Guide

Tutte le differenze tra Wix e WordPress

Wix o WordPress? Ti aiutiamo nella scelta spiegandoti tutte le differenze tra le due piattaforme in termini di manutenzione, personalizzazione, temi, plugin e tanto altro…

Tutte le differenze tra Wix e WordPress

Vuoi creare un sito web e ti stai chiedendo quali siano le differenze tra Wix e WordPress? Sei capitato sulla guida giusta.

In questo post, ti parlerò infatti di entrambe le piattaforme, spiegandoti come si distinguono l’una dall’altra e, spero, aiutandoti a scegliere quella più adatta al tuo progetto.

Wix può sembrare una scelta facile per creare il tuo sito web, ma ha anche molti limiti rispetto a WordPress.

Quindi, attenzione!

Vediamo insieme cosa differenzia le due piattaforme, per aiutarti a scegliere quella che è più indicata per le tue necessità. In ogni caso, puoi tranquillamente spostare il sito da Wix a WordPress se non sei soddisfatto di questa piattaforma.

Per imparare a usare WordPress, ti consiglio di seguire i nostri nuovi video corsi per creare e gestire siti e blog WordPress a partire da zero.

Domande? Dubbi? Perplessità? Niente paura!
La nostra Assistenza Prioritaria rapida e gratuita è qui per te. E in più, se acquisti uno spazio hosting su SiteGround (o altri hosting) tramite il nostro link, in esclusiva per te 32 video del nostro Corso WordPress, il più venduto di sempre.

Qui tutte le testimonianze

Le differenze tra Wix e WordPress

Per prima cosa, ecco una breve introduzione su entrambe le piattaforme e sulla loro storia:

Wix

Wix è un servizio che permette agli utenti di creare siti web usando template pre-esistenti ed un’interfaccia “drag-and-drop”. Wix esiste dal 2006. Trovi maggiori informazioni sul sito ufficiale.

WordPress

WordPress è un software “open-source”. Cioè, non è un software che viene venduto, ma una piattaforma che può essere utilizzata come fondamenta del proprio progetto web in modo gratuito. WordPress esiste dal 2003. E’ stimato che questa piattaforma sia usata da più di 84 milioni di siti.

La potenza di questa risorsa, insieme alla sua facilità di utilizzo, la rendono quindi una soluzione di prima scelta per chiunque desideri realizzare un sito, di qualsiasi tipo esso sia (dal sito vetrina, all’eCommerce, dal sito portfolio, ad un sito con forum e/o area membri..).

Nota! Esistono due versioni di WordPress: la versione .com e la versione .org. Queste due versioni hanno delle differenze importanti (trovi i dettagli qui). In questa guida, farò il paragone tra Wix e la versione di WordPress.org, cioè “self-hosted”.

Iniziamo quindi a vedere le differenze tra Wix e WordPress.

Dominio

prendere nome dominio

Wix

Se vuoi creare un sito in modo gratuito, potrai usare Wix con uno dei sottodomini offerti a costo zero. Questo sarà un sottodominio del tipo www.miosito.wix.com.

Su Wix è possibile anche registrare domini personalizzati (cioè, senza la parte wix.com) però per fare ciò bisogna sottoscrivere uno degli abbonamenti premium a partire da € 4.08/mese.

Quindi, dovrai in ogni caso pagare per avere il dominio che desideri.

WordPress

Per creare un sito WordPress, è necessario aver registrato un dominio. I domini hanno un costo variabile, di solito vanno però dai 2 ai 15 euro circa annuali. Se non sai bene cosa è un dominio ecco qui la definizione di dominio mentre qui puoi leggere dove effettuare la registrazione di un dominio.

Con SiteGround, il dominio è invece gratis se lo registri contestualmente al piano e ti permette anche di attivare la nostra Assistenza Prioritaria – cosa che non è possibile con altri fornitori.

Hosting

Wix

Su Wix, il piano di hosting (cioè, lo spazio server dove sono ospitati i file del tuo sito) è incluso.

Ci sono però delle importanti limitazioni in termini di spazio e banda. Se hai bisogno di più spazio, dovrai sottoscrivere uno degli abbonamenti (se hai bisogno di più larghezza di banda, il costo è a partire da € 4,08/mese. Se invece hai bisogno anche di più spazio di archiviazione, il costo è a partire da € 8,25/mese.).

WordPress

Come per il dominio, anche lo spazio di hosting è uno dei requisiti per creare un sito WordPress. Al momento, il miglior fornitore di hosting è SiteGround, che offre come detto prima la registrazione del dominio gratuita, e piani a partire da 3.95€ al mese.

Ad ogni modo ti consiglio di leggere anche la mia guida ai migliori hosting WordPress.

Problemi nel passaggio da Wix a WordPress? Ci siamo noi!

Con l’Assistenza Prioritaria di SOS WP, hai tutto il supporto rapido, mirato e gratuito di tutto il nostro team. Questo significa che per qualsiasi domanda – tecnica e non – che avrai in futuro, ti risponderemo entro 1 ora lavorativa dal lunedì al venerdì, gratuitamente e per sempre!

Template

Wix

Wix mette a tua disposizione circa 500 template sia gratuiti che a pagamento. Uno degli aspetti più importanti da notare, è che i template Wix NON possono essere modificati o personalizzati (oltre alle opzioni default offerte dalla piattaforma).

Se scegli di usare questa piattaforma, dovrai trovare un template che ti piace così com’è e che non potrai in alcun caso modificare.

IMPORTANTE: Ricorda anche che non potrai trasferire il tuo sito che hai costruito su Wix su altri hosting. Non hai accesso ai file che compongono il sito, e quindi non potrai fare un backup e trasferirli su altra piattaforma. Anche se utilizzi un piano a pagamento, varrà sempre la stessa limitazione.

WordPress

tema enfold WordPress

Come Wix, anche WordPress usa template per creare i look dei siti. In questo caso, esistono però decine di migliaia di temi per WordPress.

Uno degli aspetti fondamentali è che, quando scarichi un template WordPress, avrai a disposizione tutti i file del tema e potrai modificarli come e quando desideri (sia usando i plugin che lavorando direttamente sui codici).

Se vuoi, usando WordPress puoi anche creare o commissionare un template del tutto personalizzato.

Questa flessibilità è un aspetto non da poco, che ti consiglio di tenere in considerazione.

Plugin

Wix

Per aumentare il numero di funzionalità del tuo sito, Wix offre delle app. Alcune sono gratuite ed alcune sono a pagamento.

WordPress

I plugin sono uno dei punti di forza di WordPress. Ne esistono decine di migliaia e sono usati da una grandissima community di utenti (questo significa che c’è supporto e documentazione).

Come nel caso dei temi, anche i plugin WordPress possono essere personalizzati come vuoi (lavorando sulle loro impostazioni) senza dover essere un conoscitore del codice web!

Ci sono plugin praticamente per qualunque funzionalità, e sul nostro sito puoi trovare tantissime guide su come sceglierli e utilizzarli al meglio, in base ad ogni tua esigenza.

Anche se sei un beginner assoluto quindi, puoi sfruttare WordPress al pieno delle sue potenzialità, e ottenere il risultato che desideri senza troppo sforzo.

Manutenzione

Wix

Usando Wix, la manutenzione è minima. Infatti, essendo il sito ospitato sui server di Wix stesso, non è necessario fare attività di manutenzione come backup, eccetera.

Una cosa importante da notare è però che Wix non permette di scaricare il backup del proprio sito (si possono gestire i backup solo dal pannello di controllo online). Non potrai mai trasferire il sito su una altra piattaforma hosting.

WordPress

Con WordPress, hai completa autonomia nella gestione del tuo sito. Questo significa che hai anche la responsabilità di effettuare backup e aggiornamenti. È importante notare che i servizi di hosting più popolari offrono diversi servizi per rendere queste attività semplici e veloci, anche in modalità automatica.

Personalizzazione

Wix

Come abbiamo visto, le opzioni per personalizzare un sito costruito su Wix sono davvero limitate. La configurazione del sito avviene attraverso un interfaccia “drag-and-drop”, cioè un pannello con il quale puoi trascinare i vari elementi sulla pagina.

WordPress

Usando WordPress, non ci sono limiti alle personalizzazioni che puoi fare al sito. Sia attraverso le (numerosissime) opzioni WordPress, quelle del tema, quelle dei plugin oppure addirittura lavorando direttamente sui codici, potrai modificare il tuo sito quanto e come desideri.

Sicuramente questa è una delle differenze tra Wix e WordPress più significative.

Pubblicità

Wix

Uno degli aspetti importanti da notare è che, se scegli di usare Wix, sia con il piano gratuito che con quello da 4 euro al mese sarà visualizzata sul tuo sito la pubblicità Wix.

WordPress

Usando WordPress, potrai scegliere tu se e quale pubblicità inserire. Ovviamente, questo significa che (se lo desideri) potrai gestire comodamente tutte le tue opportunità di guadagno. Puoi infatti guadagnare sia con le pubblicità, sia con le affiliazioni (ad esempio, con Amazon), sia vendendo dei prodotti. A te la scelta!

eCommerce

Wix:

Wix offre la possibilità di costruire un sito eCommerce solo all’interno dei piani a pagamento. Gli utenti che utilizzano il piano gratuito non possono gestirne uno senza effettuare l’upgrade. Con WixStores, puoi accettare pagamenti solo utilizzando PayPal oppure Authorize.net.

Esistono altre app per vendere online, ma il loro costo si aggiunge alla tariffa mensile. Hanno inoltre gateway di pagamento e funzionalità limitati.

WordPress:

Su WordPress puoi trovare molti plugin per costruire un sito eCommerce e vendere sia oggetti fisici che file digitali. Molti di questi plugin hanno altri add-on che ti permettono di implementare il gateway di pagamento che preferisci. La maggior parte dei plugin eCommerce ha poi temi dedicati e altri plugin specificamente dedicati per essere utilizzati insieme a quelli principali.

Se vuoi costruire il tuo negozio online e farlo crescere, WordPress rappresenta la scelta migliore in termini di flessibilità e opzioni disponibili.

Supporto clienti

Wix:

Esiste un servizio di assistenza clienti dedicato agli utenti, che offre supporto via email e su appuntamento telefonico.

Esiste anche un forum ufficiale, in cui cercare soluzioni al tuo problema o pubblicare domande, oltre a centinaia di tutorial video, guide e persino un programma di training chiamato WixEd.

Gli utenti VIP hanno accesso a supporto individuale e priorità in quello via telefono.

WordPress:

Trovare esperti che ti aiutino su WordPress non è difficile, visto che la comunità di utenti e sviluppatori è enorme e la documentazione esistente è abbondante. Non esiste però un team di supporto ufficiale dedicato alla piattaforma.

Anche se non esiste un team di supporto ufficiale, ti basta cercare online per trovare una soluzione ai tuoi problemi nella maggior parte dei casi, oppure contattare gli sviluppatori dei plugin e temi che utilizzi. In moltissimi casi, mettono a disposizione degli utenti documentazione e forum.

Conclusione

Come vedi, le differenze tra Wix e WordPress sono molte. Personalmente, ritengo che Wix abbia troppe limitazioni, e comunque prevede dei costi se vuoi creare un sito un minimo accattivante.

La gestione di un sito realizzato con WordPress richiede un minimo di impegno e di investimento, a fronte del non avere limiti sulla sua crescita e personalizzazione.

Parti da qui, se vuoi iniziare a realizzare il tuo sito web con WordPress, con il nostro aiuto.

Come sempre, per qualunque domanda o commento, non esitare a lasciare il tuo messaggio qui sotto.

Comprare un dominio e uno spazio hosting WordPress su SiteGround

Altre guide della stessa
categoria

31 COMMENTI
Commenta
  1. Lorenzo

    Salve, si può trasferire un dominio su hosting free tipo Wix o weebly senza fare upgrade? Devo solo creare delle landing Page ma ho bisogno di email @mionome.com

    Rispondi
  2. Laura

    Sono arrivata in un ufficio dove avevano già scelto WIX. lo trovo lento e davvero limitante, abituata a scrivere codice snello mi ritrovo con un sito goffo e rallentato. Ho già sperimentato il fatto di non poter accedere al backup :-( e adesso leggo che neppure posso esportare il sito… uff

    Rispondi
  3. riccardo

    Non ho capito questa frase: “..I servizi di hosting hanno un costo a partire da circa 6€ annuali. Al momento, il miglior fornitore di hosting è SiteGround, che offre come detto prima la registrazione del dominio gratuita, e piani a partire da 3.95€ al mese..” ma quindi è 3.95€ al mese o 6€ all’anno?? Ringrazio per la cortese attenzione.

    Rispondi
  4. susanna

    Grazie, interessante questo articolo… sono alle prime armi con wordpress…
    wix, dopo l’entusiasmo iniziale, in realtà non mi piace granché, lo trovo troppo “ingabbiato”… quindi abbandono e proseguo la mia scoperta di wp…

    Rispondi
  5. Tiziano

    Complimenti per la guida!
    Ho un sito completamente sviluppato su wix, esempio sito.eu posso passare a wordpress.org, con gestione tramite programma?

    Rispondi
  6. Alina

    Molto interessante, ho creato un blog con wordpress nella versione gratuita, vorrei monetizzare questo ma ancora ne ho tantissimi dubbi, ti contatterò

    Rispondi
  7. mariangela rita romanelli

    Ormai è da due anni che uso wix e sono due anni che non sono contenta. Avevo lavorato tanto sui seo per far salire su Google il mio sito. Da quando Google ha introdotto nuovi parametri per fare una cernita di siti, ha escluso il mio che adesso è in 10 pagina.
    Per questo vorrei fare il passaggio a wordpress. Quindi la mia domanda è w ordpress offre un modo facilitato per gestire i Seo?
    Mariangela

    Rispondi
    • Team

      Ciao Mariangela, certamente. Con WordPress puoi fare meglio la SEO, leggi anche questo post per vedere come mai Google ha più facilità nell’indicizzare siti realizzati in WordPress.
      Per passare da Wix a WordPress, puoi leggere questa guida. Un saluto e a presto!

      Rispondi
  8. francesca

    Personalmente sto usando wix pacchetto basic (280 eur /anno) per e-commerce e me ne sono pentita. Wix non gestisce queste casistiche:

    – impossibilità di registrarsi da parte del cliente (per poter memorizzare i propri dati e gli ordini)

    – privacy impostata con una finestra di pop up provvisoria per sopperire alle loro mancanze

    – impossibilità di raccogliere dati come p. iva / cod. fisc., obbligatori in italia in fase d’ordine per emettere fattura

    – pagamenti: solo off line a causa di problemi che non sanno risolvere (il tasto paypal viene impostato senza possibilità di scelta sulla pagina che precede il logout, pertanto il cliente se decide di pagare con carta di credito o paypal non si vede addebitare le spese di trasporto. Per questo l’unico modo per poter portare il cliente al check out è la soluzione off line, dove riceverà una mail con il link di paypal)

    – grafiche delle fatturazioni non si possono modificare

    – spese di spedizione: non sono previste fasce di prezzo diversificate per regione, con la conseguenza che i costi aggiuntivi se li deve accollare il venditore

    – i filtri prodotto non sono disponibili per la versione cellulari (se ci sono 1000 prodotti come fa una persona dal cell ad affinare la ricerca?)

    – caricamenti lentissimi su tutti i dispositivi. Mi è stato risposto che dipende dai vari caratteri/immagini/grafiche caricate. Allora mi spiegate a cosa serve mettere a disposizione tanti nuovi template e caratteri vari se poi ci mettono 40 minuti a caricare la pagina?? ovviamente la loro risposta è quella di mantenere un solo carattere, immagini ridotte ecc ecc. Tuttavia i problemi persistono

    – gift card paypal limitate a max € 10,00

    – assistenza ridotta al minimo con call center che non parlano italiano

    – risposte della “assistenza” standardizzate e ridotte alla solita “al momento non siamo in grado di ….fare nulla”.

    e questa è solo una parte di problemi riscontrati. Secondo la mia personale esperienza, se scegliete wix per gestire un e.-commerce informatevi bene prima di sottoscrivere l’abbonamento, perchè una volta creato il sito non è più possibile trasferirlo.

    Rispondi
    • Team

      Ciao Francesca, grazie di aver condiviso la tua problematica esperienza con WIX, e sottolinerei il fatto che “un sito su WIX, muore su WIX”: non è possibile fare modifiche, e non si può trasferirlo se non si è soddisfatti (come nel tuo caso) su tanti aspetti fondamentali. Perché non passsi a WordPress? Sai che possiamo aiutarti gratuitamente a realizzare il tuo sito web/ecommerce con la nostra assistenza prioritaria https://sos-wp.it/assistenza-prioritaria/? Siamo a disposizione, un saluto e grazie ancora del tuo commento.

      Rispondi
      • Francesca

        Ti ringrazio molto per la disponibilità, lo valuto di sicuro perché wix è molto limitante. Solo che ormai ho caricato di tutto sul mio sito, c’è un anno di lavoro ed il pensiero di ricominciare da zero non mi entusiasma molto….

        Rispondi
  9. Vittorio

    Salve. Non voglio entrare in merito a discorsi tecnici tra WordPress e Wix. Dico solo una cosa. Perchè 18 milioni di persone hanno scelto wix? Ricordo che tutti i template Wix sono modificabili e quindi personalizabili!

    Rispondi
    • Team

      Ciao Vittorio, si sceglie spesso la via che sembra più facile e diretta. Ciò che vogliamo dire con questo articolo è che un sito con WIX non potrà mai arrivare ai livelli di un sito realizzato con WordPress, e dare le stesse libertà di personalizzazione. Un sito in WIX non potrà mai essere trasferito su un altro hosting, né potrai mai decidere di fare modifiche sostanziali, o fare un backup completo: non hai accesso ai file che lo compongono, e nessuno potrà mai aiutarti ad implementare altre funzionalità in autonomia, come è possibile fare con WordPress.

      Rispondi
      • Vittorio

        In parte posso anche concordare. Forse sarà la mia esperienza avuta con sedicenti programmatori,che una volta creato un sito con WordPress ad euro xxxx poi dovevo ogni volta tornare da loro anche una piccola modifica e pagare altri soldi. Quindi ritengo che un sito autogestibile come Wix alla fin fine è la soluzione unica, che certamente non fornisce tutto ciò che da wordpress, ma almeno non si buttano soldi inutilmente. P.S.: Ogni programmatore che ho conosciuto, ed in totale sono 4, hanno sempre usato questa “””tecnica””” e cioè di far tornare il cliente in ufficio e spillare altri soldi.

        Rispondi
        • Team

          Salve Vittorio, il nostro sito è nato con l’intento di aiutare tanti, tantissimi utenti, a lavorare in AUTONOMIA sul loro sito web con WordPress. Puoi leggere le nostre testimonianze, e i commenti che riceviamo. Non è (non deve essere!I la REGOLA quella di chiamare un programmatore per lavorare con WordPress, e il nostro scopo è quello di rendere chi ci legge e segue sempre più bravo e capace di gestire le modifiche in autonomia, quanto più possibile.

          Rispondi
          • Vittorio

            Salve. Per quanto mi riguarda ogni (aiuto) l’ho sempre pagato, e anche salatamente. Ripeto, sarà un caso isolato……..ma non credo. Ad ogni buon conto resto dell’idea che Wix fornisca un ottimo prodotto ed è sempre in aggiornamento. Ovviamente rispetto le tue opinioni.

            Rispondi
            • Team

              Ciao Vittorio, siamo a disposizione per aiutarti a creare il tuo sito con WordPress. Potrai avere tanto materiale a disposizione, e ricrederti sul giudizio un po’ troppo severo sugli sviluppatori in wp :-)

              Rispondi
                • Team

                  Ciao Vittorio, capisco ma a nostro avviso (e non solo nostro, ovviamente) WordPress rimane lo strumento numero 1 per creare siti web, e gestirli senza dover per forza ricorrere ad un aiuto esterno. Brutte esperienze possono sempre capitare, purtroppo, ma siamo convinti e motivati nell’esprimere questo nostro parere, frutto di tanta esperienza, con tanti diversi utenti.

                  Rispondi
  10. Giorgio Crucetta

    Ciao Andrea sono due settimane che utilizzo Wix e a sito quasi ultimato mi sono accorto di alcune limitazioni. Interrogando la rete mi sono imbattuto nel tuo articolo e i dubbi se usare wix o wordpress sono diventati concreti. Provo a rifare il tutto su word press e che dio me la mandi buona.
    Due chiarimenti (i primi di una lunga lista):
    -word press va installato o usatoon line come wix.
    -un limite che ho su wix che quello che sta al di la delle linee guide non lo vedo bene su un monitor piu piccolo o sul tablet. Come se la grafica non si adattasse ai vari dispositivi. Ti premetto che sto lavorando su un pc con monitor grande.
    Grazie
    Ciao Giorgio

    Rispondi
Mostra più commenti

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *