5 mega vantaggi SEO di usare WordPress

Immagine avatar per Andrea Di Rocco

Pubblicato da Andrea Di Rocco in

489 Visite sul post corrente.

I vantaggi SEO di WordPress

Sapevi che esistono innumerevoli vantaggi SEO di usare WordPress?

Infatti, WordPress non è il più diffuso CMS al mondo solo per la sua facilità di utilizzo, la possibilità di adattarsi a qualsiasi tipologia di sito web, le infinite funzionalità che è possibile implementare, la possibilità di gestire qualsiasi aspetto del sito sia sul front end che sul back end…

Ma è anche largamente apprezzato per la possibilità di ottimizzare alla perfezione tutte le aree della SEO, da quella on-site, alla on-page e perfino la off-page. Tutti argomenti che sono affrontati nel dettaglio nel corso TUTTO SEO, il nostro video corso che ti aiuta a ottimizzare ogni aspetto del tuo sito web.

Se hai invece bisogno di una consulenza approfondita, comprensiva di formazione 1:1, per posizionare il tuo sito in cima alla SERP di Google, ti consiglio il nostro servizio consulenza SEO! Scopri cosa possiamo fare per te cliccando qui.

In questa guida mi soffermerò su 5 vantaggi SEO di usare WordPress, che ritengo i più importanti e caratteristici proprio di questo strumento meraviglioso.

Se dovessi confrontare queste caratteristiche con altri CMS, sarà molto difficile trovarne uno che permetta di fare le stesse cose e di ottenere gli stessi risultati.

5 vantaggi SEO di usare WordPress

Scopriamo subito perché WordPress è così SEO Friendly.

1) Ottimizzazione del codice

Codice PHP

Usare il tag giusto e usarlo anche con determinati attributi è uno dei pilastri della SEO. Infatti, Google e tutti i motori di ricerca osservano il codice con il quale è scritto un sito web per poterlo interpretare e quindi procedere a indicizzazione e posizionamento.

Se hai realizzato il tuo sito con un CMS che usa codici poco conformi alle regole della SEO, i motori di ricerca faranno molta fatica ad interpretare i contenuti da posizionare e, di conseguenza, il tuo posizionamento ne risentirà.

Il software WordPress, ma anche i migliori temi e i migliori plugin, sono costruiti con codici che seguono tutte le linee guida fornite da Google.

Ma WordPress presenta anche delle caratteristiche che ti permettono di ottimizzare anche i codici generati da te mentre inserisci i contenuti, e ti assicuro che molti CMS non sono così attenti a questo aspetto e questo è uno dei più grandi vantaggi SEO di WordPress.

Ti faccio alcuni esempi.

Quando inserisci un’immagine nella tua libreria media, troverai sulla destra dei campi da compilare, ossia Testo alternativo, Titolo e altri.

Il testo alternativo è l’attributo alt del tag <img>, ed è importantissimo perché Google può leggerlo e stabilire quale sia il contenuto dell’immagine. Grazie a questo campo, non potrai dimenticarti di compilarlo e sfruttarlo inserendo le parole chiave per le quali ti vuoi posizionare.

Un altro esempio è l’uso del grassetto.

Esistono vari sistemi per rendere un testo in grassetto. Molti CMS utilizzano il tag <b>, che però non ha alcun valore dal punto di vista della SEO. Ben più importante è il tag <strong> che, oltre a rendere l’effetto stilistico desiderato, informa Google della presenza di una porzione di testo particolarmente importante.

Il pulsante per il grassetto in WordPress inserirà proprio questo tag, assicurandoti che non solo i tuoi lettori, ma anche Google presteranno una certa attenzione a quella parte del tuo articolo.

2) Ottimizzazione della struttura della pagina

Il modo in cui sono strutturate le tue pagine hanno un certo peso dal punto di vista della SEO.

Infatti, è molto importante che tutte contengano un H1, ossia un titolo di livello superiore, che identifichi con precisione e sintesi il suo contenuto.

Un grande vantaggio SEO di WordPress, infatti, è la trasformazione automatica del titolo delle tue pagine e degli articoli proprio nel tag H1, facendo sì che non ti devi preoccupare di assicurarti che esso sia presente.

Il resto della pagina dovrebbe essere organizzato in diverse sezioni, ciascuna ben definita e che affronti un singolo aspetto dell’argomento trattato, o del servizio presentato, o del prodotto illustrato.

Grazie all’editor a blocchi, introdotto ufficialmente nella versione 5 di WordPress, ma anche utilizzando dei page builder come Elementor, oppure quelli dei migliori temi, come Enfold, la costruzione della pagina avverrà inevitabilmente secondo una struttura più ordinata.

Utilizzando poi dei plugin specifici per la SEO, come il famoso Yoast SEO, potrai perfezionare l’organizzazione dei tuoi contenuti in modo che rispettino le regole di Google.

3) Ottimizzazione degli URL

Anche gli URL hanno un valore importante per la SEO.

Tra tutti i vantaggi SEO di usare WordPress, la possibilità di personalizzare i permalink è una funzione decisamente importante che molti altri CMS, anche piuttosto famosi, non contengono.

Perfino Matt Cutts, ingegnere di Google, conferma che, rispetto a Blogger, WordPress è un ottimo strumento per ottimizzare il proprio sito.

Innanzitutto, WordPress ti permette di stabilire una struttura di URL generale, valida per l’intero sito web.

Questa funzione si trova all’interno dell’area Impostazioni > Permalink. I permalink, infatti, sono proprio la struttura degli URL.

L’impostazione migliore per i permalink è quella chiamata Nome articolo, perché aggiungerà al tuo dominio le parole che compongono il titolo del tuo articolo o della tua pagina. Già in automatico, quindi, otterrai un URL strutturato come piace a Google. Potrai sempre modificarlo manualmente e migliorarlo.

Alcuni CMS, soprattutto quelli destinati alla creazione di blog, mantengono una struttura che include la data di pubblicazione nell’URL. Altri invece assegnano a ogni articolo un codice alfanumerico. Questi sistemi sono abbastanza difficili da gestire e da ottimizzare.

WordPress ti dà comunque la possibilità di scegliere anche tra queste tipologie di permalink, ma te le sconsiglio vivamente.

Hai un sito avviato da tempo e vuoi modificare i tuoi permalink? Fai molta attenzione, perché andrai incontro a innumerevoli errori 404: tutti gli URL del tuo sito saranno modificati.

E con questo mi collego direttamente al vantaggio SEO di WordPress successivo.

4) Prevenire gli errori SEO

Fare SEO con Yoast SEO per WordPress

Con WordPress sarà possibile anche gestire i vari problemi SEO che dovessero presentarsi, come quello degli errori 404.

Esistono dei plugin specifici che consentono di gestire tutti gli errori più comuni. Alcuni di questi plugin sono in grado di risolvere varie tipologie di problemi, perciò non dovrai installare un plugin per ogni singola situazione critica.

Il plugin Yoast SEO, che ti ho nominato prima, per esempio, ti aiuterà nella struttura della pagina e nella scrittura di un articolo ben ottimizzato, ma ti permetterà anche di gestire i redirect, cioè i reindirizzamenti da un URL che non esiste più ad uno che invece è perfettamente funzionante.

Inoltre, se decidi di cambiare il permalink di una pagina, Yoast creerà il redirect in automatico.

Altri plugin estremamente utili sono W3 Total Cache e WP Super Cache, che ti aiuteranno a migliorare le prestazioni, velocizzando il tuo sito web ed evitando rallentamenti di vario genere.

5) Strumenti per la SEO off-site

La SEO off-site è quell’area della SEO che riguarda tutte le attività da svolgere al di fuori del sito in modo da attirare traffico, migliorare la tua visibilità, aumentare la tua autorevolezza.

Grazie a WordPress, potrai tranquillamente gestire le condivisioni dei tuoi articoli sui social attraverso pulsanti semplici e personalizzabili. Inoltre, potrai curare quello che sarà l’aspetto delle condivisioni dei tuoi contenuti, impostando immagini, titoli e testi che catturino l’attenzione.

WordPress ti permetterà inoltre di gestire i rapporti con i tuoi visitatori e con i tuoi clienti, aiutandoti a costruire una vera e propria community intorno alla tua azienda, al tuo blog o alla tua attività.

Conclusione

Come vedi, i vantaggi SEO di usare WordPress sono diversi. Da un lato, la natura stessa della piattaforma favorisce l’indicizzazione dei contenuti. D’altra parte, i moltissimi strumenti disponibili permettono anche a chi non è un esperto di apportare modifiche tecniche che hanno un effetto notevole in termini di ottimizzazione SEO. A tal proposito, abbiamo creato una community privata pensata proprio per chi vuole apprendere gratuitamente le tecniche SEO. Puoi accedere gratuitamente a TUTTO SEO cliccando qui.

E tu hai mai adottato una strategia vera e propria per ottimizzare il tuo sito in chiave SEO?

Hai notato un miglioramento sulla pagina SERP?

Conosci altri strumenti da suggerire?

Per qualunque domanda e/o suggerimento ti invito come sempre a lasciare un commento
nella community.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
12Commenti
Lascia un commento
  1. Immagine avatar per Ginocchio L.
    Ginocchio L.

    Grazie ancora una volta per questa bellissima guida! Da perfetta imbranata mi ritrovo a vederci ogni volta più chiaro! Grazieeee

    1. Immagine avatar per SOS WP Team
      SOS WP Team

      Ottimo, siamo contenti che la guida ti sia di aiuto!

  2. Immagine avatar per MarIt
    MarIt

    Complimenti davvero per il post e per il sito in generale, offrite tanti chierimenti utili ed efficaci.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao, grazie, continua a seguirci!

  3. Immagine avatar per emiliano
    emiliano

    Ciao, articolo scritto molto bene.
    Personalmente per il mio sito web utilizzo, al posto di W3 Total Cache e WP Super Cache, Wp Rocket.
    E’ vero che è a pagamento, ma ne vale veramente la pena 🙂
    A mio parere è molto più performante e molto meno complicato di W3 Total Cache.
    Oltretutto costa relativamente poco. (39$)
    Grazie ad esso sono riuscito ad incrementare notevolmente la velocità del mio sito web.
    Spero possa essere utile.
    Un saluto

  4. Immagine avatar per Pietro
    Pietro

    Salve, non mi è chiara una cosa: i plugin Google XML Sitemaps e WordPress SEO by Yoast vanno installati entrambi o basta installare solo uno dei due?
    Grazie.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Piero,
      basta installare uno solo dei due.
      Un saluto!

    2. Immagine avatar per Pietro
      Pietro

      Grazie mille!

  5. Immagine avatar per melchiorre schifano
    melchiorre schifano

    Un aspetto da non trascurare, a mio parere, è la protezione del sito. Esistono su wordpress, diversi plugin che si occupano di proteggere il sito web da attacchi esterni. Inoltre tenere i plugin sempre aggiornati all’ultima versione, rende difficile il lavoro degli hacker.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao!
      Sono d’accordo con te, grazie del tuo commento!

  6. Immagine avatar per enri1968
    enri1968

    Complimenti un post interessante perchè sintetizzi ma con i punti salienti gli aspetti del SEO. Bravo!

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao,
      speriamo davvero che questi spunti ti siano utili.
      Grazie per il commento, continua a seguirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *