Come guadagnare online: guida completa ed aggiornata

Immagine avatar per Andrea Di Rocco

di Andrea Di Rocco Aggiornato il

Come guadagnare online: guida completa ed aggiornata

In questa guida su come guadagnare online con un sito web troverai consigli pratici che ti aiuteranno a realizzare il successo del tuo business online.

Qui troverai tutti i metodi più diffusi per guadagnare online.

Le opportunità sono tante, dall’eCommerce per la vendita di prodotti fisici alla creazione di aree riservate a cui accedere con un abbonamento.

Se hai già un’idea su come vorresti guadagnare online, salta subito alla sezione che ti interessa.

Indice dei contenuti:

Se invece ancora stai valutando quale possa essere il sistema migliore per te, leggi con attenzione tutta la guida.

Ti consiglio di tenere a portata di mano un blocco per gli appunti e di segnarti qualsiasi idea possa venirti in mente leggendo l’articolo. A volte le idee migliori sono proprio quelle improvvise, quindi sfrutta al massimo la tua ispirazione!

Mi raccomando, per qualsiasi domanda non esitare a lasciare un commento. Questa guida infatti è in costante aggiornamento e le tue domande sono utili ed apprezzate!

Generare i primi guadagni online richiederà almeno qualche mese di lavoro.

Molto spesso, i profitti all’inizio sono veramente minimi.

Identificati il prodotto giusto e le tecniche adatte per promuoverlo, con una buona presenza sul web avrai un pubblico a cui rivolgerti molto vasto e ampio margine di crescita.

Come guadagnare online: il primo passo per il successo è scegliere una “nicchia”

Il concetto di nicchia è stato approfondito da tutti i più grandi esperti di internet marketing e vendita online, da Brian Clark e il team di CopyBlogger a Tim Ferris nel libro 4 ore a settimana.

Capire che cos’è una nicchia è alla base del successo di qualunque business online!

Piuttosto che creare un sito che tratta una moltitudine di argomenti diversi, o un eCommerce che vende centinaia di categorie di prodotti, nella maggior parte dei casi è meglio individuare un argomento specifico e un pubblico ben definito a cui rivolgersi.

Se il tuo settore è troppo generico, ti rivolgerai a tutti e a nessuno. E non puoi di certo sperare di competere con big del calibro di Amazon o Zalando.

Per prima cosa, individua la tua nicchia, stabilisci il tipo di utenti a cui ti rivolgerai e definisci il tuo brand.

Ecco i 3 motivi principali per cui individuare una nicchia è un’ottima strategia:

Rivolgendoti nel modo giusto ad un target molto specifico, aumenterai le possibilità che i tuoi potenziali clienti siano qualificati (cioè, che siano interessati al tuo prodotto e ne abbiano effettivamente bisogno).

Se hai risorse limitate, potrai utilizzarle per la promozione (e se necessario anche l’acquisto) di una sola categoria di prodotto.

In questo modo i tuoi sforzi saranno molto più efficaci.

Focalizzarti su una nicchia specifica, ti aiuterà a creare un brand ben definito. Questo è essenziale per posizionarti sul mercato ed essere riconosciuto online.

Fatto tutto questo, dovrai decidere nello specifico come guadagnare online con il tuo sito web. Nella prossima sezione, vedrai che ci sono molti modi diversi per monetizzare la tua presenza sul web.

Se pensi che possano guadagnare solo i siti eCommerce, ti sbagli. In questo senso, il web offre molte più opzioni rispetto al commercio tradizionale. Infatti, esistono strategie per generare guadagni senza vendere alcunché!

Per approfondire le strategie per guadagnare online continua con la lettura della prossima sezione.

Guadagnare online: metodi, tecniche e strategie

I metodi per guadagnare online sono veramente tanti e forse ad alcuni di essi non avevi ancora pensato.

Oltre alla classica vendita di prodotti fisici attraverso un eCommerce, infatti, puoi vendere consulenze, servizi e prodotti digitali.

Ma il bello delle attività sul web è che puoi guadagnare anche in modo passivo, ossia sfruttando dei sistemi di vendita automatici che ti permettono di dedicarti al tuo business e al marketing anziché alla creazione dei tuoi prodotti.

Vediamo come puoi usare tecniche di guadagno passivo quali l’affiliazione o l’inserimento di pubblicità nelle tue pagine, e tecniche di vendita online di prodotti, servizi e prodotti digitali.

Come guadagnare online con le affiliazioni

Come guadagnare online con le affiliazioni

La prima strategia che ti presento ti permetterà di generare reddito con le affiliazioni, cioè in modo passivo.

Le affiliazioni sono una tecnica molto potente per monetizzare blog e siti che non vendono attivamente alcun prodotto.

A differenza di quanto si possa intuire dal termine “passivo”, non è vero che con le affiliazioni potrai guadagnare facendo nulla (tutt’altro).

Dovrai pur sempre promuovere il tuo sito web attraverso tecniche di Search Engine Marketing e di SEO per attirare più clienti possibile.

Innanzitutto, vediamo come si diventa affiliato:

  1. Trova un prodotto o un servizio che viene venduto online e che può interessare ai tuoi lettori;
  2. Verifica se esiste un programma di affiliazione per la sua vendita;
  3. Invia la richiesta per diventare affiliato;
  4. Ottieni link e banner personalizzati da usare sul tuo sito.

Se uno dei tuoi utenti clicca sul link o banner che hai inserito e, una volta arrivato sul sito eCommerce, completa effettivamente un acquisto, riceverai una commissione sul costo del prodotto che è stato comperato.

Infatti, il tuo link personale permetterà al venditore di sapere che un certo prodotto è stato venduto attraverso il tuo sito web, perciò ti verrà riconosciuta una commissione.

Solitamente, la percentuale è abbastanza alta (in media, dal 10% al 50% del costo del prodotto, ovviamente dipende da negozio a negozio), e questo quindi è davvero uno degli strumenti più usati per guadagnare online.

Come avrai già intuito, il modo per generare profitti attraverso questa strategia di monetizzazione consiste nel proporre prodotti e servizi il più vicino possibile ai gusti dei tuoi utenti.

Allo stesso tempo, più alto è il volume di traffico sul tuo sito, più alta è la probabilità che siano generate vendite.

Una strategia di affiliazione deve quindi essere supportata da ottimi contenuti: solo questo ti permetterà di generare il traffico necessario a raggiungere un buon tasso di conversione.

Inoltre, fai attenzione a promuovere in affiliazione solo prodotti di cui hai testato l’effettiva qualità non solo del prodotto, ma anche del servizio di assistenza e dei servizi pre- e post-vendita.

Quali siti web hanno un programma di affiliazione per farti guadagnare online?

Se stai cercando di capire come guadagnare online tramite le affiliazioni con un particolare sito, prova a cercare nel menu principale o nel footer se è presente un link chiamato “Affiliates” o “Partners”.

Da quest’area, solitamente, è possibile scoprire come il sito gestisce questo tipo di rapporti, quali sono le commissioni e quali sono i vincoli che vengono imposti.

Tra i siti web che hanno un programma di affiliazione ci sono Amazon e Envato (un sito dove acquistare temi, plugin, eccetera – utile, per esempio, per promuovere il tema che stai utilizzando sul tuo sito WordPress).

Attivare un programma di affiliazione con Amazon è sicuramente una buona idea.

Ma quali sono i pro e i contro di questa strategia per guadagnare online con un sito web?

PRO

Le affiliazioni sono facili da implementare all’interno del tuo sito. Ti basterà iscriverti ad uno dei programmi disponibili ed inserire ad utilizzare i link personalizzati.

CONTRO

È innegabile: per quanto ottimi siano i prodotti che consigli, questa strategia dipende molto dal volume di traffico del tuo sito.

Come creare un sito per guadagnare con le affiliazioni

Se pensi che le affiliazioni siano il sistema migliore per ottenere dei guadagni online, ecco quali sono tutti i passaggi da compiere per realizzare un sito che ha questo obiettivo.

Per prima cosa, devi sapere che sarà necessario un minimo investimento iniziale.

Il costo per creare un sito web da soli non è elevato e consiste nell’acquisto di tre elementi fondamentali che costituiscono la base del tuo sito:

Questi elementi sono indispensabili per qualsiasi sito tu intenda realizzare.

Nel caso di un’attività per guadagnare online con le affiliazioni, ti suggerisco di acquistare hosting e dominio insieme presso Serverplan, un hosting affidabile, italiano, sicuro e con un servizio di assistenza eccellente.

Acquista un piano WordPress e, dopo aver installato il CMS, potrai scegliere il tema giusto per il tuo sito.

Ci sono tanti ottimi temi per siti che guadagnano con le affiliazioni, ma dipende dal tipo di sito che vuoi realizzare.

Se intendi creare un blog e vendere prodotti attraverso articoli come recensioni, confronti fra prodotti diversi o liste dei migliori prodotti di una determinata tipologia, ti suggerisco di utilizzare Sahifa.

Sahifa è un tema molto versatile e sono presenti delle funzionalità che ti saranno utili per la gestione di questo tipo di attività.

Per esempio, è già incluso un sistema di recensioni, così i tuoi visitatori potranno lasciare la propria opinione sui prodotti di cui parli e quindi aumentare la probabilità che altri utenti li acquistino.

Se invece intendi guadagnare online vendendo prodotti in affiliazione, puoi realizzare un vero e proprio eCommerce, con l’unica differenza che al clic sul pulsante “Acquista” il cliente verrà reindirizzato al sito del venditore.

Il tema migliore per questo tipo di sito web è Kingdom, che ti aiuta anche a integrare le recensioni di Amazon nelle pagine dei prodotti.

Ti suggerisco, inoltre, di installare un utilissimo plugin che ti aiuterà a tracciare i clic sui link affiliati. Si chiama Thirsty Affiliates ed è disponibile in versione gratuita e premium.

Dato che i link di affiliazione sono spesso molto lunghi, ricchi di parametri e variabili e a volte possono sembrare poco sicuri per un utente che naviga sul tuo sito, Thirsty Affiliates ti permette di trasformarli in un formato molto più user-friendly.

Ma non è tutto, perché il bello di questo plugin è il sistema di gestione dei link di affiliazione.

Esiste un comodo sistema di report che ti mostra quante persone cliccano sui link, è possibile raggruppare i link per categorie e inoltre ti permette di rilevare immediatamente eventuali errori 404.

Come fare soldi con la vendita online di prodotti fisici

strategie per guadagnare online

Ora ti spiegherò come guadagnare online vendendo prodotti, un sistema molto profittevole se fatto nel modo giusto.

Un caso esemplare è l’eCommerce cinese Alibaba, valutato a ben 450 miliardi di dollari (la sua IPO è stata la maggiore mai registrata negli Stati Uniti).

Tuttavia, la vendita di prodotti fisici è probabilmente la strategia per guadagnare online più rischiosa. Infatti comporta un investimento, più o meno alto a seconda del prodotto, per l’acquisto della merce di magazzino.

Ecco 5 suggerimenti preziosi per avviare il tuo negozio online:

  • Scegli di lavorare con una categoria di prodotto ben definita;
  • Se apri un’eCommerce come un’attività completamente nuova (quindi, non appoggiandoti ad un negozio locale) scegli prodotti che siano facili da tenere in magazzino e da spedire, e che non si deteriorino facilmente;
  • Assicurati di trovare un metodo di spedizione che sia sufficientemente veloce ed economico e, soprattutto, affidabile. Tra servizi postali e corrieri privati esistono molte opzioni. La cosa più importante è che i tuoi clienti ricevano sempre i loro prodotti nei tempi prestabiliti;
  • Se non hai la possibilità di gestire un tuo magazzino, valuta l’opzione di aprire un negozio online in dropshipping;
  • Trova un modo efficiente per fare le fotografie. Questo è il tallone di Achille di molti eCommerce. Spesso, chi gestisce un negozio online passa intere giornate a fotografare i prodotti, talvolta senza neanche raggiungere un risultato professionale. Puoi scegliere se fare le fotografie tu stesso, chiedere l’autorizzazione ad usare le immagini di catalogo del tuo fornitore, o affidarti ad uno studio fotografico. L’importante è che tu trovi un modo che sia ben bilanciato in termini di costo e tempo;
  • Assicurati di avere un sito con un sistema di pagamento facile da usare ed affidabile (altre informazioni nei prossimi paragrafi).

Sicuramente avrai visto decine di siti eCommerce. Eccone tre che vendono in Italia e che sono leader nel mercato:

  • ASOS, l’indiscusso leader del commercio online di moda low-cost;
  • Forzieri, un eCommerce italiano di grande successo, ora operativo in tutto il mondo;
  • La Feltrinelli, il sito della famosa libreria.

Puoi prendere ispirazione da questi esempi, ma non dimenticare mai il concetto di nicchia di cui ti ho parlato all’inizio.

Strumenti per creare un eCommerce e guadagnare online

Se vuoi creare il tuo sito eCommerce usando WordPress, hai a tua disposizione una vasta scelta di plugin e temi:

  • WooCommerce è il plugin eCommerce migliore in assoluto. Con questo potrai configurare tutte le pagine del tuo eCommerce ed il carrello per i pagamenti;
  • temi eCommerce WooThemes, questi sono i temi WordPress sviluppati appositamente per essere usati con WooCommerce;
  • Se WooCommerce non ti piace, per implementare le funzionalità carrello ti consiglio di provare altri strumenti per vendere online (anche se WooCommerce rimane la soluzione consigliata);
  • Table Rate Shipping, un plugin per aggiungere modalità e costi di spedizione personalizzati.

Potrebbe esserti decisamente d’aiuto il nostro video corso WordPress, dove trovi anche tanti utili consigli e dimostrazioni pratiche per creare il tuo shop online e imparare ad usare WordPress in maniera veramente semplice.

Infine, vediamo i pro e i contro di questa strategia:

PRO

  • Possibilità di vendere prodotti ad un pubblico molto ampio.
  • Non avendo le spese di un negozio vero e proprio, puoi avere margini più alti di quelli di un commerciante tradizionale.

CONTRO

  • Il successo del negozio dipende da molti fattori. Aspetti su cui non hai controllo (per esempio, la spedizione) potrebbero compromettere la qualità del tuo servizio agli occhi del cliente finale.
  • Acquistare i prodotti di magazzino richiede un investimento iniziale più elevato rispetto ad altre strategie per guadagnare online con un sito web.
  • Fotografare tutti i prodotti richiede molto tempo.

Come creare un sito per guadagnare vendendo prodotti fisici

Come guadagnare online vendendo prodotti fisici

Ti ho mostrato tutti gli strumenti di cui hai bisogno se vuoi guadagnare online con la vendita di prodotti fisici, ma ora facciamo un riepilogo chiaro e ordinato e vediamo tutti i passaggi da compiere.

Per prima cosa, come per tutti i siti web, devi scegliere un dominio efficace e acquistare un piano hosting di qualità.

Scegliere un dominio e un nome per il tuo eCommerce è un’operazione delicata, perché si tratta di un primo importante step per definire il tuo brand.

Alcuni eCommerce preferiscono utilizzare parole chiave nel nome, in modo che sia subito chiaro a tutti che cosa si vende in quel sito, altri invece preferiscono potenziare il proprio brand, anche se si tratta di un nome che non ha nulla a che fare con il settore di cui si occupa.

Si tratta di due metodi ugualmente efficaci, ma l’importante è saper strutturare una buona strategia di marketing incentrata sul nome che scegli.

Per quanto riguarda la scelta dell’estensione del dominio, ormai esistono tanti nuovi TLD tra cui scegliere.

Il più gettonato è sempre il .com, ma potresti dare un tocco di modernità al tuo dominio usando .shop o .store oppure un’estensione che includa una parola chiave, per esempio:

  • .bio se vendi prodotti biologici;
  • .beauty o .makeup per il settore della cosmetica;
  • .toys se vendi giocattoli…

Puoi acquistare il tuo dominio insieme all’hosting. Segli un piano WordPress che includa ottimi servizi di sicurezza, dato che permetterai agli utenti di effettuare transazioni direttamente sul tuo sito.

Ti suggerisco un piano WordPress su Serverplan, oppure il piano WooCommerce di SiteGround, già ottimizzato proprio per gli shop online.

Quando hai acquistato il piano hosting e installato WordPress e WooCommerce, potrai scegliere il tema perfetto per il tuo negozio.

Uno dei migliori è senza dubbio Shopkeeper, che include tante funzionalità utili per un eCommerce senza quindi dover installare plugin aggiuntivi.

Ricorda che, chi acquista online, non può avere un’idea precisa del prodotto, senza poterlo vedere né toccare. Per questo, cerca di realizzare fotografie di alta qualità, affidandoti anche a strumenti come la light box (una scatola bianca per realizzare foto senza ombre) e lampade professionali.

Fotografie di questo tipo, però, possono risultare molto pesanti e rallentare le tue pagine. Usa quindi strumenti di ottimizzazione delle immagini e plugin per comprimerle.

Infine, dedica il tempo necessario alla scrittura di descrizioni prodotto uniche e di qualità, senza copiare direttamente il testo dal sito del fornitore (creerai contenuti duplicati).

Informa poi il cliente non solo sulle caratteristiche tecniche, ma mostra anche i vantaggi che il prodotto potrebbe avere sulla sua vita, inserendo anche qualche passaggio emozionale per coinvolgerlo maggiormente.

Quando il tuo sito eCommerce è pronto, non trascurare l’aspetto dell’assistenza, sia quella che precede la vendita che quella post-vendita.

Assicurati che i canali di comunicazione col servizio di supporto siano ben chiari e raggiungibili da ogni sezione del tuo sito e offri risposte celeri ed esaustive. Chat sul sito e aggiornamenti via WhatsApp sono molto efficaci e apprezzati dai clienti, poiché permettono di ricevere informazioni molto rapidamente.

Guadagnare con la vendita di infoprodotti

Guadagnare online con gli infoprodotti

Ora vediamo invece come guadagnare online con la vendita di infoprodotti, o prodotti virtuali.

Gli infoprodotti sono una strategia di monetizzazione molto potente.

Infatti, ti permettono di generare un numero teoricamente illimitato di vendite di uno stesso prodotto (per esempio, un e-book, un video corso, una serie di podcast, eccetera).

Anche in questo caso, la chiave del successo è la qualità delle informazioni che fornisci: ovviamente, l’argomento trattato deve essere di interesse degli utenti e tutto deve essere spiegato in modo chiaro e professionale.

Chi acquista il tuo infoprodotto, deve effettivamente riuscire ad imparare qualcosa.

Il concetto di nicchia è estremamente importante nel settore degli infoprodotti.

Come per la vendita di un prodotto fisico, se vendi un prodotto digitale devi fornire qualità anche nell’assistenza.

Attiva un servizio di supporto clienti e non dimenticare di offrire delle garanzie.

Strumenti per vendere infoprodotti su WordPress

Hai diverse opzioni, tutte valide, per vendere infoprodotti sul tuo sito:

Se vuoi avere successo con questa strategia, ti consiglio di creare una sezione Blog dove pubblicherai risorse gratuite in uno stile simile a quello del tuo infoprodotto.

In un certo senso, il blog fungerà da “anteprima” del prodotto premium, aiutandoti a costruire la tua credibilità. Per consigli su questo argomento, leggi la guida definitiva per creare un blog di successo.

PRO

  • Puoi vendere un numero illimitato dello stesso prodotto
  • È facile implementare le funzionalità per vendere infoprodotti

CONTRO

  • Per promuovere un infoprodotto e far sì che le persone lo acquistino, è necessario fare molto content marketing (blog, attività sui social media, newsletter, eccetera)

Come creare un sito per guadagnare vendendo infoprodotti

infoprodotti per guadagnare con un sito web

Veniamo ora a tutti i passaggi necessari per realizzare un sito che ti permetterà di vendere i tuoi infoprodotti e guadagnare online.

Scelta di dominio e hosting, come abbiamo visto anche sopra, è il primo passo da compiere.

Affidati ad un provider che offre un buon livello di sicurezza, dato che gli utenti dovranno effettuare transazioni online e accedere a un’area protetta dalla quale scaricare il prodotto.

Per creare un sito WordPress che ti permette di vendere infoprodotti, abbiamo già detto che hai diverse opzioni.

Se vuoi creare un blog con il pulsante PayPal per l’acquisto, è sufficiente scegliere un buon tema adatto all’argomento di cui tratti, e poi creare un account PayPal per ottenere il pulsante.

Ti suggerisco di utilizzare il servizio PayPal.Me, che ti fornisce un link personalizzato per i pagamenti. Questo accorgimento darà un’impressione di maggiore affidabilità e professionalità.

Puoi anche utilizzare il plugin gratuito WordPress Simple PayPal Shopping Cart, che ti aiuta a configurare le pagine di vendita, il carrello e la gestione degli ordini con molta semplicità.

Se vuoi vendere tanti infoprodotti, allora è meglio utilizzare un sistema più ricco di funzionalità, come Easy Digital Downloads.

Se però hai necessità di gestire aspetti più complessi per la vendita, puoi installare WooCommerce e creare i tuoi prodotti configurandoli come digitali e scaricabili.

Per vendere un infoprodotto, è importante guadagnarsi la fiducia dei clienti.

Nel settore c’è ormai moltissima concorrenza, quindi dovrai lavorare sodo per fornire non solo un prodotto di qualità, ma anche per crearti un certo seguito.

Ti consiglio di individuare una nicchia specifica e di creare un gruppo Facebook che tratti l’argomento.

Condividi sui social gli articoli del tuo blog e partecipa attivamente alle discussioni. Entra inoltre a far parte di community che trattino argomenti simili o correlati a quello di cui ti occupi, in modo da espandere il tuo raggio d’azione e attirare più clienti.

Come guadagnare online con Membership e Programmi di Continuità

Come guadagnare online con un sito di membership

Le membership ed i programmi di continuità sono simili alla vendita degli infoprodotti. Si estendono però nel tempo.

Attraverso i programmi di continuità, l’utente sottoscrive un abbonamento con scadenza fissa (settimanale, mensile, trimestrale, annuale…). Con ogni pagamento può avere accesso a nuove risorse oppure rinnovare un servizio.

Strumenti per creare siti membership e programmi di continuità

Se usi WordPress, potrai creare la struttura per il tuo sito membership e/o programma di continuità con temi e strumenti ad hoc.

Tra i migliori plugin per implementare aree membri vi sono Membership di WPMUDEV e WishList. Abbiamo utilizzato WishList per un certo periodo e ci siamo trovati molto bene.

Se vuoi una soluzione completa, studiata appositamente per creare siti con aree membri, prova OptimizePress.

Si tratta di un software (disponibile sia in versione tema che plugin) per creare pagine landing, di vendita, aree membri, eccetera.

OptimizePress ha moltissime opzioni e un bel design.

Tuttavia, una volta installato, ti limita un po’ sia per quanto riguarda l’installazione di altri plugin (è incompatibile con diversi strumenti) sia per quanto riguarda il design delle pagine.

Lo consiglio quindi a chi ha bisogno di tante funzionalità ma non ha ancora molte conoscenze nell’utilizzo di WordPress e dei plugin.

Con questo programma, potrai implementare il tuo sito in modo del tutto guidato, senza dover lavorare sui codici.

Ecco i pro e i contro di creare un sito con area membri e/o un programma di continuità:

PRO

  • Sottoscrivendo la membership, ogni nuovo iscritto ti fornisce una fonte regolare di reddito.
  • Potrai proporre gli stessi contenuti a uno, cento o mille iscritti. Hai quindi ampio margine per aumentare i tuoi guadagni con un unico prodotto.

CONTRO

  • A differenza della vendita di infoprodotti “semplici”, i programmi di continuità richiedono di produrre sempre nuovi contenuti.
  • Se hai molti iscritti, preparati ad investire diverse ore del tuo tempo nel rispondere a domande e richieste di supporto.

Come creare un sito per guadagnare con le membership

Creare un sito di membership consiste nella realizzazione di un’area riservata alla quale l’utente può accedere tramite password e trovare al suo interno tutti i prodotti per cui ha effettuato l’iscrizione.

Dovrai decidere quali tipi di abbonamenti creare. Puoi creare un unico piano per tutti, oppure distinguere diversi livelli.

Per esempio:

  • il piano “base” avrà il costo più basso e l’utente ha accesso a una quantità limitata di informazioni;
  • il piano “gold” ha un costo più alto e vengono offerti servizi o contenuti aggiuntivi;
  • il piano “platinum” ha il costo più alto in assoluto e permette l’accesso completo a tutti i servizi e contenuti a disposizione.

Puoi realizzare facilmente questo tipo di membership utilizzando WordPress e WishList, che ti permette anche di impostare dei periodi di prova gratuita per aiutare gli iscritti a capire esattamente quale piano acquistare.

Gestire un sito di membership richiede un certo impegno da parte tua se vuoi che sia una fonte di guadagno online continuativa.

Per prima cosa, devi occuparti di realizzare i contenuti per i quali gli iscritti pagano. La qualità deve sempre essere molto alta, altrimenti i clienti perderanno interesse e non rinnoveranno l’abbonamento.

Inoltre, è necessario impostare un sistema di email, preferibilmente automatizzato, non solo per la conferma dell’iscrizione o i promemoria di rinnovo dell’abbonamento, ma anche per l’invio di novità, offerte, omaggi ecc.

Infine, una membership comporta inevitabilmente richieste di assistenza.

Può trattarsi di problemi tecnici riscontrati dagli utenti (non riesco ad accedere, non mi funziona la password, non vedo l’ultimo contenuto…) oppure di richieste di informazioni legate ai contenuti stessi.

Chi ti segue potrebbe aver bisogno di chiarimenti, magari desidera degli approfondimenti su un certo argomento, ha domande o dubbi.

Devi quindi poter rispondere rapidamente a tutte le richieste che ricevi, perciò ti suggerisco di impostare un sistema di ticket oppure una chat sul tuo sito.

Una buona idea è anche quella di creare dei gruppi Facebook riservati solamente agli iscritti alla tua membership.

Gli utenti potranno far parte di una community nella quale scambiarsi opinioni, suggerimenti e aiutarsi fra loro.

Il tuo ruolo all’interno di questi gruppi è molto importante, devi sempre essere presente e seguire le discussioni con attenzione.

Quindi, guadagnare online con una membership è possibile, ma è necessario un certo impegno da parte tua. Affronta questa strada solo se hai la certezza di poter gestire il carico di lavoro, magari con l’aiuto di qualche collaboratore.

Come guadagnare soldi con la vendita di Software, Grafiche e Prodotti Digitali

graphic design

Sei un programmatore, un grafico, un musicista, un fotografo o ti piace realizzare video e stai pensando a come guadagnare online con un sito web?

La risposta può essere vendere la licenza ad utilizzare le tue creazioni!

Anche in questo caso, hai diverse opzioni a tua disposizione. Infatti, potrai vendere le licenze su un sito personale o su un marketplace dedicato a questo tipo di prodotti, o su entrambi.

Se vuoi provare a collaborare con un marketplace, ti consiglio di usare Envato.

Envato gestisce vari siti: Themeforest per i temi, Graphicriver per vettori, immagini e grafiche, Codecanyon per plugin, script e snippet, e altri ancora.

Un’azienda italiana che ha avuto molto successo su questo market place è YourInspirationThemes, che propone temi WordPress.

Se invece vuoi vendere i file digitali sul tuo sito web, prova Easy Digital Downloads oppure WooCommerce di cui ho già parlato nelle sezioni precedenti.

Mantieni al sicuro le transazioni sul tuo sito

Se vendi prodotti fisici o digitali oppure servizi attraverso il tuo sito web, è ancora più importante proteggere i dati dei tuoi clienti. Assicurati che il tuo sito sia protetto:

  1. Attiva il certificato SSL per proteggere le informazioni inviate dagli utenti;
  2. Mantieni temi e plugin sempre aggiornati;
  3. Usa un hosting sicuro come SiteGround (ha ben 7 livelli di protezione);
  4. Contatta il nostro servizio di Messa in sicurezza del sito per prevenire attacchi esterni.

PRO

  • Se sceglierai di usare uno dei marketplace già affermati sul web, avrai accesso ad un pubblico vastissimo e non dovrai preoccuparti di processare i pagamenti.
  • Vendendo prodotti digitali, non dovrai pensare a spedizioni in quando i file sono scaricabili online.
  • Ovviamente, i prodotti non hanno una data di scadenza.

CONTRO

  • Accade spesso che prodotti digitali, in modo particolare grafiche e fotografie, vengano prese dal web ed utilizzate senza la licenza.
  • Se il tuo stile diventa popolare, altri potrebbero cercare di replicarlo.
  • Se vendi le tue creazioni su un marketplace, dovrai pagare una commissione sul prezzo di vendita.

Come creare un sito per guadagnare vendendo software e prodotti digitali

Per creare un sito che ti permetta di guadagnare online con la vendita di software, grafiche, prodotti digitali di qualsiasi tipo, hai bisogno di un servizio hosting affidabile e ben protetto.

L’acquisto e il download di questo genere di prodotti deve garantire la sicurezza non solo dei dati dell’utente, ma anche dei file che vengono scaricati.

Per questo ti consiglio servizi come Serverplan o SiteGround, che pongono particolare attenzione sulla sicurezza.

Crea quindi un sito WordPress che includa una sezione in cui spieghi nel dettaglio le caratteristiche dei tuoi software o prodotti. Puoi offrire una prova gratuita per permettere ai clienti di prendere familiarità con il prodotto e capire se sia esattamente ciò di cui hanno bisogno.

È importantissimo, in questi casi, inserire una sezione per le testimonianze, dove i clienti lasciano direttamente la propria opinione sul prodotto acquistato oppure una pagina in cui raccogli le recensioni lasciate su diverse piattaforme (da Facebook a Google).

È dimostrato che prima di acquistare, e specialmente prima di effettuare un download, gli utenti cerchino informazioni da chi già ha utilizzato il prodotto.

Fondamentale sarà poi la sezione che riguarda i termini di servizio. Assicurati che le condizioni di utilizzo siano ben chiare e complete, facendoti aiutare da un esperto legale per la loro stesura.

Vendere questo tipo di prodotti implica che essi siano sempre aggiornati, quindi ti suggerisco di inserire una pagina che mostri i dettagli di tutti gli aggiornamenti che effettuerai.

Indica con chiarezza il numero di versione e le modifiche apportate. Assicurati, inoltre, che il pulsante per l’acquisto permetta di scaricare sempre l’ultima versione.

La vendita di software attraverso il tuo sito può essere effettuata in due modi:

  • tramite l’acquisto e il successivo download del prodotto, che avviene attraverso un link specifico inviato via mail oppure attraverso una pagina protetta;
  • tramite il download del prodotto effettuabile da chiunque, e con l’acquisto di un codice di attivazione che potrà essere inviato via mail.

Non esiste un sistema “migliore” in assoluto fra questi due, valuta semplicemente quale sia il più adatto al tuo prodotto e alla tipologia di clienti a cui ti rivolgi.

Se invece decidi di appoggiarti ad un marketplace, creare un sito web è comunque importante, perché ti permetterà di ottenere visibilità e di presentare nel dettaglio tutte le caratteristiche del prodotto.

In ogni caso, assicurati di realizzare una sezione con tutta la documentazione necessaria, guide e tutorial, e un’area per le richieste di assistenza tecnica.

Creare un forum di supporto è molto utile, poiché tutte le domande poste dagli utenti rimarranno sempre a disposizione degli altri, e non dovrai così fornire più volte la stessa risposta o la stessa soluzione a diversi clienti.

Come fare soldi con la vendita di servizi online

Come guadagnare vendendo servizi online

Vediamo ora una strategia per guadagnare online di tipo attivo, cioè che richiede il tuo tempo ed intervento per ogni nuova vendita.

Se hai delle particolari competenze, che magari non richiedono neanche un incontro di persona con i clienti, puoi usare il tuo sito web per vendere servizi.

Questa è una strategia che uso anch’io. Infatti, offriamo servizi di realizzazione siti web, consulenze e formazione via Skype.

Altri servizi potrebbero essere assistenza virtuale, copywriting, ricerche, inserimento dati e molti altri ancora.

Due punti chiave per vendere servizi online

Qualunque sia il servizio che vuoi vendere online, non dimenticare questi due punti cardine:

  1. Presenta i tuoi servizi in modo professionale – usa un tema di qualità, fornisci ai tuoi utenti tutte le funzionalità necessarie per una bella esperienza sul tuo sito e fai attenzione alle prestazioni delle tue pagine;
  2. Sfrutta i testimonial – è stato testato che pubblicare le testimonianze di clienti passati aumenti notevolmente il numero di conversioni: non costa nulla, ma produce grandi risultati.

Come tutte le altre tecniche di monetizzazione, anche vendere servizi online può avere pro e contro. Vediamo quali sono.

PRO

  • Sfruttando una particolare competenza, è possibile offrire servizi personalizzati ad un prezzo più alto, per esempio, degli infoprodotti

CONTRO

  • I guadagni sono proporzionati al tempo investito. Una volta raggiunta la tua capacità massima, per aumentare le tue entrate dovrai alzare i prezzi o lavorare con dei collaboratori per poter gestire più clienti.
  • Offrire servizi pone limitazioni in termini di orari di lavoro. Dovrai, infatti, essere raggiungibile per eventuali richieste da parte dei tuoi clienti

Come creare un sito per guadagnare vendendo servizi online

Anche in questo caso, il primo passo da fare è l’acquisto di un piano hosting presso i migliori provider e la scelta di un dominio efficace, che comunichi il tuo settore o il tuo brand.

Scegli poi un tema WordPress professionale in base al tipo di servizio di cui ti occupi.

Se, per esempio, vuoi vendere servizi di tipo creativo, sarà fondamentale un tema per siti portfolio. Se non sai quale scegliere, ti suggerisco Ohio, un tema semplice ma moderno e dall’aspetto molto professionale.

Nel caso in cui, invece, vendi consulenze o comunque devi gestire degli appuntamenti, videoconferenze e incontri con il cliente (online o offline), avrai bisogno di un sistema di prenotazione.

Con un plugin come Bookly, potrai gestire il calendario degli appuntamenti anche se lavori con diversi collaboratori.

Il cliente potrà selezionare il tipo di servizio di cui ha bisogno e visualizzare date e orari disponibili.

Grazie all’integrazione con Zoom, potrai utilizzarlo per la prenotazione di appuntamenti online e in automatico l’utente riceverà il link per partecipare.

Il sistema di vendita dei servizi può essere fatto in diversi modi, dipende dal tipo di servizio che vendi e dalle esigenze dei clienti.

Il metodo più semplice è quello di integrare un pulsante PayPal per l’acquisto del singolo servizio.

Puoi però offrire anche diversi metodi di pagamento, per esempio puoi utilizzare Stripe, che permette di pagare con carta di credito senza mai abbandonare il sito e senza conservare i dati degli utenti.

Come fare soldi velocemente attivando programmi pubblicitari sul tuo sito web

Pubblicità sul sito Pay Per Click

Questa è una delle strategie per guadagnare online con un sito web più conosciute. Per mia esperienza, conosco però veramente pochissimi siti in grado di produrre un profitto notevole usando le pubblicità.

Innanzitutto, vediamo come funzionano questi programmi.

Iscrivendoti a Google Adsense, il tuo sito entra a far parte di una rete per la visualizzazione dei banner pubblicitari.

Quando qualcuno acquista da Google una pubblicità, Adsense potrebbe farla apparire all’interno delle tue pagine.

Se usi WordPress, esistono diversi strumenti utili per gestire il posizionamento dei banner sulle tue pagine.

Se hai raggiunto un volume di traffico elevato (che in ogni caso richiederà molto lavoro a livello di contenuti e marketing) potrebbe essere più efficace fare accordi diretti con chi vuole fare pubblicità sul tuo sito.

Ovviamente, questo richiederebbe molto più lavoro rispetto all’inserimento dei banner tramite i programmi pubblicitari, però ti permetterebbe di avere più controllo su cosa viene visualizzato sulle tue pagine.

Inoltre, potrebbe dare vita a collaborazioni a lungo termine con marchi che apprezzano il tuo sito come piattaforma per promuovere i loro prodotti.

Pay per click e Pay per view

Per quanto riguarda le pubblicità pay per click, ogni volta che qualcuno clicca su uno dei banner visualizzati sul tuo sito, ricevi un piccolo compenso.

Esistono anche le pubblicità pay per view, per le quali si riceve un compenso ogni volta che un banner viene visualizzato.

Vediamo ora i pro e i contro di questa tecnica di monetizzazione:

PRO

  • Questa strategia è facile da implementare e richiede poco tempo di gestione.

CONTRO

  • Quando ti iscrivi ad un programma pubblicitario, non potrai decidere quali banner far apparire sul tuo sito. Piuttosto, questo sarà a discrezione di Google o del programma che stai usando. Non sarai quindi in grado di controllare contenuti e qualità dei messaggi pubblicitari e potrebbero apparirne alcuni non in linea con i tuoi argomenti o con i gusti del tuo pubblico.
  • Per generare guadagni, devi avere volumi di traffico molto elevati. Ti consiglio di iniziare a valutare questo tipo di tecnica di monetizzazione quando raggiungi almeno 1000 visite giornaliere regolari.
  • Il successo di questa strategia dipende largamente dal programma pubblicitario con cui collabori e dall’andamento del tuo sito. E’ pertanto molto volatile. Non ti consiglio quindi di usare le pubblicità come unica fonte di reddito.

Come creare un sito per guadagnare con le pubblicità

Se intendi guadagnare inserendo pubblicità sul tuo sito, per prima cosa devi fare in modo di ottenere un alto volume di traffico.

Pensa a questa opzione, quindi, se hai già un sito avviato e ricevi già tante visite o stai lavorando per far sì che aumentino.

Investi quindi nella creazione di contenuti di qualità e nella SEO, cerca di ottenere una certa visibilità e promuovi il tuo sito anche sui social.

Più visite riceverai, più persone visualizzeranno i banner pubblicitari, e quindi più probabilità ci saranno che esse ci clicchino sopra.

Le pubblicità possono essere inserite in qualsiasi tipologia di sito web, dagli eCommerce ai blog ai siti di notizie.

Quando ti iscrivi al servizio AdSense, il tuo sito web dovrà soddisfare determinati requisiti di qualità per poter essere accettato nel circuito.

Questi requisiti riguardano innanzitutto i contenuti. Devi avere un sito abbastanza ricco di pagine e articoli di buona qualità, poiché verrà analizzato  e valutato dagli esperti di Google.

Poi, deve essere curato anche nell’aspetto, nella struttura e nel funzionamento. Non verranno accettati, ad esempio, siti privi di menu di navigazione, che contengono link non funzionanti o diverse pagine “in costruzione”.

Il tuo sito, inoltre, deve essere sicuro e non contenere malware e programmi dannosi, ma forse questo l’avevi già intuito!

Insomma, non è possibile creare dei siti “fasulli” per poter entrare in AdSense e sperare di guadagnarci qualcosa: devi dimostrare che il sito è ben seguito e che ci metti impegno.

Una volta che invii la richiesta, se ci sono problemi con il tuo sito riceverai un messaggio da Google che ti chiederà di correggere gli errori.

Una volta risolti, potrai iniziare a pubblicare gli annunci, inserendoli con i codici che ti verranno forniti.

Per la gestione dei banner, sono utili i plugin AdRotate e Advanced Ads, che ti aiutano a personalizzarli e a gestire dove e quando mostrarli.

Come guadagnare online: qual è la strategia migliore?

La strategia migliore per fare soldi online

Ovviamente, la risposta dipende molto dal settore in cui operi, dal sito web che gestisci e dal tipo di prodotto che offri. In generale, suggerisco però di usare diverse strategie contemporaneamente.

Alla base di tutto ci saranno comunque i contenuti che serviranno a promuovere sia il tuo sito che i tuoi servizi.

Inoltre, consiglio di implementare fin da subito tecniche di monetizzazione di tipo passivo. Per esempio, di iscriverti a programmi di affiliazione (senza però esagerare) e di creare un infoprodotto.

Questo ti permetterà di avere entrate che non dipendono necessariamente dal tempo che investi sul sito web, e che non ti obbligheranno a lavorarci ogni giorno (se pensi che guadagni passivi e libertà nella gestione del tuo tempo siano un sogno irraggiungibile, leggi il libro che ho citato all’inizio, 4 ore alla settimana di Tim Ferris, acquistabile su Amazon).

Ti consiglio però anche di specializzarti in un particolare settore, ed offrire servizi premium con un prezzo più elevato dei tuoi infoprodotti.

Questo ti permetterà di farti conoscere, creare una rete di clienti, raccogliere testimonial e, soprattutto, fare esperienza.

Infine, solo quando hai raggiunto volumi alti di traffico, considera le pubblicità.

Non pensare però che guadagnare online sia semplice. Dovrai infatti essere preparato ed avere una serie di conoscenze ben precise. Continua la lettura per scoprire quali sono:

Come guadagnare online con un sito web: le competenze necessarie

Competenze per guadagnare online

Sia che tu lavori da solo o con un team di collaboratori, è fondamentale che tu abbia diverse conoscenze e capacità, perché queste ti renderanno un imprenditore online a tutto tondo.

Conoscenza del mercato 100%

Sembra ovvio, ma per avere successo online e guadagnare con un sito web, dovrai essere un vero e proprio esperto nel tuo settore per un semplicissimo motivo: sicuramente esistono già dei siti che trattano il tuo stesso argomento o che vendono prodotti similari.

Qualunque sia il caso, dovrai trasparire come un’autorità del settore.

Non solo: dovrai conoscere la tua concorrenza, monitorare regolarmente le tecniche di monetizzazione e marketing che usano.

Dovrai conoscere al meglio il tipo di utente o cliente a cui ti rivolgi: tutto, dal prodotto allo stile di comunicazione, dovrà rispecchiare le esigenze ed i gusti del tuo pubblico.

Tecniche di Web Marketing 90%

Hai creato un sito bellissimo? Contenuti utilissimi e piacevoli da leggere?

Ottimo!

Ora hai bisogno di un pubblico, se vuoi guadagnare con un sito web.

Sito web, post ed infoprodotti non servono a nulla se non c’è nessuno che visita le tue pagine.

Per questo dovrai imparare a fare web marketing: nel dettaglio, mi riferisco principalmente a email marketing (cioè, invio di newsletter, uno strumento potentissimo) e promozione sui social media.

Queste sono le due principali tecniche di web marketing (con un costo molto ridotto) che ti permetteranno di promuovere in modo efficace il tuo sito ed i prodotti.

Gestione WordPress 80%

Hai creato il tuo sito in prima persona? Ti sei rivolto ad un web master? In ogni caso, ti consiglio di imparare ad usare tutte le principali funzionalità di WordPress.

Consulta il mio video corso WordPress per imparare velocemente e con esercizi pratici.

Inoltre, suggerisco di imparare come fare backup e aggiornamenti nel modo corretto.

E’ molto importante che tu sia in grado di gestire il tuo sito indipendentemente, senza dover dipendere da web agency o tecnici esterni.

Conoscenza sul funzionamento del tuo server 60%

Questo punto si collega al precedente.

Probabilmente non avrai bisogno di lavorare sul tuo piano di hosting o sul tuo server giornalmente, però una conoscenza minima ti permetterà di essere indipendente in caso di bisogno, e riuscire ad ottimizzare le risorse se vuoi guadagnare online.

Soprattutto, ti permetterà di scegliere un piano di hosting valido che ti supporterà nel lungo termine.

Passare da un provider all’altro non è un passo da poco, per questo è importante fare fin da subito le scelte giuste.

Infatti, la velocità del sito dipende molto dalla performance e dalla qualità del piano di hosting che utilizzi, ed è stato provato che un sito veloce permette di aumentare le vendite di qualunque attività online.

A tutti i clienti che vogliono creare un business online consiglio SiteGround, un servizio di hosting veramente valido.

Non meno importante, conoscere anche in minima parte il funzionamento dei server, ti permetterà di saperti rapportare, facendo le domande giuste, al servizio di assistenza del tuo provider.

Conoscenza della SEO 70%

Come fanno gli utenti a trovare il tuo sito web? Ti piacerebbe avere un buon posizionamento sui motori di ricerca, e riuscire a guadagnare online? Allora devi conoscere la SEO!

Anche in questo caso, avere conoscenze di SEO ti permetterà di iniziare la tua attività online con il passo giusto.

Quando crei dei contenuti, affinché possano essere trovati con facilità da chi naviga sul web, questi dovranno essere ottimizzati.

Mi sembra scontato dire che la maggior parte degli utenti che fanno una ricerca su Google cliccano sui primi tre link presenti sulla pagina SERP. Per questo è fondamentale portare il tuo sito in prima pagina.

Per imparare le nozioni base della SEO, ti consiglio di visitare la nostra pagina Facebook TUTTO SEO, dove ogni giorno condividiamo consigli utili e rispondiamo alle domande degli utenti per migliorare le loro posizioni su Google.

Infine, ti suggerisco di andare a leggere il sito TagliaBlog, dove troverai tanti interessanti articoli su questo argomento.

Tecniche di copywriting e scrittura persuasiva 70%

Proprio così, esistono tecniche di scrittura che possono persuadere i potenziali clienti ad acquistare, e in questo modo riuscire a guadagnare online.

Sono tecniche apparentemente semplici, che però portano spesso grandi risultati.

Ovviamente, le tue pagine di vendita e le newsletter che mandi alla tua lista dovranno essere ben curate, contenere tutte le informazioni sul prodotto, essere scritte in italiano corretto, eccetera. Impara però alcune tecniche di copywriting e scrittura persuasiva per renderle più convincenti ed aumentare le vendite!

Per avvicinarti a questo argomento, ti suggerisco di leggere la guida di scrittura persuasiva pubblicata su WebHouse.

Aspetti contabili e fiscali 70%

Un’attività web è da considerare come un vero e proprio business, con tutti gli oneri fiscali del caso, e se vuoi guadagnare online devi valutare anche questo aspetto.

Fin dall’inizio, ricerca nel dettaglio tutte le normative applicabili al tuo tipo di attività. In caso di dubbio, rivolgiti al tuo commercialista.

A questo proposito, ti consiglio una serie di guide molto interessanti pubblicate su YourInspirationWeb (per chi vuole diventare freelancer).

Capacità di gestione di collaboratori 90%

Se ormai hai capito come guadagnare online e il tuo sito inizia a crescere, hai bisogno di più risorse e, inevitabilmente, prima o poi dovrai rivolgerti a dei collaboratori, dipendenti o freelancer esterni.

Potresti aver bisogno di aiuto per quanto riguarda la creazione dei contenuti, la gestione amministrativa delle vendite, il servizio di supporto ai tuoi clienti, eccetera.

Soprattutto se decidi di lavorare con collaboratori in modo remoto, è essenziale che tu sappia organizzare e monitorare il loro lavoro.

La mia esperienza

Dal lancio di SOS WP, ho implementato diverse delle strategie per guadagnare online con il mio sito web suggerite in questa guida (principalmente, vendita di servizi, infoprodotti ed affiliazioni).

Alcune strategie sono più semplici da adottare, altre richiedono più lavoro.

Per esempio, quando ho aperto il blog ho investito molto tempo nella creazione del Video Corso (l’ho addirittura rifatto per far sì che fosse aggiornato alla versione di WordPress). Ho offerto il Video Corso durante i primi anni di vita di SOS WP. E’ stato un prodotto molto apprezzato che è diventato una delle “colonne” del sito.

Nel complesso, ritengo di aver raggiunto un buon equilibrio.

Se ti interessa saperne di più sulla mia esperienza, leggi la mia storia sul sito dei Nomadi Digitali e guarda qui sotto l’intervista che mi è stata fatta da Alberto Mattei. Questa intervista risale ormai a qualche anno fa, però credo possa essere comunque utile se sei agli inizi.

Conclusione

In questa guida abbiamo visto come guadagnare online con un sito web utilizzando varie strategie. Ho anche parlato di tutte le caratteristiche di cui avrai bisogno per diventare un imprenditore online a tutto tondo.

Cosa ne dici, hai mai provato ad usare le tecniche di monetizzazione consigliate?

Sono state funzionanti?

Mi piacerebbe moltissimo conoscere la tua opinione su questo argomento. Come sempre, ti invito quindi a lasciare un commento, per suggerimenti, domande o consigli.

Come guadagnare online?

Ci sono vari metodi per guadagnare online: Affiliazioni, Vendita online di prodotti fisici, Vendita di infoprodotti, Membership e Programmi di Continuità, Vendita di Software, Grafiche e Prodotti Digitali, Vendita di servizi online, e Attivazione di Programmi Pubblicitari sul tuo sito web.

Fare soldi online è semplice e veloce?

No, non sempre almeno. Ci vuole tempo, perseveranza e soprattutto competenze.

Guadagnare con il proprio sito è quindi possibile veramente?

Certo, ci sono tante strade da percorrere ognuna delle quali richiede un pizzico di competenza tecnica, ma soprattutto, tanta, tanta costanza.

Guadagnare online con le affiliazioni, rende molto?

Dipende. Sicuramente è una tecnica comune e piuttosto facile da applicare al proprio sito, ma dipende tutto dal volume di traffico ricevuto.

Guide correlate:

Immagine di Andrea Di Rocco autore articoli SOS WP
Andrea Di Rocco Fondatore di SOS WP™
La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero che troverai utili le oltre 700 guide su WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Se ne hai voglia ti invito a leggere la mia storia, cliccando sul pulsante qui sotto.
9Commenti
Lascia un commento
  1. Immagine avatar per Stefano P.
    Stefano P.

    Veramente molto interessante e finalmente con delle proposte reali e fattibili per creare un guadagno, anche stabile

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie Stefano del tuo commento!

  2. Immagine avatar per Ottimi consigli
    Ottimi consigli

    Ciao Andrea sono Fabio. Complimenti per questo articolo ultra completo ed esaustivo. Ti confesso che l’ho consultato più volte continua così.
    Secondo te, solo quando un sito raggiunge le migliaia di visite uniche al giorno, potrebbe essere un’ottima idea contattare direttamente le aziende, nonchè personaggi influenti del settore in cui si opera, per fare affari direttamente con loro e aumentare i guadagni del proprio business?
    Grazie.

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Fabio, delle grosse aziende potrebbero essere interessati a diventare partner solo di siti che hanno già un discreto volume di traffico.
      Raggiunto questo step, può diventare una idea percorribile, ma metti sempre in chiaro i tuoi obiettivi!
      Un saluto, e grazie dei complimenti 😉

  3. Immagine avatar per Margherita
    Margherita

    mamma mia, mi hai illuminato, incoraggiata a seguire la mia strada, mi sento più motivata dopo aver visto il tuo video, spero pertanto che tu ne faccia un altro simile perchè c’è tantissima gente purtroppo magari come me che si sofferma subito al primo problema anzichè affrontarlo. Ho gia un mio sito web che tratta di hobbisti, mercatini, eventi, ecc.. e grazie a questa passione ho creato nel mio piccolo questo sito sperando di imparare nuovi metodi e tecniche per la realizzazione di un vero e proprio sito web professionale.

    Ps: sei anche simpatico!! 🙂

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Grazie Margherita per i tuoi complimenti ;-)!
      Continua a seguirci, ricorda che ho realizzato un videocorso appositamente creato per aiutare chi, come te, vuole realizzare un sito web professionale: https://sos-wp.it/corsi/corso-wordpress/
      Fammi sapere come procede il tuo lavoro, a presto

  4. Immagine avatar per Cristian
    Cristian

    Ciao Andrea, non conoscevo la tua storia, davvero una storia illuminante!
    Per chi inizia a muoversi nel mondo del Web è una guida pratica vera e propria, ok l’articolo è bellissimo, ma il video mi ha dato molti spunti!
    Grazie

    1. Immagine avatar per Andrea Di Rocco
      Andrea Di Rocco

      Ciao Cristian grazie tante mi fa piacere! il video è merito di Alberto Mattei dei Nomadi Digitali.
      A presto

  5. Immagine avatar per Stefano P.
    Stefano P.

    Grazie a voi per i consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *