Recensione di Aruba: è davvero un hosting conveniente?

di Andrea Di Rocco Aggiornato il

Recensione Aruba

Apri l'indice dei contenuti

Ho deciso di scrivere una recensione di Aruba per soddisfare la curiosità di tutti i lettori che hanno chiesto la mia opinione su questo servizio. Qualcuno si è stupito di non vedere Aruba nella mia recensione ai migliori hosting italiani, altri hanno notato che non ne parliamo spesso, come invece facciamo con altri hosting provider come SiteGround.

Ti spiegherò il perché di questa decisione, cercando di mostrarti i motivi per cui preferiamo consigliarti SiteGround o altri servizi.

Recensione di Aruba: uno dei primi hosting italiani

Recensione di Aruba hosting

Aruba è una società italiana di servizi hosting piuttosto “antica”: opera infatti dal 1994 nel settore relativo a datacenter, hosting, domini e e-mail. Si è poi stabilita con successo in tutta Europa, costituendo un’importante rete di server (clicca qui per sapere esattamente cosa è un server e cosa è un dominio internet).

Qualche anno fa è diventata registro ufficiale del dominio di primo livello .cloud.

Il successo di Aruba non è da poco: conta quasi 5 milioni di clienti, due milioni di domini registrati­ e oltre un milione di siti in hosting.

Come puoi vedere da questi dati, oggettivamente Aruba sembra essere abbastanza importante da poter convincere della propria qualità solamente basandoci su questi numeri.

Noi comunque abbiamo testato il servizio e, per quelle che sono le esigenze nostre e dei nostri lettori e clienti, siamo convinti che sia più conveniente orientarci verso altri provider.

Vogliamo comunque fare una recensione di Aruba il più obiettiva possibile, descrivendo tutti i servizi offerti.

I punti forti di Aruba

Confrontando Aruba con gli altri servizi hosting, quello che si nota in maniera più immediata è il costo, decisamente contenuto, dei piani hosting. L’offerta attuale, infatti, parte da soli 11,99 €/anno (+ IVA) anziché i 24,99 previsti per il piano Basic.

Recensione di Aruba prezzi

In questo piano sono inclusi spazio illimitato, assistenza 24/7 e 5 caselle email. L’hosting è Linux, ed è previsto un backup giornaliero, al quale hai accesso in qualsiasi momento.

Se una recensione di Aruba si potesse fermare al solo prezzo, sembrerebbe molto conveniente. Ma andiamo avanti e scopriamo invece il perché del costo così basso.

Purtroppo, nel piano Basic non è compreso il Database, anche se puoi attivarlo a pagamento per 7€ all’anno. Per avere fino a 5 database per uno spazio complessivo di massimo 1GB potresti però scegliere il piano Easy, che costa 50€/anno + IVA.

Se vuoi installare WordPress, puoi scegliere una di queste due opzioni: senza database, infatti, non è possibile installarlo. Così come non sarebbe possibile ottenere tantissime altre funzionalità fondamentali per un qualunque sito web, anche se fosse creato senza WordPress.

L’alternativa è il piano WordPress Gestito, con WordPress preinstallato, a partire da 29€ per il primo anno, che diventano 79€ al rinnovo. Con il piano Smart WordPress (il più economico) è incluso un database, si possono conservare fino a due backup manuali e creare 5 email POP3.

Il pannello di controllo è dedicato, ma molto diverso rispetto, ad esempio, al Site Tools di SiteGround. Puoi comunque attivare il cPanel con il piano Cloud Hosting che costa 75€ all’anno (che include anche altri servizi come 10 sottodomini, 10 account FTP, rimozione automatica malware). La dashboard dedicata, invece, comprende gli strumenti per la gestione del proprio dominio, il File Manager, ecc. e, personalmente, ho trovato la sua gestione poco pratica e un po’ dispersiva. Non sempre riesco a trovare a colpo d’occhio ciò di cui ho bisogno, ma mi ritrovo ad aprire i vari menu, un po’ a tentativi, finché non arrivo a quello giusto.

Se il tuo progetto prevede un piccolo sito che non riceverà grandi quantità di traffico, potresti anche cominciare da qui. Di sicuro risparmieresti una bella cifra. Il principale vantaggio di Aruba riguarda quindi i costi.

Anche Aruba ha una policy del tipo Soddisfatti o rimborsati. Il diritto di recesso può essere applicato entro 14 giorni dall’acquisto del servizio.

SiteGround offre invece 30 giorni di tempo per testare tutte le funzionalità dell’hosting.

Servizio di supporto Aruba

La mia recensione di Aruba non può non includere una sezione riguardante l’assistenza. Il servizio di supporto di Aruba consiste in assistenza via mail/ticket, oppure via telefono, entrambe attive 24 ore su 24. Avere un supporto clienti raggiungibile in qualsiasi momento e per di più in italiano è un notevole vantaggio.

Se hai necessità di rivolgerti al Supporto Avanzato, come per installazioni, ripristino backup, o altri servizi di supporto che non sono inclusi nel tuo piano, dovrai utilizzare un sistema di “crediti”: questi crediti, al momento, ti vengono assegnati in omaggio con un piano WordPress gestito, oppure li potrai acquistare a parte.

Purtroppo abbiamo constatato che l’efficienza del servizio non è sempre eccellente. Molti utenti hanno lasciato recensioni piuttosto negative su Trustpilot e altre piattaforme, nelle quali si lamentano della scarsa qualità dell’assistenza e del fatto che spesso i problemi vengono risolti dopo settimane, oppure non vengono risolti affatto.

Ad ogni modo, abbiamo avuto modo di verificare che trasferire un dominio Aruba è piuttosto semplice.

Uno dei motivi per cui consiglio SiteGround è proprio quello dell’efficienza dell’assistenza. Se investi del tempo e del denaro in un’attività online, l’assistenza tecnica in qualsiasi momento è fondamentale, e deve per forza essere un servizio che risolve i tuoi problemi velocemente e con la massima disponibilità e professionalità da parte degli operatori.

D’altronde, è anche il principio su cui si basa la nostra Assistenza WordPress!

Prestazioni dell’hosting Aruba

Affidabilità, sicurezza, prestazioni elevate, facilità di gestione sono aspetti che non possono essere considerati optional, in nessun caso. Vediamo quindi quali sono le garanzie di Aruba sotto questo aspetto.

Aruba garantisce il 99,9% di uptime. Nel caso in cui si dovesse verificare un disservizio, il cliente può inoltrare una richiesta di indennizzo, il quale consiste in una proroga del contratto di un certo numero di giorni che verrà calcolato caso per caso.

Per quanto riguarda invece la gestione del proprio spazio web, ho già detto sopra che, secondo me, il pannello di controllo di Aruba è piuttosto confuso e poco pratico. Non sempre è immediato trovare ciò che si cerca e, anche quando lo si trova, diventa difficile gestirlo.

pannello di controllo Aruba

Se desideri salvare e ripristinare un backup in autonomia, puoi farlo solamente via FTP. Troverai la copia dei tuoi file in un’apposita directory nella root del tuo sito. Dovrai quindi accedere via FTP al sito, scaricare il backup, per poi ricaricare i file sul tuo sito sempre via FTP.

Con SiteGround, invece, la gestione dei backup è estremamente semplice: è sufficiente selezionare la data e il tipo di backup che si desidera ripristinare, utilizzando un’interfaccia semplicissima, e con un clic avvii la procedura di ripristino.

Altri servizi Aruba

Aruba offre diversi altri servizi oltre a quello hosting e di registrazione domini. Per esempio, puoi creare una PEC a soli 5€/anno + IVA incluso 1 GB di spazio, antivirus e apposita app.

Se sei una partita IVA che ha l’obbligo di emettere fattura elettronica, puoi appoggiarti al servizio di Aruba a 25€/anno (sempre IVA esclusa).

Altri servizi interessanti sono il servizio di invio SMS, la stampa foto e l’ADSL anche senza telefono. Sono servizi che poco hanno a che fare con hosting e domini, ma potrebbe interessarti sapere che ci sono.

Conclusione

Spero di aver chiarito in questa recensione di Aruba quali sono le sue caratteristiche e credo che sia evidente perché non sono molto propenso a consigliarti questo servizio, mostrandoti invece quali sono le caratteristiche che un hosting di alta qualità dovrebbe avere.

Nel mio settore, e penso anche in moltissimi altri, ho imparato che risparmiare su una cosa significa pagarne molto care altre. Se risparmiare sul costo annuale dell’hosting significa dover pagar caro il prezzo di un servizio clienti che non mi aiuta, di una velocità inferiore delle mie pagine, di affidabilità non proprio al massimo, allora preferisco rivolgermi ad altri servizi.

Hai mai avuto esperienze con Aruba?

Lasciaci la tua opinione, potrebbe essere importante per tutta la community.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
21Commenti
Lascia un commento
  1. Michele

    Buonasera a tutti, ho realizzato un ecommerce con wordpress per l’azienda in cui lavoro, che si appoggia da anni su Aruba. Sto cercando di ottimizzare il sito per renderlo più veloce possibile, aiutandomi con PageSpeed Insight. Ho dimezzato i miei problemi con grande fatica, ma il sito è ancora troppo lento, soprattutto perchè la risposta iniziale del server è troppo lunga.
    Questo problema può dipendere dal piano di Hosting WordPress Gestito Premium, quindi devo passare ad un piano più avanzato oppure è proprio meglio cambiare provider?

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Michele ti consiglio di migrare il tutto su un piano GoGeek di SiteGround oppure su un piano Enterprise di Serverplan. Per qualsiasi altra domanda, mi trovi qui 🙂

  2. Giuseppe

    Secondo me, e non so per quale ragione, sul web c’è molta malafede nei confronti di Aruba. Ad esempio, voi avete messo in evidenza, come dato positivo di questo servizio hosting, solo il fatto che la cifra annua da pagare sia molto inferiore a quella di altri, ma non avete fatto cenno, o comunque non lo avete sufficientemente sottolineato, che Aruba offre spazio e traffico illimitati. Lasciando stare il “Piano Basic”, che non prevede un database Mysql, e soffermandoci su quello “Easy”, è evidente la convenienza: spazio illimitato, traffico illimitato, certificato SSl gratuito, illimitate caselle email ecc. ecc. Ho visto, ad esempio, il tanto da voi reclamato “Sitegrond”, ebbene posso dire che se uno non è fesso, può benissimo utilizzare “WordPress.com” col piano “Premium”, infatti i piani “normali” “Sitegrond” offrono uno spazio da blog o sito personale e con prezzi elevatissimi. La cosa, poi, nel vostro specifico caso, diventa ancor più sospetta dal momento che, alla fine dell’articolo, il vostro esperto ha inserito questa frase: “Se risparmiare sul costo annuale dell’hosting significa dover pagar caro il prezzo di un servizio clienti che non mi aiuta, di una velocità inferiore delle mie pagine …” cioè si parla improvvisamente di una presunta minore velocità, quando nell’articolo non si era mai fatto riferimento ad una cosa del genere; dunque, il vostro esperto se le è inventato di sana pianta! veramente assurdo!

    1. SOS WP Team

      Salve Giuseppe, le nostre opinioni riguardo ai servizi di cui parliamo nei nostri articoli sono tutti frutto di test ed esperienze dirette. Sicuramente, come da te evidenziato, è necessario aggiungere dei dati riguardo alle performance, e aggiorneremo al più presto la recensione includendo un’analisi più precisa e dettagliata. Grazie per le tue osservazioni.

  3. Alberto D’Agati

    sono proprietario di almeno 40 domini, e su aruba inizio a star male, per il semplice motivo che non mi aspettavo difficoltà a trasferire il dominio ad altri. per esempio ho chiesto di voler trasferire tutti i miei domini ( senza cambiare aruba ) a mio fratello piu grande , e aruba mi ha chiesto di riempire 234878234823784847 pagine !!!!! e davvero pazzesco , troppe difficoltà. adesso sto cercando di spostarmi altrove. puoi darmi un consiglio . grazie

    1. SOS WP Team

      Ciao Alberto, non sei riuscito ad ottenere il codice AUTH dalla tua area clienti di Aruba, come indicato in questa guida? Se vuoi spostare solo i domini, ti consigliamo di passare a Serverplan, che offre un servizio di trasferimento domini multipli inserendo tutta la tua lista ed effettuando la migrazione in blocco. In più, con ogni dominio hai inclusa una casella di posta elettronica e altri interessanti vantaggi. Consulta la sezione Domini > Trasferimento domini su Serverplan e seleziona la voce Trasferimento multiplo. Se hai difficoltà con il trasferimento, contattaci e ti aiuteremo con piacere. Restiamo a disposizione, un saluto!

  4. Pia I Capulli

    Ciao sto pensando di trasferire il mio dominio su WordPress x creare un sito migliore… Ma essendo negata x qs cose temo di cadere dalla padella alla brace 😅. Ho pensato di usare sitegroud come hosting ma n. So come fare per la Ceo… Grazie
    Pia

    1. SOS WP Team

      Ciao! I passi che devi compiere sono questi: acquista il piano Startup su SiteGround, selezionando “Ho già un dominio” e inserendolo nell’apposito campo. Poi installa WordPress seguendo questa guida. Crea il tuo sito web imparando ad usare WordPress grazie alle guide gratuite che trovi sul nostro blog. Inizia qui: Come creare un sito web con WordPress: la guida completa per chi parte da zero oppure iscriviti al nostro video corso completo su WordPress e studia la SEO con il nostro corso TUTTO SEO. Ti suggerisco di contattare la nostra Assistenza WordPress per aiutarti a creare un piano di lavoro ben strutturato!

  5. Luca

    Senza considerare che non c’è uno straccio di numero oggettivo sulle prestazioni garantite del server, o se sono o non sono monitorate. Gli hosting che uso mi indicano almeno connettività (GB/s), Ram virtuale (GB), I/O (kB/s), oppure mi specificano che quella grandezza “non satura”. Con Aruba mi capitava (adesso non ho più siti hostati) che il sito “era lento” e scoprire che il server mi bloccava qualche risorsa perchè consumavo troppo.

  6. Simona

    Assistenza Aruba pessima! Per non dire inesistente. Servizio scadente.

    1. SOS WP Team

      Ciao Simona, ci dispiace sapere questo. Contiamo che comunque tu sia riuscita in ogni caso a risolvere tutti i tuoi problemi.

  7. Giovanni Rossetti

    Buonasera, devo scegliere un dominio per installarvi un sito ecommerce realizzato con WordPress e Woocommerce. Essendo un piccolo sito, con pochi prodotti, non vorrei spendere tanto, almeno all’inizio, per il dominio. Potrei iniziare, secondo voi, con un hosting linux easy oppure mi consigliate un hosting WordPress? Sto considerando anche un hosting VHosting Woordpress veloce. Che ne pensate? Grazie mille. Buona serata

    1. SOS WP Team

      Ciao Giovanni, il server deve essere Linux, perché WordPress lavora bene solo su questo sistema operativo. Non esistono dei veri e propri “hosting WordPress”, ma hosting ottimizzati per lavorare con WordPress. Dai una occhiata alla lista che abbiamo stilato in questa guida https://sos-wp.it/migliori-hosting-per-wordpress/, vedrai che ci sono soluzioni assai convenienti. Un saluto!

  8. Antonio89

    Ciao Andrea,
    io sono un novello del settore e vorrei crearmi un sito internet personale , sfruttando l’offerta di aruba lanciata in queste settimane (euro 9,99 all’anno per l’hosting aruba con WordPress preinstallato).
    Alla scelta del dominio, leggo affianco che vi è un prezzo.
    Volevo sapere alla scadenza del primo anno oltre all’offerta proposta dal servizio (in questo caso appunto 9,99 euro) devo aggiungere dal secondo anno anche il costo del dominio?
    Ti ringrazio e buon lavoro 🙂

    1. SOS WP Team

      Ciao, per questo dovresti contattare Aruba, ma siamo praticamente certi che dovrai aggiungere il costo del dominio. Un saluto!

  9. Pascolini Marco

    Assistenza scarsa, ai limiti dell’indecenza.

    1. SOS WP Team

      Ci dispiace della tua esperienza 🙁 grazie in ogni cado di averla condivisa con noi!

  10. Stefano

    Non sarà sponsorizzato, ma vedendo sul sito talmente tanti riferimenti “SosWP raccomanda SiteGround” il dubbio viene, che poi Aruba non sia un nulla di che e SiteGround un ottimo hosting è un altro discorso 🙂

  11. giogio

    Sembra uno di quei articoli sponsorizzati.
    Mi dispiace ma la qualità’ di aruba e’ bassa. Per un sitarello può andare bene ma per cose serie, andate sui big del cloud e del hosting…

    1. Andrea Di Rocco

      Ciao Gio, accogliamo il tuo parere su Aruba, ribadendo che l’articolo non è sponsorizzato in alcun modo. Un saluto e grazie del tuo commento!

  12. Andrea Di Rocco

    Ciao Stefano, raccomandiamo particolarmente cosa usiamo noi stessi con soddisfazione, non potremmo fare altrimenti 🙂 Un saluto e grazie del tuo commento, continua a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *