plugin SEO by Yoast e webmaster tools ma non è tra i primi risultati di google anzi.
    Ora ho installato anche il plugin GOOGLE XML SITEMAPS come dovrei utilizzare quest’ultimo?
    Queste operazioni bastano per ottenere una buona indicizzazioni?sarebbe meglio un dominio .it rispetto ad uno gratuito?

    Grazie e tanti complimenti ancora!!!

    Rispondi
    • dice:

      Ciao Luca!
      Sicuramente un dominio di proprietà ti permette di fare molte più cose di uno gratuito, anche riguardo la indicizzazione dei tuoi contenuti.
      Per apparire tra i primi risultati di Google è necessario un attento lavoro di ottimizzazione, e necessariamente del tempo.
      Da quanto hai il aperto il tuo sito web? Leggi questo articolo https://sos-wp.it/50-consigli-seo-per-wordpress/ per migliorare la SEO del tuo sito web.
      Sono davvero contento che i nostri articoli ti siano di aiuto, continua a seguirci.

      Rispondi
  3. dice:

    Salve vorrei capire se il mio sito costruito con wordpress ha degli errori di penalizzazione ecc.. Come potrei fare ? Ce qualcuno a cui posso rivolgermi? Il link di supporto wordpress non funge!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *